Bettarini: “Batistuta simbolo di Firenze. Vedrei bene Spalletti”

9



Le dichiarazioni dell’ex difensore viola sul momento attuale del club

Stefano Bettarini, ex difensore della Fiorentina presente a Pitti Uomo ha parlato a Radio Bruno:

COMMISSO.Penso che il calcio italiano oggi venga sempre più selezionato da questi grossi compratori che siano giapponesi, cinesi o americani che però investono e vogliono portare qualcosa di diverso dal calcio. Spero possano riportarlo tra i primi posti al mondo“.

BATISTUTA E ANTOGNONI. “Sono molto d’accordo perché due figure come le loro sono dei simboli per Firenze che rimarranno per sempre. Hanno a cuore la maglia, la città e potranno far bene”.

CHIESA. “Sarebbe un bel punto di partenza trattenerlo, ma nel calcio quando ci sono le offerte è difficile rinunciare. Cominciare ad incassare per poi avere portafoglio per fare mercato. Le società mirano a fare positivo e non tanto a salvaguardare quello che è il tifoso o la volontà di quest’ultimo: sarà difficile. Credo che abbia stupito molto perché nonostante sia così giovane è molto determinato e molto continuo cosa che a questa età non è per niente scontata. Mi auguro sia un’icona e un punto di forza della nostra Nazionale”.

DELLA VALLE. “Non posso dare un giudizio, quello devono darlo i tifosi, io dall’esterno non posso giudicare l’operato di una società, ma credo che abbia fatto del buono e alcune cose meno buone come abbiamo visto tutti. Quando hanno capito che era il momento di lasciare si sono fatti da parte ed hanno fatto la cosa più giusta”.

MONTELLA. “Quello che rimane al tifoso sono proprio le ultime partite, non è un bel biglietto da visita. Ci sono molti allenatori in giro, alcuni anche molto amici come Spalletti che ci vedrei molto bene a Firenze. A Vincenzo bisognerebbe comunque lasciare il tempo di lavorare perché non è mai semplice subentrare in corsa, potrebbe meritare una riprova”.

9
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Martello1967
Tifoso
francesco

….. te t’ho visto bene solo a a fiha, i’ carcio un’era i’ tu’ lavoro….

Sinapsilondon
Tifoso
Sinapsilondon

A te invece ti vedrei bene a vendere padelle, lascialo dov’è spalletta anche no per favore non merita nulla quella persona, spero non alleni mai la Fiore FORZA VIOLA SEMPRE

Michele
Ospite
Michele

Non so cosa voglia dire ma ho incontrato Spalletti sul po te allla carraia …..

roberto
Ospite
roberto

NO SPALLETTI NO

Japa
Tifoso
japa

magari venisse Spalletti!!!

Pat Mac Ryan
Ospite
Pat Mac Ryan

Bati è Bati e non si tocca (anche se alla roma non doveva andare, la cortesia di andare fuori Italia o comunque evitare i romeni poteva farcela. Ma a Bati si perdona tutto).
Ma di simboli ce ne è solo 1: Antogno unico 10
(E non Antonio come si ostina a scrivere qualche pischelletto che non ha mai visto Giancarlo al Comunale).
E W COMMISSO E PRADE’ W BATI E ANTOGNO W LA NUOVA FIORENTINA, ora voltiamo pagina

Valter
Ospite
Valter

Non si ė capito come abbia fatto Montella ad accettare, qualsiasi ipotesi non regge, eccetto una, i soldi..
Se era una persona di carattere e onestà intellettuale-professionale a fine campionato rassegnava le dimissioni e recuperava punti di considerazione per la magra figura che ha fatto..

stefano
Ospite
stefano

2 punti in 8 partite…..mica sarà una scelta difficile?

Valter
Ospite
Valter

Eppure sembra che molti hanno la memoria corta..
Il soprannome di “perdella” da dove era sortito fuori…

Articolo precedenteUfficiale, ritiro Moena: confermate le date dal 6 al 21 ma parte della rosa volerà negli USA
Articolo successivoLucchesi: “Contento del ritorno di Pradè. Bati e Antognoni due grandi personaggi”
CONDIVIDI