Bigica: “La Fiorentina è una famiglia, questa vittoria gratifica e ci darà autostima”

3



Dopo la bella vittoria in rimonta dei gigliati il tecnico Bigica si dice soddisfatto della prova dei suoi ragazzi

Così l’allenatore della Fiorentina Primavera Emiliano Bigica al canale ufficiale viola: “Ancora non me ne rendo conto, voglio assaporare questa vittoria. L’approccio della squadra è stato buono, ma col 4-2-3-1 non trovavamo certe distanze che poi abbiamo ritrovato col 4-3-3. Queste vittorie ci danno consapevolezza nei nostri mezzi e fanno crescere l’autostima. Vincere con l’Inter non è mai facile, spero che questo risultato ci dia la spinta giusta per il prosieguo del campionato”.

Su Koffi e Montiel. “Probabilmente non erano in grande giornata, ma sono sempre due avversari temibili. Chi è entrato è entrato bene, voglio fare loro i complimenti”.

Società. “La Fiorentina è una famiglia. Lavoriamo tutti in sinergia, fa piacere avere al seguito dirigenti e membri della prima squadra. Andiamo avanti così, questa vittoria ha un peso importante ma sabato col Sassuolo ci aspetta un’altra gara difficile”.

3
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Emidiocinosi
Tifoso
emidiocinosi

Bravo Bigica ,perchè hai rifondato la squadra con 10 undicesimi ,rispetto allo scorso anno.Beloko è stato Maestoso ,bene Ferrarini ,sottotono Montiel ,Koffi con alcune giocate mi ricorda il primo Quadrado.

Giuliano Malandrucco
Ospite
Giuliano Malandrucco

Ho visto la partita dal 67′ in poi e mi sono goduto il clamoroso gol fallito dall’ Inter e il gol vittoria del ns Meli. La squadra ha giocato davvero con grande determinazione ed ha corso di brutto fino all’ ultimo secondo. Si tratta di una grande vittoria contro una squadra che, a mio avviso, ha ancora qualcosa in più di noi., che forse ancora non ci siamo resi conto di essere più forti forse di tutti. ALE’ VIOLA.

Lorenzo
Ospite
Lorenzo

Buona sera sono Lorenzo. Ho visto oggi una Squadra con grande determinazione e voglia di vincere.. Mi è piaciuta molto anche la personalità e l’attaccamento alla maglia. Ora serve solo diventare più Squadra e poi via al “filotto” per raggiungere la testa della classifica. Non siete secondi a nessuno. Complimenti – Bravissimi.
Un abbraccio a tutti. Ciao.

Articolo precedenteSerie A, le formazioni ufficiali di Juventus e Genoa
Articolo successivoMazzola: “Farei di tutto per portare Chiesa a Milano. Quel rigore all’Inter…”
CONDIVIDI