Blatter: “Platini uomo onesto. Ci sono delle pressioni perche’ non diventi presidente”

    0



    blatter“Platini e’ un uomo onesto ma ci sono delle pressioni perche’ non diventi presidente o perche’ nemmeno si candidi alla presidenza”. Ne e’ convinto Joseph Blatter, ieri squalificato assieme a Le Roi per otto anni dal Comitato Etico della Fifa. Intervistato da “Le Monde”, il 79enne dirigente svizzero ritiene che non ci sia alcuna ragione per punire l’ex pupillo, finito sotto accusa per quei due milioni di franchi svizzeri ricevuti dallo stesso Blatter nel 2011 ma per una consulenza svolta per la Fifa fra il ’98 e il 2002. “Se avessi Michel davanti gli direi: ‘Vedi, eravamo troppo forti per loro e vogliono farci fuori entrambi nello stesso momento'”. Secondo Blatter, quando l’ex giocatore francese parla di “processo politico”, “non e’ lontano dalla verita’. So che e’ stato duramente colpito, era un candidato alla presidenza, inizialmente aveva raccolto i voti dell’Europa attorno al principe Ali’ – il riferimento al suo avversario nelle elezioni dello scorso maggio e ora di nuovo candidato – Che ruolo potrebbe avere avuto il principe Ali’ in questa operazione? Non lo so ma penso che quanto successo sia piu’ contro di me che contro Platini”.