Il blog di Ludwigzaller: Forrest

583



Ludwig dedica il suo ultimo post alla figura di Rigoletto Fantappiè, recentemente scomparso

Non c’è credo bisogno di spendere molte parole per spiegare chi sia Forrest Gump, il personaggio del geniale film di Robert Zemeckis, la cui vita attraversa la storia degli Stati Uniti d’America dal 1960 al 1980. Anni che Forrest percorre felicemente inconsapevole, visto il suo lieve ritardo mentale, con nella testa una storia d’amore unica e straordinariamente romantica che alla fine si realizzerà. La Fortuna viene sempre in suo aiuto seguendo vie imperscrutabili. E lo fa essere sempre nel posto giusto al momento giusto: le lotte per i diritti civili, l’esibizione a Pechino della squadra di ping-pong americana, il Vietnam e il Watergate.

Anche la Fiorentina ha avuto il suo Forrest Gump. Il suo nome era Rigoletto, Rigoletto Fantappiè. Sul piano onomastico il paragone regge. Gump significa pazzo, folle. Fantappiè portava dalla nascita il nome di un eroe verdiano, che di professione fa il buffone di corte. Ma naturalmente il nostro Rigoletto non era né folle né ritardato. Al contrario, si trattava di un uomo istruito, che dopo aver svolto studi tecnici, era entrato in una delle più prestigiose case editrici fiorentine, diventando direttore editoriale.

Detto questo, se si guarda retrospettivamente alla storia della Fiorentina, Rigoletto sembra essere ovunque. Come Forrest o lo Zelig di Allen. L’elenco che segue è inevitabilmente parziale. Un bambino di sei anni prende a calcio un pallone, veste la casacca bianca e rossa, siamo nel 1927.

Rigoletto è del 1921, la Fiorentina è stata appena fondata e la guida l’aristocratico marchese Luigi Ridolfi Vay da Verrazzano. Passano pochi anni e il marchese ha bisogno di un impiegato che consegni messaggi e telegrammi. Rigoletto si assume l’impegno e con le sue giovanili energie percorre Firenze in lungo e in largo al servizio della Fiorentina. È lui che sin da allora anima il tifo; si produce in tentativi estemporanei di sostenere la squadra, come gli improvvisati megafoni; ottiene con i suoi amici di occupare un posto in cima alla Torre di Maratona dello stadio appena costruito. Si era in un’epoca particolare. Per conquistare alla causa fascista i riottosi giovani fiorentini e per zittire le simpatie socialiste di molti, Ridolfi e Pavolini avevano creato una società di calcio strettamente legata al partito fascista.

Rigoletto, con le sue sette vite, sopravvive al mutamento storico. La sua presenza, nel secondo dopoguerra, si fa costante nei consigli di amministrazione viola. C’è anche lui alla riunione in cui si discute se accettare l’offerta della Juventus per Antognoni. L’assalto è respinto, ma anni dopo sorte diversa toccherà a Baggio e si scatenerà un vero e proprio tumulto. Rigoletto gli fa promettere che non segnerà mai a Firenze con la maglia della Juve e Baggio ubbidisce. Di Mario Cecchi Gori è amico ascoltato, ma i rapporti sono di stima e affetto anche con la famiglia Della Valle.

Il sogno finale di Rigoletto è davvero degno dell’ultima sequenza di un film americano alla Zemeckis. Una grande festa nel suo stadio, che non può essere che il Franchi, durante la quale celebrare il traguardo dei cent’anni. Questa festa non si farà, a cent’anni Rigoletto non c’è arrivato. Possiamo solo immaginare quanto sarebbe stata bella. Peccato.

di Ludwigzaller

583
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Raska.
Member
Raska.

Perdonatemi, ma io dopo aver visto Pjaca contro il Genoa, appena subentrato e con una prateria davanti a sé, tentare un ridicolo “triplo doppio passo” e andare a sbattere contro il dirimpettaio dei grifoni sprecando un contropiede 3 contro 3, non ho più alcun dubbio. Qui l’infortunio (pur grave) non c’entra più: Pjaca è un bidone clamoroso.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Eh no, Belva. Una cosa è dire che Pioli accetta supinamente presunti accordi che imporrebbero la presenza in campo di un giocatore piuttosto che di altri, e in questo caso si rivelerebbe un ominicchio a rischio di deflagrazione dello spogliatoio. Un’ altra, che ha insistito troppo pervicacemente sul recupero di uno che in estate, come dice Pizzu, era stato considerato quasi da tutti come colui che poteva garantire un salto di qualità. Sbaglia in entrambi i casi, ma non è la stessa cosa.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Uno non so chi si era esaltato questa estate per l’ingaggio di Pjaca, io no perché dopo il noto infortunio, aveva giocato quattro partite nella Primavera e poi aveva collezionato un po’ di anonime apparizioni nel campionato tedesco. Quanto alle tue considerazioni, si intrecciano tra loro perché il dato fondamentale è il responso del campo: Pjaca sinora è stato inutile. Il suo impiego prolungato nonostante le evidenti difficoltà e il danno alla classifica, mi porta ad escludere di ritenere che chi lo ha deciso sia così ottuso da non rendersene conto. Ma poi…in fondo, si tratta di opinioni

Paolotto
Tifoso
Noble Member
Paolotto

La rievocazione di Jordan mi ha stuzzicato ad andare a cercare come all’epoca quel fatto di Petris e Lo Bello in Fiorentina-Inter dell’8 gennaio 1961 fu raccontato dall’altra campana. Ho trovato la pagina sportiva del Corriere d’Informazione (testata del milanese Corriere della Sera) del 9 gennaio 1961. La prima cosa curiosa dell’articolo del cronista Mario Oriani è la descrizione dell’arbitro Lo Bello, allora già arbitro internazionale dal 1958 : “…un giovane aitante, con capelli folti e baffi neri, impiegato del corpo dei vigili del fuoco”. Un pompiere che gli incendi, più che spegnerli, li accendeva. Quanto ai due fattacci, la… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Un buon inizio d’anno: quando la Fiorentina dà segni di vita l’interesse aumenta e per chi scrive della squadra è più facile trovare argomenti. Finalmente!

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Lud che fonti hai su Diakhate? Non trovo la notizia da nessuna parte, le ultime su di lui risalgono ad ottobre, quando ci fu la proposta di rinnovo quinquennale. Certo fosse come dici sarebbe l’ennesima, brutta, perdita

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

Queste disquisizioni su Piaga le trovo singolari, è venuto da noi per migliorare un mucchio di cose, non ultimo il suo recupero fisico, se non le ha fatte e non le fa fallisce l’obiettivo punto. Fare delle dietrologie o creare trame oscure lo trovo divertente, poi però penso che un po’ di dignità il ragazzo ce l’abbia, ed allora mettiamo in dubbio anche la sua moralità ? Ed io di uno che non avesse moralità, non saprei che farmene. Tirare fuori che tutto l’ambiente è immorale fa sempre comodo.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Veramente si metterebbe in dubbio la moralità di Pioli, prima di tutto.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Veramente si metterebbe in dubbio l’opportunità di una scelta di mercato e poi tecnica, ossia quella di decidere di giocare 10 vs 11 metà campionato per consentire il recupero della condizione a un giocatore di proprietà altrui, anzi di proprietà juve

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Nell’accordo c’è forse un numero minimo di partite che Pjaca deve giocare. Non credo che ci siano dietrologie da spiegare. In buona fede tutti hanno creduto che per Pjaca sarebbe stato semplice centrare questo traguardo. Era ed è un campione a cui auguro fortuna (credo altrove ormai):

Paolotto
Tifoso
Noble Member
Paolotto

La tua, Ludwig, mi pare l’ipotesi più ragionevole.
Mi piacerebbe saperne di più sulla questione “costo del prestito-pagamento dell’ingaggio”, ma ovviamente queste sono cose che non devono interessare ai clienti.
Ai miei occhi resta il fatto che:
Pjaça ha bisogno di giocare per recuperare le proprie capacità;
farlo giocare costa punti perché, appunto, ancora deve recuperare;
la Juve non può permettersi di perdere punti facendolo giocare;
quindi, la Juve si è cercata qualcun altro disposto a perdere punti al posto suo.
Sarebbe il colmo se tutto questo dovesse costarci anche in quattrini, oltre che in punti.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Paolotto il prestito è costato 2 milioni e l’ingaggio è pagato interamente dalla Fiorentina (1,5 netti all’anno, un po’ meno in quanto da luglio a fine maggio). Sono cifre pubbliche, non c’è nessun mistero. Si tratta della “solita” fissa di Corvino per i suoi pupilli; quando si mette in testa che uno è bravo (Bolatti, Santiago Silva, El Hamdaoui, Pjaca) prima o poi lo prende, e solo davanti all’evidenza si ravvede (se si ravvede). Pjaca lo aveva preso ai tempi del Bologna, poi fu bruciato dalla Juve

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Un ingaggio netto di 1,5 corrisponde a 3 mln lordi. Più due di prestito fanno 5.
Chi fa riabilitazione di solito si fa pagare, non paga.

Paolotto
Tifoso
Noble Member
Paolotto

Questa, Pizzu, non la sapevi:

I du’ befani ‘un possan campare
se ‘unn’hanno picce da biasciare.
Il Befani degli altri anni
l’era vestito d’altri panni.
Questi befàn lontani e alteri
gl’inciampassero ne’ panieri.

Libera rielaborazione di antica filastrocca della campagna toscana, recitata dalla mi’ mamma, appena m’ha visto stamani.
Inutile precisare che le picce sono “dolci” formati da due fichi secchi schiacciati l’uno sull’altro, con nel mezzo una mandorla.

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

O che legge le mi’ bischerate l’amata tua novantenne ?
No, non la conoscevo e ti ringrazio, abbracciamela Paolotto.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Se ne va invece, e dispiace, Diakhate, l’anno solare è giunto alla fine, il giocatore è da ora libero di trovare una squadra e l’offerta della Fiorentina per un quinquennale è stata respinta, non so perché, dagli agenti. La Fiorentina cerca un giocatore nel ruolo di Diakhate ma mai è trapelato che potesse essere lui il prescelto o che quantomeno potesse essere aggregato alla prima squadra. Vedremo ora se è stato giusto o miope non dargli spazio, se cioè Diakhate appartiene alla categoria dei Romizi o a quella dei Mancini e degli Zaniolo.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

“Non so perché” è meravigliosa,Ludwig!

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Ho detto “non so perchè” gatto perchè di offerte al momento non risulta che Diakhate ne abbia, tranne una in Croazia, e non so se in Croazia lo pagherebbero molto.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Ludwig mio,noi siamo tifosi e non esperti e. lo abbiamo ripetuto più e più volte,però astraendoci dal fatto che per noi la Fiorentina è la miglior realtà calcistica del mondo al presente,oggi come oggi,tu hai la sensazione che nel mondo-calcio ci considerino realtà appetibile,anzi ghiotta?Nullità di età avanzata a parte ho come la sensazione che chi ci conosce ci evita,in questi giorni i nomi di Mancini e Zaniolo sono i più ricorrenti ma come tu ben sai anche Chiesa e Veretout e Simeone e Biraghi direttamente o per bocca dei rispettivi procuratori hanno comunicato di avere le valigie dietro la… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Provo a spiegare come mai il Siviglia ha ceduto Muriel. Già ad agosto l’allenatore del Siviglia aveva espresso il desiderio di aver in squadra un centravanti “vero” e Muriel non lo è: «Mi idea es que no sea nuestro nueve referencia. El club esta trabajando para traer un nueve nato. Muriel se siente más cómodo apareciendo desde atrás, en la mediapunta». Di qui l’idea di farne un trequartista. Insomma il giocatore non gli piaceva. Non credo però come paventa Scardanelli che ci siano problemi fisici, Muriel sta bene. Per altro verso occorre essere consapevoli che Muriel non è Icardi e… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Qualche giorno fa “Milan news24” scriveva: “Dalla Spagna, il Milan ha chiuso per Muriel: la firma è questione di ore”. E Gattuso confermava in conferenza stampa, con la consueta correttezza che lo caratterizza. Beh per fortuna non è andata così.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Sicuro “per fortuna, LUD

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Si il giocatore mi piace.

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

Il buon Corvino vien di notte
con la panza come una botte
il vestito alla romana
e tre bidoni nella sottana
porta un sacco sulle spalle
e con la scopa tra le palle
lui svolazza qua e là
ed inganna Pedullà
ma un tifoso assai cattivo
che non vuol vederlo vivo
lo fucila col cannone
ma colpisce Simeone
che cadendo in una rete
s’alza urlando RETE ! RETE !
Un augurio a tutte le befane del mondo, comprese mia moglie e mia figlia, voi fate come volete, continuate pure a dormire o a farvi fregare con i saldi di fine stagione.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Grande PIZZU.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

C’è anche il prestito di Pereira in ballo, quindi forse una operazione legata a un altro giocatore che sarà ceduto o subito o il prossimo anno al Manchester, l’ipotesi più probabile riguarda Milenkovic. Se arriva Pereira probabili inoltre cessioni in attacco, e qui si pensa a Pjaca se non a Simeone.

Gabbro Cybo Malaspina
Ospite
Gabbro Cybo Malaspina

Considerando Lud che a Malta andranno Eysseric, Thereau, Pjaca, Muriel, Simeone, eccetera eccetera, mi sembra folle andare a cercare un altro centrocampista/attaccante come Pereira. Questo gennaio ricorda il tribolato della risalita dalla B alla A quando, per non esonerare Cavasin, esonerarono mezza squadra. Ribadisco che prima di Corvino bisogna congedare nel più breve tempo possibile Pioli, arrivo a sponsorizzare Guidolin e ad aspettare i Re Magi. Buona Epifania ragazzi

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Pereira infatti l’ho detto ha senso solo se Corvino farà altri movimenti. Dando per scontato che Eysseric e Thereau vadano via, potrebbe essere ceduto anche Pjaca e su Simeone ho il dubbio che se ne voglia andare e che una eventuale “concorrenza” con Muriel non la potrebbe sopportare.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

PIZZU avevo risposto a te e Belva, ma il post forse è andato a riserva di bilancio, come i trenta milioni di Corvino. Ti ringrazio comunque!

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Carina questa!

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

FABRI L’hanno pubblicata. Ascolta, io penso che i DV non licenzieranno mai un loro dipendente, fa parte della loro etica, non credo, come malignano in tanti, che possa essere un questione di tirchieria. Su quest’ultimo punto li capisco, anch’io mai ho licenziato un mio dipendente e mai credo possa farlo in futuro, questa per me è una regola ferrea. Che poi in passato alcune dimissioni possano essere state spintanee e non spontanee, questo ci sta , in ogni caso rimangono gravi i motivi per cui avvennero e non certo per qualche punto in meno in classifica o per una stagione… Leggi altro »

BerardoViola
Tifoso
Active Member
BerardoViola

In attesa del nuovo post di Lud su Corvino, suggerisco di prendere tutto seriamente ma non alla lettera e sempre cum grano salis. I 274 milioni della rosa odierni arrivano dai 50 milioni di Chiesa e i 35 di Milenkovic. Senza la crescita della valutazione di questi due saremmo vicini ai valori del 2015/16. Quando fece esordire Chiesa a Torino, Sousa non guardò alla sua valutazione. Durante l’estate, per il suo entusiasmo in campo, aveva superato nelle gerarchie sia Hagi che Toledo. Lo si vide subito nella partita amichevole al Franchi contro il Celta Vigo. Una dimostrazione di quanto valga… Leggi altro »

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Sì Berardo. E vogliamo poi credere che Pioli ha valorizzato Chiesa? Lo ha fatto giocare sempre perché è il migliore, non poteva essere altrimenti

BerardoViola
Tifoso
Active Member
BerardoViola

Per Paolotto, sul suo commento sulla rosa, sotto.
Ghidotti e Brancolini fanno avanti e indietro con la Primavera, una sorta di doppio lavoro, sedentario.
Diks per ora Pioli non lo vede, come Hancko, del resto.
Diakhatè è un desaparecido.
Thereau e Vlahovic ci sono e non ci sono. Come Sottil e Graiciar, di cui i giornalisti non sanno nemmeno il nome, nonostante sia costato più di quanto valutato oggi.
Rifai i conti e si arriva sui venti effettivi. Fortunatamente gli infortuni sono al minimo.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Qui ti seguo: se si guarda quelli effettivamente utilizzabili con qualche profitto si va anche sotto i venti. Ma la rosa nominale resta pletorica, e poi anche nelle rose degli altri ci sarà un po’ di zavorra. Resta il fatto che la nostra – senza Europa – è fra le più numerose, al lordo della zavorra, ma anche al netto. Comunque Brancolini nei 28 non c’è. Con lui sarebbero 29. E perché è appena uscito Olivera. La mia osservazione nasceva dal fatto che, avendo poco da spendere, si potrebbe badare più all’essenziale: a parità di spesa, un po’ di meno,… Leggi altro »

jordan
Ospite
jordan

Brancolini non importa che ci sia. E’ sotto età e può essere inserito in qualsiasi momento

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Eh no, Patronno, perché di valor di rosa si stava parlando: in campo non va lui e non allena lui.

Il Santo Patronno
Ospite
Il Santo Patronno

Che la rosa sia da settimo posto è un tuo giudizio soggettivo, rispettabile ma sempre soggettivo. La classifica dice un’ altra cosa, e che di questa Corvino non abbia responsabilità è un altro giudizio soggettivo e non proprio imparziale.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Mi pare che questo scarto tra valore dei giocatori che scendono in campo e risultati sia abbastanza strano, non succede spesso, benchè ci siano esempi. Le spiegazioni che mi vengono in mente sono due: la rosa non è completa, oppure la colpa è dell’allenatore. Un tal Maifredi fece naufragare la Juve di Baggio.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

È giudizio supportato dai siti professionali di settore: in questa striscia non io per primo li ho citati, se hai ben letto.

Biliapolis
Tifoso
biliapolis

QUINDI L’ARTEFICE DEL MEZZO DISASTRO è il piolo, è da novembre dello scorso anno che lo dico, non è mai stato in grado di migliorare la squadra, poi al secondo anno, con lui si peggiora sempre.

Il Santo Patronno
Ospite
Il Santo Patronno

Veramente ho letto che i giudizi di quei siti riprendono i pareri degli utenti, e comunque nulla dicono sull’ assenza di responsabilità di Corvino sulla classifica reale.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Transfermarkt dice che abbiamo la settima rosa del campionato e alcuni utenti hanno discusso la notizia, come pure devi aver letto.

jordan
Ospite
jordan

Le classifiche dei siti professionali di settore sono musiche di piffero per vendere fumo. I valori di un organico sono così variabili che definirli con parametri oggettivi è utopia. Comunque io credo che, nel piattume che c’è oggi nel campionato italiano, con un allenatore vispo che sapesse tirar fuori il massimo, il, quarto posto non sarebbe nemmeno impossibile per questo organico. Tolte le prime tre (ma anche l’Inter è malata) niente sarebbe impossibile. Però anche quelle dietro non sono lontanissime se un Atalanta è arrivata quinta l’anno scorso e potrebbe lottarci di nuovo quest’anno. Quindi un allenatore conta abbastanza, da… Leggi altro »

jordan
Ospite
jordan

Ma quel ceppicone di allenatore l’ha portato lui

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

A Pizzu, gentile come sempre: se mai dovesse organizzarsi il pranzo romano, ti assicuro che la voglia di abbracciarmi ti passerebbe dopo due minuti vedendo che capa fresca sono! Penso anzi mi convenga darmi alla macchia come Uno, perché se Belva è il sosia dell’inarrivabile Mario Brega, a me toccherebbe la parte di Mimmo 😅 Belva che en passant noto continuamente preoccupato dai supposti obblighi contrattuali su Pjaca, ma pur non avendone certezza non credo che debba giocare, pena ostracismi vari. Potrei pensare a schermaglie e veti futuri sul mercato, ma se la Juventus punta Ramsey e Mbappe, mentre noi… Leggi altro »

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

L’abbraccio sarà breve ma intenso FABRI ! Tu ed UNO cominciate ad organizzarvi per tempo, la primavera è vicina, se pensate di compromettervi, mascheratevi! L’amico BELVA vi suggerirà come e dove farlo, lui è professionista ed artista in materia. Buona giornata.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Grazie Fabrizio, quello che sostieni è convincente e fa scopa con quanto so per certo essere accaduto l’anno scorso ad un altro giocatore viola. A questo punto c’è solo da sperare che Pjaca si riprenda improvvisamente oppure che retroceda a terza scelta

BerardoViola
Tifoso
Active Member
BerardoViola

In attesa del nuovo post di Lud su Corvino, suggerisco di prendere sempre tutto seriamente ma non alla lettera e cum grano salis. I 274 milioni della rosa odierni arrivano dai 50 milioni di Chiesa e i 35 di Milenkovic. Senza la crescita della valutazione di questi due saremmo vicini ai valori del 2015/16. Quando fece esordire Chiesa a Torino, Sousa non guardò alla sua valutazione. Durante l’estate, per il suo entusiasmo in campo, aveva superato nelle gerarchie sia Hagi che Toledo. Lo si vide subito nella partita amichevole al Franchi contro il Celta Vigo. Una dimostrazione di quanto valga… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Come vedi il valore è molto variabile, Berardo. Un infortunio di un compagno ti rende titolare, giochi bene, nel giro di tre mesi vali 50 milioni. Il compagno non si infortuna, a fine anno vali 3 milioni. Sousa bravissimo comunque a promuovere Sousa.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Quindi è la qualità dei giocatori, le loro motivazioni, il carattere, l’impegno a far aumentare la loro valutazione, la Fortuna e la Virtu’.
Il ruolo dell’allenatore appare secondario, come quello del DS.
Quante storie si leggono. specialmente delle serie minori dove è il giocatore che, tramite procuratori e faccendieri, paga il Presidente del Club perché lo faccia giocare.
Quante illazioni leggo anche qui, quello gioca perché c’è scritto nel contratto, perché qualcuno incassa il bonus, etc. etc.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Berardo, una squadra è un organismo delicato. Tu potevi avere in squadra come dico sempre Daniel Bertoni, Causio e Claudio Sala, ma era meglio avere solo uno dei tre e avere in difesa Passarella, perchè a quel tempo di tre esterni ne giocava uno solo e gli altri erano relegati in panchina, persino da Bearzot. Dunque in estate ds e allenatore debbono comporre la rosa in modo molto accurato, in funzione dell’idea di gioco del tecnico. Il che non si è fatto.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Una volta, in occasione di una partita contro l’ Inter al Comunale, l’ ineffabile Lo Bello fischiò a Petris una trattenuta in area che nessuno aveva visto a parte lui. Rigore fischiato e segnato da Lindskog. Dopo pochi minuti, l’ incavolato Petris prese per la cintura un interista e chiese beffardo a Lo Bello se era rigore pure quello. Come no, rispose l’ altro, e ti butto pure fuori. Insomma, Petris espulso, il pubblico in escandescenze e Befani trattenuto a forza mentre stava per entrare in campo. Questa volta però Linskog, preso da pietà o da tremarella, calciò fuori il… Leggi altro »

ferrante
Ospite
ferrante

bravo UNo
mi dicono che l’interista sbagliò il rigore perchè c’era la gente che scuoteva i cancelli e voleva entrare in campo….(vi ricordate i cancelli di seprazione????? altro che vetrate)

jordan
Ospite
jordan

Esatto, ero in campo, quindi ti posso aggiungere dettagli “de visu”. 1-0 per la Fiorentina, rete di Gigi Milan, siamo a metà del secondo tempo minuto più minuto meno e c’è un calcio d’angolo per l’Inter, Petris dietro a Bolchi, lo tiene giù e non lo fa saltare. Lo fa molto bene, mani sulla vita, non lo vede nessuno fuori che Lo Bello che dà un rigore inconcepibile per i più e di quelli che se ne dovrebbero dare una decina a partita forse, ma il fallo c’era stato.. Batte Lindskog e segna tra gli strepiti di tutto lo stadio.… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Grazie, Jordan per il ricordo storico. Il misfatto è stato narrato in tanti modi da chi al massimo l’ha visto da lontano. Ora sappiamo in dettaglio come andarono le cose.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Voi meno giovani avete il privilegio di rendere cronaca ciò che per molti di noi galleggia tra il mito e la storia. Grazie per il ricordo.

jordan
Ospite
jordan

Vi avevo detto tutto nei dettagli perchè in quell’occasione ero in campo, giovane allievo viola raccattapalle dietro la porta di Giuliano Serti e quindi vidi tutto ben da vicino. Però è sparito tutto il post e raccontare di nuovo mi fa un po’ fatica. Comunque Petris tenne giù Bolchi, su azione di calcio d’angolo, (1-0 per noi metà secondo tempo, Inter all’attacco), con un di quei falletti che si fanno spesso nelle mischie da calcio d’angolo. Solo che Lo Bello lo vide e quasi nessun altro (all’infuori di me che ero a cinque metri) e dette un rigore incomprensibile ai… Leggi altro »

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

Ascoltai la partita su una vecchia aradio (toscanismo dell’epoca) della Marelli, un ricordo frustrante per chi la sentì via etere, Lo Bello faceva sempre la prima donna in campo, doveva essere lui al centro dello spettacolo, non per nulla poi approdò a quella parte politica che dominava l’isola sicula e che condizionava l’Italia tutta.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Pjaca occupa un posto tra gli undici per meriti o per obblighi contrattuali? Sino ad ora ha inanellato una lunga serie di insufficienze nelle pagelle post gara e basta

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Born yesterday… Ma a quel punto preferisco Judy Holliday.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Finora la pratica adelfica dei prestiti a riscatto non riscattato è stata fallimentare. Unica eccezione, Pezzella. Se Muriel è in forma così strepitosa, se ha così voglia di spaccare il mondo, se adesso si è messo serio ed è più asciutto di Twiggy, conto tenuto delle sue indubbie potenzialità tecniche mi dite perché il Siviglia in campionato non lo ha fatto praticamente mai giocare in questa stagione? Qui Pjaca ci cova.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Muriel è una – piacevole – incognita per ora. Pjaca è ormai una certezza. Tra l’altro, è anche juventino

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Il prossimo post è dedicato a Corvino, ci sarà tempo di riparlarne, ma trovo che il ragionamento dei miei super amici Berardo e Paolotto, primi storici commentatori del blog, non sia del tutto convincente. Corvino quindi smantella la squadra di Sousa, Fa certi ricavi, e ricostruisce una squadra che è oggettivamente meno forte della precedente. Ma siamo sicuri che: a) Corvino abbia speso nei giocatori nuovi tutto quanto aveva ricavato? b) che la squadra di Sousa non fosse troppo vecchia in certi suoi elementi chiave a cominciare da Gonzalo e Borja? c) che gli ingaggi di alcuni non fossero pesanti?… Leggi altro »

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

A Corvino viene chiesto di smantellare per rientrare di 40 milioni e lui lo fa. Di ridurre drasticamente gli ingaggi e lui lo fa. Di andare avanti a prestiti e lui lo fa. Di lavorare per future e favolose plusvalenze e lui lo fa. Prende una rosa da sesto posto, con tutto ciò, e la fa scendere al settimo. Però è uno scarso. Quando dico che la politica della seggiolina vuota in tribuna e della panza-parafulmine funziona, non dico il vero?

Il Santo Patronno
Ospite
Il Santo Patronno

La classifica dice che l’ ha fatta scendere all’ ottavo l’ anno scorso e al decimo quest’ anno.

Paolotto
Tifoso
Noble Member
Paolotto

Ludwig, diciamo che Corvino ha preso una rosa da quinto posto e ne ha confezionata un’altra abbastanza simile che – con lo stesso allenatore (Sousa) – è arrivata ottava. L’anno dopo, con nuove dismissioni e nuovi arrivi, e allenatore nuovo, si è confermata ottava. La società ha potuto pagare venti milioni di tasse e ne ha potuti mettere trenta a riserva. Le finanze dello Stato sono sicuramente molto contente dell’operato di Corvino: con venti milioni ci si pagano circa duemila redditi di cittadinanza per un anno. Conte deve averlo fatto presente a Bruxelles, quando Junker e Moscovici reclamavano coperture per… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Paolo quando avremo i dati ragioneremo meglio, al momento pare che per MIlenkovic si possano spuntare più di 30 milioni perchè Guardiola non lo vuol lasciare a Mourinho. Insomma Milenkovic assurge al rango di Corvinata somma.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Come dicevo, le corvinate sono tali per chi ne beneficia.
Se la sopravvenienza che potrà derivare dall’eventuale cessione di Milenkovic andrà a rafforzare la squadra, sarà stata una corvinata per i tifosi.
Se si perderà in mille imperscrutabili rivoli amministrativi sarà stata una corvinata deteriore.
Se passerà a riserva sarà stata una corvinata per gli azionisti.
In quest’ultimo caso, come tifoso mi riuscirà difficile formarmi un giudizio separato dei mandati e dell’esecutore del medesimo disegno di ridimensionamento sportivo.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Potrebbe essere un termine onnicomprensivo. Tuttavia, qui sopra, non “mandati”, ma “mandanti”.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Noooooooooooooooo LUD, ti prego noooooooooooooo!!!!!! Mi costringeresti a copiare …………. l’elenco telefonico di Roma e zone limitrofe!!!!!!

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

L’elenco dei giocatori presi da Corvino che poi hanno fallito è un classico. Teniamo però presente che “molti sono i chiamati e pochi gli elettti”. A Firenze vengono presi potenziali campioni per cifre relativamente basse, qualcuno sfonda, gli altri magari tornano a casa, ma la Fiorentina, alla lunga, raramente ci rimette. E’ chiaro che Corvino ha in mente affari come quelli di Melo o di Osvaldo. Ma non ogni straniero preso per pochi milioni può essere Osvaldo, sennò tanto varrebbe al Corvo sfruttare per il superenalotto le sue capacità produttive.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Si LUD, però l’agricoltore passa (anzi sarebbe più corretto dire “passava”) per grande scopritore do talenti.
Se “grande” si riferiva alla sua mole, nulla quaestio; altrimenti………………

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Il timore che il centravanti segni pochi goal, in caso di 4-3-3, non è giustificato. Un allenatore moderno che voglia utilizzare questo modulo considera i goal che complessivamente può fare il reparto di attacco e non quelli del centravanti. Nel 4-3-3 segnano i centrocampisti, i difensori che avanzano e naturalmente gli esterni. Il centravanti è importantisismo ma non è il finalizzatore unico e obbligato.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Vero, ma se davanti hai giocatori che NON hanno il fiuto del gol non puoi pretendere che Benassi e/o Vertout o Biraghi e/o Pezzella diventino, con il 4-3-3, i capocannonieri del campionato italiano!!!! Nel 2012-13 i due slavi fecero 24 reti in due (13 Jovetic e 11 Ljajic). Aggiungedoci le 8 reti di un Toni a mezzo servizio, passiamo a 32 reti in tre. Ma, per l’appunto, parliamo di Jovetic. Ljajic (che i “nostri eroi” ben pensarono di cedere – per incamerare 45 milioni -) e Toni (che, sempre i “nostri eroi”, avrebbero voluto far accomodare dietro una scrivania e… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Sembra che Muriel farà la prima punta in un 4-3-3, è la soluzione più semplice e logica. Simeone si troverebbe un competitore in casa molto pericoloso, ma già a settembre, qui sul blog, si era detto che la teoria del 4-3-3 ha dei punti obbligati: serve il regista e serve un centravanti di movimento e dotato di piedi buoni. Simeone non sta fermo è vero, ma i suoi movimenti sembrano un pò casuali, non coordinati con quelli degli altri. E i suoi piedi non sono buonissimi. Sin da quando Pioli ha scelto il nuovo modulo, Simeone è andato in crisi.

Paolotto
Tifoso
Noble Member
Paolotto

Il dilemma mi pare appunto quello tra un Muriel che prende il posto di Simeone, che va in panchina, oppure un Muriel che va a far parte di un trio d’attacco con Chiesa e Simeone a seguito del definitivo accantonamento di Pjaça, e anche di Gerson, che a quel punto ancor meno mi parrebbe utilizzabile nei tre di centrocampo. Per me il dilemma sarà svelato dalla sorte del prestito di Pjaça. Se il croato rimane fino a giugno, vorrà dire che la Juve ha avuto rassicurazioni sul suo utilizzo funzionale alla riabilitazione (a nostre spese di punti in classifica), e… Leggi altro »

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

Solo per praticità scrivo qui sopra. Gianfranco Petris fu uno che ammirai molto in infanzia e molto giocai con le sue figurine. Primo giocatore della seria B nella storia ad esordire in nazionale, prima rete realizzata nella neonata Coppa delle Coppe, 43 gol segnati in 168 partite giocate da noi. Nel 2018 si spegne a 82 anni, correggetemi se sbaglio, qualcuno lo ricordò qui sopra? La mia è solo fantasia e curiosità di un periodo infantile, forse non sarà stato un grande, ma allora la Fiorentina era veramente grande, enorme per un ragazzino come me.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Lo apprendo da te. Colpevole disattenzione dell’ambiente viola, tanto più che adesso, cercando in rete, ho visto che ne era stata data notizia.
Un campione di quando ero ragazzo, era in campo nella mia prima partita allo stadio.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Ed era (la Viola e chi vi giocava) enorme anche per me.
Detto questo nemmeno io ero a conoscenza dell a scomparsa di Petris. Purtroppo un altro pezzo di storia che inesorabilmente se ne va.

la verità
Ospite
la verità

in gita pensionati il professorone, in una casa di cura il piacentino, noto pochi commenti da una parte e dall’altra ah ah ah ah, sarà che avrà ragione la D’Urso con la sua tivvù del dolore ah ah ah ah

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Io non volevo dirlo, ma a leggerti sembrerebbe proprio di sì…

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Francamente non m’ intendo neanche di numeri. Però penso che una cosa è una statistica fondata su dati oggettivi e storicamente accertati (ad es. i gol segnati da un centravanti), un altra è una valutazione di mercato che si fonda su una proiezione parziale che non tiene conto di variabili verificabili se non all’ atto della cessione, e che pertanto non può identificarsi con il prezzo effettivo del trasferimento. Si tratta sempre di numeri, ma dalla diversa attendibilità.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Comunque si guardi la cosa non c’è dubbio che i giocatori portati da Corvino siano cresciuti di valore e possiedano ormai una valutazione consolidata, anche se poi il valore reale dipende da molti altri fattori. Ciò non ha corrisposto ad un rendimento adeguato in campionato e questo secondo me è il vero mistero e fenomeno da analizzare. Porti tanti buoni giocatori, fai guadagnare la società, ma la squadra gioca male.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Forse perchè non esiste un progetto tecnico dietro le scelte di mercato?

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Appunto UNO. Non c’è mai stato (in tutta l’era dei prescritti di calciopoli) un VERO progetto tecnico dietro le scelte di mercato. Nemmeno nei 4 anni di Pradé, altrimenti non avresti dovuto cedere i due slavi per prendere Gomez. Il che ti ha fatto stravolgere un determinato progetto tattico per attuarne un altro che, infortuni a parte, era prevedibile portasse a peggiorare sotto l’aspetto qualitativo delle prestazioni.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

E’ un qualcosa di abbastanza unico direi, Uno, di solito se trovi i giocatori il resto viene da sè. Ma con Jordan anni fa si era già detto che Corvino vive sulla logica della massaia che al supermercato si butta sui prodotti scontati anche se sa che non le sono molto utili. E Gerson ad esempio è uno di questi prodotti.

BerardoViola
Tifoso
Active Member
BerardoViola

“Porti tanti buoni giocatori, fai guadagnare la società, ma la squadra gioca male.”

Non mi sbilancerei troppo sul valore della rosa e sui meriti di Corvino che per ora ha ereditato la rosa di Sousa con un valore di 174 milioni, ma che includeva i 3 di Alonso e i 3.2 di Vecino, i 4.5 di Berna e i cinquantamila(!) euro di Chiesa e via dicendo.
Direi semmai che l’ha svalutata svendendola, ma penso che sia più saggio vedere i prossimi risultati e parlare a ragion veduta.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Quello che dici Berardo conferma la difficoltà nel fotografare l’esatto valore della rosa stando a quanto affermano i siti specializzati. In questo momento secondo transfermarkt la rosa vale oltre 240 milioni, rispetto a 174 dell’epoca di Sousa, ma i cambiamenti avvengono velocemente. Se tu avessi consultato il sito a gennaio dello scorso anno avresti visto ad esempio che Milenkovic valeva 5 milioni, mentre ora ne vale 40.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Un tizio aveva un appartamento che aveva acquistato a dieci. Lo rivendette a cento. Di quei cento, ottanta li sperperò in donne e champagne, o in altro modo (non so), e con i restanti venti acquistò un monolocale. Quel monolocale, pagato venti, dopo qualche anno sul mercato si diceva che valesse quaranta.
“Ecco” – disse quel tizio – “guardate che bravo amministratore che ho: avevo dieci e adesso mi fa ritrovare addirittura quaranta”
Ed essendo una persona saggia e previdente quei trenta di guadagno li mise subito a riserva.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Gli ottanta non sono stati sperperati, li ha presi il datore di lavoro del tizio.

Paolotto
Tifoso
Noble Member
Paolotto

Oh, sia chiaro, io questo non lo so.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Certo Uno, ma un minimo metro di paragone bisogna pur averlo. Che sia parziale e dinamico è un dato di fatto: i valori vengono aggiornati settimanalmente, se non giornalmente, e dipendono dai risultati. O da una buona stampa. O da tutte e due le cose, o dalla loro mancanza. Ma mi stupisce questo accanimento su un metro di valutazione convenzionale e virtuale, quando la borsa funziona praticamente allo stesso modo, da secoli, e c’è gente -indubbiamente capace, beati loro- che riesce a costruire fortune basandosi, oltre che sui freddi numeri, soprattutto su intuito e capacità di discernimento e previsione. La… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Ma infatti diciamo la stessa cosa, che il valore tecnico di una squadra non corrisponde necessariamente alla somma delle quotazioni di mercato dei singoli. Perchè con Milenkovic hai un tesoro in cassaforte, e un terzino da centroclassifica usato in quel modo. Per il resto, non credo di pendere dalle labbra di transfermarkt per sapere quando uno è buono ed è sicura plusvalenza.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Numerosi i pareri su Muriel in viola: il commissario tecnico colombiano dice che Muriel può giocare anche esterno, in diversi sostengono che può giocare assieme a Simeone in uno schieramento a due punte. La lettura di Montella invece è quella di Muriel unica punta e comunque attaccante centrale.

Maffe
Tifoso
maffe

Il vice di Montella, Russo, che ha avuto Muriel sia a Genova che a Siviglia, afferma che:
– “nel tempo è maturato e vede più la porta” (nel senso che a Siviglia l’hanno trovato più maturo di quanto non fosse alla Samp),
– “va molto bene, per le sue caratteristiche, a ridosso di una punta per poter svariare, lo vedo seconda punta, ma questo non toglie che può fare più ruoli”

(alla radio sta sera)

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

MAFFE. sarebbe stato da rispondere a RUSSO (se ci fosse stato un giornalista degno di questo come):”E come mai che a Siviglia, pur vedendo di più la porta, ha totalizzato 8 reti in 35 partite”?

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Ci lamentavamo perché Simeone era una seconda punta senza però che ci fosse la prima.
Bene, ora di seconde punte ne abbiamo due.
Io suggerisco di cominciare a parlare d’altro: non vorrei che Befana ce ne portasse una terza, sempre senza la prima.

Maffe
Tifoso
maffe

Che Simeone sia una seconda punta mi è nuova e mi sembra anche strana.
Meno strano è che possa giovare della presenza di un compagno di reparto.

Paolotto
Tifoso
Noble Member
Paolotto

No Maffe, io non so bene quale tipo di giocatore sia Simeone. Mi riferivo a quello che si sente dire in giro: che sia una seconda punta può essere una voce strana, ma non mi pare “nuova”. Anche qui sul blog ci sono state illazioni di questo genere.
Quanto a Muriel, ugualmente non mi azzardo a classificarlo, ma mi riferivo alla dichiarazione di Russo che tu hai riportato (“…lo vedo seconda punta, ma questo non toglie che può fare più ruoli”).

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

Caro UNO, come vedi anche i Cinesi progettano di piantare pomodori e cucurbitacee nella parte nascosta della luna, e dai, ridai tra somme e sottrazioni si scopre che certi dati sono sempre discutibili: infine si addiviene a dire che la palla è rotonda, anche se quello che l’ha inventata si faceva meno seghe mentali di noi e manco gli fregava perché fosse rotonda. Però di qualcosa è giusto parlare, ed io leggo, leggo, senza capirci molto. Poi arriva uno come FABRI e mi schiarisce il cervello annebbiato, lo abbraccerei da quanto s’avvicina a dire quello che a me non riesce.… Leggi altro »

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Signori però mettiamoci d’accordo: o aveva ragione Disraeli, nel definire le statistiche la peggiore delle bugie, o i numeri vanno accolti sempre, soprattutto quelli che mettono in discussione le nostre convinzioni. Pecos ha la pazienza di scovare le medie gol di ogni attaccante della Fiorentina, convinto che questo dimostri qualcosa (in quanto, appunto, matematica); tuttavia conta anche quando vengono fatti questi gol, e contro chi. Se da una parte la media gol di Simeone non lo autorizza affatto a chiedere un posto nell’Olimpo dei bomber, resta il dato che ha segnato più della metà dei suoi gol a tutte le… Leggi altro »

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Si FABRIZIO il tuo ragionamento (relativo all’attaccante) può anche essere apparentemente giusto. ma poi ci sono i numeri complessivi che dicono – inconfutabilmente – se un attaccante sia stato all’altezza, o meno, della situazione. Se segni contro Milan, Inter, Juventus, Roma, Napoli e Lazio (sia all’andata che al ritorno) e poi non segni nelle restanti 26 giornate, questa circostanza non ti rende un grande attaccante. Così come non sarai un grande attaccante se segni 5 triplette e poi nelle restanti 33 partite segni 5 reti in tutto. Il grande attaccante è colui che segna quasi ogni domenica una miserrima rete… Leggi altro »

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

PECOS sarà mica che Gigi Muriel sia ingrassato per colpa delle statistiche legate al pollo ?

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

😁😁😁😁😁😁

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Pecos ma chi ha mai detto che Simeone sia un grande attaccante? O deve esserlo perché è stato pagato 15 milioni? I numeri non dicono che sia un grande attaccante; dicono che è stato pagato 15 e ora vale 25, tende a non infortunarsi mai, è professionale, ha una media gol superiore ai suoi pari età e tenendo conto del coefficiente di difficoltà dei vari campionati europei. Tutto questo, che ne fa il valore di mercato non ci porta magicamente al quarto posto, siamo sempre decimi e lì davanti non segnano neanche con le mani, ma finanziariamente l’investimento non è… Leggi altro »

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

FABRIZIO, non mi riferivo a Muriel ma alla tua considerazione sul fatto che se un gol ti fa vincere una Coppa dei Campioni ha più peso di averne fatti centinaia di rilevanza insignificante.
Per un attaccante non è affatto così. Il vero attaccante è colui che segna quasi sempre a prescindere poi se una rete da lui segnata faccia vincere la Coppa dei Campioni o la Coppa Italia o nessuna delle due.
Poi è del tutto ovvio che una rete che decide una Coppa dei Campioni (come nel caso di Magath) rimane comunque nell’immaginario collettivo.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Naturalmente SIMEONE e non MURIEL.

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

Se Simeone sarà finanziariamente un’operazione azzeccata lo vedremo quando lo venderanno. Trasfermakt lo valuta 25 milioni… bene, bisognerà vedere quanto lo valuterà il compratore al momento del prossimo trasferimento. Queste non sono statistiche, sono stime… L’esempio della borsa è azzeccato, ma lo speculatore fa i soldi alla chiusura della giornata, non alla fine dell’anno. Dovessero metterlo sul mercato adesso, non credo che qualcuno offrirebbe più di quanto lo ha pagato la Fiorentina, anzi…
Se nel prossimo anno e mezzo dovesse cominciare a carburare, magari aiutato da una squadra meglio costruita, nell’estate 2020 lo potrebbero anche vendere a 80…

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Chiaro Pierre, è certamente come dici. Se i calciatori fossero azioni, al di là della tempistica sui dividendi, Corvino e Freitas hanno fatto, col loro paniere, un lavoro più che buono. Il problema è che sono uomini che corrono dietro una palla, a Firenze ultimamente piuttosto male. Perciò ieri parlavo dell’utopica ipotesi di unire a questo talento per la finanza un eguale talento per il campo, come fanno le grandi squadre: da una parte Corvino e Freitas allo scouting, dall’altra un assetto dirigenziale teso ad ottenere il miglior risultato sportivo possibile. Che significa saper scegliere, dal paniere di azioni che… Leggi altro »

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Secondo me che Pioli abbia fornito un apporto alla gestione finanziaria è più che negabile: Veretout Milenkovic Chiesa ecc.. si valorizzano da soli semplicemente scendendo in campo. Che poi Pioli con la sua gestione “abbia operato molto bene” in rapporto alle risorse a disposizione, mi sembra decisamente opinabile. Ultimamente, il fallimento di Pjaca, piuttosto prevedibile, e la crisi del goal di Simeone, stanno spostando il focus dal problema tecnico principale. Che non scende in campo ma si limita ad assemblare – male – un capitale giocatori che da ciò che leggo, viene considerato complessivamente di valore da parte di addetti… Leggi altro »

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

No Belva, perché se Milenkovic lo metto terzino solo per trovargli un posto, Veretout lo sposto mezzala per emergenza (in origine, nel 4-2-3-1 pensato in estate prima della follia di acquistare Benassi, doveva fare quello che fa ora, cioè il mediano al posto di Vecino), Chiesa lo investo di responsabilità più grandi di lui in campo, ed elogio e difendo a spada tratta fuori dal campo anche quando opera ad assoluto detrimento delle logiche di squadra, e Biraghi, pur nella sua modestia, mi ricopre un ruolo decisivo nelle gerarchie di campo, allora una parte non trascurabile nella creazione di capitale… Leggi altro »

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Io penso che Milenkovic è talmente capace che ovunque lo metti fa bene, idem Chiesa e Veretout. Allenati da Nicola o da Andreazzoli, sarebbero emersi ugualmente. Pensa quanto valore in più avrebbero ora, se non avessimo dovuto aspettare il Milan per vincere in trasferta. I meriti di Pioli nel valorizzare il gruppo sono come quelli di un pastore macedone col suo gregge

Maffe
Tifoso
maffe

Secondo Trasfertmarket: Khedira vale 20 milioni Vidal vale 20 milioni Modrid vale 25 milioni Veretout vale 25 milioni Se state facendo una analisi basata sul rapporto tra il valore dei giocatori proposto da quel sito ed il rendimento in campo io consiglio delle possibili continuazioni tra cui scegliere: a) di prendersela con Corvino che ci porta Veretout e non Modric b) di prendersela con l’oculista di Chiesa perchè altrimenti non si spiega perchè un tiro su cinque finisca fuori dato che vale 50 milioni (addirittura 60 o 70 secondo alcuni il sito non è aggiornato) c) rendersi conto che quella… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Il dato di 85 tiri per realizzare 7 gol in due può essere solido per sostenere che abbiamo in attacco i nemici del gol?Possono valere la cifra che volete ma una media gol ” di coppia” pari ad 8,23 tra tiri e gol secondo me non va bene.Speriamo che Muriel porti vivacità in attacco e soprattutto gol,nel calcio si tende a considerarli importanti.

Maffe
Tifoso
maffe

I dati “da tabellino” sono oggettivi a meno che non ci siano errori di trascrizione.

Sono d’accordo nel sostenere che Simeone e Chiesa abbiano una media goal, al netto delle conclusioni, molto bassa.

Aggiungo di mio, come sostengo da sempre, che Chiesa non sia un attaccante forte, ma un centrocampista di fascia fortissimo, come Ryan Giggs.

Io confuto solo l’utilizzo delle valutazioni di mercato come parametro di “valore”
perchè non sono oggettivi, ma frutto dei sondaggi che fanno fare agli utenti-tifosi e/o frutto di voci giornalistiche.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Condivido tutto però invece di vedere Giggs,il cui dribbling Chiesa neanche sogna,io continuo a vedere Domenghini,non Claudio Sala o Conti,e bada bene che non gli sto levando nulla,considero da sempre Domenghini calciatore fortissimo.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Siti come trasfermarkt vanno bene per le statistiche su dati storici, sul resto sarei più cauto. Cercare un codice universale per le quotazioni dei calciatori è come discutere del sesso degli angel. Il prezzo è incisivamente condizionato da variabili che esulano dal valore tecnico del singolo prodotto, come la copertura del ruolo nel periodo storico (per es. i difensori centrali di qualità, merce rara), l’ ammortamento e la possibilità di plusvalenza rispetto all’ età, la prebenda per gli intermediari, la necessità di iscrivere a bilancio valori compatibili con le esigenze contabili del momento e così via. Dall’ obiettiva difficoltà di… Leggi altro »

Maffe
Tifoso
maffe

Tra l’altro il valore del giocatore proposto da Trasfertmarkt
– non è tecnico altrimenti non si spiega perchè nei suoi ultimi 6 anni di carriera Totti valesse 1 milione.
– non è riferito al prezzo del cartellino, altrimenti Badelj non avrebbe avuto scritto il valore di 15 milioni dato che era in scadenza di contratto.

Trasfertmarkt segue voci giornalistiche e fa votare ai suoi utenti (ovvero tifosi) i valori da assegnare ai giocatori.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Si rischia di elucubrare invano se si pensa che con l’arrivo di Muriel l’arboreo immotivatore inventi chissà quali soluzioni tattiche. Il gioco d’attacco di Pioli ricorda quello che nei manuali di tattica di fanteria statunitense, veniva indicato come «suppressing fire» il cd. fuoco di saturazione. Espressione traducibile in concreto come “sparare a casaccio”. Tutto dipende quindi dall’abilità del cecchino

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Bella definizione, “sparare a casaccio”.
Di seguaci di questa tattica bellica mi sa che la Fiorentina ne abbia più d’uno, se ad ogni sessione di mercato, estiva e invernale, ci sono da riparare i danni di quella precedente.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

E dal volume di fuoco.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Martorelli è pronto a scommettere 1 euro sulla partenza di Chiesa. Scommessa poco rischiosa per un esperto.

Paolotto
Tifoso
Noble Member
Paolotto

Secondo le tabelle di Transfermarkt, la Fiorentina ha la 31° rosa più preziosa al mondo (274,8 mln a valori di mercato) e la settima in Italia. Precede società come.l’Olimpique di Marsiglia e il Siviglia. Scendendo nei dettagli si vede che questi valori tengono conto anche dei giocatori in prestito. Ad oggi, nei 274,8 mln della Fiorentina è già compreso Muriel (valutato otto milioni) e quindi la tabella è aggiornatissima. Poiché quindi le tabelle comprendono anche i giocatori in prestito, il dato vorrebbe essere indicativo non tanto sul piano della ricchezza “patrimoniale”, quanto di quella sportiva e contingente. E qui il… Leggi altro »

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Per un punto Martin perse la cappa. Noi la possibilità di vincere la coppa. La differenza tra il successo e la disfatta è spesso minima, Paolotto. Secondo la tradizione, che risale al XVI secolo, Martino era abate del monastero di Asello. Volendo abbellire la sua abbazia, decise di apporre sul portale principale un cartello di benvenuto che recitasse: “Porta patens esto. Nulli claudatur honesto” ossia “La porta sia aperta. A nessuna persona onesta sia chiusa”. La frase era bella e ospitale ma chi eseguì l’incisione, nello scriverla, mise il punto dopo la parola nulli anziché dopo esto. L’iscrizione divenne così:… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Ascolto sempre con doverosa compunzione gli aneddoti devozionali e monastici, Berardo. Mi ricordano il “Libro degli esempi” di Piero Bargellini che mi fu regalato da ragazzo con tanto di firma autografa del’Autore. Ma trovo ancor più interessanti le tue dissertazioni in equilibrio sul crinale economico-sportivo. Effettivamente stiamo dando troppa importanza a queste tabelline sui valori delle rose, che andrebbero invece guardate con distacco anche per i motivi che dice Uno, qui sopra, che diceva Bayle ieri e che dici tu oggi. Quei valori hanno genesi misteriose e forse anche sospette, come dimostrano poi le incongruenze che emergono alla prova del… Leggi altro »

BerardoViola
Tifoso
Active Member
BerardoViola

Forse, “Il Siviglia ha una rosa più povera della nostra (dopo che Muriel è uscito di là ed è entrato di qua: prima si faceva quasi pari). Peraltro il loro patrimonio somma 22 giocatori e il nostro 28, nonostante che loro abbiano da fare l’E.L. e noi no.” A meno di considerare Meli e Sottil, Beloko e Montiel o Graiciar parte della rosa, dire che la nostra rosa è di venti giocatori già ci si allarga, Paolotto. Quattro Primavera, o quasi, in porta. Sei difensori più Hancko e Diks. Sette centrocampisti, metà in prestito, metà presi la scorsa stagione, metà… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Noble Member
Paolotto

Nei ventotto della rosa alla quale Transfermarkt attribuisce il valore complessivo di 274 mln, fanno parte Graciar e Sottil, ma non Beloko e Montiel (non chiedermi perché, ma i 274 mln e i ventotto giocatori vengono fuori così). Senza Graciar e Sottil, e togliamoci anche il terzo portiere Ghidotti, la nostra rosa anziché di 28 sarebbe di 25. Tre in più del Siviglia, che fa stabilmente l’Europa League. Cinque in più dell’Atletico Madrid. Uno in più di Barcellona, Real Madrid e Liverpool. Ma ci sono anche rose più ampie della nostra, ovviamente. Noi però dovremmo avere minori necessità di ricambi,… Leggi altro »

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

È una vita che ripeto che la nostra rosa è da settimo posto e dunque Corvino ha lavorato bene, in contesto di disinvestimento robusto e costante. Se Pioli sarà settimo avrà fatto il suo. Riserviamo quindi le note tragiche per gli Adelfi, unica causa di ogni nostra disgrazia.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Nel Siviglia Muriel non ha mai fatto l’esterno ma sempre l’attaccante in un 4-2-3-1. In sostanza giostrava da unica punta con due esterni e un trequartista a supporto. Un ruolo alla Kalinic insomma nella Fiorentina di Sousa se non capisco male (ricordo che io sono solo un appassionato di calcio).

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Nel minestrone d’attacco delle ultime partite di Pioli, Muriel non ha alcun problema a inserirsi tatticamente. Un altro solista tra i solisti, ma va bene così, con la fantasia si sopperisce meglio all’assenza di schemi. L’apporto che potrà dare dipenderà dalla sua forma atletica e dalla continuità di rendimento. Può sostituire sia Pjaca che Simeone, cioè i due problemi principali

Maffe
Tifoso
maffe

E’ un attaccante estroso che ama muoversi ed è molto forte in velocità e nello stretto. Per questo dovrebbe giocare in coppia, come del resto ha sempre fatto in Italia. Il tridente è lo schema a mio avviso che peggio lo impiegherebbe. Tra l’altro fa parecchi assist (43 goal e 33 assist in serie A) Il gioco che faceva Kalinic a mio avviso non gli si addice perchè ha un fisico molto diverso per i movimenti senza palla. Ad esempio non è nelle sue corde l’anticipare il difensore per ricevere palla, se mai ci “sgattaiola” affianco e gli sfugge. E’… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Montella lo ha impiegato come Kalinic, cioè come unica punta, con due esterni e un trequartista. E’ da verificare la sua coesistenza con Simeone, fondamentale è che non intasino l’area perchè sarebbe facile controllarli per i difensori avversari.

Lucido
Ospite
Lucido

Se Muriel è da corsa, e io spero e credo che lo sia, non volendo/potendo mettere a sedere Simbidone l’unica strada da percorrere è quella di variare l’assetto tattico mollando definitavamente questo, mal eseguito in assenza di terzini adatti allo stesso, 4-3-3 per un più efficace 4-3-2-1 dove il colombiano sta nei 2 (insieme a Chiesa) dietro la punta con libertà di girare e svariare. Altra variante sarebbe appunto il 3-5-2 che però avrebbe il contrappasso di arretrare di 15-20 mt Chiesa la cui pericolosità in area finirebbe per essere quasi nulla. Tutto questo a meno che la passione incondizionata… Leggi altro »

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

È l’ipotesi più realistica Lucido quella della rotazione in attacco. Pioli non ha un modulo fisso in testa, cambia le posizioni a partita in corso. A Muriel chiederà di creare superiorità, scompiglio in area e di tentare anche la soluzione da fuori. Va bene così, tanto la sostanza del gioco è la stessa da un anno e mezzo e non cambierà. Non si può che migliorare, peggio di Pjaca non può farlo neppure Falcinelli

Maffe
Tifoso
maffe

La pericolosità in area di Chiesa è poca.
E’ più pericoloso con campo davanti.

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

Soprattutto per gli spettatori sugli spalti caro Maffe, soprattutto.

Nessuno
Member
Nessuno

Se appena avessero la stessa grammatica calcistica, e io lo penso e spero, i tre d’attacco Mirallas Muriel e Chiesa, potrebbero fare peggio d’ora? Dato che vedo, a differenza di Pioli, che l’unico posto per Simeone è quello in panca a imparare.
Ma qualcuno che insegni i fondamentali ci sarà pure nel settore tecnico.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Quindi, LUD, se nel Siviglia giocava da prima punta perché lo hanno sbolognato? Semplice: 8 reti in 35 partite.
Parafrasando una storica frase di Boniperti, nel calcio (e nello sport in generale) i numeri non sono importanti, sono L’UNICA cosa che conta.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Quando seguivo qualche partita ai tempi di Montella, ricordo di aver visto Muriel anche esterno, almeno in qualche occasione. Più che “dove” ha giocato nel Siviglia, mi pare interessante vedere “quanto” ha giocato. In questa stagione, ha messo insieme 120 minuti in tutto nella Liga, suddivisi in sei apparizioni su diciassette giornate. Nessuna partita intera. In cinque occasioni su sei si è trattato di subentri negli ultimi quindici minuti. Nel Siviglia, quindi, un giocatore abbastanza ai margini. Può anche dipendere da suoi eventuali cattivi rapporti con l’allenatore, o da scelte sbagliate di quest’ultimo (che peraltro tiene il Siviglia al terzo… Leggi altro »

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

PAOLOTTO, ma il Muriel “italiano” come finalizzatore non si è discostato di molto dal Muriel “spagnolo”. Il Muriel italiano ha viaggiato ad una media realizzativa dello 0,260 reti a partita, quello spagnolo a 0,230. Stiamo praticamente lì. E se suddividessimo le sue reti per squadre di “appartenenza”, avremmo praticamente le stesse medie. A Lecce 7 reti in 29 partite: media 0,241 A Udine 15 reti in 57 partite: media 0,263 A Genova (versante Sampdoria) 21 reti in 79 partite: media 0,265. Quindi il suo “potenziale” (e parlamo di un gocatore di quasi 28 anni), è quello; né più e nè… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Noble Member
Paolotto

Non c’è dubbio, Pecos, quando si arriva a 28 anni con dati costanti di questo genere (costanti anche nell’incostanza del rendimento generale) e nonostante esperienze diversificate, c’è poco da elucubrare sul futuro.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

E con l’arrivo di Muriel siamo ufficialmente tra le trentadue rose più preziose del mondo. Non ci sono scuse per non essere o tra le 32 della Champions o tra le 48 dell’Europa League. Non buttiamo via il 2019! Questi erano i miei auguri di Anno Nuovo alla Fiorentina. Per conferma aspettiamo il bilancio del 2018, il girone di ritorno, la Tim Cup. Ma il valore della rosa non è in discussione, il suo uso e le sue motivazioni sì. Abbiamo barattato un quarto e un quinto posto con Pradè per due ottavi e una decina di milioni di risparmi… Leggi altro »

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Sei decimo nel campipnato italiano BERARDO. Campionato che, tolta la Juventus, è da serie B rispetto alla Liga e alla Premier. Altro che trentaduesima rosa al mondo!!!!!
O fai come qualcuno del Bar Marisa che ogni stagione dà la colpa dei reiterati insuccessi all’allenatore di turno?

Deyna
Tifoso
Deyna

*sfondare

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Alla Just/Unguanno?

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Se non fosse che mi viene ridere, sarebbe interessante porsi la questione del progetto tattico dietro Muriel. A memoria lo ricordo sempre in coppia e tendente ad accentrarsi, quindi si fatica a vederlo esterno nel tridente appassito di Pioli . Anche perchè con due portapalloni come lui e Chiesa, il povero Cholito, già frustrato per conto suo, rischierebbe seriamente lo psicologo. Paradossalmente per caratteristiche pare sovrapponibile più con l’ italiano che con l’ argentino, l’ uno però inamovibile l’ altro discusso e discutibile. L’ inserimento del colombiano può comportare scelte non facili per un tetragono come Pioli, tanto più in… Leggi altro »

Corto
Ospite
Corto

3 5 2 con Simeone e Muriel in attacco e Chiesa a fare il 5 di centrocampo

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

E’ una soluzione plausibile. Che presuppone però una modifica sostanziale di percorso a metà stagione e l’ abnegazione di Chiesa.

Maffe
Tifoso
maffe

Per me lo spirito di abnegazione è la qualità migliore di Chiesa che lo rende, insieme alla velocità e al dribbling, un centrocampista di fascia perfetto, il prototipo del numero 7 nella concezione classica. Il goal era del padre.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Quando ho citato Domenghini mi avete preso in giro…..se riesce ad arrivare a quei livelli,se riesce.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

E chi ti ha preso in giro GATTO? Sicuramente qualcuno che non l’ha mai visto giocare. Magari Chiesino riuscisce ad arrivare alla……. metà dell’ex /bergamasco/interista/cagliaratino.
Un altro Domenghini non l’ho più rivisto, pur essendo passato quasi mezzo secolo e pur avendone visti di giocatori passare sotto i………..ponti.
Sono “nate”, nel tempo, ali più estrose (vedi Franco Causio, Bruno Conti e Roberto Donadoni per citare i migliori dell’ultimo ……..mezzo secolo) ma un altro “Domingo” non l’ho più rivisto.
E credo che mai più lo rivedrò.

Antognoniforever
Tifoso
Antognoniforever

Hai dimenticato il Poeta, Claudio Sala

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

No, non ho dimenticato il “poeta”. Ho preso in considerazione le tre ali titolari della nostra nazionale in tre periodi diversi.
Claudio Sala, pur grandissimo (oggi sarebbe titolare fisso e inamovibile della nazionale), era praticamente riserva di Causio. E, come estro, era un tantino al di sotto dei tre che ho citato. I quali, ribadisco, li ho presi come esponenti di tre periodi diversi (e successivi tra loro) della nostra nazionale.
Nel periodo calcistico di Sala e Causio potremmo anche inserire (senza, peraltro, raggiungere i livelli del poeta e del barone) il laziale Vincenzo D’Amico.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

E, tutto sommato, andando indietro di pochissimi anni, potremmo aggiungerci anche il nostro Luciano “cavallo pazzo” Chiarugi che, sia pure nella sua discontinuità rendimento, era uno capace (come si dice dalle mie parti) di “farti passare il pallone fra le orecchie”.

Deyna
Tifoso
Deyna

Un Allenatore metterebbe Muriel in dupla con Simeone, sono due punte mobili e abbastanza complementari, senza considerare che il colombiano non è “portato” ai rientri sulla fascia, diciamo così. Con Chiesa a partire e strappare da lontano, in alternanza di fascia, che è la cosa che gli riesce meglio ed il ruolo in cui davvero può sondare [per fare il faso-tuto-mi nei pressi dell’area non ha sufficiente tecnica nello stretto né tiro, non è insomma Neymar e nemmeno Mutu]. Mancherebbe solo il rifinitore che innesca le punte, ma si può supplire in altra maniera, tanto Pioli non lo vuole. Ah… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Gerson?

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Una analisi più approfondita del gioco di Muriel comunque Deyna sembra suggerire che l’arretramento di Chiesa e la creazione di una coppia di attacco sia l’unico modo di inserirlo nella Fiorentina attuale, sempre sperando che sia compatibile con Simeone. L’altra possibilità porta alla esclusione di Simeone.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

LUD, già Chiesa segna molto poco se lo fai giocare ancora più dietro segnerà ancor meno.
Però anche a me parrebbe l’unica soluzione possibile (una volta che la difesa, per misteri dello Spirito Santo, deve giocare a 4) per far convivere i tre. Con quali risultati non lo so.

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

Tu ridi quanto vuoi caro UNO ché la mi mamma ha fatto gli gnocchi e a te non te ne do.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Te ne approfitti perchè sono un giuggiolone, prova a fare certe battute col Signor Berardo.

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

UNO tu sei un caro amico di tutto e sopporti le mie stro…te, Il Sig. Berardo per me è come il Padreterno, io lo adoro, lui manco mi striscia con i suoi rifiuti organici, ed io comunque non voglio addentrarmi su materie economiche e gestionali che sono materia quotidiana del mio lavoro. La giornata lavorativa di dieci ore mi costringe a vagliare e risolvere situazioni anche serie, penserai mica che voglia impegnarmi a risolverle anche qui ? Ci siete voi lo fate meglio e ciò non ostante la situazione “non si schioda, non si schioda” cantava l’andreottiano Giovanotti. Buona giornata… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Vorrei prima vederlo in campo ma ricordo che era prima scelta di Montella per la Fiorentina. E la Fiorentina di Montella giocava con il 352 ma prevalentemente con il 433.

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

E vogliamo dargli anche da qui il benvenuto a Gigi Muriel ? E dai ! Di là hanno trovato un nuovo “oggetto” da deridere, ovviamente la maggior parte per amore della battuta, però io lo vedo con la nostra gloriosa maglia Viola, magro e stirato come un grissino, ora ci sarà pure qualche bischeraccio che aggiungerà allo strutto. Non m’ importa e non m’esporta, io gli do il benvenuto tra noi, sicuro che ci darà una grossa mano e che servirà anche a chiarire quanto sono ciofeche gli altri. Sarò entusiasta nel vedere partire lui e Chiesa in contropiede, ed… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Noble Member
Paolotto

O bravo Pizzu, ci voleva una bella scossa! Ormai ci viene naturale piangerci addosso.
In fondo per i prossimi dieci giorni nessuno potrà smentirci se inneggiamo a Muriel. Godiamo intanto. Dopo, si vedrà. Carpe diem.
Ma che ci sono le carpe nel lago dell’Accesa o le ha sterminate tutte il coccodrillo?
Anch’io sono rimasto sorpreso quando ho visto le prime foto di Muriel, sembra un grissino. Se ci fa dieci reti di qui a maggio, poi lo si invita a Tirli per fargli riprendere il suo peso forma a forza di tortelli e cinghiale in umido.

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

PAOLOTTO Ho progetti sovrumani per il prossimo simposio ma non li svelo. Sul lago ci sono tanti bischeri di palude e le scarpe i pecorai di zona se le son fatte con il coccodrillo. Bando alle ciance (le mie naturalmente) ma non si può sempre essere dei menagrami, occorre guardare e spiegare la realtà delle cose e voi lo fate bene, però io sono un creativo, come disse qualcuno, e mi piace pensare sempre al meglio, anche all’impossibile ed ancor più.
Stai allegher sempre Paolotto.

Paolotto
Tifoso
Noble Member
Paolotto

Per fortuna Pizzu c’è. Sennò bisognerebbe inventarlo.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

PIZZU, non si tratta aver trovato un nuovo giocatore da deridere ma semplicemente caprie a cosa serva uno che, nel nostro campionato, ha la media realizzativa dello 0,260 reti a partita (tanto per fare un raffronto Amauri si è fermato a 0,250 e Pazzini sta decisamente meglio di lui)!!!!! Se lo collochi sulla fascia dovrai giocare con lui e Chiesa esterni e Bideone al centro e, quindi con un centrocampo a tre (posto che dalla difesa a 4 il “pluriesonerato” parmense non si muove): Benassi, Veretout e chi poi? E anche ammesso si dovesse comprare un regista (che, verosimilmente, altro… Leggi altro »

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

Paolotto e Pecos, sicuramente ne sapete più di me, ma questa estate buona parte moriva se non arrivava Piaga, quindi possiamo sbagliare tutti figurati io. Nessuno la butta dentro, lì davanti, con quei tre o quattro che hanno paura della porta come fosse un buco nero galattico, qualcosa bisogna fare anche a costo di levarne due di mezzo, senza andare troppo nel sottile con gli investimenti già fatti a capocchia. Poi qualcuno domani ci dirà quanto ci porta una E.L. in termini economici e quanto venga deprezzata una squadra che non sta dimostrando di valere quanto si era presunto, se… Leggi altro »

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

PIZZU, non è questione di saperne di più. Era (ed è) di una evidenza solare che a noi serviva una prima punta. Ti pare lo possa essere Muriel che, ripeto, ha una media realizzativa dello 0,260 a partita?
A questo punto bisogna solo sperare che Bideone si metta a fare il……..Bati.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Qualche calcolo: Diawara varrebbe per De Laurentis 40 milioni. Chiesa, c’è da giurarci, viene valutato non più di 50-60 milioni. Insomma De Laurentis ci vuol dare Diawara in cambio di Chiesa più un conguaglio a nostro favore di 15 milioni. Oso sperare che non si caschi in questa trappola.

Maffe
Tifoso
maffe

Dubito. Corvino nel tempo ci ha fatto vedere più volte di non cedere chi non vuole cedere e ci riuscire quasi sempre a cedere alle cifre che desidera. Pena l’arrivo a scadenza contrattuale.

Ricordo tuttavia che quando Jovetic era già richiesto da molti (De Laurentis compreso), Corvino gli rinnovò il contratto fino al 2017 poche settimane prima di andarsene. Una delle operazioni più preziose per la Fiorentina.

Articolo precedenteParte l’avventura di Muriel, a Malta subito al massimo per iniziare a convincere Pioli
Articolo successivoPer Simeone e Vlahovic da qui a giugno un futuro tutto da scrivere e decidere
CONDIVIDI