Benassi e la sfida speciale al Torino: da ex solo sorrisi. Sarà capitano? (VIDEO)

4



L’ex centrocampista granata sfida la sua ex squadra: servono leader, forse avrà la fascia di DA13. Responsabilità ed emozioni, nel momento difficile.

Non sarà una partita come le altre. Nonostante abbia ormai lasciato il Torino da quasi due anni, sarà una sfida speciale per Marco Benassi. Uno che in maglia granata è cresciuto, da ragazzino (arrivò a 20 anni), fino a diventare capitano. Prima delle frizioni con Mihajlovic, anche a livello tattico. E del passaggio alla Fiorentina (per 10 milioni più bonus). 98 presenze, 12 gol e 10 assist in tre anni in maglia granata per Benassi. Uno che ha sempre guardato con riconoscenza a chi lo ha cresciuto e valorizzato dopo essere passato dall’Inter.

CONSACRAZIONE. Alla Fiorentina, adesso, sta vivendo la sua miglior stagione in termini realizzativi. Nove gol e un assist in 26 partite, polverizzato ogni suo precedente record di reti. È il miglior marcatore viola in campionato con 7 gol, 5 dei quali decisivi per il risultato finale. In Serie A, nessun centrocampista ha segnato fin qui quanto lui. Eppure… la stagione sta confermando anche la sua altalena di prestazioni. Benassi è tra quelli che corre di più ogni partita, si inserisce, fa più ruoli durante la gara. Dà equilibrio. Però spesso ‘esce’ dalla partita stessa. In una squadra che fa fatica a fare gioco, anche lui non riesce a garantire palleggio e possesso. Il suo impatto con la Fiorentina non fu facile, con Pioli che lo provò prima sulla trequarti, poi come mediano nel 4-2-3-1 pensato inizialmente la scorsa stagione. Poi mano a mano un ruolo sempre più importante, soprattutto per i gol garantiti alla squadra: 63 presenze, 14 gol e 4 assist in totale in maglia viola. Media ottima per un centrocampista.

FASCIA. Dopo il doppio turno di squalifica per il rosso a Verona, il rientro di Benassi non è stato così ottimale: prestazione discreta contro la Spal, buona gara (con gol) contro l’Atalanta in Coppa, prove negative contro Inter, Lazio e Cagliari (nel mezzo anche una panchina intera in campionato a Bergamo). Insomma, altalena confermata e niente convocazione da parte di Mancini in Nazionale. Ora, la Fiorentina ha bisogno di ritrovare certezze nel momento difficile: lui, tra i leader dello spogliatoio, vuole trascinare i compagni fuori dal tunnel. Per una reazione che porti la Fiorentina carica alla semifinale di ritorno di Coppa. E Benassi, proprio contro il Torino, potrebbe essere anche capitano: squalificato Pezzella, in dubbio Chiesa, la fascia DA13 potrebbe toccare proprio all’ex granata. “Indossare quella fascia è stata una grande emozione”, disse in estate quando portò la fascia di Davide al braccio in amichevole. Già lo scorso anno, in uno spezzone a Reggio Emilia, fu capitano della Fiorentina ‘pro tempore’.

SFIDA DA EX. Responsabilità ed emozioni contro il ‘suo’ Torino. Da ex, molti sorrisi per Benassi contro il Toro. Due gol, un assist, tre vittorie e un pareggio. Nessuna sconfitta. In maglia viola, gol e assist nel 3-0 dello scorso anno al Franchi, mentre al ritorno fu 2-1 viola in casa granata. In questa stagione, gol nell’1-1 del Filadelfia, prima della trasferta vittoriosa (2-0) negli Ottavi di Coppa Italia. Domenica c’è da continuare il trend positivo. Magari con la fascia da capitano al braccio.

(assist da 2′ 59” del video)

(gol da 0′ 30” del video)

4
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Sinapsilondon
Tifoso
Sinapsilondon

Attesa interminabile, sembra non si giochi da tre mesi, come fosse la sosta estiva, c’è fame di calcio FORZA VIOLA SEMPRE 9 PUNTI IN 3 PARTITE E VIA

Oriundo
Ospite
Oriundo

Fiorentina, tristezza infinita. Fino a qualche anno fa se per caso avevo difficoltà a addormentarmi chiudevo gli occhi e immaginavo di essere allo stadio, pensavo al colore viola , ai giocatori che corrono, immaginavo azioni strepitose, e mi addormentavo beato. Ora se penso alla Fiorentina non dormo per due giorni. Andiamo allo stadio a fare casino…che s’aspetta????

Ponzio
Tifoso
ponzio

Quante partite buttate. Torino Fiorentina 1-1, altra partita che potevano serenamente vincere e che si era messa bene. Ovviamente se tutti gli anni cambiano ossatura alla squadra è scontato andare incontro a prestazioni piene di ingenuità ed errori evitabili

I BISCHERO
Ospite
I BISCHERO

Allora sei in malafede …non è vero che cambiamo organico tutti gli anni ..
Quest anno noogard , hugo,dabo, biraghi,laurini , simeone,restano

Articolo precedenteLista Uefa, tentazione Biraghi per l’Inter. Ma valutazione di 20 milioni
Articolo successivoSfida al Toro in 3 tappe: Europa, Primavera, crescita dei giovani. Gemellaggio e rivalità
CONDIVIDI