Biraghi: “Obbligati a credere all’Europa, stiamo facendo qualcosa di straordinario. Futuro…”

5



Cristiano Biraghi è intervenuto ai microfoni di RMC Sport. Queste le sue parole: “Abbiamo l’obbligo di credere all’Europa League. Ce lo meriteremmo per tutto lo sforzo profuso fino ad oggi e dobbiamo stare sul pezzo fino alla fine. Cercheremo di vincere le prossime due partite. Astori? Davide per noi era un punto di riferimento, è stata una perdita umana difficile da superare. A un certo punto ci siamo guardati negli occhi e ci siamo detti che dovevamo fare tutti qualcosa in più, come lui faceva in allenamento e in partita. In spogliatoio non c’è solo un rapporto professionale, ma tanti aspetti in più che creano un’atmosfera importante. Tuttavia, non dobbiamo fermarci qui: dobbiamo far sì che il gruppo cresca ancora”.

Pioli? Non spetta a me commentare la sua carriera: il mister ha ottenuto grandi risultati dovunque sia stato. È una persona eccezionale e col mondo del calcio c’entra davvero poco, perché ha dei valori che spesso vengono tralasciati in questo sport. Ci ha fatto crescere molto sotto l’aspetto umano. Pioli ha detto che sono il più migliorato? Lo ringrazio per le parole. Sono contento di aver fatto passi avanti, che il mister, come un po’ tutti, hanno visto i miei miglioramenti. Vado avanti e non mi fermo, perché devo ancora migliorare qualcosa. Ciclo futuro? Non sono cose di cui parliamo: nel calcio non si può mai sapere domani, figuriamoci l’anno prossimo. La nostra filosofia è sempre stata quella di lavorare duramente su ogni minimo particolare, giorno dopo giorno. Quest’anno è iniziato un ciclo nuovo, di solito dura più anni. Noi però ora siamo concentrati a chiudere bene questa stagione, stiamo facendo qualcosa di straordinario e sarebbe un peccato non riuscire a chiudere al meglio”.

Mio futuro? Io a Firenze sto bene: ho iniziato con l’evidente scetticismo di tanti, ho continuato a lavorare, ed è solo grazie a me, alla società e al mister se sono cresciuto. Parlare adesso di cose future mi sembra superficiale: abbiamo due partite importantissime, se ognuno di noi comincia a pensare al futuro mandiamo all’aria tutto. Ora pensiamo a domenica, poi ogni giocatore farà le sue valutazioni, ma non pensiamo pensarci adesso e vi assicuro che nessuno di noi lo sta facendo. Guardiamo solo classifiche e Coppa Italia per vedere chi potrebbe entrare in Europa”.

Rimpianti nella mia carriera? Chi vive di rimpianti è un morto che cammina. Ho sempre fatto quel che mi sentivo di fare, sbagliando da giovane e facendo cose più giuste più avanti. Certo, serve anche la fortuna. Però quel che ho fatto l’ho sempre fatto al massimo, è così che vivo la mia vita. Rapporto della squadra con i tifosi? All’inizio non eravamo una squadra ben vista da parte di tanti, perché non arrivavano i risultati che una piazza come la Fiorentina si merita e i tifosi, giustamente, non potevano essere soddisfatti. Ora siamo contenti che abbiano ricreato entusiasmo, e che l’abbia ritrovato anche la proprietà. Fa bene a tutti questo clima: dobbiamo mantenerlo”.

5
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
claude
Ospite
claude

graditissima sorpresa. facile dire ora:l’avevo detto.spesso la maturita’ si raggiunge piu’ tardi.comunque ottimo acquisto. e’ attualmente uno dei migliori sinstri d’italia.nonostante qualche lenzuolaio tendi ancora a denigrarlo come fa per tutti ma solo per partito preso

fra diavolo
Ospite
fra diavolo

per una squadra che mira ai primi 4 come dovremmo essere noi una buona riserva, non facciamo passare giocatori appena normali per cose che purtroppo non sono,la sua fase difensiva e’ carente e quando avanza mai arriva sul fondo , tanto per spiegarti Pasqual era due spanne sopra senza essere un fenomeno chiudeva il triangolo a sinistra e crossava dal fondo,poi naturalmente tutto e’ opinabile e quindi rispetto pur non condividendole le tue vedute.

Pablo
Ospite
Pablo

Anche lui all’inizio dell’anno avrebbe detto:”a Firenze starei a vita, è un punto d’arrivo”. Adesso che ha strappato prestazioni discrete già dice “a Firenze sto bene ma il futuro nessuno può predirlo”. Cavolo, se rinasco faccio il calciatore

Torino Viola
Ospite
Torino Viola

Bravo Cristiano! Professionista serio con un piede molto educato. Con tutto il rispetto per Maxi Oliveira e Milic ben altro terzino. Non un caso gli assist per la testa di Simeone.

orentano viola
Ospite
orentano viola

esatto…..

Articolo precedenteCoppa Italia sempre più ricca: dal prossimo anno la vittoria vale 8 milioni
Articolo successivoQui Cagliari, allenamento pomeridiano: in gruppo Romagna
CONDIVIDI