Bentornato Luca Toni, 55 gol in 94 gare viola. Oggi al Franchi da capitano dell’Hellas

    0



    Luca ToniCON IL FIERO numero 9 sulla maglia arriva oggi, di passaggio, il giramondo «Lucatoni», classe ’77, al vertice del Verona. Molto tempo è passato da quando era in viola, ma non è dimenticato, e allora ci affidiamo agli almanacchi per risalire ai suoi primi gol. E’stato in tante squadre, dopo essere uscito da Pavullo sul Frignano in provincia di Modena. Tante per dirne soltanto alcune: Empoli, Treviso, Brescia, Palermo, Bayern Monaco, Roma, Juventus e addirittura Dubai. SI PRESENTÒ a Firenze nell’agosto del 2005. Con l’aiuto appunto degli almanacchi risaliamo volentieri ai suoi primi gol, come quello segnato di scoppio alla Sampdoria di Novellino il 28 agosto. Un altro al Messina con il pisano Storari in porta, due all’Udinese di Cosmi, uno al Livorno, altri due al Parma. Dal giorno della sua prima presenza fino all’ultima, anche in stagioni diverse non consecutive, ecco 55 gol in 94 partite. Superflui i commenti. Ora «Lucatoni» si fa onore nell’Hellas Verona insieme con l’argentino Juan Gomez, l’islandese Hallfredsson, il serbo Jancovic e il francese Obbadi, fermiamoci qui.
    PER MEGLIO dire, cambiamo argomento, per ricordare i tanti ex viola passati al Verona. Cominciamo con Superchi di Allumiere (Civitavecchia) detto Ciocio, oggi alla guida di una favolosa famiglia, con nove nipoti. Portiere all’epoca del secondo scudetto della Fiorentina. Poi Di Gennaro e Sacchetti, e Sergio Clerici, altro uomo da gol. Tutti qui? No, ma tra poco è l’ora di andare alla partita.