Benassi-Zurkowski per Verona. Ghezzal, doppietta e candidatura

1



Prove di centrocampo per Montella, che con l’Hellas non avrà Pulgar e Castrovilli. L’algerino si candida per il finale di 2019.

La «manita» rifilata alla Virtus Entella è stato in fondo il modo migliore per permettere a Ribery, l’uomo più atteso, di incamerare nelle gambe minuti preziosi in vista della ripresa a Verona e per mettersi alle spalle le troppe tossine accumulate dopo la sconfitta in Sardegna. Oltre alla partita del francese, autore di due assist e giocate di lusso, a prendersi la copertina del piovoso pomeriggio del Franchi ci ha pensato Ghezzal, che con una doppietta ha rilanciato la sua candidatura in vista delle ultime cinque partite prima della sosta di fine anno. Così scrive La Nazione.

INDICAZIONI. Il 4-3-3 varato a inizio gara da Montella (con Cristoforo centrale più Zurkowski e Benassi mezzali) sa tanto di prove generali in vista del Bentegodi, dove mancheranno Pulgar e Castrovilli. Tra le note migliori della partita anche Venuti (autore dell’assist per il 3-0 di Boateng e capitano nella ripresa) e Lirola, che ha siglato il momentaneo poker.

1
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
baffoviola
Ospite
baffoviola

Importante che non ripresenti il bradipo e lo lasci riposare ancora come ha fatto il CT della CROAZIA poi tutt’e le soluzioni sono migliori senza lui in campo peche no CRISTOFORO o BOATENG che finalmente giocherebbe nel suo ruolo poi quando rientreranno CASTROVILLI e PULGAR ne riparliamo

Articolo precedenteFlorenzi apre a Firenze, ma con garanzie future. Dabo-Eysseric…
Articolo successivoRibery torna a guidare la Fiorentina: con Boa o Vlahovic brilla sempre
CONDIVIDI