Il blog di Ludwigzaller: Finale di partita

1367



C’è una fase particolare nel gioco degli scacchi, che si chiama finale di partita. Non è chiaro ai teorici degli scacchi quando questa fase inizi, perché c’è continuità tra il momento in cui lo scontro sulla scacchiera si dispiega ed il vero e proprio finale (così sosteneva il grande russo scacchista Alekhine). Ad un certo punto però la scacchiera improvvisamente si libera. Pochi pezzi, di solito pedoni, re, qualche cavallo, torre ed alfiere, raramente la regina, incominciano a muoversi liberamente lungo le linee vuote.

I finali sono ormai codificati, ed il computer aiuta a rendere tutto più chiaro, benché meno divertente. Sicché spesso chi è svantaggio preferisce rinunciare ed appoggia tristemente il re reclinato sulla scacchiera. Samuel Beckett vide nel finale di partita una metafora della vita: se i giochi sono fatti, ha senso continuare a lottare o è meglio arrendersi?

Quando vedo le squadre di calcio distendersi in contropiede il paragone con i finali di partita degli scacchi mi viene spesso alla mente. Nel caso del calcio i pezzi sono ancora tutti sulla scacchiera, ma la maggior parte di essi è tagliato fuori dall’azione. Il combattimento vede quattro o cinque protagonisti: il portiere, un paio di difensori, e gli attaccanti avversari in superiorità numerica ed in grado dunque di arrivare al matto che in questo caso è il goal. In questo contesto è evidente anche a chi, come me, non ha studiato a Coverciano, che le strategie che adottano difensori ed attaccanti risultano decisive per l’esito finale. Si tratta di decisioni da prendere sul filo dei secondi e che dimostrano l’intelligenza tattica dei giocatori ed il lavoro dell’allenatore. Questa particolare ed affascinante fase della partita richiede esperienza e acume tattico:  in essa eccellono i campioni, siano essi attaccanti o difensori. È anche una fase in cui è possibile guadagnare falli decisivi, che si possono tradurre in una punizione dal limite o in un rigore (vistosi perso il difensore non ha altra scelta che abbattere l’attaccante, fuori area se è possibile, ma spesso anche in area).

La strategia di Pioli è congegnata in modo che molto spesso si apra di fronte ai nostri attaccanti uno spazio considerevole, accompagnato da condizioni di superiorità numerica. È  il momento sicuramente più godibile nelle partite della Fiorentina di quest’anno. Su di una ripartenza veloce gli alfieri come Chiesa o Dias coprono rapidamente, grazie alle loro energie giovanili, ampi spazi di campo, arrivano vicino alla porta nemica prima che gli avversari si riorganizzino. Simeone segue l’azione cercando di posizionarsi in area. Nella maggioranza dei casi, tuttavia, i nostri non riescono a perfezionare questi finali con una rete. Capire come mai accada richiederebbe analisi complesse. Personalmente credo però che si possa trattare di una fase transitoria.

Il finale è roba da vecchi e i nostri sono giovanissimi. Tra tre o quattro anni diventeranno bravi ad intuire le strategie dei difensori e del portiere avversario. In questo momento manca loro l’esperienza così come mancava a Ljajic il giorno in cui solo davanti a Buffon si vide chiudere lo specchio dal più abile portiere della Juve. Ma una vecchia regola del calcio dice che se un giovane si procaccia delle occasioni e le spreca il momento in cui i goal arriveranno è vicino. Il giorno in cui riusciremo a gestire meglio questi ripetuti finali, potremo dare scacco matto a molte squadre. 

di Ludwigzaller  

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
Pizzulaficu
Tifoso
Member

Ho letto con passione e, concedetemelo anche un po’ di fastidio, l’interessante scambio di vedute sulle statistiche. Queste sono sempre interessantissime e servono a patto che uno ne conosca per intero l’argomento in essere delle stesse, ed il metodo con cui vengono elaborate, viceversa servono solo ad aumentare il casino.
Dieci dei miei venti anni passati quale responsabile della programmazione e distribuzione di un ben nota azienda, me l’hanno fatta amare ed odiare nello stesso tempo. Tra R.o.f. , piani semestrali, annuali, finanche settennali mi ci sono dilettato incoscientemente, sì perché lì si parlava di previsioni di vendita, produzione e commercializzazione di miliardi di lire.
Preferisco restarne fuori ma inviterei alla cautela.

Pizzulaficu
Tifoso
Member

Intanto, sì sior paron comandi ostrega, si sta bevendo un caffè allungato nella sede delle fiamme g. a milano.
Notizia diffusa verificata 100% da radio scarpa & tacchetti.

Scardanelli
Ospite
Member

Chiarificatore, qualche colpa c’è se, in due anni esatti, sono precipitate le nostre ambizioni e la nostra classifica è mortificante.

Chiarificatore
Ospite
Member

Per i DV il ridimensionamento non è una colpa è un fatto voluto (da loro stessi ).
Ora, noi possiamo passare le nostre giornate a rinfacciarglielo o cercare di capire, nelle condizioni date, dove la squadra può migliorare il suo rendimento. A me pare che i dati riguardanti al Fiorentina che il CIES espone aiutino a capire.

Chiarificatore
Ospite
Member

Di Pioli?

Chiarificatore
Ospite
Member

In alternativa si può sempre dare la colpa a Corvino, ai DV ( anche se quelli, visto il loro menefreghismo anche in questo caso, un po’ ce l’hanno ), alla presunta normalità di Pioli, al presunto caso Hagi, al presunto caso Diakhate, ai moduli, e via esulando.

Chiarificatore
Ospite
Member

Se io fossi Pioli, queste valutazione del CIES le attaccherei ai muri delle camere dei calciatori.
E li terrei in campo un’ora di più, oltre l’allenamento, per risolvere il problema.

Gigliato
Ospite
Member

Leggo B. Ferrara, ascolto Brovarone e tanti altri macinatori di media. Non so se sia solo una mia impressione ma pare davvero che si sia giunti al punto che se non si usa un lessico tendente all’offensivo non si abbia diritto di parola ovvero se non offendi un po’ qua e un po’ la alla fine la tua rubrica non interessa e quindi se ne può fare a meno. Ma è davvero così? Ma davvero i tifosi o gli inserzionisti desiderano ricevere questo tipo di informazione così caricaturale e priva di reali contenuti?

Paolotto
Ospite
Member

Basta guardarsi intorno, anche fuori dal calcio. Si scova – anzi: si inventa – il “sensazionale” da sotto terra per attirare l’attenzione, per carpire audience e clic. Siamo arrivati al punto di far diventare fake news anche le fake news. Non si parla d’altro, si creano casi dove non ci sono, per parlarne a giornate intere.
Se guardiamo i giornali on line, c’è da rabbrividire per un verso e per indignarsi dall’altro davanti a tutto questo ammiccare a uno sguardo di un potente, a un dribbling di un calciatore, a come sia cambiata dall’infanzia alla vecchiaia una nota attrice. Devono prenderci proprio per rincoglioniti, senza accorgersi di quanto ormai lo sono loro, soprattutto.
Basta accorgersene, poi è facile difendersi. Sorridere e passare oltre. Quando si parla di Fiorentina, però, devo dire che spesso ci casco.

Pizzulaficu
Tifoso
Member

Anch’io e la mi moglie è contenta, perché questo m’allontana da eventuali focose, intraprendenti, fresche ed anche stagionate belle gallinelle.

Chiarificatore
Ospite
Member

Il segno dei tempi, caro Gigliato.
La buonanima di Eco ebbe a parlarne prima di lasciarci.

Chiarificatore
Ospite
Member
Ecco un esempio di statistica applicata al calcio, a mio avviso efficacemente e più utilmente ( al fine di vedere le vere criticità), appunto perchè un po’ più sofisticata e capace di leggere all’interno di un risultato, anche se io, in modo più rudimentale/empirico, ero giunto alle stesse conclusioni e ne scrissi, pochi giorni fa, proprio in questo blog: “C’è anche la Fiorentina tra le squadre che, in Europa, hanno raccolto meno punti rispetto a quanto prodotto a livello di gioco. Lo dice il CIES, l’Osservatorio del Calcio europeo: la Fiorentina ha raccolto 0,36 punti a partita in meno rispetto a quanto avrebbe ‘meritato’, ovvero 7 punti totali in meno. I viola, insomma, dovrebbero essere non a 28 punti ma a 35, secondo i dati che tengono in considerazione difesa (tiri concessi), possesso palla e attacchi (tiri fatti). La Fiorentina ha concesso in campionato 5,8 tiri a partita, ne ha… Leggi altro »
Paolotto
Ospite
Member

Nel calcio il valore delle statistiche esiste, ma non mi spingerei ad utilizzarlo per stilare classifiche virtuali da confrontare con quelle reali.
Se si concedono pochi tiri in porta, si possono ugualmente prendere molte reti se si ha un pessimo portiere.
“Avremmo meritato di vincere, se quel pollo di un portiere non avesse fatto due papere: due tiri, due gol”. Magari è vero, ma quel portiere di chi è?
Se si tira spesso in porta, ma sempre di fuori, significa che abbiano degli attaccanti scarsi, e con gli attaccanti scarsi le partite vere è difficile vincerle.
Sarebbero in molti a meritare di vincere, al netto degli errori. Forse anche l’avversario di turno.
E poi il Cies tiene conto degli arbitraggi?

Chiarificatore
Ospite
Member

Non molti, solo quelli che hanno attaccato di più e tirato di più.
Semplice.
Poi sta a loro, invece che prendere semplicemnte atto del risultato, capire perchè non hanno vinto.

Chiarificatore
Ospite
Member

Semplicemente, queste analisi, servono ad individuare le vere criticità.
L’alternativa è prendere solo atto della classifica, che nessuno mette in discussione, e dei pareggi che sarebbero tutti uguali perchè tutti portano un punto.

Paolotto
Ospite
Member

Ecco, le statistiche servono per individuare in modo abbastanza oggettivo le criticità o i punti di forza.
I punti in più o in meno in classifica sono invece una valutazione soggettiva.

Ilgatto
Ospite
Member

Come viene calcolato il “merito”?Se col possesso del 53% concediamo 5.8 e facciamo 5.6 tiri a partita non è detto che i giocatori delle altre squadre rispettino la media dei nostri di mettere nello specchio della porta 1 tiro ogni 4 ,ed in modo pericoloso 1 ogni 4 tra quelli nello specchio per cui su 16 tiri ne vanno in porta 4 di cui pericoloso 1 .Altre squadre magari hanno migliore rapporto tra tiri/tiri in porta/tiri in porta pericolosi e,quindi,ci fanno gol mentre noi tiriamo in tribuna.Come tu mi insegni, puoi fare il gioco che vuoi ma se non la metti “intr’a rizza” (C.Rigano’) suddetto gioco non serve proprio a nulla.

Chiarificatore
Ospite
Member

Appunto, come ho scritto, aiuta a capire le vere criticità.

Pizzulaficu
Tifoso
Member

Sono preoccupato Gigliato è la seconda volta in poche ore che sono d’accordo con te ed ancor più !
Destro sarebbe un sinistro !
Troveremmo una compagnia che potrebbe risarcirci nel tempo ?

Gigliato
Ospite
Member

Dubito esistano compagnie disposte a questa assicurazione ma se ci fosse sono quasi certo che sarebbero più le clausole di esclusione che di copertura. Insomma per pagare dovrebbe veramente verificarsi la terza ondata di apocalisse.

Gigliato
Ospite
Member

Se penso alle fisse di Corvino penso che se Baba esce, entra Destro (brrrrr).
La scelta in ottica squadra avrebbe un senso poiché Destro ha buone qualità ma proviene da anni in chiaroscuro dove ha conosciuto la panchina spesse volte. Sarebbe valida spalla ma forse saprebbe meglio accettare le logiche di squadra. Vedremo.
Koziello passa da una buona squadra all’ultima in bundesliga. Passaggio strano.

Chiarificatore
Ospite
Member

…ed ora sotto col presunto caso Diakate.

Chiarificatore
Ospite
Member

Qui mi correggo da solo: Diakhate.

Chiarificatore
Ospite
Member

…e poi ci sono quelli che “prima ce lo doveva far vedere” in campionato.
Quindi ogni giovane che viene provato nella rosa non può essere scartato dal tecnico, che lo vede ogni giorno, senza metterlo a repentaglio, e soprattutto con lui tutta la squadra, in campionato?

Paolotto
Ospite
Member
Nessuno pensa di sostituirsi ad un allenatore – anzi, a due: Sousa e Pioli – che vede un giovane tutti i giorni in allenamento, nelle partitelle e in Primavera. Però Hagi è stato qui un anno e mezzo e quando fu ingaggiato vi era stata probabilmente una valutazione a monte, dato che a diciassette anni fu pagato due milioni: la metà di Veretout. Credo che l’anno scorso come quest’anno non siano mancate le partite nelle quali, anche per rispetto della cospicua valutazione preventiva che era stata fatta di un ragazzino, avremmo potuto vederlo in campo per una ventina di minuti per volta. Invece, Hagi ha giocato in prima squadra quaranta minuti in diciotto mesi. Se non è mai sembrato il caso di osare – a questo punto prendiamo pure atto, che non era il caso – e siccome Hagi non è nato sotto un cavolo nel viale dei Mille, allora… Leggi altro »
Gigliato
Ospite
Member
Andrebbe chiesto a Pradé …. in ogni caso non ho dubbio alcuno che Hagi varrà sempre più di 2 mln d’ora in avanti. Non so se sarà uno da 50-100 mln ma potrebbe essere uno da 10 mln quasi sicuro. Riguardando lo spezzone, insignificante, del Vitorul con il Galatasaray ho avuto conferma che Hagi sia un giocatore che appartiene alla scuola di suo padre. Mostra ottime dori tecniche alle quali però non sembrano accompagnarsi le doti di presenza fisica in campo. Non è un Naiggolan, non è Hamsik, non è neanche Borja Valero e nemmeno Dybala …. è un giocatore alla Antognoni o Hagi per tornare ai tempi più moderni. Un 10 vecchio stampo. DI quei 10 che in campo non trovano spazio nemmeno alla Sanbenedettese o al Grassina. Di quei 10 in modalità zucca che si spera diventi carrozza ne abbiamo altri … speriamo che almeno uno sia capace… Leggi altro »
Paolotto
Ospite
Member

Io a questo punto smetterei di occuparmi di Hagi: cosa fatta capo ha. Continuare a seguirlo può solo provocarci travasi di bile, se diviene un buon giocatore per un motivo, se sparisce dalla circolazione per un altro.

Gigliato
Ospite
Member

Vista la sintesi della seconda amichevole giocata dal Vitorul. La tecnica non si discute, ottimi colpi confermati nello spezzone di partita ma alla lunga? Ed inoltre le sue giocate si vedono solo nei contropiede, a schemi saltati, perché in manovra non sembra essere un valore percepibile.

Chiarificatore
Ospite
Member

Genitori non solo incalzanti, ma anche incazzati, sempre qui sotto.

Chiarificatore
Ospite
Member

Mentre Montella che scartò i già affermati e fortissimi Alonso e Vecino lo si giustifica.
Per non parlare di Prandelli con Maggio e Osvaldo ed altri, che poi da selezionatore chiamò in nazionale.
Ma si sa, Montella e Prandelli non si possono mai criticare, Sono in alto, appesi.

Gigliato
Ospite
Member

La squadra degli scartati è lastricata di nazionali e la galleria è piena di terzini.

Chiarificatore
Ospite
Member

Si vabbè, ma nel casi citati, riguardanti la miopia di Montella e Prandelli, siamo di fronte a qualcosa di clamoroso, e non voglio dire pretestuoso da parte loro.

Chiarificatore
Ospite
Member

Esistenti ogni anno in ogni società calcistica del globo, in chiusura qui sotto.

Per la precisione
Ospite
Member

E Hagi per Hagy.

Chiarificatore
Ospite
Member

Giusto richiamo.
In particolare pensando al padre.

Chiarificatore
Ospite
Member

Infatti il caso Hagy esiste solo in questo blog, inventato pretestuosamente dal padrone di casa col solo scopo di dare addosso al coach, e similari, non sul pianeta terra.
Altrimenti bisognerebbe parlare di decine di migliaia di casi simili, giovani in vario modo provati ed in vario modo scartati, e di conseguenti genitori incalzanti, esistenti ogni società calcistica del globo.

Pizzulaficu
Tifoso
Member

Chiari Ho il 15.01.2018 ore 13.01 definito il tutto un’operazione mediatica ed uno specchietto per da allodole.
Ma forse non andava bene perché ho definito merli, me per primo, tutti i tifosi che abboccavano.
Ottimo inizio di giornata !

Uno che se ne intende
Ospite
Member

Se vuoi, mi iscrivo per solidarietà nella Compagnia dei Rincoglioniti dell’ Orto. Però ho solo un terrazzino stretto.

Paolotto
Ospite
Member

La qualifica è di principio e spetta a prescindere dalle dimensioni.
Ti metterei in lista tra gli aspiranti, perché ancora sei troppo giovane per i membri attivi.

Pizzulaficu
Tifoso
Member

Paolotto ti risulta che s’abbia bisogno d’un esperto in cetrioli ? A me no !
E poi, e che siam noi, home quel tizio hol nome da abbeveratoio ?
I nostri hollaboratori e si voglian neri miha bianchi !!

Paolotto
Ospite
Member

O come siete maliziosi. Un angioletto come me di fronte a voi è indifeso.

Uno che se ne intende
Ospite
Member

Guarda che ho un babbo meno paziente di Hagi senior. Dice che potrei fare benissimo il titolare in codesta Compagnia.

Scardanelli
Ospite
Member

Tentenno nella scelta fra il tutto da noi va per il meglio pur nel peggiore dei mondi possibili (Gigliato) e il abbiamo sempre sbagliato tutto alla grande mentre sarebbe stato così facile (Pizzulaficu). Mi ci vorrebbe un manicheo di centro.

Pizzulaficu
Tifoso
Member

Non sapevo di essere il testimonial di ” facile.it “.
Interessante.

Scudetto nel 2041
Ospite
Member

Sospiro di sollievo
in casa viola
Per gli acquisti
di Corvino
non si pagano
i sacchetti della spesa

Un abbraccio dal vostro
Scudetto nel 2041

MassimodiPaP
Ospite
Member

Io il caso Hagi non lo vedo.
Hanno preso un pippone – sai che novità – se riescono a darlo via senza rimetterci più di tanto va bene.
Fossero questi i problemi.

Ilgatto
Ospite
Member

Mi stupisce la meraviglia per l’insofferenza del padre: era tanto difficile da prevedere?

Pizzulaficu
Tifoso
Member

Massimo sono sicuro che se avessero preso me avresti affermato :
Hanno preso un pipone !
Questa sì che sarebbe stata una novità !

Scardanelli
Ospite
Member
Le notizie da Siviglia dovrebbero indurre certi permalosoni a baciare la terra fiorentina, dalla antica e mai smessa vocazione alla tolleranza. Certo che mai e poi mai, dopo quel primo anno radioso a Firenze, avrei pensato che Montella potesse avviarsi su un pendio di disgrazie come quelle che poi ha vissuto e sta vivendo. Ma dogmatismo e infelice complessione caratteriale hanno in lui avuto la meglio (per il suo peggio). Mi sentirei di chiamare corresponsabili, per il suo declino, e per quelli altrettanto incresciosi del predecessore Prandelli e del successore Sousa, coloro che a Firenze (dove i primi due hanno dato senza ombra di dubbio il loro meglio, tuttavia) li lasciarono soli di fronte al loro compito e per di più ambasciatori plenipotenziari di fronte alla piazza (e questo non era invece il loro compito), salvo alla fine venir con questi alla rottura dei piatti. Più lineare, nella sempre confermata… Leggi altro »
Pizzulaficu
Tifoso
Member

Premesso che ha me piangerebbe il cuore se Babacar andasse via, perché
l’affezione è forte e non ci sono parole che tengano: Vedere una pianticella Viola che non è riuscita a radicarsi, è sempre un grosso fallimento. Mai un gesto sbagliato, mai una parola fuori posto, mai un sorriso felice. Strano ragazzo, forse strappato da un mondo lontano, inconciliabile con il nostro, questa è l’impressione che mi ha sempre trasmesso, un ragazzo che sembra esprimere solitudine e tristezza, ancora di più ora. Spero di sbagliarmi, e se mi sbagliassi mi basterebbe insultarlo per un suo comportamento inopportuno verso noi per andare via, a cancellare la mia affezione verso di lui ?
Intanto la società come lo sostituirebbe ?
Alla solita maniera, al posto di uno che viene considerato un paracarro, sicuramente metterebbe un new jersey .

Scardanelli
Ospite
Member

Lo sostituirà di sicuro ma temo non validamente. Tuttavia si punta forte (troppo forte) su Simeone centravanti titolare e non si adombra soluzione di doppia punta. Spero che le speranze (bisticcio) in Vlahovic non preludano a un futuro Baba bianco. Di differimento in differimento, ciò che ormai sappiamo strategia molto marchigiana.

Belvaromana57
Ospite
Member

Quale club gioca col doppio centravanti…nemmeno gli innominabili

BerardoViola
Ospite
Member

“Mai un gesto sbagliato, mai una parola fuori posto, mai un sorriso felice. Strano ragazzo, forse strappato da un mondo lontano, inconciliabile con il nostro,”.
A una partitella di allenamento della viola siedo accanto a un distinto signore . Con lui, un bambino paffutello, di colore. Entrano i nostri. Il bimbo vede arrivare Babacar e gli scappa affettuosamente un grido: “Baba!”. Lui si volta, impercettibilmente saluta, poi torna, concentrato, alla partita che lo aspetta. Fiorentino, ma, forse, di un mondo lontano.

Pizzulaficu
Tifoso
Member

Onorato.

Gigliato
Ospite
Member

Montella contestato a Siviglia. Interviene la polizia.

Paolotto
Ospite
Member

Ieri ho visto quasi tutto il secondo tempo di Alaves-Siviglia. Perdevano, attaccavano, ma si vedeva che c’era poca convinzione. Sono andati vicino al pareggio un paio di volte, ma la partita mi pareva segnata. Non credo che dipenda da Montella. Se hanno cambiato allenatore si vede che le cose non andavano. Però Vincenzino si è preso un bel rischio, per la prima volta in un campionato straniero, in una squadra in crisi, svuotata.
L’ Alaves ha fatto una discreta figura e con la vittoria di ieri è uscito, per la prima volta quest’anno, dalla zona retrocessione.
Mercoledi giocano a Madrid in Coppa del Re, andata del quarto di finale con l’Atletico.
Comunque, a Firenze la polizia finora non è mai dovuta intervenire agli allenamenti della Fiorentina per le contestazioni dei tifosi. Lo ricordo per Montella, ma non solo per lui.

Ilgatto
Ospite
Member

È in panchina da 2 partite,prendersela con lui è un po’ idiota ed un po’ ridicolo,a mio parere.

MassimodiPaP
Ospite
Member

Di sicuro. Del resto i tifosi del Siviglia si sa che sono focosetti
Va anche detto che già l’arrivo avevano storto la bocca – in fin dei conti quello che ricordavano di lui è che quando hanno giocato contro una sua squadra gliene hanno date cinque a zero – e prenderne cinque nel derby contro l’odiato Betis lo ha fatto partire con il piede sbagliato.

Ilgatto
Ospite
Member

Con 1295 interventi va a finire che ci sono più post su questo blog che scacchisti in Italia…

Ilgatto
Ospite
Member

A proposito di giovani viola.Dal mondo NBA abbiamo mutuato l’amore per le statistiche,l’onnipresenza della tv ed internet offrono strumenti iper-articolati per “valutare” qualunque cosa,figuriamoci un giocatore di calcio. i procuratori fanno circolare notizie,ogni calciatore viene vivisezionato QUINDI non crediamo neanche ai nostri occhi ormai,solo ai “dati”.Se invece credessimo a ciò che vediamo chiunque abbia visto giocare Perez sa con certezza una cosa: al presente è una nullità totale.Attendiamo con pazienza novità.A proposito di giovani viola in giro per l’Italia.O di marchette.

Gigliato
Ospite
Member

Se non altro le dichiarazioni di Hagi senior chiariscono come siano loro a voler andare via per fare giocare 90 minuti Hagi junior … la Viola, evidentemente, forte della titolarità sul giocatore fa una valutazione diversa e non molla.

Pizzulaficu
Tifoso
Member

Descrivere la realtà senza incolpare o discolpare alcuno, ti porterà diritto, diritto verso la salvezza dell’anima. Ciao Gigliato !

Uno che se ne intende
Ospite
Member

E’ difficile però Pizzu, individuare allo stato grandi responsabilità per il caso Hagi. In futuro, chissà. Forse poteva essere mandato in prestito in estate e testarlo su una reale esperienza agonistica: ma anche in questo caso occorreva essere d’ accordo in tre, la Fiorentina, Hagi senior e chi prendeva il ragazzo. Per ora se lo riprende i’ su’ babbo, come quei genitori che portano via dai pulcini il pargolo, brontolando che l’ allenatore non gli dà abbastanza spazio.

Scardanelli
Ospite
Member

E’ ciò che cercavo di spiegare qua sotto al buon Pizzulaficu.

Pizzulaficu
Tifoso
Member

Detto tra noi (?) , scritto qui sopra sai che ridere , mi verrebbe da dire una parolina che ieri sera mi hanno censurato, e che per dispetto ripeto. Ma c’è qualche rincoglioni..o, (non tra noi eh !) dalle parti di via Manfredo Franti, o ci sono tutti i più furbi del mondo ?

Uno che se ne intende
Ospite
Member

Immagino che tu e Paolotto dedichiate tutte le cure possibili alle pianticelle del vostro orto, le seminate, gli togliete le erbacce, le potate, le innaffiate. Nonostante i vostri sforzi amorevoli, capita che qualcuna,appassisca e muoia lo stesso, per la siccità, una malattia o altro. Nessuno può farvene una colpa.

Paolotto
Ospite
Member

No, nessuno ce ne fa una colpa, perché ormai ci pigliano per rincoglioniti, e quindi tutto torna (tranquillo Pizzu, parlo per me…).

Pizzulaficu
Ospite
Member

Raramente, molto raramente.Questi piano piano faranno seccare anche l’Arno. Ed allora qualcuno riscriverà “cadde in Arno ed Arse” qualche secolo dopo.

Gigliato
Ospite
Member

Non essendo nella stanza dei bottoni non ho gli strumenti di valutazione perciò mi limito a mettere insieme i pezzi e cercare di stare sulle cose ufficiali che di volta in volta emergono. Chi invece ha altri talenti e informazioni fa bene a fare diversamente. Quanto alla mia anima, ammettendo di averne una, spero non sia salvata per dovere poi eterna riconoscenza .. quasi quasi le auguro di perdersi alcolizzata in qualche posto remoto e non troppo affollato di bravi estinti della genia “noi lo sapevamo e l’avevamo detto”.

BerardoViola
Ospite
Member
Marchette. Commentano dalla Redazione. “Scendiamo in Lega Pro, dove sono due i viola che si sono ritagliati maggiore spazio e gioie nella prima metà di stagione. Il primo è Joshua Perez, esterno classe ’98 capolista nel girone A con il suo Livorno. Undici presenze in campionato, due in Coppa: mai titolare, minutaggio che arriva a 279′. Ma spunti interessanti e tre assist, tutti decisivi. Considerazione in crescendo da parte di mister Sottil.” Solo due gli assist, uno in Campionato, uno in Tim Cup. 161 i minuti in Campionato: entra in undici partite su venti, mediamente meno di 15’ a partita. Un solo assist, decisivo per l’uno a uno a Monza. Un rigore procurato e un assist, decisivo, in 28’ contro l’Arezzo in Tim Cup. Parte titolare nel turno successivo, gioca tutta la partita, 30% del suo minutaggio stagionale, una sconfitta per 3-0 a Viterbo, squadra battuta 3-0 in campionato. Egoista… Leggi altro »
Paolotto
Ospite
Member

Berardo, tu segui con molta attenzione i giovani viola, ancora in casa o mandati a farsi le ossa qua e là.
Secondo te, chi sono quelli che potrebbero tornare utili per la prima squadra – una prima squadra da quinto/ottavo posto – da qui a tre anni, oltre a quelli che sono già nel giro?

BerardoViola
Ospite
Member
Sottil e Gori, Diakhate, i tre che tempo fa suggerivi anche te, Paolotto, sono forse quelli più pronti, almeno per sedersi in panchina. Ma anche Hagi e Lo Faso non fecero male in quei pochi minuti giocati in A. Il passo dalla Primavera alla A è però complicato, al di là delle doti tecniche e fisiche, del talento. Tutti siamo stati giovani e si sa quanto siamo stati bischeri. Non è che ci siano dei Messi nelle nostre giovanili, ma anche se ci fossero, non verrebbero fuori, per differenza di intenti e il via vai di chi li segue e li motiva. Ho parlato di Baez e Perez, Potevo parlare di Mlakar e Graiciar, di Maganjic o Vlahovic, o delle perigrinazioni di Babacar e degli altri. Troppa gente che va e viene per curarsene. Poca quella che non li veda come centri di profitto ma come pianticelle difficili da far… Leggi altro »
Paolotto
Ospite
Member

Quei tre soli con tutto questo via vai non sono poi tanti. Vanno conservati bene, per questo ieri parlavo di frigoriferi applicati al calcio.

BerardoViola
Ospite
Member

Si conserva ciò che è pronto. Questi devono sempre crescere, maturare. Il potenziale è lì. A Firenze manca, ma non è facile trovarlo, chi è in grado di curare l’ultimo passaggio, la fase finale della preparazione, quella della maturazione.
Preso Illanes, sostituito subito da Hristov. Milenkovic, già ultimo in graduatoria, come Diks làanno scorso, nonostante i milioni.
Aspetto con ansia il risultato delle pianticelle pugliesi e siciliane, prese con l’ultima infornata per la squadra Allievi. Da scuole calcio diciamo così, chiacchierate. Ma lo sono tutte, il calcio, anche quello giovanile, è un bel business.

Gigliato
Ospite
Member

Business con il vantaggio fiscale.

Ilgatto
Ospite
Member

Le parole:
Milan-cinesi
Procura di Milano
Riciclaggio
tutte ancora nella stessa frase in tv e sui giornali.Di certo sarà un caso.La palla a Ghedini.

Pizzulaficu
Ospite
Member

GATTO per rimanere in tema, il gomitolo di lana a Ghedini , che ci si arrotolerà dentro come al solito.

Ilgatto
Ospite
Member

Male,dal suo punto di vista,non ci si è arrotolato,peraltro!

Pizzulaficu
Tifoso
Member

HAGI : Uno specchietto per allodole in funzione di tutti i merli che tifano viola.
La classica operazione di facciata fatta a tempo debito per fare vedere, e ci mancherebbe, che insomma via sul mercato ci siamo anche noi, eh diamine ed accidenti, cosa credevate, perbacco, perdindirindina, mica si dorme eh !! Ecchec…o !

Scardanelli
Ospite
Member

Non vedo però che facciata ci saremmo fatta con Hagi. Credo che abbiamo fatto un piccolo investimento e che, quando abbiamo capito che non valeva i fastidi che venivano dall’ambaradan del padre/padrino, c’è ne siamo disfatti.

Pizzulaficu
Ospite
Member

Intanto per ora, a meno che non hai una copia di qualche scritto societario, non te ne sei disfatto né tu né io e neanche i beneamati di Gigliato, punto primo, au contraire il papi se l’è portato via, e soprassediamo alla Franchi ed Ingrassia, sulla maniera in cui è stato fatto, punto secondo.
Se poi hai dei dubbi sullì’operazione, che io ritengo solo mediatica, ci può stare. Io sto ben saldo sulla mia sponda e tu sulla tua, senza avere certezze ma tanti dubbi, punto terzo.

Scardanelli
Ospite
Member

Visto che si tratta, per salvar l’anima, di descrivere la realtà senza incolpare o discolpare alcuno, mi chiedevo qual fosse la colpa in questo caso, tanto più se l’operazione non fosse conclusa.

Scardanelli
Ospite
Member

Gigliato, non intenderai mica che io ti abbia mosso “aspre critiche”, vero? Se ti rileggi sei stato più aspro tu. Comunque io consento a ogni posizione di realistica accettazione di questo mondaccio. Se però è un mondaccio non vi sono angeli incarnati e l’affanno a dimostrarne l’infallibilità è contraddittorio è sprecato.

Gigliato
Ospite
Member

No, Scardanelli, mi riferivo ad altri incontri in particolare con Paolotto, Pizzu, Uno, Massimo e forse qualcun’altro. Mi interessa però il tono generale della discussione più che gli appunti singoli e personali .. è da li che rilevo le critiche a certe mie considerazioni.

Pizzulaficu
Tifoso
Member

Una sana discussione, mai offensiva e neanche prevaricatrice, ogni tanto ci vuole, ed in più cerco di essere ironico e dissacrante per provare a vincere la depressione del nostro stato. Il mio pensiero varia sulla base del momento in cui si verificano eventi o situazioni, mai per preconcetto.
Soprattutto sono abituato per costruzione mentale a “pizzulare”, chiedi al Gatto il significato della parola, quando ci si incaponisce su cose che non meritano. Ciao Gigliato io sono lealmente pronto alla prossima punzecchiatura.

Gigliato
Ospite
Member

Ma certo, così deve essere.

Uno che se ne intende
Ospite
Member

I toni aspri non sono offensivi.Certo non lo sono più di quelli che attribuiscono la patente di vecchi rincoglioniti ai contraddittori o che li accusano di strumentalità. Per il resto hanno già detto gli altri, se non esistono spazi di critica alla realtà attuale ha poco senso la discussione.

Gigliato
Ospite
Member

Non mi sono escluso dal ragionamento ed automaticamente non ho incluso nessuno … sottolineo solo certi passaggi che qua e la fanno capolino e quelli contesto. Per il resto non ho nulla da dire dato che mi trovo molto bene in questo posto e condivido molto di quanto viene scritto.

Paolotto
Ospite
Member

Se io sono stato aspro, me ne scuso. Lo sarò stato negli argomenti. Di solito cerco di distinguere l’errore dall’errante ed ho sempre il dubbio che la cosa possa riguardare me.
Sulla situazione attuale del calcio, se è un mondaccio è un mondaccio e sicuramente è difficile farci qualcosa. Ma se è così, non trovo neppure spazi per santificarlo, questo mondaccio. Chiamiamolo col suo nome.
Non possiamo avere niente di meglio dei Della Valle? Può darsi, anzi è molto probabile. Questo non vuol dire che dobbiamo essere contenti di una gestione così distaccata ed infastidita, che quasi si picca di peggiorare di anno in anno i risultati sportivi per fare un dispetto ai tifosi, come se fossimo noi a bloccare le loro aspettative immobiliari.
Certo, prendere di petto i potenti è più pericoloso.

Gigliato
Ospite
Member

Le mie valutazioni, quand’anche sbagliate, cerco di farle oggettive e mai soggettive perciò no problem.

Ilgatto
Ospite
Member

Da non trascurare l’imminente rinnovo del contratto di Astori fino al compimento del 35esimo anno di età del “ragazzo”,hai visto mai ce lo soffiassero Bayern o Real Madrid…finalmente la Società mostra una seria voglia di programmare nel futuro.

Scardanelli
Ospite
Member

Questa, in effetti, è grossa.

Belvaromana57
Ospite
Member

Paolotto mi riferivo al malcostume un tempo diffuso nel Calcio non alle onorate presidenze viola succedutesi. Sotto l’aspetto etico non cambierei l’attuale proprietà: il miglior complimento proviene da chi la critica per il fatto di gestire il club come una azienda.
Diverso il discorso sportivo che non mi soddisfa

Paolotto
Ospite
Member

Se per etica ti riferisci ad una gestione aziendale accorta, mi limiterei ad un voto di stiracchiata sufficienza, a condizione che si vogliano benevolmente trascurare tanti piccoli rivoli di spesa che messi insieme, là dove nessuno guarda, formano le cascate del Niagara.
Infatti c’è da chiedersi come sia stato possibile avere sempre, o quasi, i bilanci in rosso dopo che negli ultimi anni si sono messe insieme le lucrose cessioni di Jovetic, Ljajic, Nastasic, Cuadrado, Savic, Alonso, Bernardeschi e Vecino, e nel frattempo la squadra è passata dal lottare per un posto in Champion’s ad un oscuro centroclassifica, dimezzando anche il monte ingaggi. Si dovrebbero fare utili opulenti, altro che deficit sempre da ripianare. Il comparto amministrativo deve macinarne parecchi di quattrini per funzionare (e … funziona, quindi?).
Però per “etica”, nella mia risposta di ieri, non mi riferivo ai principi di economia aziendale.

Belvaromana57
Ospite
Member

Credo che ai principi di sana gestione aziendale si debba fare riferimento in primis giacché si parlava di riciclaggio et similia
Per il resto:
· AcfFiorentina è un club italiano con un centinaio di dipendenti
· I DV sono imprenditori italiani
È logico che abbiano una visione di impresa all’italiana, indicamene una che non sia anche stipendificio
Gli altri rivoli nel calcio sono in re ipsa

Gigliato
Ospite
Member
Siccome mi si muovono critiche anche aspre e ritenete che agisca in difesa dei fratelli – che peraltro non ho citato, citando invece una situazione problematica e “strutturale” – vorrei mi si spiegasse, dato che siamo tutti tifosi vecchio stampo, che fine ha fatto il tifo organizzato a Firenze (ma per correttezza andrebbe esteso il discorso). C’è stata una generazione che ha vissuto in pieno l’essere tifosi. Era l’epoca degli hooligans in Inghilterra. Quella generazione oggi, in larga parte ancora viva e presente, ha semplicemente fatto i conti con al storia. Si dichiara appassionata, tifosa, ma ha mollato le redini cedendo la guida. Chi ha preso la guida? E cosa guida? Quel fervore non c’è più. Resta la voglia di veder tirare calci al pallone ma ben pochi intendono ancora compromettersi per una squadra di calcio e anche pensando di farlo le possibilità di “successo” sarebbero minime. Il motto del… Leggi altro »
MassimodiPaP
Ospite
Member

Inutile discuisire sui massimi sistemi. Gli stadi in Europa sono pieni e si stanno riempiendo anche qui in Italia, basta vedere i dati.
Quasi unica eccezione Firenze.
Dove la voglia ce l’hanno fatta passare gnignii e diego

Belvaromana57
Ospite
Member

Ho scritto qui qualche mese fa più o meno le stesse cose

Ilgatto
Ospite
Member

Sarà una strana sensazione vedere Babacar andare in Premier ed incassare 15 milioni di sterline per uno che
Non è adatto al calcio di oggi.
Segna solo entrando a partita in corso quando gli avversari sono stanchi.
Gioca in pantofole.
Veramente stupidi gli inglesi e noi che invece siamo astutissimi ne approfittiamo con destrezza.Peraltro,avendo Thereau su cui puntare per il presente ma soprattutto per il futuro sarebbe stato veramente idiota tenere l’indolente.Inoltre,privato della inquietante concorrenza,il ragazzo francese sicuramente migliorerà il modesto rendimento di 3 gol in 19 partite.A volte gli scenari si trasformano in un attimo ed i tifosi non ce ne rendiamo conto,questa volta invece è tutto evidente.E poi dicono che la Proprietà non sa comunicare. !

Thor
Ospite
Member

Concordo in pieno con quanto scrivi, Gatto. Cedere Babacar è una scempiaggine, utilizzarlo solo a partita quasi terminata, altrettanto. E poi vorrei sapere quali sono i giocatori che partecipano al gioco. Thereau, per caso? Ma forse sono di parte, perché ho provato sempre affetto per il bravo ragazzo senegalese. Spero per lui che la società sia destinata a pentirsi di questa scelta.

Belvaromana57
Ospite
Member

Se è vero quel che si legge non c’è la fila per ingaggiarlo
Perché?

Ilgatto
Ospite
Member

Stanno dando alla Fiorentina gli stessi soldi che noi abbiamo speso per Simeone,i giornali scrivono che Everton e Galatasaray cercano di inserirsi,il concetto di “fila” è relativo però non mi pare si applichi a questa situazione!Non c’è la fila,anzi c’è il deserto dei tartari quando proviamo noialtri a vendere Maxi Olivera o Cristoforo,ecco….

Gigliato
Ospite
Member

Se andrà a me spiacerà perché mi è sempre piaciuto anche se negli ultimi anni non si è evoluto come speravo. È fortissimo per segnare ma ininfluente nel gioco corale. Baba necessita di una squadra che giochi per lui o quanto meno di poter giocare in campionati dove le partite sono meno tattiche con continui ribaltamenti di fronte. Li probabilmente farà la sua parte di goleador.
È un peccato perché quando lo mandarono in Spagna l’obbiettivo era proprio quello di aiutarlo a migliorare il gioco collettivo .. missione fallita.
A 24 anni gli auguro di aprire una nuova fase della carriera e che ci faccia vedere tanti bei gol valorizzando il suo naturale talento.

Scardanelli
Ospite
Member

Vediamo, non è ancora partito e se partisse qualcuno arriverebbe. Ricordiamo anche che abbiamo rifilato bei pacchi, nel tempo, e che quelli bravi non li abbiamo mai svenduti. Il problema è piuttosto che di quei 15 (gran boccia per uno a scadenza nel 2019) ipotetici milioni non ne reinvestiremmo più della metà, visto l’andazzo perverso. L’alternativa è trovare un allenatore che, a differenza dei sei precedenti, valorizzi il genio incompreso di Babacar.

Paolotto
Ospite
Member

Dispiace, se è vero. E’ come un figliolo al quale spesso si devono dare degli scappellotti, ma nessun babbo ha l’animo di cacciare fuori di casa un figlio anche se a volte è discolo e svogliato.

In autofinanziamento si fa male a rifiutare certe cifre per uno che non si intenda utilizzare se non come riserva, e con l’ingaggio che ha. Ci si doveva lavorare di più e forse si risparmiavano i milioni di Simeone. Ora come soldi si fa pari – apparentemente: provvigioni e intermediazioni moltiplicate per due (sta tutto qui il segreto: tenendo Baba titolare non si sarebbe fatto nessun movimento, così se ne fanno due).

Io non prenderei nessun nuovo attaccante. C’è Théréau, c’è il giovane Gori. Non abbiamo coppe, la rosa numericamente è già ampia. Parte di quei soldi li impiegherei in altri ruoli o per riserve migliori di quelle che sono in partenza.

Scardanelli
Ospite
Member

Gigliato, da quel che leggo trovo che il tuo romanticismo consista nella difesa a oltranza di due uomini, certo per te altamente simbolici, in mezzo al mondo che mal vive. Una posizione minimalista (del tipo: lo so, non sono che due pezzi di legno ma ci consentono di non annegare nel mare in tempesta) sarebbe meno idealizzante, riconoscerebbe desolatamente la realtà di legno dei due sopra citati pezzi, e invece a quella qualità lignea non ti vedo mai accennare, almeno dal poco che sono qui.

Gigliato
Ospite
Member

Non ho difeso nessuno penso solo che talune critiche siano pretestuose perché private del contesto. In questo modo si rendono irraggiungibili gli obbiettivi e si fa in modo che nessun rapporto migliore possa nascere anche chi verrà in futuro. Questo modo è quello che ci allontanerà sempre più chiunque sia alla guida della Viola ma direi del calcio …

Uno che se ne intende
Ospite
Member

Io credo che tu abbia frainteso il contesto, perchè se nell’ universo del web viola esiste un’ oasi tranquilla dove si esprime le proprie posizioni critiche, ma senza perdere di vista la realtà e sforzandosi di capire le ragioni dell’ altro, è questo blog. Un certo arroccamento, chiamiamolo così, sarebbe più comprensibile dove dominano i mantra dei braccini e dei leccasuole. Comunque, non sono certo le critiche, anche pretestuose, che regolano le sorti di imprese con fatturati plurimilionari, ma considerazioni di carattere ben più materiale.

Gigliato
Ospite
Member

Scrivo abitualmente qui da diverso mesi d una idea me la sono fatta .. ogni tanto si alza il tono per uscire dalla “noia”. Si stimola la discussione pungendo un po’ di più ed è allora giusto che ognuno spinga dove ha più cuore .. il risultato però è che alla fine ci riconosciamo in un percorso comune. A me va bene così. 🙂

Scardanelli
Ospite
Member

La vita è una cosa terribile, Gigliato, e non si vede perché la Fiorentina debba fare eccezione. Se critichi le critiche vuol dire che difendi.

Ilgatto
Ospite
Member

“la vita è una cosa terribile”se la proponi come tua idea personale no comment,ci mancherebbe altro,ognuno pensa e dice quello che vuole.Messa però senza il chiarimento di specie,idea personale,diventa larghissimamente discutibile e contestabile,al netto di esperienze individuali che ,per definizione,riguardano solo la persona singola in gioco.Io,ad esempio,ritengo che la vita,lungi dall’essere terribile,sia di una semplicità disarmante anche quando, purtroppo , propone scenari orrendi e/o desolanti,cose micidiali ed a volte impossibili da mandare giù ma chiare ed inequivocabili sempre.Gli esseri umani,invece,siamo complicati,tremendamente e maledettamente complicati,e questo non di rado zavorra e non poco il tutto.Come vedi,siamo due ed esibiamo due idee,figurati ad aumentare il numero…

Scardanelli
Ospite
Member

Gatto, valuta il contesto (per dirla con Gigliato) delle parole dette… Per giunta era una citazione, è vero non di Mandela.

Ilgatto
Ospite
Member

E mettila tra virgilette,allora!O no ?

Scardanelli
Ospite
Member

Aggiungerei, ora che ci penso, che semplice non è il contrario di terribile.

Ilgatto
Ospite
Member

Ma neanche un sinonimo,esprime una tra le varianti possibili,ma non il tutto.

Gigliato
Ospite
Member

No a me piace ricercare la verità nei fatti piuttosto che ciarlare un tanto al kg facendo le lenzuolate. Ciò non mi esenta da errori e castronerie ma il fine è diverso. Io voglio una società sana che sappia cosa fare e lo faccia al meglio …. altri vogliono distruggere quello che c’è sperando di ricostruire sulle macerie qualcosa di diverso e non necessariamente migliore (vedi i richiami del tipo meglio a Gubbio).

Ilgatto
Ospite
Member

Però vedere di buon occhio l’avvento di una nuova Proprietà non è intrinsecamente volere distruggere a casaccio,infatti nessuno supporta Sundas,la speranza sarebbe qualcuno ricco e munifico,per piacere piacerebbe a tutti,credo!Meglio a Gubbio è o una stupidaggine o una provocazione,oppure è cosa da ragazzini.

Gigliato
Ospite
Member

L’avvento di una nuova proprietà lo vedo bene solo conoscendo i candidati .. alla cieca, date le esperienze di altre piazze, mi tengo i nostri con tutti i limiti del caso.

Ilgatto
Ospite
Member

Certo,concordo.Auspicare il meglio però è naturale.

Scardanelli
Ospite
Member

Ma non è che se qualcuno vuole tornare a Gubbio si debba peccare per l’eccesso contrario.

Gigliato
Ospite
Member

Per me la strada è segnata. C’è una situazione data e di fatto e su quella mi interessa di fare dei ragionamenti per limare e risolvere i problemi. Non sono interessato a chi deve passare dalla distruzione per sperare di veder nascere un fiore. Oggi ho già il giardino, trascurato e pieno di spine se vogliamo, ma c’è.

Scardanelli
Ospite
Member

Credo che, come scriveva Uno eccetera, i tifosi non hanno potere di distruggere nulla, non con qualche lenzuolo o con qualche post fuori dalle righe (qui non ne ho letti). Ma se si pensa che coloro a cui dobbiamo salvezza ci puniscano dei nostri peccati per qualche lenzuolo o per qualche post fuori dalle righe, allora si è candidi come colombe ppure si ha una considerazione davvero bassa di coloro a cui dobbiamo salvezza.

Gigliato
Ospite
Member

Quando discuto qui mi piace farlo per la possibilità di confrontarsi ad un livello superiore a quello riscontrabile appena fuori di qui. Se però il livello dei commenti tende a scendere e sposare quelli “populisti” mi urge l’obbligo di chiedere altro e quello faccio. Se il “populismo” viola avesse il sopravvento semplicemente sarei assente.

Just/Unguanno
Ospite
Member

1239 post e nemmeno un cenno sulla f*ca…

Paolotto
Ospite
Member

O questa? Non siamo mica gobbi, la FCA è roba degli Agnelli.

Paolotto
Ospite
Member

Finale di partita, per tornare al tema iniziale.
Un finale strascicato ed agonico, che sembra non finire mai, quello che viviamo nella Fiorentina. Ci sarebbe bisogno di qualche cura palliativa, tipo un benefico Salicato. Qualcosa che ci accompagni in serenità verso il futuro e ci risparmi le punture dolorose della cognignite. Non si guarirebbe lo stesso, perché la sorte è segnata, ma almeno si soffrirebbe di meno.
La Fiorentina non finisce, però finiscono le ere e questa – nel complesso positiva – ormai è allo stremo.
Perché lasciarci con le torte in faccia? Si può andare ancora avanti con questi rapporti tra proprietà e tifosi e tra gli stessi tifosi? Del buono che c’è stato, molto è già stato sciupato. Continuare ancora a lungo in questa divisione astiosa non fa bene nessuno, può causare danni nel presente e lasciare solo macerie quando si affaccerà un’era nuova. A chi giova?

Ludwig
Ospite
Member

Buongiorno mi scuso per l’assenza, vedo che tutto procede nel migliore dei modi, anzi c’è un record di commenti. La prossima volta pubblico una pagina bianca, tanto andate avanti benissimo lo stesso.

Pizzulaficu
Ospite
Member

Lotito al Cairo non va.
Ma gratteri e de raho
rispondono
Ciao comprati arrapaho !

Pierre Bayle
Ospite
Member
Ho letto l’intervista di Sacchi alla Gazzetta dello Sport. Fra le tante cose anche carine, l’autocompiacimento scorre a fiumi: tutti hanno imparato a giocare a calcio grazie a lui. Prima di lui il diluvio, ma non in Italia, anche in Europa e nel mondo. Sostiene che gli spagnoli erano troppo individualisti, e hanno imparato a giocare a calcio a forza di essere sconfitti dal Milan. Ovviamente il giornalista si guarda bene dal chiedere qualcosa del tipo: “hai mai sentito parlare di Rinus Michels e Johann Cruijff?”, oppure: “lo sai che quando facevi ancora il rappresentante c’erano squadre come l’Ajax e il Feyenoord?”, ancora: “Nel 74 non ce l’avevi la televisione per vedere il Mondiale?” e infine: “Ma non è che in quella finale avevi giocatori parecchio più forti di quelli del Barcellona?”. E tanto per gradire: “Ma tu pensi che Guardiola, una vita a Barcellona, guardasse le videocassette del tuo… Leggi altro »
Pizzulaficu
Ospite
Member

PER LA REDAZIONE UFFICIO CENSURE
Se volete sostituite le parole con ” quei du’ bravi figlioli ” tanto un cambia nulla.

Ilgatto
Ospite
Member

Pizzu 9.36 :”Io non perdo mai,o vinco o imparo”.( N. Mandela ) Un modo di vedere diverso per uscire dalla pareggite esistenziale di cui parli tu. Magari utilizzabile anche dalla Fiorentina,hai visto mai.Stammi bene amico mio.

Pizzulaficu
Ospite
Member

GATTO io provo a risponderti per la seconda volta, la prima non si sa dove sia finita ed ecco il messaggio alla redazione. Vabbé.
Dicevo che facendo io impresa non badavo al pareggio di bilancio, che preferivo investire per produrre utile, ma che a quei due bravi figlioli qualcuno avrebbe dovuto dirglielo. Grazie sto bene, epperò credimi scrivere di nuovo le cose scritte 5 minuti prima, e non per colpa mia, mi infastidisce.

Ilgatto
Ospite
Member

Aggiungo: è esattamente il punto che tu proponi il problema,se non rilanci non cresci,che è poi la storia del calcio: su 10 partite che giochi per pareggiare,7 se non 8 alla fine le perdi.È esperienza maturata nel tempo,eh,mica scienza infusa.

Ilgatto
Ospite
Member

Capita anche a me,Pizzu ,e presumo anche agli altri,è palloso ma non te la prendere…

Articolo precedenteSampdoria, quest’oggi ripresa degli allenamenti in vista della sfida contro i viola
Articolo successivoAlla scoperta di “Salagol”: l’argentino che parla francese (VIDEO)
CONDIVIDI