Il blog di Ludwigzaller: Indio

969



Ludwigzaller appoggia l’acquisto di Badelj e spiega il perché. Il croato è un giocatore che, come David Pizarro ai tempi, può sembrare impalpabile ma la quando manca si fa sentire

La linea che separa la fortuna dalla sfortuna, e la salute dalla malattia, è sottile. Il passaggio dall’una all’altra condizione avviene spesso di sorpresa e senza avvisaglie. David Pizarro superò questa linea il 12 marzo del 2015. Al Franchi giocavano per i quarti di Europa League Fiorentina e Roma. Nel primo tempo la Fiorentina dominò, esibendo il suo consueto gioco fatto di possesso palla e di geometrie. A comandarlo era Pizarro: le cronache riferiscono che fu il migliore in campo e che giocò una partita pressoché perfetta. Con una lunga rincorsa Salah mise una palla al centro per Ilicic che segnò il vantaggio.

La Roma era spaesata, De Rossi e Ljajic in serata nera. Poco prima che l’arbitro fischiasse la fine del tempo il Pek, così chiamato per la sua altezza non particolarmente elevata, si fece male. Non fu un infortunio eclatante, dovuto a un contrasto di gioco da punire col cartellino rosso. Chi osservava la partita dalla tv non si era neppure accorto che Pizarro non era più in campo, finché le telecamere non lo inquadrarono in panchina dove era andato a sedersi da solo. Ci sono momenti in cui i simboli e le metafore si confondono con la realtà fino a diventare una cosa sola. La carriera di Pizarro a Firenze finì quel giorno, anche se Montella ricorse ancora a lui sia con la Dinamo che col Siviglia. Al posto di Pizarro entrò Badelj che era arrivato a Firenze a inizio stagione ma che, per via del Pek, non era ancora riuscito a esprimersi come sapeva. La sfortuna dell’uno segnò la fortuna dell’altro.

Due giocatori diversi, due modelli di come interpretare il complesso ruolo del playmaker. Sempre presente nell’azione Pizarro, geniale nell’impostare e nei lanci grazie ai suoi piedi buoni, deciso e implacabile nel fermare gli avversari con i falli tattici. Brera teorizzava la superiorità degli atleti nordici per ragioni biologiche e genetiche, oltre che sociali e alimentari. Pizarro, un indio col nome di un conquistador, era la smentita più clamorosa delle teorie di Brera: tarchiato, ticcio, era infinitamente più efficace di qualsiasi esangue giocatore britannico, venuto su a fish and chips e marmellata d’arancia.

Badelj era ed è impalpabile, può sembrare che si assenti dalla partita, non ha colpi che incantino, ma funziona e, com’è stato scritto, la sua assenza si fa sentire: utilissimo e serio, è il contrario del badboy di cui si parlava di recente. Pek è stato forse il giocatore che ho più amato nella vecchia Fiorentina di Montella, anche se la concorrenza di Borja, Cuadrado e Giuseppe Rossi insidiavano quel primato.

La mia stima per Badelj, per quel che conta, non è in dubbio e il suo acquisto mi è parso una buona mossa. Ma le prime due partite di campionato suggeriscono che a Montella ancora manchi un autentico playmaker di personalità, che sappia rallentare il gioco o accelerarlo, fermare gli avversari quando ripartono e orchestrare i nostri attacchi. 

di Ludwigzaller

969
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Gigliato
Tifoso
Gigliato

Rispondo qui alla critica di Rick poco più in basso.

Pradé ha preferito prendere giocatori che in prospettiva non gli chiedevano la luna e che potevano dare molto senza pretendere la titolarità che poi avrebbe limitato le opportunità di crescita dei giovani … questo è un punto chiave del mercato e lo hanno spiegato chiaramente più volte.

Rick
Ospite
Rick

E’ una strategia certo. Non era l’unica, forse nemmeno la migliore, ma almeno (rispetto alle passate gestioni) è una strategia! Di questo do atto al Ds e concordo con quanto d ate scritto. Avrei preferito altro e qui mi fermo.

Bomber
Ospite
Bomber

Abbiamo un sindaco che parla ogni giorno di Fiorentina, stadio, giocatori, rigori e calci d angolo; ma è in perenne silenzio sulla sicurezza di questa città dove ormai i delinquenti di mezzo mondo sono stati scaricati dai loro paesi e dove ogni ora si registrano atti di violenza o furti che però restano nascosti agli occhi e agli orecchi della gente…..sarebbe meglio darsi una svegliata, quando poi toccherà a voi, perché prima o poi toccherà, sarà tardi.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Secondo me se ci fosse stato il centrocampista desiderato l’avrebbero preso. Forse non c’erano le condizioni economiche o non c’era proprio il centrocampista. In ogni caso dire che in quella zona non si è coperti non è poi vero. Al limite si può dire che non si hanno garanzie in partenza

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

A centrocampo, per tre posti, abbiamo quattro giocatori: Pulgar, Badelj, Castrovilli e Benassi.. Si può aggiungere Cristoforo. In compenso abbiamo quattro centravanti (compreso Thereau), quattro esterni offensivi e due trequartisti/esterni (Montiel e Eysseric). Sono dieci giocatori per tre posti. Una situazione, tra l’altro, che chiude spazi ai nostri giovani promettenti Vlahovic, Montiel e Sottil. Non mi pare una distribuzione delle risorse molto equilibrata. Non mi convince l’idea che se un centrocampista ci fosse stato, l’avrebbero preso e che, quindi, se lì ora si difetta è perché un centrocampista valido da ingaggiare non c’era., Il mondo è grande, e i centrocampisti… Leggi altro »

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

Paolo gli avanzi togliamoli di mezzo. Sì, staranno in rosa, complicheranno il lavoro dell’allenatore, ma saranno impiegati solo in caso di pandemia.

Secondo me ha ragione Gigliato, hanno scelto di non prendere un altro centrocampista. Anche per me era meglio prenderlo, però la loro mi pare proprio una scelta, perché niente avrebbe vietato di prendere un Ghezzal di centrocampo all’ultimo, e invece hanno preferito non farlo.
Stessa cosa sull’ala: hanno scelto di prenderne una anche se si chiama Ghezzal.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Se si tolgono gli avanzi, vanno tolti in tutti i reparti, Pierre, non solo davanti. Quindi, a centrocampo restano in quattro per tre posti. Fra di loro non c’è un uomo squadra: un giovane volenteroso (Pulgar), un giovane brillante e emergente (Castrovilli), due bolliti.
Mi pare una situazione quasi di emergenza in condizioni normali. Figuriamoci con un infortunato e/o uno squalificato.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Secondo me l’esborso necessario per assicurarsi Pedrito el Drito ha bloccato altri acquisti. Tra l’altro l’operazione Rebic ha avuto sviluppi diversi rispetto a quanto auspicato. In più non è stato collocato Benassi. Per l’attacco hanno deciso di fare la scommessa più grande: un sudamericano che necessita di un periodo di ambientamento, motivo per cui non avrebbe avuto senso farlo arrivare a gennaio

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Ancora una volta semplicemente perfetto, PAOLOTTO.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Paolotto perfetto , concordo . La situazione della Fiorentina molto , molto meno .

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Non comprendo perché si debba fare finta che Zurkovsky non ci sia. In rosa c’è anche Dabo oltre al citato Cristoforo e, inoltre, variando i moduli abbiamo diversi giocatori che dalla difesa possono essere avanzati o dall’attacco retrocessi.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

via, retrocessi è brutto …. portati più indietro mi garba di più che arretrati 😀

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Accidenti, è vero: mi dimentico sempre di Zurkowski. Sarà perché non me lo hanno mai fatto vedere in campo.

Pizzulaficu
Member
pizzulaficu

Per coprire lo stadio, basterebbe farci passare sopra due viadotti da cui si potrebbe ancora ammirare ancora meglio Fiesole.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Per ponti e viadotti non è un bel momento Pizzu. Vuoi mettere subito in crisi il nuovo governo?

Pizzulaficu
Member
pizzulaficu

Giammai Paolotto, danneggerei me stesso, produco e vendo poltrone e sofà.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Quindi un artigiano della qualità !

Pizzulaficu
Ospite
Pizzulaficu

Per sederi extra large di addottorati e disperati. caro Gatto !

Pasquale Rizzieri
Ospite
Pasquale Rizzieri

Rivoglio Corvino, Prade ha dimostrato di capirci nulla aveva il portafoglio pieno grazie anche ai colpi di Pantaleo e ha messo su una squadra senza capo ne coda, con il Corvo avevi sempre l’ asso nella manica. A voi vi sta antipatico ma con i suoi colpi ha mandato avanti la baracca per anni. Grazie Lud e resisti ai fascinorosi.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Concordo con Rizzitelli . E vorrei Agroppi in panchina .

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Corvino, la Fiorentina l’ha mandata avanti o l’ha mandata indietro?
Nel 2016 ha preso la squadra al quinto posto e in tre anni l’ha portata al sedicesimo, salva all’ultima giornata.
La precedente gestione (2005-2012) si concluse anch’essa con una quasi retrocessione.
Se il portafoglio dei proprietari ne ha goduto, lo ringrazino loro.

si ruzza
Ospite
si ruzza

Come no. Certi colpi! Io ho ancora qualche livido.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Vabbè, scusatemi cari amici, ma non ci posso fare proprio niente se un buontempone mi ci tira per i capelli: Guilherme Raymundo do Prado Caetano Prósperi Calil Boadu Maxwell Acosty Davide Brivio Matthias Lepiller David Enrique Mateo Alex Costa dos Santos Filipe Gomes Ribeiro Alan Empereur Anthony Vanden Borre Arturo Lupoli Ondrej Mazuch Jan Hable Andrea Seculin Nicolò Manfredini Gianluca Berti Manuele Blasi Pape Moussa Diakhaté Manuel Da Costa Nikola Gulan Jefferson Andrade Siqueira Francesco Di Tacchio Savio Nsereko Keirrison de Souza Carneiro Haris Seferović Franco Semioli Amauri Carvalho de Oliveira Gianluca Comotto Luciano Zauri Sergio Berardo Almiron Artur Boruc… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Pecos, però tra questi ci sono molti che hanno comunque giocato da professionisti in vari campionati e alcuni anche a livelli molto buoni con tanto di nazionali e coppe europee … diciamo che non sono state scelte ottimali per la nostra squadra ma non sono stati dei bidoni tout court.

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

Su Pradè, visto che l’argomento non è ancora totalmente alle spalle. Sono dell’idea che è difficile improvvisare gli acquisti. In due mesi ha fatto quello che si poteva fare, mancano diversi elementi per fare una squadra completa e forte, nel caso del centrocampo anche dal punto di vista numerico. Ha provato a fare tombola: se per 30 milioni fosse venuto uno fra Suso e De Paul sarebbe stato un colpaccio. Ha però dimostrato di avere nel taschino la terza, la quarta e la quinta scelta, il ruolo l’ha coperto, si spera decentemente, come da richieste del tecnico, e non era… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Un limite che vedo è che il centrocampo è un pò scoperto, mentre in attacco c’è abbondanza. Fossi io il ds sul centrocampo investirei di più, in questo momento non siamo in grado di far fronte a infortuni.

si ruzza
Ospite
si ruzza

Molto vero. La campagna acquisti è un 5 con importanti giustificazioni. I giocatori che hai citato sarà dura rivenderli perché erano parte di vecchi giri di figurine che sono stati meritoriamente interrotti.

Nessuno
Member
Trusted Member
Nessuno

Col senno di poi e non dando per scontato tutto quello che ci veniva raccontato dai giornalisti, acquistare Ribery o Pedro un po’ prima avrebbe forse invogliato qualche centrocampista discreto a fidarsi della Fiorentina, ma oggettivamente bisognava vendere tanta roba e non era tutta seta.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Ci sono molte ragioni in quello che dici, Pierre. Però il mondo è grande e se hai poco tempo a disposizione non puoi sprecarlo tutto trattando per due mesi quei due o tre giocatori che da subito ti vengono dichiarati incedibili, o accessibili solo a cifre esose. Se fai così, alla fine ti riduci a Ghezzal. Definito quinta scelta dallo stesso Pradé: ne ha padellate quattro. Bravo. Di fronte all’atteggiamento del Brescia e dell’Udinese, dopo quindici giorni saluti e ringrazi e vai a cercare – nel mondo – un centrocampista come si deve. Se aspetti le ore 13 del 2… Leggi altro »

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

A giudicare da come si sono mossi, la priorità era l’ala e non il centrocampista. Hanno provato a prendere quello che fa la differenza, e non era facile, una volta assodato che non c’era modo hanno ripiegato su Ghezzal

Rick
Ospite
Rick

Non sono d’accordo, per me il mercato è da 4 (diventa 5 con le generiche attenuanti del poco tempo) e motivo la mia valutazione. I giocatori che ha venduto o li ha regalati (vedi Hugo) o svenduti (Veretout), per tutti ha dovuto pagare corpose buonoscite. Ha puntato su cavalli di ritorno con molto insistenza. Pradè poi si è dimostrato “poco attento” preferendo ad esempio due giocatori molto meno funzionali ed integri quali Caceres-Ghezzal ai Darmian e Mkhytarian (con ingaggi molto simili), si è intestardito nel giocare su 3 tavoli per l’esterno di attacco credendo così di risucire a strappare il… Leggi altro »

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

Non credo che Hugo e Veretout siano regalati e svenduti. Con Hugo sono stati sostanzialmente ripresi di soldi spesi, credo al netto dell’ammortamento. Con Veretout la trattativa è stata lunga e complicata, ma alla fine una ventina di milioni o poco meno, anche se da incassare l’anno prossimo, è il prezzo giusto. E’ stata fatta una scelta da parte della dirigenza: vecchi elefanti per far crescere i giovanotti. I vecchi hanno contratti biennali, o di un anno, non peseranno a lungo e ci lasceranno dopo aver fatto il loro lavoro. Alla fine della stagione quaglieranno quali fra i giovani saranno… Leggi altro »

Rick
Ospite
Rick

Su Veretout e solo per la precisione, vorrei sapere se e di quanto tu consideri il francese peggiore di Barella? Se possiamo dire che la distanza tra i due calciatori non è così abissale bisognerebbe chiedere perchè per Barella hanno speso circa 50 milioni mentre Veretout lo hai, purtroppo sì, regalato a 17-3(di buonuscita)=14 milioni. 36 milioni di differenza passano tra uno scarpone e un candidato al pallone d’oro non tra due calciatori simili (con tutte le attenuanti del caso ancora una volta, Veretout voleva andare, poco tempo per lavorarci su etc etc).

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Dai messaggi social di alcuni e da indiscrezioni che sono girate, si conferma la teoria dei tre tavoli. Peccato perché iniziare la stagione con Politano o De Paul in rosa avrebbe cambiato le chance

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Ad un certo punto Commisso dice che con Montella “ci vuole parlare”. Questo è decisivo per un imprenditore che attraverso un colloquio faccia a faccia cerca di capire chi ha davanti in termini di onestà, sincerità, competenza e visione. Non è un test ma se l’imprenditore capisce gli uomini si fa una idea e quando sceglie non torna indietro.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

In generale è così. Oggi si legge in ogni caso che Rocco considerava Montella a libro paga perché lo ha assimilato ai propri dipendenti. Cambiarlo subito avrebbe significato iniziare la propria avventura italiana con un licenziamento. Secondo me molto se non tutto dipenderà da quanto Rocco cerca e ha bisogno del consenso dei tifosi. A quanto si legge monitora tutto: secondo quanto riferito da un sito, pare che Barone gli abbia riportato anche i commenti sulla presentazione di Ribery, definita da alcuni《una americanata. A me invece è piaciuta: un po’ di brio dopo anni di morte civile

Bomber
Ospite
Bomber

Cambiare strada quando ci si rende conto che ci si era sbagliati è fondamentale anche per un imprenditore…..così come carpire il giusto momento….Se Montella non ha almeno 25 punti alla vigila della partita con il Torino penso che sarà esonerato…così come se tra 3 partite avremo zero punti!…ma adesso avanti con Montella e speriamo che trovi il coraggio di fare le giuste scelte che non saranno facili.

Pizzulaficu
Member
pizzulaficu

L’ultima sigaretta data ad un condannato all’esecuzione.
Buongiorno a tutti e tanto per iniziare in allegria !

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

zallerValler

gianni usa
Ospite
gianni usa

Penso che il futuro di Montella non dipenda dalla partita con la Juve , la sconfitta ci sta’ ma dalle seguenti tre partite. A Bergamo, in casa con la Samp e poi a Milano .Se in queste tre partite si fa tre o meno punti in classifica probabilmente saremo ultimi. dopo sette partite che non sono poche. Poi la strada sembrerebbe in discesa, ma essendo a quel punto in crisi profonda nessuna partita sara’ facile.Siamo una squadra quasi completamente rifatta e il calendario non ci ha aiutato, ma per me hanno aspettato troppo ad acquistare i nuovi , non c’e’… Leggi altro »

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

55 minuti di applausi GIANNI. Non 60 perchè di quello che tu immagini al penultimo ed ultimo rigo, io non ne sono affatto sicuro. Infatti, non ho mai visto un DS che, avendo il portafoglio pieno, frena nel fare la spesa. Soprattutto dopo aver visto l’inizio di campionaato che ci attendeva.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

A conti fatti si è visto che partecipare alla tournée USA poco ha inciso sulla preparazione estiva dell’11 titolare. Pulgar Lirola Dalbert Ribery Boa Pedrito Badelj la preparazione se la sono fatta per proprio conto. Non ci dimentichiamo che è stata una sessione di mercato chiusa da un DS che ha tenuto a precisare che la vera squadra si vedrà…l’anno prossimo. Che quindi ora ci sia un po’ da tribolare mi sembra scontato. È anche vero che trattasi di forche Caudine inevitabili per un tecnico che nella passata stagione non ha nemmeno un successo al suo attivo. Chiunque abbia posseduto… Leggi altro »

gianni usa
Ospite
gianni usa

Quello che dici fa senso Pecos ,Prade’ non mi ha convinto al 100%.

gianni usa
Ospite
gianni usa

Pecos,Un po’ in ritardo ho capito che tu pensi che la borsa data a Prade’ da Rocco non fosse cosi’ piena come ci e’ stato dato da pensare.Qualche piccolo dubbio esiste.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Appunto GIANNI, era proprio quello che volevo dire. Che poi anche Pradé potrebbe averci messo del suo ci sta tranquillamente.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Io invece ci credo, Pecos. Vedo Pradé tutto teso a non sbagliare un passo per guadagnarsi il rinnovo dopo il misero annetto di contratto che gli hanno fatto. E per questo timoroso di padellare una spesa importante, tanto timoroso da non farne di nulla.
E non tragga in inganno l’arrivo costosissimo di Ribery. Qui Pradé aveva le spalle coperte, perché l’operazione, più mediatica che sportiva, mi pare ascrivibile soprattutto alla proprietà.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Si PAOLOTTO, ma se Pradè dovesse arrivare, con il suo deficitario mercato che ha portato a termine, dall’undicesimo/dodicesimo posto in giù, penserebbe di essersi guadagnato il rinnovo?

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

E’ la buccia di banana di chi si paralizza da solo facendo troppi calcoli, Pecos.
Se Rocco fosse proprio quello che penso io – ma evidentemente non lo è – resterebbe piuttosto maldisposto verso un suo fattorino che, mandato a comprare un pacchetto di sigarette coi soldi in mano, glieli riportasse, senza sigarette, dicendogli che erano care, il tabaccaio non faceva sconti e lui allora non aveva voluto fargli sprecare i soldi.

PecosBill
Tifoso
Pecos Bill

Ragionamento che non fa una piega PAOLOTTO.

marco mugello
Ospite
marco mugello

girala da tutte le parti che vuoi, il problema sta nella difesa e nella fase difensiva…. Non tanto col Napoli, dove i nostri difensori hanno fatto la figura dei cioccolatai, ma col Genoa c’è stata la tragedia…. di testa in area chi hanno sminuzzolato come la pasta brisè, se avessero avuto delle torri precise nel tiro di testa su cross e angoli, ci avrebbero dato una lezione che avremmo ricordato per mesi… e il secondo goal, un lancio del portiere nel deserto della nostra confusione mentale, tutti a farfalle senza criterio, E ci sono problemi non solo concettuali ma funzionali,… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Tutto vero, Gianni, ma il problema non sta tanto nelle due settimane di squadra già completa prima dell’inizio del campionato, anche se mi associo alla critica per l’inconcludente temporeggiare di Pradé, che passa due mesi a discutere di giocatori incedibili e intavola la trattativa per tal Ghezzal (complimenti, evidentemente lo conosceva) alle ore 13 del 2 di settembre, per concluderla un minuto prima del gong. La vicenda dell’esterno, fra Raphinha, Politano, Suso e De Paul per arrivare a Ghezzal, mi ha ricordato Benalouane, arrivato il 31 gennaio dopo che era stato trattato inutilmente per quattro mesi e mezzo Lisandro Lopez… Leggi altro »

Nessuno
Member
Trusted Member
Nessuno

Sì, è vero quello che dici, all’ultimo tuffo si è comprato senza costrutto, ma è vero che in due mesi quando le altre squadre hanno già fatto gli acquisti necessari prima della chiusura del campionato, è oggettivamente difficile acquistare cum grano salis.

FrancescoPietrasanta
Member
FrancescoPietrasanta

Non guardo la nazionale. Non l’ho simpatica ma ieri volevo controllare Chiesa. Insomma non è in grande spolvero ma ha dato due assist sprecati e il cross del primo gol. Qualcuno che è un giocatore che si incaponisce nel dribbling. Che non alza la testa. Che non la da mai. Ebbene, non è vero. Questo era ed è un gran bel giocatore. Infatti lo vogliono Conte e Sarri. Non Gianni e Pinotto.

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

<3

Articolo precedenteAbbonamenti: ultima settimana per raggiungere quota 27mila abbonati
Articolo successivoDomani il primo allenamento per Pedro, l’obiettivo è convincere subito Montella
CONDIVIDI