Il blog di Ludwigzaller: Alterazioni

563



Ogni volta che qualche cosa si altera nell’immagine preziosa e unica di Firenze, non mancano le critiche. È capitato anche in questi giorni, allorché una nuova disposizione delle stanze degli Uffizi, ideata dal direttore per permettere la visione ravvicinata di alcuni capolavori di Michelangelo e Raffaello, ha lacerato il cuore dei puristi. Particolarmente sacrificato il Tondo Doni, imprigionato in una struttura circolare che è stata subito paragonata a uno sportello di lavatrice, mentre dell’intera sala si è detto che ricorda la stanza inquietante, arredata con mobili d’epoca e dipinti, in cui è relegato, nella sequenza finale di 2001 Odissea nello spazio, l’astronauta David Bowman.

Per formazione sono inevitabilmente portato a condividere le idee di critici d’arte come Tommaso Montanari. Montanari pensa a una città preservata gelosamente, con i musei offerti al godimento dei cittadini, senza eventi a pagamento sul ponte vecchio o nelle sale museali. La domenica le famiglie con i bambini vanno ad ammirare l’arte. C’è da aggiungere tuttavia che in passato non sono mancate le trasformazioni urbane. La cattedrale Santa Reparata è sacrificata a fine Duecento per costruire il Duomo attuale. Qualche secolo dopo, da un palazzo esistente, quello dei Pitti, prende forma la residenza medicea con il suo giardino.

La Firenze contemporanea non sembra essersi particolarmente distinta per la qualità degli interventi nuovi, dagli anonimi spazi dell’università a Novoli al vicino palazzo di giustizia, che Vittorio Sgarbi ha definito l’edificio più brutto del mondo (e per una volta c’è da essere d’accordo), fino al discusso teatro.

Mi era parsa a suo tempo intelligente e coraggiosa l’idea di ospitare a Castello non soltanto uno stadio, ma anche un parco e dei musei. Il progetto prevedeva case e centri commerciali, certo. Ma toccava al comune aprire una trattativa per far crescere il più possibile gli spazi verdi e di utilità pubblica a vantaggio di quelli privati. L’urbanistica com’è stato detto, e concordo, non può essere al servizio dell’acquisto di un terzino. I motivi per cui il progetto di Castello non è arrivato a compimento sono noti, c’è di mezzo fra l’altro un processo da cui tutti sono usciti assolti. Nel frattempo, l’area non ha avuto un’utilizzazione migliore, il parco previsto non è sorto, è stata edificata una caserma e ora vi sarebbero trasferiti i mercati generali, che a loro volta farebbero posto allo stadio, con quest’ultimo collocato in un ambiente più angusto.

La partita si potrebbe riaprire. La ricaduta sui risultati sportivi credo sarebbe eclatante. Ma la strada appare ancora molto lunga e aspra.

di Ludwigzaller

563
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Maffe
Tifoso
maffe

I ragazzi della primavera, specialmente i difensori, sono sicuramente già fortissimi, in quando sono già abituati a giocare contro attaccanti che a quell’età sono già molto forti. Prendete ad esempio l’ala della Roma, Kluivert, che è pure più giovane, loro hanno sicuramente marcato gente come Kluivert da quando giocano negli allievi. Se un Sottil fa dei dribbling in primavera, perchè non dovrebbe saltare l’uomo in serie A ? Tra puntare Ghoulam o Ferrarini non c’è differenza, sempre due gambe hanno i terzini. Come dice Valcareggi, procuratore di Cerofolini, anche per i portieri il discorso è lo stesso: “la porta ha… Leggi altro »

Maffe
Tifoso
maffe

Noto con dispiacere che il simpatico Joshua Brillante, arrivato in viola nel 2014 con le credenziali di miglior talento australiano, non farà parte del Mondiale.

Pizzulaficu
Member
pizzulaficu

Sarebbe interessante sentire il marketing della proprietà quali benefici ne abbia tratto il mercato di quei lontani paesi nelle vendite di scarpe ed altro.

Maffe
Tifoso
maffe

Oddio non ci avevo pensato.
Sicuramente c’è qualcosa sotto.
sotto
più sotto
ancora più sotto
e se anche fosse ? Sciagura a voi !

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Due parole per Carlo, sperando che non ci resti male. Dunque Carlo, il blog, per quanto riguarda i commenti, è un’opera collettiva. Ognuno interviene apportando la propria voce e le proprie idee. In questo lavoro collettivo nessuno è a rigore indispensabile, nemmeno io, che scrivo i post, nessuno è decisivo, perchè l’esperienza insegna che nuovi voci si aggiungono e sostituiscono quelle che eventualmente spariscono. Ora però non sparire, mi raccomando, perchè non era questo il senso del mio discorso. Sei una voce importante e ti voglio leggere ancora, ciao.

Pizzulaficu
Member
pizzulaficu

LUD soprattutto senza offendere nessuno con perfidia, altrimenti Lud mi sentirei autorizzato a pensare all’uomo mascherato e rispondere per le rime roteando qualche strumento da cucina. Con i tags di gobbi e metrosexual e/o retrosexual qui incominciamo a disertare in tanti.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Grande Pizzu secondo me c’è un equivoco: l’appellativo metrosexual riferito a te è talmente paradossale da apparire subito per ciò che è. Idem per Scardanelli che è palesemente tifoso viola.
Carlo ha scritto che la mattina…gioca. All’ora del tè diventa serioso, si normalizza e attacca come tutti Tavecchio
Se ti nomina di pomeriggio fai bene ad allarmarti…ah ah

Pizzulaficu
Member
pizzulaficu

Può essere allora confermata la diagnosi di Scarda che mi ritiene tipo da sottotitoli essendo di origini Calabresi, ah…ah…ah…

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Questo è un problema diverso, naturalmente, spero nello scherzo.

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Pare quindi che la Fiorentina si prossima anche a prendere Nandez, di certo il budget di 10 milioni è stato già più volte infranto se le trattative vanno in porto. Quindi dovremo necessariamente verificare le cessioni, che con ogni probabilità ci saranno e saranno di un certo peso.

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

Nandez ( Orfei ) mi pare il nome giusto per questo circo equestre. Si vede che Corvino ci ha ripensato: per l’uomo cannone in effetti ci vuole qualcuno con il calibro 172 cm, altrimenti non entra nella canna.

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Il caso dello stadio di Roma è una dimostrazione che non tutte le colpe della crisi della Fiorentina si debbono attribuire ai Della Valle. E’ una regola o quasi che la costruzione dello stadio sia accidentata quanto mai. Giusto certo che ci sia un confronto pubblico con i paesaggisti, gli amanti della natura, gli storici dell’arte (a Roma lo stadio si trova in un’area sensibile sul piano archeologico). Ma poi un processo per tangenti raramente viene risparmiato, salvo magari finire in nulla come a Firenze. La burocrazia si muove con lentezza elefantina. Alla fine si rischia la fatica di Sisifo,… Leggi altro »

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

Veniamo al dunque. Voi pensate che Gaspar e Gil Diaz sono stati scelti da Porno-Freitas? Sbagliato. Li ha scelti l’omino della Gestifute. Pensate che la trattativa per Hancko sia nata da un monitoraggio di qualche osservatore viola che si è perso nei Carpazi? Errato! Ha lo stesso procuratore di Graiciar. E così il mercato viola si divide tra un Corvino che con una scala traballante sale sull’albero per scegliere la mela di qualità con operazioni con lo zero ( vedi Simeone prima e Meret ora ), e un Porno-Freitas che con operazioni privi di zeri si occupa di banane. E… Leggi altro »

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

Carlo dice che non ha nulla contro la meditazione. Meno male, perchè io medito sempre, il che mi porta a sbagliare troppo o a fare troppo bene. E un commento di “Uno che se ne intende” mi ha lasciato il segno, mi ha riaperto ferite che pensavo rimarginate. Perchè lui dice che “anche farsi scegliere è una scelta”. E dopo averci riflettuto in campo sentimentale potrei dire che niente è più sbagliato di questo pensiero. Perchè chi si fa scegliere, non compie nessuna scelta, si assume casomai il rischio di non venire scelto. Perchè se si ha la possibilità di… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Lasciar, e non farsi, scegliere va inserita nel contesto di quella discussione, centrata sull’ autonomia gestionale lasciata dai DV a Corvino. Che non vedo come non presupponga comunque una scelta. Il mio non è un giudizio di valore, ma una constatazione Sul piano personale, è più complessa anche se resto dell’ idea che ognuno sia responsabile anche della propria inerzia.

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

Certo, quella frase nasceva da quel contesto, ma assumeva nella sua lapidarietà un carattere aforistico e come tale ci ho creduto per un giorno. Poi riflettendo ho avuto i primi dubbi, finchè mi è cascato l’occhio sul nome del procuratore di Hancko. DV non ha lasciato il potere decisionale a Corvino, ma ai procuratori che girano intorno a Corvino e Freitas. L’importante è non rimetterci. Questo è l’aforisma vero. Ritornando al “farsi scegliere” questo è sì una scelta, ma la scelta del rischio, perchè è una non scelta. Sperare che altri scelgano al posto nostro è già una probabilità; aspettarsi… Leggi altro »

Carlo
Tifoso
carlo

Un saluto a Massimo e a Viola Carminio.

Carlo
Tifoso
carlo

“Li troviamo sempre più forti”. Un Paolotto in piena forma… Conte è in forma Champions League senza preliminari. Gigliato ha le sue ragioni nel commento dove cita la canzone “delle pietre in faccia che ti prenderai”…. ma alcuni possibili scenari futuri buoni per far contento qualcuno del pubblico li abbiamo in mente tutti. E Bayle nel suo commento ci ha azzeccato non poco. Allora: Paolotto ha perfezionato l’arte dell’essere “serio per finta”, e io casco sempre: anche se qualcosa scricchiola, e mi rendo conto che, alla penultima riga, sono certo che sta facendo un commento ironico. Ha perfezionato talmente tanto… Leggi altro »

Pizzulaficu
Member
pizzulaficu

Mi va bene tutto Carlo, anche se ho usato il traduttore di Google, senza capirci niente, per come mi hai definito. Ma la cosa importante è che tu partecipi, e ti confronti con quelli che vuoi. Sai a me piacciono tutte le donne del mondo, basta che diano segni di vita, ma non sono mica tutti come me. Pensa te anche io mi scontro amichevolmente con Scarda, ma mica perché è gobbo, perché abbiamo idee diverse, e dove sta il problema ? Buona giornata.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Conoscere la nostra storia, come Lud c’insegna, non fa male. La Mitropa Cup è la prima competizione europea a nascere e era legata alla dissoluzione dell’impero austro-ungarico e il voler mantenere i rapporti tra le nuove nazioni che erano nate e che rappresentavano il nucleo più importante del movimento calcistico, quello detto “danubiano”, considerato allora il più forte del mondo. Poi ovviamente dopo la seconda guerra mondiale si colorò anche di sfumature politiche. La Coppa delle Fiere invece fu giocata tra il 1955 e il 1971 e era la competizione in cui le squadre (all’inizio miste) delle città europee più… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Coppe come la Mitropa servivano a non lasciare vuota la casella delle vittorie, benché il valore calcistico fosse molto basso. Peccato per quella Champions che ci è sfuggita invece e pare per aiuti arbitrali evidenti.

Articolo precedenteDi Gennaro: “Brasile grande favorito, mi intriga la Francia. Mancini ok per la Nazionale”
Articolo successivoFiorentina Women’s, la viola Tortelli rinnova con la società gigliata
CONDIVIDI