Il blog di Ludwigzaller: Contadi

486



Il rapporto tra Firenze e le altre città toscane è sempre stato, storicamente, difficile. Sul piano calcistico però, secondo Ludwigzaller, la Fiorentina può prendere esempio dal “modello Empoli”

Nel medioevo e poi nel Rinascimento, la democrazia era conosciuta e praticata. Il potere era gestito collettivamente, e l’avvento di un principe che lasciasse in eredità ai propri figli una città era considerata la più grande disgrazia. In Toscana, tutti coloro che provarono, prima dei Medici, a farsi re, fecero una brutta fine.

Certo, non tutti votavano, e partecipavano al potere. Al tempo di Savonarola fu creato un consiglio composto da qualche migliaio di persone, ma fu un episodio di breve durata, per quanto storicamente importantissimo. Una volta passati i confini della città, i diritti di cittadinanza scomparivano. Gli abitanti dei contadi erano sudditi da sfruttare e trattare duramente. Anche le popolazioni delle città che Firenze veniva conquistando nella sua espansione non godevano degli stessi diritti dei fiorentini e ne pativano. Machiavelli pensava di utilizzare gli abitanti del contado come soldati ma a quel punto i contadini avrebbero probabilmente reclamato quei diritti politici che non avevano.

Di qui un odio per la città “dominante” che non si è mai davvero esaurito. Quando le truppe di Carlo V misero l’assedio ad Arezzo, i fiorentini sperarono che gli aretini avrebbero resistito a lungo, così da permettere all’esercito guidato da Ferrucci di respirare, ma gli aretini non si sentirono obbligati ad aiutare la dominante. Qualche anno prima, Pisa aveva provato a riprendere la sua indipendenza, e dato filo da torcere ai condottieri della Firenze repubblicana. Si capisce a questo punto come mai i pisani, gli aretini o i senesi non tengano alla Fiorentina. Il ricordo dell’antica sottomissione continua ad agire.

Due città del contado fiorentino, Prato ed Empoli, hanno tuttavia avuto una loro importanza nella storia del calcio. Si tratta di città in qualche modo simili, distretti industriali ricchi e dinamici. Negli anni Cinquanta fu l’industria pratese a fare le fortune della Fiorentina. Coi soldi di Befani venne costruita la squadra che vinse uno scudetto, ne sfiorò altri, arrivò in finale di Coppa dei Campioni, nell’epoca gloriosa di Fulvio Bernardini. Empoli ha invece sperimentato con successo un progetto calcistico indipendente. Grazie al player trading, l’Empoli si muove intelligentemente. Fa crescere giovani e li rivende. Riparte dalla B senza troppa inquietudine, facendo tabula rasa nel caso che il progetto temporaneamente fallisca.

Ma quel che più colpisce nell’idea di calcio dell’Empoli è la rottura dell’equazione semplificante secondo la quale una piccola squadra di provincia non può permettersi di giocare bene. Da anni a Empoli stipendiano allenatori coraggiosi, dalla forte personalità, amanti del gioco organizzato e del rischio. Si è creata una vera e propria scuola. I nomi sono noti: Spalletti, Sarri, Giampaolo, Martusciello allievo di Sarri, Andreazzoli allievo di Spalletti. Il calcio fatto con i giovani e con l’autofinanziamento non deve insomma essere necessariamente punitivo come una medicina cattiva. L’indicazione vale anche per Firenze.

di Ludwigzaller

Nell’immagine: Giorgio Vasari, Assedio di Pisa, Palazzo vecchio.

486
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Nessuno
Member
Nessuno

Tutto va bene, Pioli, Corvino, soprattutto Cognigni, si conferma e si va avanti così. Le certezze sono utili per affrontare il grande mare scardanelliano, che io non temo in quanto tale, ma temo tanto la burrasca.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Circa il secondo a porta vuota, ammetto, senza bisogno della tortura, che Simeino l’avrebbe scaraventato in curva.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Se il primo gol di Zaniolo è “stupendo” e “da campione” non so cosa potremmo dire di quello di Edimilson a Udine: confrontare le immagini.

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Si però Zaniolo era già tuo, Edimilson ammesso che maturi costerà un bel pò di soldi, si dice 10 milioni, ossia, in termini umani e non calcistici, ben più di una rendita che possa rendere tranquilla una persona o una famiglia.

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

DESOLATION ROW…… LA CATTIVA STRADA
E quando poi sparì del tutto
a chi diceva ” è stato un male ”
a chi diceva ” è stato un bene ”
raccomandò ” non vi conviene
venir con me dovunque vada ”
ma c’è amore un po’ per tutti
e tutti quanti hanno un amore
sulla (mia) cattiva strada.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

L’importante, Pizzu, è non sparire. Fare un po’ di buona strada insieme. Quando uno è stanco di ferma, gli altri vanno avanti. Lui riparte, ma anche gli altri nel frattempo si sono fermati a rifiatare. Così il gruppo sempre si ricompatta.
La cattiva strada è quella dei battaglioni che procedono a passo d’oca.

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Zaniolo.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Al dunque Zaniolo segna più di Benassi…

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Perché è indubbiamente più forte. Ma la Roma è tutt’altro che qualificata.

BerardoViola
Tifoso
Noble Member
BerardoViola

Sarrivederci. Il Guardian gli dà quattro settimane, il Telegraph due. Deve passare il turno di Europa League, il Malmoe sembra un avversario non insormontabile, ma dopo molto dipenderà dal sorteggio, ci sono sempre Napoli e Inter, Arsenal e Siviglia. Poi il difficile turno di FA Cup col MU in gran forma e, se non bastasse, il Tottenham in Premier. Mourinho, vincendo la Coppa, riuscì a rimanere sulla panchina del Manchester United per un’altra stagione. Sarri ha un contratto di tre anni, e è a Londra solo da sette mesi. Prenotiamolo. Potremmo quasi permettercelo, con una generosa buonuscita da parte di… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Ludwig

L’Inghilterra non ti lascia scampo, perchè gli inglesi non aspettano Berardo, non sono capaci di aspettare un giocatore figuriamoci gli allenatori. Possono farlo perchè hanno tanti soldi, forse anche troppi.

BerardoViola
Tifoso
Noble Member
BerardoViola

Rosa ai minimi termini. Sono meno di trenta. Ma una decina sono Primavera come Ferrarini e Antzoulas o, giovani come Hancko, che ha esordito come titolare solo sabato scorso. Pezzella infortunato e diffidato. Hugo così così, Mirallas messo male, Pjaca non si sa. Panchina corta o cortissima. Quattordici, quindici giocatori, alcuni anche stanchi o giù di morale. Già spesi però svariati milioni per la prossima stagione, Traore, Rasmussen, Zurkowski. Come se questa stagione fosse già data per persa. Nessuno è contro il realizzarsi di plusvalenze quando queste non vadano a scapito dei risultati sportivi e, perché no, dello spettacolo. Ma… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Se ne è andato Banks, l’ autore della parata del secolo. Che poi chissà se veramente è stata la più difficile in cento anni di calcio, ma non è così importante. L’ intera azione è stata poesia pura, Pelè e Banks sono una prodigiosa istantanea ma io ho consumato gli occhi a rivedere l’ esterno destro di Carlos Alberto, che taglia fuori il terzino e lancia Jairzinho per il cross.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Uno, tu non l’hai vista, perché non eri ancora nato, ma io ricordo una parata non meno prodigiosa di quella di Banks su Pelè. Ho cercato a lungo le immagini in rete, ma non le ho trovate. Mi sono allora rinfrescato la memoria spulciando l’archivio del Corriere della Sera, trovando l’articolo del 4.10.1965, cronaca di Gianni De Felice. 3 ottobre 1965, Fiorentina – Torino, quarantamila spettatori. Incasso di 36.377.100 lire, comprese le mie 350 per il biglietto ridotto in curva Fiesole. Secondo tempo. Sull’1-1 (reti di Hamrin e pareggio di Poletti su rigore) il centravanti granata, ex viola, Alberto Orlando… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Ognuno si porta dentro di sè la parata del secolo che ha vissuto. La prima che mi viene in mente è quella di Toldo a Wembley. Mi piacerebbe che jordan dicesse la sua.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Forse Jordan quella parata di Albertosi l’ha vista vista più da vicino di me.

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Le parate più spettacolari che ricordi, nella storia recente della Fiorentina, sono state sicuramente quelle del francese che ha preceduto Lafont.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Dunque Salah a rimpiazzare Dybala. A quel punto, l’egiziano più Chiesa più il Cacaiola più Cuadrado farebbero quattro viola a insistere su al massimo due fetide maglie bianconere di titolare.

Gabbro Cybo Malaspina
Ospite
Gabbro Cybo Malaspina

Penso Scarda che se la Juve davvero prendesse Salah e Chiesa, il Cacaiola chiederebbe il trasferimento! Magari si convincesse Dybala a venire a Firenze, allora non sarebbe male un attacco Dybala, Vlahovic e Muriel.

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Dai Scarda, è chiaro che Allegri è ancora sotto shock, Montella è stato uno dei pochi a metterlo seriamente in difficoltà e Allegri pensa sempre a quel gioco, Cuadrado l’ha preso, se prende anche Salah potrà sviluppare pienamente un gioco montelliano. E ancor più con Chiesa.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Pensavo Paratici, pensavo Chiesa e pensavo a “Quel treno per Yuma”.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Fantastica battuta Gigliato. Il passaggio definitivo alla pillola blu ti giova

Gigliato
Tifoso
Gigliato

È che sbaglio le dosi

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Non questa me la devi spiegare Gigliato, Quel treno per Yuma mi è sempre piaciuto, la prima versione intendiamoci, con Glenn Ford.

Mojito Ininterrotto
Ospite
Mojito Ininterrotto

Gianni, Gianni, sei bravo e arguto ma di vini capisci come di allenatori.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Il ministro competente dice che la TAV a Firenze :” Non poteva essere fatta peggio”.Ha avuto un suo ruolo anche Corvino,secondo voi del posto,sempre quelli del posto sono i meglio informati.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Effettivamente il progetto sta andando avanti più o meno come Corvino costruisce le squadre di calcio, anche se al momento non sono emersi elementi che autorizzino a vedere un chiaro nesso causale diretto fra la presenza di Pantaleo a Firenze e le problematiche dell’attraversamento della stessa Firenze della linea TAV. Questa, con la nuova stazione Foster, dovrebbe riservare la vicina Stazione di Santa Maria Novella al traffico regionale. Adesso dove dovrebbe sorgere la stazione nuova c’è un gran buco e pare che non si sappia dove trasportare il terreno scavato, che dovrebbe essere decontaminato. C’è chi teme che, ultimata la… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Non so se in tutti i paesi ci sono cose così,però in Italia ho visto e continuo a vedere cose meravigliose,in certi momenti tendo a considerarle irripetibili.Confesso un corposo orgoglio nell’essere italiano.Il passaggio poi in cui ognuno dei chiamati in causa precisa inorridito che con lui mai ci sarebbero state quelle oscenità che sono da imputarsi invece ESCLUSIVAMENTE ai predecessori nel ruolo è da anteporre a tutte le comiche mai viste a cinema.Meraviglioso.

marco mugello
Ospite
marco mugello

Certo, visto come vanno le cose nell’Italia moderna, se anche nel passato ci fossero stati i criteri iperburocratici attuali, per il Duomo eravamo ancora a decidere dove farlo.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Credo che l’equivoco di quest’anno sia stato Pjaça. Lui in campo ma praticamente assente, là davanti Chiesa e Simeone hanno hanno prodotto un 4-3-2 ibrido oltre che incompleto, reso ancor più fragile quando uno dei tre è stato Gerson. L’arrivo di Muriel (se non si addormenta subito) cambia le cose. L’infortunio di Pezzella ora le complica un po’, ma spero che possa essere presto possibile un 3-4-1-2 con dietro Milenkovic-Pezzella-Hugo, davanti a loro Benassi-Edimilson (Nørgaard)-Veretout-Biraghi (Hancko), con Gerson dietro a Chiesa e a Muriel, alternando quest’ultimo con Simeone (o Vlahovich) quando le partite si prospettano, o si mettono, in modo… Leggi altro »

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

I cambi di Pioli solitamente valgono quelli di Sousa e cioè quanto una pera ammaccata di grande catena tedesca di supermercati al ribasso. Ma Sousa smarronava a dispetto e per evidente, clinico disturbo, Pioli per cagasottismo che, per eterogenesi dei fini, porta giusto in braccio a quanto temuto.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

L’eterogenesi dei fini mi sembrava il peccato originale. Le famose «mani libere». Quel Falcinelli sgambettante in campo con la nostra maglia, per esempio. Certo l’affaire Pjaca è stato un pugno allo stomaco, anche per il fatto che indossa la n.10 ed è di proprietà di quelli di Vinovo

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

Fabri, su Muriel e Simeone, la striscia è ancora troppo breve per trarre conclusioni. Contro l’Udinese all’andata vincemmo perché loro si scoprirono una volta e beccarono un gran contropiede. Forse al ritorno è andata più o meno così, solo che non si sono scoperti. Contro il Napoli è andata bene come è andata. Lo sappiamo che contro squadre troppo più forti di noi o attente a difendersi non funzioniamo. Le prossime partite potranno dare maggiori indicazioni, ma sarà difficile che Muriel, o qualunque altro giocatore di serie A, sbagli i gol che ha sbagliato Simeone in certe partite, senza contare… Leggi altro »

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

A dire il vero Pierre io di questi gol clamorosi ciccati da Simeone non ho davvero memoria, posso mettere la mano sul fuoco e controfirmare con voi per la castroneria di Genova, o per la mancata fiducia data a Chiesa (e al suo assist, invero troppo poco dosato) contro la Roma; per il resto non ricordo errori così gravi perché non ho proprio memoria di un gioco offensivo, degno di nota, della Fiorentina. Ho improntato post e discussione proprio su questo: traspare un’idea generale di lui come zavorra clamorosa che tarpa le ali a squadra e tecnico da piani alti,… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Certo che no,da piani alti al momento non c’è nulla tra squadra,proprietà,allenatore ed amministrativi,magari fossimo uno squadrone con un centravanti scarso,siamo una squadra mediocre con un centravanti egli pure mediocre,ed è peggior cosa tra le due.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Ecco, è una fotografia eccezionale gatto. È solo interrogandosi sulle cause della mediocrità che le opinioni divergono, ma che ci sia del marcio in Danimarca è piano, va posto alla base di ogni intervento!

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Gigliato, anch’io lascerei l’ eroismo alla vita civile. Tu vieni da uno sport di stoici dove c’è chi (Magni) rischia di vincere un Giro d’ Italia con un omero e una clavicola fratturati e altri che chiudono una tappa assiderati anzichè concedersi in anticipo ad un bagno caldo. Poi ci sono la boxe o altri sport di contatto, dove è l’ avversario è un altro e non sè stessi e si accettano come condizioni del gioco il dolore e la sofferenza. Ma questo è un coraggio fisico. Esiste poi un coraggio morale, che è del capitano che abbandona la nave… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Però l’infortunio peggiora,o può peggiorare,cosa che non va imputata a lui ma al responsabile si,la gestione ottimale è farlo uscire,potrebbe avere un legamento interessato….lo si può sapere solo dopo e con esami strumentali però,inutile per inutile,in campo che ci resta a fare ?Probabilmente non sarebbe cambiato niente,sempre un paio di mesi sarebbero stati necessari,ma perché rischiare?

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Mi sembra sia passato inosservato il fatto che Pioli ha detto di non essersi reso conto subito della gravità dell’infortunio a Pezzella. Fossi in lui, voterei per l’abolizione delle sostituzioni nel secondo tempo. Lo mandano spesso in tilt

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

C’è un medico in panchina.Di preciso,che ci sta a fare?

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Sì ma esaurite le sostituzioni, staff medico e allenatore non possono più nulla. Sta all’ interessato decidere se restare in campo o meno. I rischi che dici erano concreti, quindi non mi pareva così “normale” che Pezzella restasse. Evidentemente, ha messo il proprio interesse in secondo piano. Sarò romantico ma sono orgoglioso che sia il mio capitano.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Non sono d’accordo: se il medico dice che il giocatore deve uscire perché rischia di aggravare l’infortunio il mister deve farlo uscire, in quel momento la preferenza del professionista è del tutto ininfluente.Questo è una delle implicazioni dell’essere un professionista,ed un dipendente: altri decidono e tu rispetti le loro decisioni.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Pioli, da quello che mi dite, si è accorto dell’ infortunio di Pezzella quando aveva esaurito le sostituzioni. Pezzella si rifiuta di uscire comunque, cosa avrebbe dovuto fare Pioli?

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Quindi la Fiorentina è una squadra in cui i giocatori fanno quello che preferiscono a prescindere dall’allenatore?Interessante!

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

No, dico che la scelta di Pezzella è stata accettata dalla panchina. Evidentemente non è stato considerato a rischio di aggravamento, e non ho elementi nè competenze per dire il contrario

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Ottimo,e si ritorna a bomba: che ce lo mettono a fare un medico in panchina?Lui deve averle per forza le competenze che tu non hai e se così non fosse,cosa che non credo, suddetto medico andrebbe sostituito al volo.È affascinante lo scaricabarile,lo so,ma non porta da nessuna parte,evidentemente ,e mi ripeto,l’allenatore non conta niente ed ognuno fa come gli pare.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Non posso che prendere atto che disponi di elementi e competenze per giudicare il fatto, di cui il sottoscritto è privo.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Come è giusto che sia perché tu fai un altro mestiere !

jordan
Ospite
jordan

La cazzata è quella, non avendo difensori sani in panca, di togleirne uno sano (Hancko) per metterne uno già convalescente, (Hugo). Se non avesse fatto quel cambio inutile non giocava gli ultimi dieci minuti in dieci rischiando di peggiorare la situazione di Pezzella. E è andata bene perchè se Hugo aveva una ricaduta del suo infortunio muscolare si finiva in nove.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Lo capisco ma non riesco ad apprezzarlo se non legato a dinamiche interne agli spogliatoio che ne io ne tu ne qualunque osservatore dovrebbe notare trattandosi di fatti “normali” della vita.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Dispiace per il Capitano. Però adesso si apre una porta per la definitiva consacrazione di Milenkovic. Un ragazzo molto grintoso che non si intimidisce neppure al cospetto di attaccanti di grido. Sarà anche una opportunità di crescita per Lafont, chiamato finalmente a «guidare» la difesa. Think positive

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Certo UNO, gli eroismi andrebbero lasciati alla vita civile, ma siccome parliamo di sport e di calcio, mi permetto di entrare nella discussione e di ricordare un monumento vivente del calcio tedesco e mondiale (annoverato, peraltro, fra i primi 5 migliori calciatori della storia del calcio e, senza ombra di dubbio, il più “elegante” mai esistito) che giocò i tempi supplementari della così detta “partita del secolo” con una spalla lussata e con la mano sul petto coperta da una vistosa fasciatura. Divenne l’icona di un generale (non a caso è tuttora chiamato “Il Kaiser”) che non abbandona i suoi… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Ah vero il Beck. C’è un immagine di lui dopo un gol tedesco, si avvicina per festeggiare al capannello dei compagni ma si ritrae subito con una smorfia di sofferenza. Chi ha conosciuto il dolore di una spalla lussata comprenderà la grandezza di quello sforzo.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Giusto UNO. Onestamente l’episodio che hai descritto non lo ricordo. Ricordo, però, la sua figura con quella fasciatura ed il braccio sul petto che l’ho sempre associata ad un guerriero ferito in battaglia e che continuava a combattere nonostante la sua menomazione fisica.
Quella memorabile partita è passata alla storia (e se è stata definita la partita del secolo un buon motivo ci sarà) anche per la stoicita’ di Kaiser Franz.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Si,ma con una clavicola lussata puoi ancora calciare e fare gol,per dire,e comunque certo non peggiori la situazione medica,con un ginocchio fuori servizio non servi a niente ed il semplice corricchiare è dannoso.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

E’ sicuramente bella l’immagine del capitano che stoicamente resta in campo per non lasciare la squadra in dieci contro un avversario forte e micidiale. Gesto da apprezzare incondizionatamente per l’esempio che capitano ha dato ai compagni e per l’attaccamento alla maglia di cui lo stesso ha dato prova agli occhi della società e dei tifosi. Peraltro in questi casi il medico in campo dovrebbe poter valutare i rischi di un allungamento dei tempi di recupero a causa del prolungato impegno in presenza di un danno fisico, e consigliare all’allenatore di procedere al cambio. In questo caso, però, come ha detto… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Esco a prendere i popcorn? 😀 http://www.dagospia.com/…/mistero-presidenti-che-regalano-s… IL MISTERO DEI PRESIDENTI CHE REGALANO SOLDI ALLA JUVENTUS – PAOLO ZILIANI: “PREZIOSI HA COMPRATO STURARO DALLA JUVE PER 18 MILIONI. LA COSA E’ STRANA: PERCHÉ È UN GIOCATORE MEDIOCRE – AVEVA UN DEBITO DI RICONOSCENZA NEL CONFRONTI DEL CLUB DI AGNELLI OPPURE CERCA DI INGRAZIARSELO, PERCHÉ NELLA VITA NON SI SA MAI? ANCHE FERRERO HA PRESO IL PORTIERE AUDERO PER 20 MILIONI; GIULINI, PRESIDENTE DEL CAGLIARI, HA ACQUISTATO DALLA JUVE CERRI PER 9 MILIONI E POZZO DELL’UDINESE, HA PRESO MANDRAGORA PER 20 MILIONI…” Paolo Ziliani per “il Fatto quotidiano” È l’enigma degli… Leggi altro »

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Non per fare il saputello eh, ma di questa storia ne vado parlando da settimane. Ponendo l’accento sui casi Mandragora-Meret e Favilli-Perin. Sturaro e Audero sono state le ultime, classiche gocce che aprono gli occhi a tutta Italia, ma i segnali c’erano già da quest’estate. Al sottoscritto, ché manco lo fa di mestiere, Roberto D’Agostino je fa…un baffo, dai

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

E’ vero, Fabrizio aveva già fotografato la situazione un po’ di giorni fa. I soldi di Napoli e Milan finiscono alla Juventus attraverso squadre di secondo piano. Preziosi è sempre in cerca di un padrone, ora che non c’è più Galliani ha trovato la Juventus. Va detto che sembra che Romero passerà alla Juventus per una cifra non lontana da quella di Sturaro, per cui potrebbe essere un affare come quelli di un tempo, quando supervalutavano i giocatori negli scambi alla pari. La Juventus ha bisogno di riequilibrare i conti, dato che ha speso tanto per comprare certi giocatori, vendendo… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Leggo commenti e articoli sul presunto eroismo e leggenda di Pezzella che resta in campo. Ecco, qui lo dico: non trovo niente di eroico o leggendario nei calciatori che restano in campo anche quando si infortunano. Ci sono persone che con i legamenti rotti conducono vite “normali” e campano da un anno all’altro. Ci sono atleti di altri sport che competono anche dopo essersi fratturati costole, clavicole, ecc o con profonde contusioni per non parlare delle ferite …. nel calcio invece basta rientare in campo dopo un calcio in uno stinco per essere etichettati come coraggiosi o stoici. Scusate ma… Leggi altro »

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Ma a confronto della maggior parte dei suoi colleghi, che fanno flanella, l’enfasi su Pezzella non è fuor di posto.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Non accrediterei ciò che non è perché in troppi, loro per primi, ci credono.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Non sono troppi, sono pochi quelli come Pezzella.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Ok, è un eroe leggendario dello sport. Un po’ mi vergogno ma accetto codesta visione.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Il calcio ha sempre inserito note di retorica quando ha potuto.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

A Genova Pierre, e da zero metri, Chiesa prese un palo che ancora starà tremando, ma sappiamo che il nostro Fede, in fatto di gol, può cavarsela sempre con la condizionale, mentre Giovannino è troppo fesso per trovarsi buoni avvocati. C’è chi dopo il “ditino” avrebbe sguinzagliato i procuratori, lui invece si presentó da solo a farsi crocifiggere. Propongo una breve cronistoria della stagione; a luglio e agosto nelle amichevoli si parlava e scriveva solo di Lafont e della sua reattività. La vicenda Pjaca teneva banco, e faceva passare sottotraccia il preoccupante dato che la Fiorentina non segnava neanche contro… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Vite parallele, su Edimilson la Fiorentina investirebbe circa 9 milioni per il solo riscatto, cui si aggiunge l’ingaggio, dunque circa 10 milioni di euro. Su Diakhate si è deciso di non investire nulla, nemmeno quanto occorreva per l’ingaggio che immagino non fosse altissimo, se il Parma (e non il Real) lo paga.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

A Parma può aver accettato una proposta che a Firenze non avrebbe accettato. I procuratori servono anche a questo.

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Io non credo alle tabelle, penso che se la Fiorentina si mettesse sotto a studiare, potrebbe ancora farcela a passare a giugno. Si sa come funziona in questi casi: si infila una serie di vittorie, il morale cresce, il pubblico sostiene la squadra, gli avversari vanno in crisi. Tutto questo è ancora possibile, certo, ma bisogna pur incominciare.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

D’altra parte Montella l’ha visto bene infilando 15 punti nelle ultime 5 partite.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Non bisogna dar retta alle tabelle,concordo con te ,Ludwig.Magari un po’ alla realtà si però….

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Laggiù si parlava di classifica finale.Dopo aver girato a 26 punti perché dovremmo pensare di finire a 60?La ” previsione “,per quel che vale, è attorno a 52-53,il resto è speranza,auspicio,non previsione.

BerardoViola
Tifoso
Noble Member
BerardoViola

George Orwell in “1984”: “Era terribilmente pericoloso lasciare vagare i tuoi pensieri quando eri in un luogo pubblico o nel raggio di una telecamera. La cosa più piccola poteva tradirti. Un tic nervoso, uno sguardo inconscio di ansia, un’abitudine di borbottare fra te stesso.Tutto ciò che portava con sé il suggerimento di anormalità, di avere qualcosa da nascondere. In ogni caso, indossare un’espressione impropria sul viso (l’incredulità quando una vittoria è stata annunciata, ad esempio) era di per sé un’offesa punibile. C’era persino una parola per questo, in Newspeak: facecrime, faccia da crimine, si chiamava.” Il gennaio scorso, in occasione… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

La ricerca del progresso, fosse anche solo per un gol in più, è sempre da benedire e sostenere anche partendo da dichiarazioni rituali. E non potrebbe mai esistere il caso contrario in nessuna dichiarazione (anche se Cognigni ci provò a fare un suo percorso dialettico in questo senso con i risultati che tutti conosciamo) perché sarebbe la resa ultima all’esistenza. Credo che non serva farsi tutte quelle domande anche perché si troverà sempre il modo di dare una giustificata spiegazione ed il passo tra il vero e il verosimile ovvero il falso è molto breve. Troppo. Anche nei massimi sistemi… Leggi altro »

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Sampdoria e Empoli sembrano un po’ in controtendenza col «cambio di passo» proclamato in generale. A meno che si tratti in questo caso di un cambio di passo programmato col gambero. Anche i fattori che falsano la regolarità di un campionato meriterebbero di essere analizzati, per giungere alla conclusione che la finale di Coppa Italia è obiettivo più aggredibile della qualificazione EL

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Ancora una volta, kudos alla donne, di cui si dice che non riescano a capire la regola del fuorigioco.
Aiuterebbe se gli uomini non la cambiassero ad ogni nuova stagione e poi se tutti non l’interpretassero comunque come crede.

Tante appunto le cause che fanno dei cambi di passo mere dichiarazioni che servono solo a irritare come dice Gigliato.

Poi, statisticamente, non fanno neppure cambiare i punti a disposizione, dove vale la regola del mors tua vita mea, uno vince, l’altro perde, per appunto.
Noi si pareggia.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

A prescindere dal pertinentissimo riferimento alle cose viola di casa nostra, sul il resto delle tue condivisibili considerazioni mi viene da dubitare che basti comprarsi il Washington Post per acquisire il diritto ad essere considerato il paladino della società libera. Non è facile poter credere che simili eroi possano essere riusciti nel contempo – mentre difendevano la nostra privacy, la nostra libertà, la nostra indipendenza nel formarci delle opinioni – a diventare anche miliardari. Concluderei dicendo che i miliardari proprietari di giornali mi mettono inquietudine non meno del sig. Xi Jimpig o del sig. Trump o del sig. Putin.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

I miliardi si fanno solo rubando e per i furfanti io non verso un’altra lacrima. Inoltre, la stampa in Italia non è libera dal ‘21 e anche allora nei limiti. Ma “La Tribuna” era, ad esempio, meglio dei troiai stampati oggi quotidianamente.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Il secondo punto sollevato dal sig. Soros è simile al tuo, Paolotto. La preoccupazione è appunto quanto poco sappiano dei loro beniamini i sostenitori di Trump, Putin e Xi Jinping. E nello stesso tempo quanto poco sappiano, i fruitori di Google, Facebook e Amazon, di chi guida le loro abitudini quotidiane. Si parlava di un globo diviso in tre super-stati, in 1984, Oceania, Eurasia, Estasia. L’Italia avrebbe fatto parte dell’Eurasia. C’è il rischio che la profezia si avveri. Il responso dei cafoni marsicani sembra essere luddisti al 20 e ludici al 48, a cui vanno aggiunti gli zerbini viola al… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Mi piacerebbero due classifiche separate,qui sul blog,da una parte le checche luddiste e dall’altra i lenzuolai ludici.Ora non dico una partita di calcio,parecchi di noi non abbiamo più la possibilità fisica di affrontarla,però magari un torneo di briscola e tresette o di ramino pokerato potremmo metterlo in piedi e ci passeremmo un po’ di tempo,appartenere ad una categoria ha sempre dei vantaggi!

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Potresti per favore illustrare le differenze tra le due categorie?

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Io??!Ho ripetuto pedissequamente una frase di BerardoViola sperando che tu intervenissi in mio soccorso,io non sono minimamente all’altezza di poterti rispondere!

Ludwig
Tifoso
Ludwig

In questo caso ci spiegherà Berardo.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Belva…i panni eburnei…..ahahah…….sì sì….testimonio….testimonio che attribuisti a quel comunicato un significato opposto a quello della vulgata…e il fatto che gli attribuisti comunque un significato conferma…i panni eburnei….ahahah

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

A giudicare da quello che scrive PECOS tutto il nostro argomentare dell’epoca, che si protrasse per settimane, non l’ha letto quasi nessuno; al massimo Lud un po’ distrattamente. Un peccato. Si “costruisce” con fatica un contraddittorio sostanzialmente scenico e nessuno viene a vedere lo spettacolo

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Risponde allo spirito del club. Non sarà un caso se qui Pecos si mette le pattine per entrare ed usa una fraseologia più edulcorata rispetto al sito principale. Diciamocelo, entrare qui dentro risponde una scelta di campo per il ragionamento per argomenti: se non li hai, non entri. Se Lud pubblicasse strombazzate qualunquistiche contro la proprietà o litanie del compratela voi, forse raccoglierebbe maggiore audience. Un po’ come i settimanali di opinione, quando hanno iniziato a mettere un po’ di gnocca in copertina.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Grande UNO. Quella delle pattine è esilarante. Però è VERISSIMA!!!!!
Sul blog di LUD voglio assolutamente essere sobrio, mentre nel Bar Marisa ci vado molto “pesante”.
Non sono sicuro, però, del fatto che se LUD (come tu dici) pubblicasse strombazzate contro la proprietà e/o litanie tipo “compratela voi la Viola”, raccoglierebbe maggiore audience.
Io, ad esempio, sempre nel Bar Marisa andrei ad “accapogliarmi” di brutto perché qui non ci troverei affatto gusto.
Invece sul questo blog mi piace disquisire soprattutto sul “passato” e non necessariamente sul passato della Viola e del calcio, ma anche su altri sport ed altre tematiche.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Sai Belva che non ho capito a cosa ti riferisci?Io quando entro a leggere leggo,alla lettera,ogni parola di ogni intervento,nessuno escluso.Detto questo, e mi ripeto,tu a cosa ti riferisci?

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Mi riferisco a un dibattito prolungato nel tempo con Uno e Paolotto a proposito del comunicato di Diego. Siccome era opinione diffusa che fosse una sorta di promessa di vendita, ho vestito i panni di chi andava controcorrente. Così, tanto per alimentare il dibattito. E poi alla fine è risultato che ci ho azzeccato. Ma stai tranquillo, non è che ti sei perso qualcosa di irrinunciabile. PIZZU che fa?

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Belva, tu sei il più abile e mefistofelico dei dellavalliani.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

A mettere le etichette si rischia di perseverare nel non indovinare i filotti. Infatti io ho scritto che ci snobbi, non ho scritto che sei sine nobilitate. La notizia è che anche ZV sarà dei nostri: la palla passa a Mister Torre d’Avorio

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Ma tu mettile pure, le etichette. Sennò, come fai a sapere quanto paghi alla cassa?

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

” Sarà dei nostri”, in che senso?!!

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Nel senso che partecipa. Non si estranea dalla lotta…

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

BELVA, ma questo dibattito prolungato su quel ridicolo comunicato di vendita della società, quando fu fatto? E’ cosa recente o risale all’epoca del comunicato stesso? Quindi dell’estate 2017? Ti dico subito, al riguardo, che capii immediatamente che quel comunicato/bufala era solo e soltanto un comunicato ridicolo e stizzito, la cui stesura era solo e soltanto una risposta (altrettanto stizzita) alle parole al vetriolo che pronunciò Roberto Cavalli. Ma si vedeva chiaramente che non poteva non essere così!!!! Era di un’evidenza solare!!! Quello di cui mi sono sempre stupito è che moltissimi anti prescritti lo presero veramente sul serio; cioè come… Leggi altro »

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Grande PECOS. Ti porto i saluti di PIZZU che presto torna a scrivere. Mi fa piacere che la pensi come me. Qui, tanto per cambiare, ero solo contro tutti. Comunque ritengo che quel comunicato, ancorché un po’ uterino, fu una grande prova di forza. E non è questione di leccavallismo..È un giudizio obiettivo

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

Rispondo quassù alla domanda di Gatto sulla soddisfazione: sì, sono soddisfatto. Siamo una squadra molto più debole del Napoli e si poteva perdere. A quanto ho capito abbiamo combattuto arditi e con valor, e tanto più di questo non ci si poteva aspettare. Vedendola da questo punto di vista, cioè rapportando ogni domenica la partita al risultato, sono due anni che sono quasi sempre soddisfatto, e plaudo al tecnico e alla squadra che corre s’impegna e con la fatica ed il sudore ecc. ecc. ecc.. Se poi mi chiedi se sono soddisfatto della squadra, allora è un altro paio di… Leggi altro »

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

Dimenticavo una cosa. Qualcuno segue l’Empoli? Secondo voi quel Rasmussen li vale tutti quei 7 milioni? Che segnali ha dato dalla panchina? Si è mosso bene? L’ha dato il cinque ai compagni sostituiti?

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Risposta articolata,piacevole leggerla.Un grazie per averla data è doveroso.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Come è questa Fiorentina rispetto a quella che molti di noi vorremmo non dipende dai giocatori e dall’allenatore, nessuno dei quali è venuto qui con un atto di violenza per impadronirsi della maglia viola.
Ce li hanno chiamati.
Sono un bel gruppo, che soffre e s’impegna come abbiamo visto sabato scorso e anche in passato.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

100 milioni a Londra in tasca a Vialli per Ferrero dagli Usa. Qualcuno qui invidia quei genovesi. ..

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Ogni volta che si legge che un club di serie A è in vendita, esce sempre la stessa cifra

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Si vede che c’è un limite alle transazioni USA -> Italia

Ludwig
Tifoso
Ludwig

100 milioni mi sembrano pochi, anche tenendo conto di quanto si ipotizza per la Fiorentina.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Diciamo che tradizionalmente negli ultimi anni la Fiorentina non ha mai avuto vita facile con il Napoli (perdendoci pure una finale) e che Pioli non l’ha mai vista contro Ancelotti. Oggi,ancor più di ieri mi pare un buon punto quello conquistato. La vittoria era certo preferibile ma la sconfitta era nelle cose del campionato. Invece la partita è stata giocata bene arginando il Napoli con una squadra con elementi e posizioni nuove. Soddisfatto del risultato si, entusiasta no.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Avremmo arginato il Napoli concedendogli almeno cinque nitide palle gol a 4/6 metri dalla porta?

Gigliato
Tifoso
Gigliato

I dati ed i gol subiti dicono che è così. Piaccia o non piaccia. La squadra ha retto l’urto e controllato il Napoli. Immaginare che il Napoli non dovesse avere occasioni e per quello criticare la squadra non ha molto senso. Era importante non subire e non si è subito. Purtroppo si è riusciti a portare pericoli importanti e peggio segnare. Si sapeva che era dura e lo è stato. Il vento che ora soffia forte qua in collina porterà via anche questa partita ed il lupo di Gubbio.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

I dati e la realtà dicono che siamo decimi.Piaccia o non piaccia,concordo.Ciò premesso nessuna ulteriore osservazione ha senso,attendiamo la prossima partita e registreremo un nuovo dato di fatto. Come il Ministro della Memoria di Orwell: fatti,non parole.

franco antonelli
Ospite
franco antonelli

In quale bandiera di Stato è scritto in italiano “Fatti non parole”?

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Se era rivolto a me,era sarcasmo,non consivisione.Anmesso che dicessi a me…..

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

GIGLIATO, non si sono subite reti solo e soltanto per alcune parate importanti del nostro portiere e, soprattutto, per la dabbenaggine degli attaccanti partenopei.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Il portiere è uno degli 11 e volendo ci sono pure i legni in ultima analisi. Il Napoli ha sbagliato molto ma è difficile capire dove finisce il merito dell’attaccante e dove inizia quello dei difensori e del portiere. E nel nostro caso lo possiamo dire perché quei giocatori sono dei cecchini infallibili … le stesse riflessioni non sarebbero valse a parti invertite perché non siamo cecchini.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Milik ha sbagliato a porta vuota e lì il portiere non c’entra nulla.
Certo il portiere è uno degli 11, ma non sempre ti riescono tre mezzi miracoli a partita e altrettante ciabattate degli attaccanti avversari.
Prova ne sia che, nelle ultime tre partite, avevamo subito qualcosa come 7 reti. A testimonianza che i mezzi miracoli non li fai in ogni partita.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Il gol mangiato vero è quello di Mertens,deve sfondare la porta e basta!Tifo per la Fiorentina,quindi ha fatto bene come ha fatto,però….!!

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Provocazione.
La notizia positiva è che Chiesa, già oggi, è un giocatore fuori target per il Napoli.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Quella negativa è che rientra in quello della Juventus.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

L’ho servita bene.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Ed io ho segnato.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Mica come i nostri che sbagliano quelli già fatti.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Per fortuna non solo i nostri,Mertens docet.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Ho visto oggi Fior-Napoli,in basso ho scambiato due battute con Scardanelli in merito alla prestazione dell’arbitro,però più in generale chiedo: davvero siete soddisfatti?Andiamo in campo e giochiamo come il Frosinone,o il Chievo,tiriamo ” in” porta,non ” vicino alla” porta una volta in 95 minuti,Mertens si mangia due gol da 1 metro ,0-0 in casa con saldo attestarsi al decimo posto,e ” siamo contenti per l’orgoglio”?Io non riesco a vederla così,lo confesso,per me siamo modesti che più modesti non si può,punto.Come la classifica dice,peraltro, se su ventitré partite siamo usciti dal campo senza vincere sedici volte sedici un motivo ci sarà… Leggi altro »

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Chapeau GATTO. Analisi spietata ma lucida e pianamente rispondente alla (triste) realtà.

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Beh gatto, anch’io credo che si debba andare coi piedi di piombo, la Fiorentina di quest’anno non è una squadra con la vittoria nel dna. Possiamo al più sperare in un successo in una partita secca.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

La Fiorentina di quest’anno?

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Il buon Sarri ha qualche problema secondo me.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Mi sa tanto che questa sera verrà esonerato.

Magoafono
Ospite
Magoafono

Pigliamolo subito noi se viene

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

La scena di Guardiola che va col braccio teso e la mano aperta per salutarlo e lui che va via ignorandolo è veramente penosa,poveraccio, è patetico.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Il Chelsea pare l’inter .. dagli giocatori forti quanto vuoi ma poi gli allenatori, mai scadenti, non ci regnano e si espongono a figuracce che ne mettono in discussione le qualità e gli sviluppi di carriera.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

@Fabrizio se per caso hai seguito i miei – rari – interventi sull’argomento proprietà, ci trovi tutto. Ho sempre detto che non c’era volontà di dismissione, ho scritto di stipendificio ecc…
Piuttosto mi sarebbe piaciuto approfondire il tuo scritto tecnico (in pratica leggi nella mia mente anche quello che non scrivo) che, unito alla rappresentazione de I Duellanti mirabilmente tratteggiata da Scardanelli, mette a fuoco le incognite nel medio termine. Abili nel distruggere il gioco avversario, costretti al filotto di pareggi dalla crisi realizzativa di Simeone. Questa la vulgata. E però, se dovesse esaurirsi l’effetto Muriel?

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Vulgata che mi trova parzialmente d’accordo, perché di pari passo all’effetto Muriel si è palesata una iniziale, e crescente, difficoltà nel tenere la porta inviolata, due partite chiuse in inferiorità numerica, seguite da un surreale, poco credibile turno di coppa e due pareggi in campionato dove, senza Simeone, abbiamo forse fatto tre tiri in porta in 180′. Belva credo tu conosca i calciatori meglio di me: a posteriori la partenza bruciante di Muriel era intellegibile, dovendo il ragazzo guadagnarsi stima, pubblico e possibile riconferma. Fatto questo è tornato il Muriel di sempre (che ha fallito nella grande squadra, dove devi… Leggi altro »

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Ormai sei il mio ventriloquo…ah ah ah. Registro un dato positivo: all’andata Pioli operò cambi conservativi del pari, peraltro molto criticati. Ieri ha provato a vincerla. Cosa è cambiato? All’epoca Cognigni disse che il prolungamento di contratto era pura formalità. Adesso invece è sotto esame

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

A questo non avevo pensato. E mi sa che c’hai visto giusto. L’inversiond di tendenza farebbe quasi scopa con le dichiarazioni di regime sui 60 punti “obbligatori” per l’Europa. “Quasi” perché, non fosse giusta la tua osservazione sulla situazione contrattuale del tecnico, che servissero almeno 60 punti lo sapevamo tutti da prima di settembre, e senza Rieducational -viola- Channel

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Eh Fabrizio, ormai riuscire a sorprenderti è una impresa troppo faticosa. Mi rivolgero’ a Bayle: io e lui la pensiamo in maniera talmente diversa che per sorprenderlo è sufficiente uno sbadiglio

jordan
Ospite
jordan

Io credo che 60 punti non bastino. Pioli li mette come traguardo per dire che si è fatto il possibile. In realtà avendo girato a 26 dovrebbe fare un ritorno a 34 che non è semplicissimo, per lui.

BerardoViola
Tifoso
Noble Member
BerardoViola

Bravo Lafont, ma Mertens ci ha graziato due volte: da lì si deve segnare.
Finalmente un’ora di gioco effettivo: le squadre hanno deciso di giocarsela. 56 per cento a 44, il possesso palla, per il Napoli, guardingo e che gioca di rimessa anche più di noi.
Viola con la solita formazione a “fortino”, che non si allarga mai troppo sulle ali. Il Napoli lo fa e per questo il suo gioco sembra più spettacolare.
Non sempre si può vincere, bisogna saper non perdere, potrebbe essere la canzone sanremese adottata dalla Fiorentina di questa stagione.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

@PECOS la politica di certi acquisti è ormai definita. Il giocatore mediamente affermato viene ingaggiato se scontento nel club di appartenenza. Gli viene qui garantita la possibilità di giocare con continuità. Le caratteristiche tecniche sono secondarie nella scelta, che è eminentemente economica. Accadde per Benassi che era fuori dalla formazione titolare col Toro, anche Pezzella era in frizione con la società, Gerson ai margini della rosa, Muriel riserva. Al tecnico il compito di assemblare

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Proprio così, Belva, ma questa mi sembra una strategia finalizzata principalmente a lucrare sul commercio di calciatori: si ingaggia chi ha un buon prezzo e può crescere di valore – quindi essenzialmente per rivenderlo al momento opportuno – a prescindere dalle caratteristiche tecniche. Tipico il caso di Benassi, rivelato dall’ingenua dichiarazione di Pioli all’indomani dell’annuncio: “A Benassi un ruolo glielo troveremo”. Cioè: fu preso tatticamente a caso.
Non so se sia veramente impossibile, per un bravo DS, conciliare meglio la necessità di sfruttare situazioni favorevoli contingenti con quella di costruire una squadra tatticamente sensata.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Paolo non c’era bisogno che Paulo Sousa vuotasse il sacco vantandosi di aver portato nelle casse viola 140 milioni per capire che la mission principale degli allenatori a Firenze è « creare valore». Dalle altre parti è diverso? Mi sa di no. È diretta conseguenza dell’autofinanziamento. La stessa struttura societaria, anche ai livelli intermedi, ha interesse ad autoalimentare gli introiti per preservare innanzitutto sé stessa. L’anello debole della catena è sempre l’allenatore che deve coniugare questa esigenza di valorizzazione del capitale giocatori, con risultati che non scendano al di sotto della linea di galleggiamento che demarca il consenso con brontolii… Leggi altro »

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Sì che altrove è diverso, Belva. Come scrivevo sotto, negli ultimi dieci anni risso di mercato di 200 milioni per il Napoli e monte ingaggi triplo del nostro. Ma il lupo di Gubbio fa “uuuuuuuuuuhhhhhhhhhhhh!”.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Bravo SCARDA (e mi fa immensamente piacere di questa tua “posizione”).
Il “caso” Napoli è proprio quello che avrei voluto che mi spiegasse il buon JORDAN.

jordan
Ospite
jordan

Te l’ho spiegato e te lo rispiego. ADL è stato bravo, sei contento? Ma è uno che dal Napoli ricava il 70% del fatturato del suo gruppo, che ci lavora, che ci prende anche uno stipendio, a scanso di equivoci e nemmeno bassino ed è uno che nel calcio ci è entrato da tempo, proprio per quanto sopra. Se tu speri che Diego faccia lo stesso sei fuori dal mondo. Per i DV la Fiorentina è una società del gruppo, una di quelle finanziariamente meno importanti, loro di calcio non ci capiscono un cazzo, han provato a entrare nel sistema… Leggi altro »

BerardoViola
Tifoso
Noble Member
BerardoViola

Post coraggioso, Jordan, su un blog pieno di checche luddiste e lenzuolai ludici.
Ovviamente sottoscriverei tutto se non fosse per quell’ultima frase e quel “meno peggio”. Sihuro sihuro?

Ancora qualche giorno e conosceremo i risultati del 2018. E allora vedremo se ci sono dei veri professionisti e quanto costano questi decimi posti.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

E in tutto quello che hai scritto ci troveresti (da tifoso viola) una parvenza di giustificazione verso la scelta dei prescritti di calciopoli?

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

De Laurentiis e Lotito fanno i presidenti full time. La loro immagine pubblica si identifica coi club di proprietà. I Della Valle hanno altri interessi finanziari prioritari e delegano. Per il Napoli comunque, la qualificazione in Champions ogni hanno è stata il modo per «creare valore» per sostenere un monte ingaggi che è lievitato a 114 milioni. Se vogliamo, però, zeru tituli. Il cappio dell’autofinanziamento preclude di competere, o almeno provare, per la Champions. Solo che col bilancio che ha AcfFiorentina e senza immissioni liquide dei proprietari, se allestisce una squadra da Champions e poi fallisce l’obiettivo, poi và a… Leggi altro »

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Belva trovo questa tua analisi semplicemente definitiva. Vorrei però che anche tu ti spogliassi dei panni eburnei che vesti quando si ciarla della proprietà, per analizzare meglio il passaggio relativo agli “altri interessi finanziari prioritari”. Comuni del resto tanto a Lotito che a De Laurentiis. Se posso permettermi, non vedo motivo di mantenere un investimento per inerzia, prioritario o meno. Dipingere i Della Valle come i simpatici cugini di campagna che vengono ogni tanto a trovarci la domenica non è a mio avviso giusto. In autofinanziamento, la Fiorentina potrebbe avere anche Pupo o Pieraccioni come presidente, e anzi, ci faremmo… Leggi altro »

jordan
Ospite
jordan

Fabrizio l’autofinanziamento son diversi anni che si dice di volerlo fare, e si è cercato a parte la parentesi Gomez.-Pepito, però, se togli l’ultimo anno, ogni anno c’era da ripianare dei rossi e nemmeno tanto lievi, cosa che Pupo e Pieraccioni col fischio si potrebbero permettere. Non credere che gestire una socistà con 100 milioni di fatturato in un ambiente come il calcio sia così matematico

jordan
Ospite
jordan

Fabrizio quella del pollastro dorato me la devi spiegare. Come, secondo te, sia possibile prendere soldi dalla Fiorentina per finanziare il gruppo DV. Io credo sia sempre successo il contrario. Queste cose le ha fatte uno anni fa ed è andato dentro per bancarotta fraudolenta, i bilanci delle società non sono balocchi.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Appunto jordan, proprio perché non sono balocchi è abbastanza palese la malafede proprietaria. Il fantasmagorico rosso di bilancio da ripianare, a giugno 2017, era di -1,7 milioni. Il monte ingaggi si attestava sui 44 milioni -lordi eh. Dopo l’haute couture di Corvino è sceso a 35 milioni circa. Tant’è vero che “l’esercizio 2017 ha visto un valore della produzione di 184.779.269,00 € a fronte di un costo della produzione di 128.993.413,00 €, generando un attivo di 55.785.856,00 €; scorrendo il bilancio della Società viola, si certifica che quasi 20 milioni di euro, a causa dell’utile di oltre 55 milioni di… Leggi altro »

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Zero tituli un kaiser! Coppa Italia, Champions tutti gli anni, dispiegamento di potenza e di bel gioco, testa a testa ogni anno col brutto poter che ascoso a comun danno impera: hai detto stecco! Qui si parla invece di ottavi posti, per gente cui andrebbe a scusante di esser pieni di quattrini che fanno altrove sì da non poter dedicarsi al calcio come fa ADL, che comunque non vi si dedica a pieno tempo perché interessi e denari li ha altrove pure lui. E se non possono dedicarsi, se non per accantonare, che si levassero dai maroni! E ululi pure… Leggi altro »

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Coppa Italia un kaiser SCARDA😁😁😁
Le coppe Italia sono DUE e c’è pure UNA supercoppa italiana.😢😢😢😢😢😢😢
Dalla Champions in poi, il tuo post è inappuntabile. 😁😁😁😁😁
Mi permetterei di aggiungere, visto che si parlava anche di Lotito, che la Lazio di tituli ne ha confezionati QUATTRO nello stesso periodo in cui da noi imperano gli ……indegni.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Può essere così, ma allora è sbagliato il modello.
In questo caso i Della Valle avrebbero dovuto acquistare l’Inter o il Milan, e delegare contando sugli afflussi consolidati legati allo “status” di queste società.
Se si compra la Fiorentina, bisogna stare sul pezzo, proprio come Lotito e De Laurentiis. Oppure, dovendo delegare, non ci si può affidare all’uomo di fiducia trapiantato dal paesello natio, occorre gente competente nel ramo e con ampia delega.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Belva, se da altre parti fanno in un certo modo, è perché là seguono una linea “millenaria” come oggi si usa dire: hanno sempre fatto così, barcamenandosi tra serie A e serie B, se non peggio. La Fiorentina ha il sesto fatturato fra le squadre di calcio, qui si fanno sempre più di ventimila abbonati, siamo storicamente fra le prime cinque squadre italiane di tutti i tempi. Io non vorrei guardare tanto a quello che fanno Atalanta, Frosinone, Udinese ecc, ma a quello che fanno Napoli, Roma e Lazio, tenendo d’occhio Milan e Inter che ricorrentemente toppano una stagione nonostante… Leggi altro »

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Appunto BELVA. In pratica qui NON si fa calcio. Si vivacchia nella mediocrità.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Amico PECOS ma che devo difendere proprio io i Della Valle? Secondo loro non si vivacchia nella mediocrità: questa è la dimensione che Firenze può permettersi in assenza di operatori economici locali, o comunque legati alla tradizione e al territorio, disposti a rilevare il pacchetto azionario e a fornire garanzie di miglioramento dei risultati sportivi. È questo che ha scritto Diego nel noto comunicato. Ad onor del vero mettendoci la firma e la faccia

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

BELVA, ti chiedo del perché di “operatori economici locali”? Se non fossero locali ci sarebbe qualche problema? E se si, quale?
Ma non ti rendi conto che la stessa scemenza la scrissero in quel ridicolo comunicato di (presunta) messa in vendita della società, dove parlarono (testuale):
…………..omissis……………
Se, come si auspica e si spera, ci sarà un progetto fatto da “fiorentini veri”, questi troveranno massima apertura e disponibilità da parte della Proprietà,
…………..omissis…………

Ma di cosa parliamo BELVA? Questi indegni NON hanno mai avuto e NON hanno tuttora nessuna intenzione di vendere e/o di avere altra “gente” fra le scatole?

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Pecos ho scritto sin da subito che il senso del comunicato è stato frainteso (Paolotto e Uno testimoni. Lud era distratto a Torino).
Questo ruolo di difensore della proprietà non mi piace. Mi dimetto senza preavviso

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

In verità BELVA non ho seguito tutta la vostra discussione e se per “comunicato” intendi quello ridicolo dopo le parole di Cavalli.
Ma siccome avevi riportato alcune parole del prescritto maggiore riferite “all’assenza di operatori economici locali”, mi sono sentito il dovere di fare quella precisazione su quel RIDICOLO comunicato del giugno del 2017 in cui anche quella volta si faceva esclusivo riferimento ad imprenditori fiorentini.

P.S.: le tue dimissioni sono state respinte all’unanimità. 😁😁😁😁😁😁😁😁😁😁

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Appunto BELVA, ma quello che dici conferma inequivocabilmente il fatto che alla nostra società (e sul blog di LUD mi limito a chiamarla così), del risultato sportivo non interessa un fico secco.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Passarella-Gonzalo-Pezzella: nella storia del calcio italiano nessuna squadra ha mai avuto tre centrali argentini, tre capitani, di questo valore. Una tradizione viola, come quella dei grandi portieri e dei grandi numeri 10.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Intanto per 3-4 partite dimentichiamo Pezzella.Parlando di cose concrete.

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

Non ho visto la partita, e quindi mi tocca attaccarmi agli ailaitz. Prima occasione: Veretout perde palla, Pezzella segue Mertens, che finisce nella zona di Hancko, mentre Edimilson non segue Insigne e Ceccherini è costretto a rimanere a metà fra lui e Zielinski , col risultato che non marca né quello né quell’altro. Ad azione finita Ceccherini fa notare che c’era quello solo in mezzo all’area. Seconda occasione: Hancko dorme su Mertens, che forse era in fuorigioco. Terza occasione: come sopra, solo che qui non c’è il sospetto del fuorigioco. Secondo tempo. Prima occasione: clamoroso svarione di Biraghi, che pur… Leggi altro »

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Nelle sintesi ci sono i momenti salienti. Per creare occasione da gol ci vuole errore da una parte. Succede, a chi non nacque a Betlemme. Ma non abbiamo preso gol dalla seconda forza del campionato e ciò nonostante il prodigarsi di Calvarese.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Bayle con la tua analisi perfetta delle – chiare – occasioni da rete napoletane, hai fornito un assist perfetto al tecnico. Lui, consapevole che una difesa rimaneggiata non doveva essere esposta ai duelli individuali, ha provato a soffocare la costruzione della manovra dal basso del Napoli. Ha tenuto in campo due attaccanti per limitare le avanzate dei centrali. Le ripartenze del Napoli sono state favorite da indecisioni nel palleggio di alcuni centrocampisti. Credo che si debba lavorare su questo. Il mercato di gennaio non ha portato quel tipo di giocatore al quale, correntemente si dice, si passa la palla per… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Pierre, proviamo ad adottare una prospettiva più ampia: la Fiorentina, anche con tutti i suoi titolari in piena forma, tende a lasciare il possesso agli avversari. Se si tratta del Napoli, ci si deve ragionevolmente aspettare che il possesso si traduca in pressione e occasioni. La nostra strategia ha due presupposti: una difesa ordinata (ma messa alla prova) e rapide ripartenze che colpiscono l’avversario al cuore. Mi pare che ieri le ripartenze ci siano state, con le relative occasioni mancate di poco da Chiesa e Veretout. Il caso limite è la partita con la Roma, vinta 7-1 con il 30%… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Non è la sola dote,e’ anche elastico e reattivo nonché agilissimo,” tra i pali” ha tutto.È ” in uscita” il problema.Però è ragazzino,imparera’.

Magoafono
Ospite
Magoafono

Catenaccio vergognoso

franco antonelli
Ospite
franco antonelli

E’ l’unico gioco che ci possiamo permettere, seguito da sontuoso contropiede.

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Si Franco la penso come te, è il nostro gioco, le ripartenze possono essere spettacolari, e davanti abbiamo dei campioni.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Considerazioni molto interessanti stamattina Lud. Ci sono tanti interventi che offrono spunti diversi. Se non vi annoio vorrei rispondere a tutti

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

O questa! Perché ci annoieresti?

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Ma certo Belva sentiti libero di commentare!

Articolo precedenteLa Moviola del CdS: Ghoulam e Biraghi rischiano il rigore. Gli errori di Calvarese
Articolo successivoFiorentina e un pari che serve a poco: per l’Europa puntare tutto sulla Coppa Italia
CONDIVIDI