Bigica: “Commisso attento alla famiglia Fiorentina. Orgoglioso dei giovani in prima squadra”

0



Il tecnico della formazione giovanile gigliata ha parlato della stagione che sta per iniziare e anche dell’incontro con il nuovo proprietario

Emiliano Bigica, allenatore della Fiorentina Primavera, ha parlato così a Radio Bruno: “Sono orgoglioso di essere ancora l’allenatore della Fiorentina Primavera e ringrazio tutti per la fiducia. Per noi sarà una stagione difficile perché con l’avvento dei cinque fuori quota sarà un campionato ancora più intenso e fisico. Immagino che questo campionato potrà aiutare ancora di più i giovani a crescere”.

SUL RITIRO DI MOENA: “E’ stata una bella sorpresa, un’esperienza bella e formativa per tutti i ragazzi. Ora stiamo lavorando anche sul riposo dei ragazzi per arrivare alla prima di campionato nel modo migliore possibile”.

SU COMMISSO: “E’ stato un primo incontro con la famiglia Commisso mentre Barone lo avevo già conosciuto. Anche per i ragazzi è stato un bel momento e l’abbiamo vissuto nel modo giusto. Siamo tutti una famiglia e speriamo che Commisso possa venire a vedere la nostra partita contro il Bologna. Vuole farci questa sorpresa se gli sarà possibile. Si sta dimostrando attento a tutta la famiglia viola che è molto larga. L’entusiasmo sta crescendo sempre più anche tra i tifosi. Sabato ci sarà la partita contro la Juventus e sappiamo bene quanto vale quella gara per Firenze. Speriamo poi, come detto, che la proprietà possa essere presente domenica per il nostro esordio di campionato”.

GIOVANI IN PRIMA SQUADRA:E’ un motivo di orgoglio per tutto il settore giovanile. Sono contento per gli otto ragazzi che sono arrivati in prima squadra. Andare in altre piazze a giocare è stato utile a tutti loro. Questo deve essere uno stimolo anche per tutti i ragazzi che sono in Primavera con me quest’anno“.

SU FIORENTINA-MONZA: “Mi sono venuti i brividi a vedere Montiel e Vlahovic. Era importante che la Fiorentina cominciasse con il piede giusto. Hanno contribuito alla vittoria“.

SULLA PRIMAVERA DI QUEST’ANNO: “Può essere un mix tra le precedenti squadre che ho avuto a Firenze. La squadra nella sua totalità la potrò avere solo da domani e solo allora potrò lavorare più nello specifico. Penso di avere una squadra che può abbinare la fase difensiva a quella offensiva nel modo giusto. Con delle individualità che possono risolvere le partite“.

SU DUNCAN: “Sta imparando a conoscere i compagni e viceversa. Ha numeri importanti e sarà un valore aggiunto alla nostra rosa, senza dimenticare gli attaccanti che già avevamo in casa“.

SU LOVISA:Sono arrivati quattro calciatori nuovi mentre altri sono saliti dagli allievi. Lo zoccolo duro della squadra lavora insieme da un anno. I nuovi si stanno inserendo e cercheremo di trovare velocemente gli equilibri per partire bene“.

SULL’UNDER 18: “Ci sarà sinergia e interscambiabilità solo per quanto riguarda i ragazzi del 2002. Manderò lì i ragazzi di quell’età che non troveranno spazio con la Primavera“.

SULLA STAGIONE: “Sappiamo che le partite in Primavera 1 non finisco mai. Le squadre potranno usufruire di quattro 2000 più un altro fuori quota libero. Sarà più difficile raggiungere i nostri obiettivi ma la proprietà ha costruito una Fiorentina competitiva e siamo pronti a dire la nostra“.

OBIETTIVI:Dobbiamo provare a vincere. Sappiamo che ci aspetteranno perché la Fiorentina negli ultimi anni ha giocato delle finali. Dovremo difendere la coccarda che abbiamo sul petto e potremo farlo solo le lavoreremo duro e sapremo difendere la nostra maglia gloriosa“.

SULLA SUPERCOPPA: “Giocheremo contro l’Atalanta e avremo la possibilità di vincere un altro trofeo. L’anno scorso siamo stati bravi a vincere una coppa e ci riproveremo anche in questa stagione che sta per partire“.

UN AUGURIO: “Vorrei anche non vincere nulla ma vedere almeno due giovani della mia Primavera in pianta stabile nella Prima Squadra della Fiorentina“.

SUL CENTRO SPORTIVO: “Avere una struttura per potersi allenare tutti insieme sarebbe un sogno. Penso però che si possa realizzare e speriamo che arrivi il prima possibile”.