Bigica: “Piccini, Chiesa e Bernardeschi dei modelli per i ragazzi del vivaio. Campionato Primavera competitivo”

2



L’allenatore della Primavera ha parlato della Nazionale e della Fiorentina.

Emiliano Bigica, allenatore della Primavera della Fiorentina, ha parlato alla trasmissione Diretta Azzurra su Rai Sport:

DIFESA AZZURRA. “Bonucci stesso ha parlato di trovare maggior equilibrio, Chiellini ha detto che i vecchi devono trasmettere l’importanza della maglia azzurra. Io dico che nel calcio di oggi non bisogna dar colpa solo alla difesa ma è una questione di tutta la squadra, si attacca e si difende in undici. A mio avviso Mancini sta cercando di trovare gli equilibri giusti in un calcio propositivo che lui ha in mente. Abbiamo visto per un’ora un’Italia propositiva, che nel momento in cui ha iniziato a perdere le distanze si è esposta agli attacchi dell’Ucraina. Credo che sia difficile e ci vuole un pochino di tempo per trovare equilibrio tra fase offensiva e difensiva, soprattutto perché non  una squadra di club”.

TRIDENTE LEGGERO. “Può essere la strada giusta. La scelta di non dare punti di riferimento agli avversari secondo me è corretta, anche guardando al parco attaccanti che ha a disposizione. Ha ricevuto anche l’aiuto di Ancelotti che ha spostato insigne più vicino alla porta nel Napoli e di conseguenza questo non può darci che vantaggi”.

BERNARDESCHI. “Sono sorpreso anche io da questa crescita esponenziale di Federico, che sta diventando molto più concreto e meno fumoso. Questa crescita mentale abbinata alle sue qualità balistiche di dribbling e di assist lo sta rendendo un giocatore importante per il futuro della Nazionale”.

BARELLA. “E’ un giocatore che sembra un veterano. Il Cagliari ha avuto coraggio a farlo giocare e di conseguenza la Nazionale ne trae vantaggio”.

BARI. “Sicuramente il fatto che si riparli ancora di ripescaggi, di squadre che non hanno ancora giocato come la Viterbese, significa che c’è poca chiarezza. Come ogni estate ci ritroviamo a parlare di queste situazioni qui, credo che sia arrivato il momento di smetterla, in modo da ottenere anche dagli altri Paesi maggior rispetto”.

ITALIA-POLONIA. “Io sono sempre fiducioso, sono tifoso dell’Italia perché questo ambiente lo conosco da trent’anni. Ho avuto la fortuna di giocare qui a Firenze, e Coverciano la considero un po’ la mia casa. Sono convinto che l’Italia ce la possa fare a tornare a vincere, magari proprio nella partita più importante della competizione. La partita dell’andata ce la siamo complicata con tanti errori tecnici. La Polonia è forte dal centrocampo in su, mentre dietro qualcosa concedono. Se l’Italia dovesse riproporre l’attacco leggero potrebbe creare dei problemi”.

FIORENTINA PRIMAVERA. “Non mi viene da fare nomi o da consigliare qualcuno. Penso che sia un orgoglio per la Fiorentina avere giocatori usciti del suo vivaio vestire la maglia azzurra. Piccini, Chiesa e Bernardeschi possono essere degli esempi per tutti quei ragazzi del settore giovanile viola”.

CAMPIONATO PRIMAVERA. “Sono contento di questa riforma, perché il campionato è diventato competitivo e ha colmato quel gap che si formava quando questi ragazzi dovevano andare a giocare in squadre professionistiche. Adesso i ragazzi sono abituati a giocare partite intense. Anche il discorso delle retrocessioni ti abitua al discorso dei risultati. E’ vero che bisogna portare i ragazzi in prima squadra ma per arrivare in prima squadra devono fare una crescita mentale. La Fiorentina quest’anno ha fatto giocare Vlahovic e Sottil, sta dimostrando di credere nei giovani. veder giocatori che hai allenato esordire in prima squadra è una grande soddisfazione. E’ un piacere enorme perché significa che qualcosa di grande o piccolo gli hai lasciato”.

 

N

 

2
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Ernesto
Ospite
Ernesto

Ottima e giusta osservazione di EMILIANO. La penso come lui.

Aspetta & Spera
Ospite
Aspetta & Spera

Bernardesca gobbo e con tutti quei tatuaggi che esempio è? Vaia vaia

Articolo precedenteMilan, buco di bilancio di 126 milioni nell’esercizio 2017-2018
Articolo successivoUEFA, congelati in via precauzionale i premi dell’Europa League per il Milan
CONDIVIDI