Il blog di Ludwigzaller: La sindrome di Star Wars

di Ludwigzaller

451



C’è un Impero galattico, guidato da un imperatore malvagio e da un generale che è a capo della Flotta stellare imperiale. L’Impero ha sconfitto la Repubblica, ma dalla sua dissoluzione sono nati focolai di ribellione. Interi mondi non hanno giurato fedeltà all’Impero e c’è un senato a cui i ribelli fanno capo.

Questo il quadro politico di Guerre Stellari. Un quadro che a chi ha studiato storia appare molto chiaro: vengono in mente subito il conflitto tra la  Spagna imperiale di Filippo II, con i suoi galeoni, e le navi pirata di Francis Drake e di Elisabetta I, la rivolta contro la Spagna delle Province Unite, nonché, naturalmente, la nascita degli Stati Uniti d’America.

Impossibile dimenticare che anche Firenze fu teatro di una vicenda analoga quando l’imperatore del male Carlo V con il suo Dark Vader Maramaldo uccide lo Jedi Francesco Ferrucci e si impadronisce della città. E la storia finisce lì perché nella realtà non sempre c’è un Harrison Ford a cambiare le carte in tavola.

Il simbolo della repubblica fiorentina è appunto il David, un ragazzo debole capace di sconfiggere un gigante. Nella storia della Fiorentina, la sindrome di Star Wars continua a manifestarsi.

Non siamo forti come i grandi club, non possiamo rivaleggiare con le squadre di vocazione imperiale  come Juventus, Inter e Milan. Ma proviamo a batterle e qualche volta ci riusciamo. Con meno soldi, minori protezioni arbitrali, un minor numero di spettatori, sponsor più avari.

Strano destino quello dell’appassionato della Fiorentina che vuole vincere ma non stravincere, utilizzando le armi dell’intelligenza anziché quella del denaro, e calandosi nei panni dei membri dell’Alleanza ribelle anziché in quelli dei seguaci della Morte Nera. Nel nostro modo di far calcio un ruolo particolare lo gioca la bellezza: spettatori dal palato finissimo desiderano vedere in campo calciatori dotati di stile e allenatori che propongano un bel gioco.

E assieme alla bellezza la giovinezza. Certo riuscirci sembra sempre più difficile, a mano a mano che il calcio diventa un affare finanziario e che la distanza tra i club più forti e gli altri si allunga. Questa narrazione o story telling come si dice ha continuato a rimanere viva anche nel nuovo millennio, allorché in diverse circostanze ha preso vita la Fiorentina da tutti desiderata, quella capace, pur partendo battuta, di sconfiggere il Bayern e la Juventus, di sfiorare la Champions o conquistarla.

Siamo, adesso, in un punto basso del ciclo, ma non è detto che una nuova fase positiva non possa aprirsi presto. Dopotutto anche in Star Wars i ribelli ogni tanto sembrano sul punto di soccombere.

di Ludwigzaller

N.B.: Il blog di Ludwigzaller ha la sua sezione sul nostro sito. Lo potete trovare nel menu in alto sotto News, o in homepage nel blocco centrale degli Approfondimenti situato sotto la “cascata” delle notizie, cliccando su “Il blog di Ludwigzaller”.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
gianni usa
Ospite

Chiarificatore,non e’ una caricatura ,ma per un minuto era come se vivessi in un “BIZARRO WORLD”dove tutto e’ alla rovescia.Tafazzismo non so cosa vuol dire,purtroppo ho studiato poco e male.Di andare in campo con i mezzi che abbiamo mi sono stancato,perche’ contro queste squadre si perde quasi sempre ,anche se i giocatori ci mettono volonta’ voglia di vincere.In quanto allo Stadio mia nonna (ancora lei)nata all’Impruneta nel 1875 diceva che “SE C’E’ IL VOLERE C’E’ IL POTERE”.Comunque se si vincono tutte e tre io sono il primo a goderne. Saluti.

Ludwig
Ospite

Il 4-3-3 di Sinisa sta costantemente migliorando, non scherzo. La sua maturità come tecnico è un dato di fatto. Intorno ai 70 anni potrà arrivare se continua così ai risultati di Montella.

Chiarificatore
Ospite

Gianni, non capisco la caricatura che fai.
L’alternativa al tafazzismo non è tutto va bene madama la marchesa.
A me basta che domenica si scenda in campo per vincere, e con i mezzi e la volontà per farlo, e così a Napoli e così in Germania, poi, trattandosi di un gioco, sappiamo che tutto può succedere.
Quanto allo stadio non credo proprio che i ritardi nella sua realizzazione siano da addebitarsi a questa proprietà.

Ludwig
Ospite

Figurarsi io avevo capito, nella mia ingenuità, che Gianni parlasse sul serio. Domani si vince comunque è frase che voglio prendere per buona.

Ludwig
Ospite
Capita che una mattina ci si svegli e ci si domandi come mai si scrive in una sorta di gruppo chiuso di Facebook, dove affluiscono i pur numerosi commenti di un numero ristretto di amici. E non invece su di un vero blog, punto di incontro di molte persone diverse. Certo, i pareri possono essere contrastanti, ed espressi in maniera diversa, spaziando dal popolaresco al colto, con tutte le sfumature intermedie. E talvolta ci sono giudizi un pò eccessivi, ma fa parte del gioco. Il rimedio alla frustrazione e alla mancanza di visibilità e semplice: si viene qui, ci si registra, e si commenta ad libitum. Non in esclusiva intendiamoci. Ma accettando le regole del gioco, Jingle, non buttando all’aria le pedine giusto per farsi notare. Le doti di scrittura e di pensiero ce le hai e nessuno le contesta, anzi esprimo ancora ammirazione per la tua erudizione e competenza… Leggi altro »
gianni usa
Ospite

Ludwig, Si vince domenica,si vince a Napoli , si vince in Germania,si va in Champions e i DV faranno una squadra do 90+ punti che vincera’ lo scudetto.Dimenticavo lo Stadio nuovo che sara’ FAVOLOSO e con tettoie , perche’ dopo 20 anni i Signori DellaValle hanno deciso che i tifosi si sono ammollati abbastanza e si meritano un po’ di riconoscimento per il loro amore infinito per la Fiorentina. E dopo la partita tutti alla Cittadella a farsi una birra.Finalmente ci siamo.Saluti.

Ilgatto
Utente

Fiesole 20.37, fatico a capire il problema: l’ argomento o tema di cultura,c o C mi pare l’ ultimo dei problemi, non ti sembra pertinente? Tu non intervieni ed aspetti cose per te interessanti,dove sta la difficoltà?? Capirei se fosse cosa obbligatoria,ma non lo è, tu non hai nessun problema!!

Fiesolesempre
Ospite

Io amo la cultura di confronto non di sfoggio ..da questo la distinzione fra C maiuscola e c minuscola, ritengo il blog di lud molto interessante, non solo per quello che scrive lui ma per quello che scrivono tutti, ma dato che è molto frequentato eviterei discorsi prolissi, enunciazioni e copia incolla interminabili, annoiano e confondono chi cerca la brevità e la Viola..
È un mio limite forse è me ne scuso, ma questo sento e questo scrivo.

Ludwig
Ospite

Non hai tutti i torti, Fiesole, i commenti si apprezzano di più quando sono di lunghezza giusta, nè troppo lunghi nè troppo brevi.

Moser fondo
Ospite

Non mi piace discutere e far polemiche. Senza offesa. La situazione é come la é. Bon
.peró questi discorsi fanno solo ardere la cenere ed in questo caso il Vulcan. Non dico altro. FFFFFOOOOORRRZZZAAAAAA MAGLIAAAA VIOOOLAAA FOOOORZZZAAAAA. CI SERVE LA FORZA DEI PIEDI AL MOMENTO… ?. NON DEI MONSIGNIORI DI MERDA. BASTAAA

Belvaromana57
Ospite

ANTO, purtroppo per noi il campo ha dimostrato che Bonaventura valeva ciò che veniva chiesto, a prescindere dai giochi sottobanco che possono aver portato ad una lievitazione del prezzo
Anche in Coppa Italia si è vista una certa differenza tra chi occupa le fasce nel Milan tipo Bonaventura e Suso e chi le occupa da noi, senza fare nomi ed escludendo l’ottimo Chiesa che dà l’anima in campo
A mio modesto parere sono i nostri due ruoli scoperti, oltre al portiere ( Donnarumma su Belotti ha regalato il passaggio di turno a Montella)
A proposito: c’è un nuovo portiere in rosa!
In bocca al lupo a Sportiello

Ludwig
Ospite

La perdita di tutti i giocatori di fascia è stato un elemento di debolezza decisivo per l’ultima Fiorentina. Quanto a Bonaventura mi pare che Montella lo stia valorizzando. Anche il Torino non è messo male quanto ad esterni.

Fiesolesempre
Ospite

Cairo non è della valle …iturbe sono anni che ci giriamo intorno ..lui in una settimana l’ha comprato…

Ludwig
Ospite

Per adesso il Torino non ha ancora ottenuto risultati, però lavorano bene e hanno già pescato giocatori importanti, come Belotti Ljajic, Baselli.

Ilgatto
Utente

Per chi si interessa della questione uomini versus animali,in senso lato,suggerisco una lettura che amena non è ma istruttiva si:L’ imperatrice nuda,di Ruesch. Non so se è facile da reperire oggi,è un libro di più di 30 anni fa,ma aiuta a capire tante cose.

Marco Cantù
Ospite

Assieme ad “Animal Liberation”, è il libro che ha modernamente problematizzato la questione animale.

Paolotto
Ospite

Dal 1956 ad oggi, 57 partite Fiorentina-Juventus di campionato a Firenze. Nell’ultima sessantina d’anni il bilancio – se Cognigni non mette le mani anche in questo – è nettamente a nostro favore: 23 vinte, 20 pareggiate e 14 perse. Le nostre vittorie più ampie sono state quelle per 3-0 del 1960, per 4-1 del 1975 e per 3-0 del 1998.
Se ci si limita agli ultimi dieci anni (dal campionato 2005-2006) il piatto però piange: una vittoria, cinque pareggi e quattro sconfitte.
Per due volte, nella storia, si è giocato il 15 gennaio: nel 1950 (0-0) e nel 1989 (2-1, reti di Baggio e di Borgonovo all’89°).
Baggio era a Firenze anche l’altro giorno. Borgonovo non se n’è mai andato.
Cosa c’entra? Nulla, nulla. C’è solo da ripianare un po’ del deficit dei risultati di questi ultimi anni, magari con una buona plusvalenza.

Fiesolesempre
Ospite

Se Gnigni è corvino fossero bravi a ripianare i deficit di risultati come quelli di bilancio domenica si vincerebbe alla grande

Ludwig
Ospite

Mi sembra che tu abbia dimenticato, tra le vittorie ampie, il 4-2 di Montella Paolotto.

Paolotto
Ospite

Oltre a quella epica del 2012, di vittorie con due gol di scarto ne ho contate almeno altre sette nel sessantennio considerato.
Parlando di vittorie “più ampie” mi riferivo ad un aspetto meramente quantitativo, ed avevo preso in considerazione quelle con lo scarto maggiore. Del resto, andando così indietro nel tempo, è difficile tener conto del livello di soddisfazione di ciascuna vittoria, dato peraltro soggettivo.
Quanto a partite straordinarie, assieme al 4-2 in rimonta del 2012 ricordo anche il 4-1 del 1975, anno di Nereo Rocco, stagione conclusasi con la vittoria della Coppa Italia battendo il Milan nella finale di Roma.

Ilgatto
Utente

Sono un sempliciotto: in avvicinamento a Fior- Juve la FCA-USA questione mi da piacere.

Chiarificatore
Ospite
Carissimo e stimatissimo Antoine, mi sono ripromesso di scrivere qui, in questo splendido Blog Viola, solo di calcio e specificatamente di Fiorentina, ma tu meriti un’eccezione. Tu ed io abbiamo discusso più volte della cosa che ti sta più a cuore, ed in quelle circostanze ho avuto modo di sostenere le ragioni che portano gli umani a cibarsi di carne, limitandomi a condannare i maltrattamenti. Beh, che ti devo dire? Lode a questa tua nobile ( vogliamo chiamarla anche donchisciottesca? ) battaglia. Mi hai messo in crisi. Qualcuno potrebbe dire che stiamo parlando di una crisi ipocrita visto che la carne fa male alla salute, ma ti assicuro che non si tratta ( solo? ) di questo fatto. Non si sta parlando solo di maltrattamenti ( che non è poco ) e di educazione alimentare, ma anche di qualcos’altro, che si potrebbe dire filosofico. In buona sostanza del significato, del… Leggi altro »
Fiesolesempre
Ospite

La vita è un bene di valore assoluto…ma sono vive anche le piante? Opperbacco allora dobbiamo rispettarle

Chiarificatore
Ospite

Vita pensante e vita vegetativa.

Chiarificatore
Ospite

Per regni diversi si intende vite diverse, mi pare.

Chiarificatore
Ospite

Regni diversi quello vegetale e quello animale che chiedono un diverso tipo di rispetto, mi pare.

Fiesolesempre
Ospite

Bene distinguere anche se ai minimi della vita animale si sovrappongono molti vegetali per percezione senso del tempo e altro, credo che la distinzione sia strumentale al fatto che qualcosa dobbiamo pur mangiare

Chiarificatore
Ospite

Certo c’è quell’aspetto che dici ma il discrimine decisivo mi pare sia dato dall’esistenza della funzione cerebrale, che dà, in varia misura, consapevolezza di sé e di ciò che ci circonda.

Marco Cantù
Ospite

Carissimo Chiarificatore, mi commuovi.

viva la coerenza
Ospite
Per rispondere educatamente a VITALOGY che scrive quanto segue: E comunque, se uno dice che non frequenta un blog perchè ci sono elementi illeggibili (riferito, evidentemente, a multinick, a quelli che definiscono gli altri “leccavalle” o “tifosi della sandellavallese” solo perchè non interessati alle loro argomentazioni basate su “braccini”, “scarpari”, “si intascano i soldi delle plusvalenze”, ecc.), è ben diverso dal voler stabilire chi deve e chi non deve scrivere su un blog. Sono due modi di fare completamente diversi, e per storpiare nel secondo bisogna o esserci pesantemente o farci con gran scorrettezza. Sotto riporto uno scritto di ZEMANVIOLA che praticamente scrive le stesse cose ma a VITALOGY evidentemente risulta LEGGIBILE e FREQUENTABILE. …CORTO…mi spieghi cos’è successo a questo poveraccio di Sousa in un anno?….si è rincretinito lui o avete solo ( per una volta ) sbagliato voi?….ah ma io credevo…ah ma quei risultati…ah ma forse….non regge caro amico…del… Leggi altro »
Fiesolesempre
Ospite

Quando vedo interventi in formato micro …evito di leggerli possiamo essere più sintetici?

Fiesolesempre
Ospite

La prima metà stupenda di campionato di Sousa era l’onda lunga della filosofia montelliana appena resa più cauta da Sousa….
Poi Sousa ci ha messo troppo del suo… a società anche e addio

Ludwig
Ospite

Il caso di Vitalogy è un altro caso rispettabilissimo di persona che ha deciso di non scrivere sul blog con sue motivazioni sulle quali non ho nulla da aggiungere, tranne che ne prendo atto e me ne farò una ragione. Tutti sono utili, nessuno è necessario.

Marco Cantù
Ospite
A prescindere dalla censura di questo sito, io resto in grado di vedere i mostri. Nel salutarvi, vogliate meditare su queste parole di Jacques Derrida. “In qualunque modo lo si voglia interpretare, qualunque conseguenza di natura pratica, tecnica, scientifica, giuridica, etica o politica se ne tragga, oggi nessuno può negare tale evento, cioè le proporzioni senza precedenti dell’assoggettamento dell’animale. Nessuno può più continuare seriamente a negare che gli uomini fanno tutto ciò che possono per nascondere o per nascondersi questa crudeltà, per organizzare su scala mondiale l’oblio o il disconoscimento di tale violenza che qualcuno potrebbe paragonare ai peggiori genocidi. Non bisogna né abusare né tralasciare frettolosamente la figura del genocidio. Perché a questo punto essa si complica: l’annientamento è certamente in atto ma tale annientamento sembra passare attraverso l’organizzazione e lo sfruttamento di una sopravvivenza artificiale, infernale, virtualmente interminabile, in condizioni che gli uomini del passato avrebbero giudicato mostruose,… Leggi altro »
MassimodiPortaalPrato
Utente

Derrida, il maestro indiscusso del bla-bla-bla.La natura non funziona così e io ho i canini. Punto. Poi se uno non vuol mangiare animali per rispettabilissimi motivi suoi, prego. Ma non si metta a fare la morale.

Fiesolesempre
Ospite

Bello ma sinceramente con la Viola ….
Credo che una minima attinenza al soggetto del discutere..cioè la Viola sia indispensabile.
Poi se si vuole sfoggiare cultura con la c minuscola in argomenti validi per altri siti più attinenti…boh ci sono i moderatori per questo

Uno che se ne intende
Ospite

Ammetto che non mi hai ancora convinto sul tema, ma da tempo mi dai argomenti per riflettere.

Ludwig
Ospite

Un passo quello di Deridda che non si può in alcun modo contestare Antoine e che merita una riflessione. Spero di sentirti molto più spesso!!

Paolotto
Ospite

Faccio anch’io tesoro del pensiero che suggerisce questo passo, colpito anche dalla citazione di Thor, qui sotto.

Thor
Ospite

Ultimamente non seguo molto il blog, ma spero che il tuo sia solo un saluto, non un addio. Bella la lunga citazione di Derrida, che conosco molto poco anche se in anni ormai lontani mia moglie si è laureata con una tesi proprio sul filosofo francese. Se penso alle crudeltà sugli animali a me viene in mente sempre un passo di un libro di Simenon. Lo scrittore descrive un personaggio, un sospettato, che vede venirgli incontro Maigret, e scrive, cito a memoria: “lo guardava con quello sguardo che a volte hanno certi animali che sembrano chiedersi perché gli uomini siano tanto duri con loro”. Appunto, anche gli animali si fanno delle domande.
Un saluto.

MassimodiPortaalPrato
Utente

Sembra che siamo l’unica specie che tratta male gli altri animali. I pesci grandi si mangiano quelli piccoli, i leoni sbranano le gazzelle ( e le fanno soffrire più di quanto soffrirebbero in un mattatoio ) i ragni si mangiano gli insetti, giù giù fino alle amebe che si mangiano i parameci. Non ho capito perché dovremmo essere diversi dagli altri. La carne se la mangia pure un verme e io no ?

Ludwig
Ospite
Ho ricevuto due comunicazioni da Corto e da “Ultima spiaggia” che vorrei accomunare in un’unica risposta. Ad entrambi consiglio di staccare la spina, nel senso di porre fine ad ogni tentativo di stabilire una relazione tra i due blog, il mio e l’altro. E’ un problema di eutanasia. Non si può ad esempio continuare a fare i conti per vedere chi fa più commenti (su questa pagina a mio parere ce ne sono anche troppi, ormai faccio fatica a stare dietro a tutti). Non si può pretendere di decidere chi scrive qui. Non si può decidere di lanciare un attacco spaziale, da hacker, e poi andarsene a vantare in altra sede. Tutte queste cose non si possono fare, non hanno alcun senso. Si può invece venire a commentare qui, certo, e commentare in contemporanea su altri blog sparsi per il mondo. E’ possibile che io decida (ma compete solo a… Leggi altro »
Deyna
Ospite

Ah scusa, mi era sfuggito quello che avevi scritto sotto

Deyna
Ospite

Non ho capito, ma puoi cancellare i post o no?

Ludwig
Ospite

Non posso cancellare e non ho mai chiesto una cancellazione tranne in un caso, e per un motivo essenzialmente quantitativo, troppi post che si succedevano. Tutti costruiti fra l’altro per prendere in giro un utente. Ora io capisco che una singola presa di giro possa riuscire simpatica, così come penso che cinquanta prese in giro possano eccedere quello che impone la buona educazione.

Pizzulaficu
Utente
RISERVATA PERSONALE PER LUD E REDAZIONE. Sai Lud occorreva fare più attenzione sul Xhei Cre Tin o qualcosa di simile che qualcuno mi ha affibbiato ed evitare di amputare la mia risposta nella sua parte più significativa. Non credo di essere capitato sul blog di Grillo ove è più complicato frenare o fermare certe scempiaggini ! Credo di sapere chi sia il personaggio che mi sbeffeggia da quando lo accusai di offendere tutti. Evidentemente lo scolapasta che portava in testa non solo non è riuscito a toglierselo ma ci deve avere versato pure qualche pentola bollente di spaghetti. Pensavo di essermi scusato a suo tempo con il ballerino estivo di milonga in maniera seria e definitiva. Mi sbagliavo ! Aggiungere la serie sul nonno ne conferma la scarsa propensione morale e ne lede quel minimo di dignità che si presume ognuno di noi abbia. Se il soggetto è quello che… Leggi altro »
Corto
Ospite

Di grazia LUD nella mia ultima comunicazione, dove avrei tentato di stabilire una relazione tra due blog?
Ho provato solo a puntualizzare il mio pensiero che credevo, erroneamente (vista la risposta di Pizzalaficu che ringrazio, l’interpretazione sbagliata era la mia) , maee interpretato.
Ti assicuro che – to the best of my (limited) knowledge- né gli Orsini né i Colonna sono utenti di altri blog da me frequentati. Forse ho incrociato un Gandhi in un blog sul pacifismo, ma non credo fosse il mahatma redivivo e quindi direi che anche in questo caso non ho citato un blog diverso
Ripeto: era solo una segnalazione generica (che partiva da un esempio specifico, perché ammesso dalla persona stessa) di un comportamento che ritengo poco consono a stimolare quel dibattito civile e amichevole a cui tieni tanto.

C u later

Ludwig
Ospite

Fonda un blog e decidi tu chi debba commentare.

la domanda
Ospite

E invece è corretto il comportamento di un tuo amico che stimi tanto e che ha passato anni ( e li sta passando ) a insultare con nomignoli svariati utenti ?

la domanda
Ospite

Risposta intelligente e perfetta, Ludwigzaller, voglio sottolineare poi questa bellissima tua frase che calza a pennello con il comportamento di certi, puntini, puntini, ” Non si può decidere di lanciare un attacco spaziale, da hacker, e poi andarsene a vantare in altra sede. ” . Aggiungo, se posso, non dovrebbe essere indispensabile rispondere a un tizio che forse ha passato i 60 ma il cui cervello raggiunge al massimo i 5 anni, nonostante abbia da poco imparato a ballare il tango. Forse, Ludwigzaller, quello dell’enciclopedia degli animali era proprio lui. Bravo Ludwigzaller comunque.

Ludwig
Ospite

Quando parlo di tagliare i ponti intendo in ogni senso, domanda, quindi come avevo già tentato di dire anche post che suonano a me favorevoli ma continuano a porre il solito problema per me superato non mi riescono graditi.

Uno che se ne intende
Ospite

Mi permetto di osservare, Lud, che il contenuto dei post di Corto e Last Beach non era così assimilabile. Trovo anch’io cretine la gara i vari blog e certe baruffe da comari. Alla fine coinvolgono tutti, io stesso – e lo dico a Spiaggia o come ora si chiama- ho visto cancellato un post che ritenevo piuttosto innocente. Però, da tuo assiduo frequentatore, mi auguro che lo staccare la spina da altri blog non significhi perdere i contributi di conversatori civili come Corto e Antognoniforever, i primi nomi che mi vengono in mente e mi scuso per gli altri.

Ludwig
Ospite

Io non voglio staccare la spina con nessuno, però ammetterai Uno che è singolare che Corto voglia decidere chi deve commentare e chi no. Quindi in sostanza si tratta solo di manovre di disturbo dovute al fatto che l’alto numero dei commenti infastidisce. Questa francamente è la mia lettura. Chiarisco ancora che io non posso cancellare i post, ma che d’accordo con la redazione abbiamo deciso di cancellare un gruppo di post provenienti da uno stesso indirizzo ip perchè arrivavano con una cadenza da robot. Non era un robot a mandarli ma un singolo indirizzo ip, ho chiesto io di cancellare perchè rompevano il ritmo del blog. Il tuo potrebbe essere stato cancellato per sbaglio visto che c’è un tipo che per confondere le acque si firma Uno.

Uno che se ne intende
Ospite

Impossibile, i miei post sono tutti intelligenti. Francamente credo che Corto avesse solo espresso un proprio fastidio per un commento volutamente provocatorio. Che poi il giudizio su Pecos, un’ amabile conversatore quando vuole, non debba risolversi solo in quel commento, sono il primo a dirlo. Ma neppure penso che Corto invochi il dress code.

Corto
Ospite

effettivamente UNO hai ragione sia sui tuoi post ? sia sui miei.
Peccato che l’oste l’abbia interpretati diversamente. Ma non mi lamento: a Nicola e Bart andò peggio.

Ludwig
Ospite
Ho riguardato tutto lo sviluppo della discussione verificando che da parte mia si sono susseguite numerose risposte gentili Corto che credevo utili a portare chiarezza. Ripeto qual è il punto centrale, ho sempre cercato di portare il discorso di Pecos in direzioni diverse, suggerendogli di abbandonare lo spirito polemico e di metterci a parte della sua memoria storica. Anche nel commento che hai citato, io consiglio esattamente questo a Pecos, di lasciar perdere la polemica contro la proprietà e di parlare piuttosto della Fiorentina del passato. Nel suo caso come di altri ho sempre contestato affermazioni che non rispondevano a verità. Questo non significa che io possa censurare completamente una sua vena critica, non sarebbe corretto. E che ci siano dei tifosi di una certa età che sono molto critici a me pare sociologicamente interessante. Di solito si dice infatti che l’età porta saggezza, qui sembra accadere il contrario. Ed… Leggi altro »
Uno che se ne intende
Ospite

Grazie Corto. Però Lud non è uno stolido giudice Thayer, è un educato padron di casa che richiede che gli ospiti si tolgano le scarpe sporche e si mettano le pattine. E’ umano che non possa imporre ad ogni ingresso di alzare i piedi per verificare se le hanno indossate. Spetta agli altri tenersi lontano dall’ ospite irriguardoso per evitare di essere inzaccherati.

Ludwig
Ospite

E’ tutto il contrario, infatti sono accusato appunto di non censurare, Uno. Qui infatti tutte le opinioni sono ammesso, il repubblicanesimo e l’amore per la democrazia non sono parole per me.

Uno che se ne intende
Ospite

Corto non invocava la censura, si aspettava una risposta diversa a certi post. Non vi siete intesi, tutto qui.

Ludwig
Ospite

La risposta c’è stata, mi pare.

la domanda
Ospite

Forse ti spiacerà se ancora una volta mi sento di darti ragione ma cosi è.

Ludwig
Ospite

Non che mi dispiaccia sentirmi dare ragione, ma vorrei andare avanti per la mia strada senza confronti.

Uno che se ne intende
Ospite

In effetti Lud, la fonte principale dei ricavi di quegli anni era costituita dagli incassi dello stadio. Ipotizzo che l’ equazione iniziale dei Pontello (ma su questo potrebbe dire la sua anche chi li conosceva da più vicino, vero Lele?) fosse grandi investimenti=ampliamento del Comunale (oltre a maggiore presenza sul territorio=maggiori appalti). Portarono anche un embrione di management più indirizzato sul marketing, penso al famigerato giglio Farrow’s. Ma alla fine si muovevano entro linee tradizionali. Non è poi così casuale che l’ epoca di Flavio il Munifico finisca in corrispondenza con l’ arrivo del Berlusca, nè che da allora vincano sempre i soliti tranne rarissime eccezioni destinate regolarmente al disastro finanziario.

Paolotto
Ospite
Credo che il sangue viola non scorresse nelle vene proprio di tutti i membri dell’ampia famiglia Pontello, “the Family”, come la chiamava con rancoroso sarcasmo un certo giornalista, all’epoca il più influente a Firenze (anche se non sempre lucidissimo). Il loro arrivo fu probabilmente dovuto a un calcolo di convenienza, che metteva insieme interessi economici sul territorio e politica. Il fratello di Callisto, l’avvocato Claudio, era sceso in politica e, dopo la bocciatura del 1979, fu rieletto deputato, guarda caso, nel 1983. Il loro arrivo, nel 1980, fu dirompente per tutto l’ambiente, pur essendo ancora in ambiti “tradizionali”, dai quali però proprio allora si cominciò ad uscire (quel giglio suscitò scandalo, con quella Effe che voleva dire tante cose, ma era il primo segno dei tempi). Quanto all’efficacia dei Pontello, già al secondo campionato – ripartendo dal solo Antognoni – arrivò quello scudetto che ci fu scippato come sappiamo. Arrivarono… Leggi altro »
Fiesolesempre
Ospite

Ero molto vicino ai pontello e alla società in quei tempi, posso rispondere sapendo di non poter essere smentito ..i soli tifosi diciamo tiepidi della Fiorentina erano l’avvocato Claudio e suo figlio Niccolò il conte tifava solo per la sua finanziaria per gli altri numerosi componenti della famiglia 4 fratelli e innumerevoli nipoti la Fiorentina era solo un mezzo di visibilità e poi col tempo una spesa e una scocciatura…

Ludwig
Ospite

Sono molto incuriosito da quello che scrivi rispetto alla tua vicinanza con i Pontello, Fiesole, ma nel rispetto della tua privacy non ti chiedo di più.

Paolotto
Ospite

Sì, mi torna con quello che ricordo. Forse anche il giovane Luca, fratello minore di Ranieri, ci sentiva per la Fiorentina?

Fiesolesempre
Ospite

Se non sbaglio gestiva la tenuta nell’alto Mugello e relativa riserva di caccia..poi è stato sempre ai margini.
L’ho visto in tribuna a volte …

Uno che se ne intende
Ospite

Credo che gli unici tifosi viola fossero Claudio e il figlio Niccolò. Sicuramente era un progetto politico-imprenditoriale che guardava al di del calcio, visto che era in ponte anche l’ acquisto della Nazione. Però la carica innovativa non durò a lungo. E’ significativo che ad un certo punto decidettero di affidarsi ad uno storico Grand Commis come Allodi, espressione di un sistema di potere tradizionale.

Ludwig
Ospite

Lo scarso coinvolgimento emotivo, Fiesole e Uno, non sminuisce la validità del progetto dei Pontello. Allodi come ho detto altre volte era un grande ds, uno dei migliori in circolazione, come confermava Gianni Brera. L’avrei preso anch’io. Berlusconi e Ferlaino hanno fatto meglio dei Pontello ma sono venuti dopo ed avevano grandi piazze alle spalle. Capisco che umanamente i Pontello non fossero simpatici.

Fiesolesempre
Ospite

Sono stato “amico” di Niccolò per un certo periodo e quando il liquidatore Baretti mori in quel disgraziato incidente di aereo nel 1987 Niccolò ,credo vicepresidente ,ebbe la notizia quando eravamo insieme per un evento politico.
La passione se c’è mai stata era già finita da tempo e il dirigente torinese fu appunto assunto per gestire il disimpegno, mentre al momento sembrava un segno di rilancio.
Ripensando a tutto e alla freddezza nel gestire i casi Baggio ecc.credo che alla famiglia sia importato sempre poco o nulla della Fiorentina.
Forse per avere una struttura efficiente occorre un certo distacco,
Ma se fosse così i Della Valle sarebbero i migliori.
Qualcosa non torna

Ludwig
Ospite

E’ un primo caso di gestione moderna, con le fonti di finanziamento di allora, il merchandising che inizia, il tentativo di riempire lo stadio ed ampliarlo. Non direi che
si trattasse di una strategia tradizionale, era quanto si poteva fare visto che i diritti tv ad esempio non si potevano trattare, che non c’era stata la sentenza Bosman e che gli stranieri in squadra erano limitati a due o tre. E’ strano che tutti sostengano che la migliore fiorentina degli ultimi quarant’anni è stata quella di De Sisti, ma dimentichino che l’aveva messa su Pontello.

Fiesolesempre
Ospite
Il conte Flavio era un signor imprenditore, non fatevi ingannare dai titoli nobiliari comprati, era duro efficiente e amante di una organizzazione curata nei minimi particolari, figli parenti e nipoti sinceramente erano qualche gradino sotto. La Fiorentina ebbe il suo lancio internazionale con loro, gli acquisti di giocatori per dirlo alla Corvino poco funzionali come Socrates furono occasionalmente contemporanei alla costruzione della rete autostradale in Brasile a cui la Pontello partecipo in maniera massiccia.. Marketing che adesso può apparire rozzo ma che allora era una brillante innovazione, il calcio per entrare nei grandi affari internazionali. Di questo io incolpo i della valle, di non riconoscere che le loro aziende il loro nome legato alla Fiorentina e a Firenze di conseguenza sia un valore aggiunto immenso e che non solo sana i deficit cronici ma anche un possibile mercato faraonico… Sembra che i cinesi lo abbiano capito, con Inter e Milan… Leggi altro »
Uno che se ne intende
Ospite

Guarda, la novità dei Pontello era soprattutto l’ idea, si poteva pensare alla Fiorentina in termini di una grande al pari delle altre. Rivoluzionaria, per me abituato alle gestioni artigianali degli anni settanta. Ma la strategia di base ripercorreva le linee conosciute dei ricavi da stadio e degli investimenti della proprietà. Immodificabili quelli e quindi considerati non più redditizi questi, si smise velocemente di pensare in grande.

Ludwig
Ospite

Pontello partiva ovviamente dall’esistente, credo però che se la sua avventura nel calcio si svolgesse oggi sarebbe uno dei più innovativi.

Paolotto
Ospite

Knezevic, Ardaiz, Terrier. Il sito principale dà la notizia che Corvino si sa indirizzando su tre giovani di talento.
E’ quello che ci vuole per ripartire da giugno su basi nuove e diverse.
Purtroppo, però, c’è da interrogarsi sull’eventualità che si sia effettivamente in presenza di una negativa mutazione genetica, di origine sconosciuta, a causa della quale ormai da anni i nati in Italia hanno caratteristiche tali che impediscono loro, crescendo, di imparare a giocare a calcio.
Sebbene, come notava Ludwig (8.00), il Torino mostri che – volendo – potrebbero esserci delle eccezioni, anche meno costose di quelle messe in mostra, per esempio, dal Milan.

Ludwig
Ospite

Qualche italiano non ci starebbe male, bisogna però essere tempestivi nel comprarli. Gabbiadini, Baselli, Belotti andavano presi al momento giusto! E non si è fatto.

MassimodiPortaalPrato
Utente

Per forza non si prendono gli italiani : 1) sono cari 2) la Fiorentina e Corvino hanno litigato con tutti in Italia.

Antognoniforever
Utente

Sul punto 2) l’ingaggio di Sportiello – se corrisponde a verità – sembra preludere a una pacificazione almeno con l’Atalanta (squadra che – per esempio – a noi chiedeva 10-12 milioni per Bonaventura, per poi darlo al Milan a 7; similmente per Zappacosta/Torino).
I rapporti peggiori, se non sbaglio, ce li abbiamo con le squadre “peggiori” (le tre strisciate e la Roma).

Fiesolesempre
Ospite

Ma veramente tu credi alle cifre dichiarate da giornali e ds?
La Fiorentina di Prade non era affatto antipatica e comunque quando si tratta di milioni i sentimenti vengono rapidamente superati.
La Fiorentina non ha fatto offerte o l’ha fatte inferiori a quelle del Milan..tutto qui.

Corto
Ospite
Torno controvoglia sulla questione che ho sollevato l’altro giorno, smentendo quindi la mia precedente affermazione. Tengo a precisare, sopratutto a Pizzalaficu (se non ho capito il senso del tuo post, blame on me! ) che io non ho contestato assolutamente il contenuto dei post di Pecos, nè ho dato un giudizio su di lui, o sul suo modo di esprimersi. Ho solo detto, provato a dire (magari mi esprimo male) che ha avuto un comportamento (per quanto mi riguarda, potrebbe essere semel in anno) che giudico scorretto, lasciare post per suscitare insulti e quindi per dare fastidio, e che mi è servito per un paio di considerazioni più generali (un po’ come hanno fatto Unoe Paolotto,nel corso della discussione succussiva) . Se un utente affetto da sindrome di Clarembault verso di DV avesse avuto lo stesso comportamento nei confronti della “fazione” opposta, l’avrei stigmatizzato parimenti: la logica da Guelfi-Ghibellini, Bianchi-Neri,… Leggi altro »
Pizzulaficu
Utente
CORTO !! Che Dio mi fulmini se ho dato limpressione di avercela personalmente con te o qualcun altro. Il discorso generalizzava su quelle che se non sbaglio, qualcuno ha definito successivamente, usando con più appropriatezza termini precisi come antipatie o simpatie, anche se non riferite specificatamente su quello di cui stiamo scrivendo . Poi guarda l’articolo su Rogg in altra sezione e vedrai che, per averne descritto quelli che avrebbero dovuto essere i suoi compiti, sono stato stato subissato da circa una trentina di pollici versi e catechizzato da DOMENICO ROMA ! Dovrei schiedere scusa a qualcuno ? Dovrei cambiare le mie idee ? Ho ribadito solo che la colpa è di chi sceglie i dirigenti dal Ragio in giù. Sono qui per fare conoscenze, dialogare amabilmente, per non foffendere nessuno e neanche essere offeso. Ti garantisco che certi serial-post o come diavolo si chiamano, infastidiscono anche me da qualsiasi… Leggi altro »
non c\'è più tempo
Ospite

Funziona così, se uno segue la linea giusta tutto bene, sono solo simpatici eccessi.

Ludwig
Ospite

Eutanasia, come ho già spiegato (9.53).

Ludwig
Ospite

A Milano un Torino davvero montelliano, che credo Montella avrebbe allenato volentieri. I due esterni Ljajic e Iturbe, al centro Belotti, qualità in mezzo al campo con Baselli. Il Torino ha comprato bene in questi anni e prima o poi potrebbe capitalizzare questa sua politica e non solo in termini di plusvalenze.

Ludwig
Ospite

Giornata straordinariamente positiva per giocatori e allenatori che ruotano attorno al teorema di Zaller: vince Montella, e perde Sinisa, segna Jovetic in Spagna, segna persino Giuseppe Rossi. Avvicinato al supermercato Montella deve rispondere ai tifosi del Milan che chiedono le due punte, Bacca e Lapadula, e naturalmente si arrabbia esclamando: tutti allenatori eh! Il 4-3-3 continua ad essere il cuore della sua visione calcistica.

Ludwig
Ospite

Se si parla a mente fredda di proprietà, e ci si limita agli ultimi decenni, spicca secondo me la gestione Pontello, che incomincia con una intuizione circa la possibilità di ottenere, in quel momento storico, grandi risultati sportivi con investimenti massicci. I ricavi allora sono rappresentati dagli incassi dello stadio, che però viene riempito all’inverosimile. Si comincia a ragionare in materia di bacino di utenza. E Pontello compra grandi giocatori e ne tratta di grandissimi, come Rumenigge. Si ferma di fronte all’ipotesi di Maradona, ma lo consiglia al Napoli. Senza Pontello non sarebbe esistito il Napoli di Ferlaino, che di Pontello riprende le idee e lo spirito. Sono anni in cui la Fiorentina sfiora lo scudetto, però alla fine anche i Pontello subiscono feroci contestazioni ed ancora oggi vige verso di loro una sorta di damnatio memoriae. Sicuramente meno ragionata, con grandi falle finanziarie, la gestione di Cecchi Gori.

gianni usa
Ospite

Poco.In quanto a Berna e’ chiaro che delle volte dovra’ aiutare la squadra,ma metterlo in un ruolo dove deve farlo continuamente ,almeno per me,e’ uno sbaglio,anche se ha solo 22 anni.

Ilgatto
Utente

Gianni USA 18.05: perdonami,”rientrava”Cruijff,absit iniuria verbis,e non può” rientrare “Bernardeschi,che ha 22 anni ed ha giocato in A credo 25 partite?E come mai??

Ludwig
Ospite

Bernardeschi ha chiesto di rientrare di meno e di poter sfruttare le sue energie per attaccare, mi pare che i fatti gli abbiano dato ragione.

Paolotto
Ospite

Sul rigore di ieri leggo sul Corriere, tra virgolette, la seguente dichiarazione di Maran “Brucia perdere così, Bernardeschi è stato appena sfiorato e ha fatto un tuffo incredibile”.
Mi ricorda tanto quella mamma che, della figlia ancora nubile, diceva alle amiche pettegole “Sì, la mia stella è incinta, ma solo un pochino”.

Ludwig
Ospite

Io spero Paolotto che agli occhi degli arbitri che dovranno giudicare nelle loro riunioni il rigore sia giudicato regolare, in caso contrario Bernardeschi in futuro avrà problemi ad avere altri rigori a favore. Simulare è pericoloso.

Paolotto
Ospite

E’ proprio così, e trattandosi di un ragazzo intelligente anche per questo stento a credere ad una simulazione. Può darsi che – sfiorato – non abbia fatto di tutto per restare in piedi, diciamo così, ma questo lo fanno tutti, anche se sportivamente non è bello. Resta il fatto che in corsa anche un piccolo tocco può sbilanciarti, è un disturbo in un attimo cruciale, con la palla al piede a un metro dalla porta. Il difensore deve prendere il pallone, non deve sfiorare l’avversario.
In quel frangente, poi, la simulazione avrebbe richiesto a Bernardeschi una tale prontezza di riflessi, che ne sarebbe occorsa molta di meno per mettere la palla in rete.

Fiesolesempre
Ospite

Bernardeschi in intervista ha detto, mi sono sentito toccare e sono caduto, che il tocco abbia provocato la caduta nessuno lo Sto arrivando! E nessuno lo saprà mai….ma sorge un dubbio se un giocatore di maran fa lo stesso …maran lo manda in tribuna?
Ci vorrebbe un po’ di decenza ..che stranamente assomiglia a corenza

Ludwig
Ospite

Cuadrado essendosi creato la fama di simulatore ha di fatto nel tempo danneggiato se stesso e la Fiorentina, perchè nel dubbio gli arbitri non davano rigori poi rivelatisi legittimi.

Deyna
Ospite

…e prima di lui Oliveira

Paolotto
Ospite

Beh se ti riferisci alla famosa partita col Napoli in casa, con arbitro Calvarese, Cuadrado non si creò affatto la fama di simulatore, dato che fu da tutti riconosciuto il clamoroso errore dell’arbitro (che lo espulse per simulazione) e l’indiscutibilità del rigore, che fu invece negato.
Semmai, sul piano della sportività, ci costò parecchio la rete di mano di Gilardino a Palermo, qualche anno prima.
A scanso di equivoci, ci tengo molto al fatto che i giocatori della Fiorentina si comportino sempre in modo corretto e leale.

Ludwig
Ospite

Credo che Cuadrado ancora oggi sia visto come un simulatore, in effetti in carriera non sempre ha dimostrato correttezza esemplare, alla lunga sono atteggiamenti che non pagano. Guadagni un rigore fasullo e ne perdi quattro veri. Sai quanto stimi Cuadrado.

gianni usa
Ospite

Bernardesch solamente nel mezzo deve giocare.Metterlo sulla fascia e chiedergli anche di difendere e’ un crimine che va condannato con l’ergastolo.Sono gli altri che si devono preoccupare di lui (vedi Baggio o Antonio)e non lui che spreca energie perche’ gli si chiede di rientrare.Nel calcio ci sono i portatori d’acqua e i creatori e Berna,anche se ancora ha molto da lavorare prima d’arrivare ai livelli di quei due,e’ gia’ nella seconda categoria. Un’allenatore dovrebbe dirgli d’andare in campo ,usare la sua fantasia e fare quello che si sente ,senza restrizioni invece di metterlo all’ala a fare il galoppino per qualcuno che non ha nemmeno meta’ del suo talento.

Ilgatto
Utente

Uno 16.28, condivido in larga misura anche se non del tutto,ritengo che note soggettive di antipatia/ simpatia operino anche ed oltre la nostra consapevolezza,ma i risultati positivi sono un lenitivo efficace, molto efficace.Detto tutto ciò,Ranieri Pontello avrebbe potuto vincere 4 scudetti di fila che avrei gradito,figurati,ma avrei continuato ad attendere che lui come Proprietà andasse altrove,questione di feeling,direi.Il post di Ultima spiaggia non l’ ho capito ma ho come la sensazione che fosse ad personam….

Paolotto
Ospite

Anche i Pontello tenevano le distanze con una certa freddezza, ma almeno nei primi anni alle parole fecero seguire i fatti, e alla grande.

Uno che se ne intende
Ospite

Non c’è dubbio gatto, il mio è solo un tentativo (da quattro soldi, ripeto) di analizzare cosa si muove dietro quella antipatia o simpatia. E uno sforzo di comprensione per andare al di là dei confini angusti della Via Pal. Che poi vi sia una forte matrice soggettiva che sfugge a rielaborazioni generali, è altrettanto evidente. A me per esempio, stava più simpatico Ranieri Pontello che il Conte Flavio, e sta simpatico Montella, rimasto sugli zebedei a tanti.

Ilgatto
Utente

P.S.: era rigore ieri,Maran o non Maran lo ha toccato.Che non gli sia parso vero,è parimenti vero ,secondo me!

Ilgatto
Utente

Vedi le simpatiche sfaccettature, Uno,io come te pro Montella,tu pro Pontello io cecchino contro la famiglia,è proprio questo il sale della vita,ma questo tu già lo sai…..

Ultima spiaggia
Ospite
Ricapitolando. Ieri sera avevi chiesto scusa e, cavallerescamente, la persona che hai lasciato insultare (lo screenshot dei vergognosi oltraggi è stato tempestivamente esportato) ti aveva perdonato. Stamani ti alzi male e lo aggredisci, con grandissima sorpresa della vittima, lasciando che la persona venga insultata nuovamente da un mascherato. Hai fatto tagliare le risposte alle offese e tre post di difesa della Società, ecco quel che hai fatto tagliare: questo è ingiustificabile e basta e puoi girarci intorno quanto vuoi, così facendo hai solo dimostrato intolleranza ideologica e acrimonia personale. Avevi cominciato a farlo del resto con tuoi commenti più che irrispettosi ai post di Noè, graziosamente ironici e privi di ogni contenuto polemico. In compenso, tessi l’elogio di chi si rivolge all’utenza così come Corto ha descritto e citato. Gente meno comprensiva e più (giustamente) intransigente passerebbe immediatamente ad altre istanze. Invece io credo che tue ufficiali ma stavolta DEFINITIVE… Leggi altro »
Uno che se ne intende
Ospite
La discussione sul convitato di pietra Pecos suggerisce una riflessione da quattro soldi sulla psicosociologia del tifoso. Mi ha sempre colpito che la buonanima di Mario Cecchi Gori fosse stato eletto miglior presidente della storia viola: risultati alla mano, è stato uno dei peggiori. Di gran lunga, rispetto ai Della Valle. Perchè allora? Abbozzo che con Cecchi Gori (Mario, o forse anche Vittorio, alla fine col tempo diventeranno un’ entità indistinta se già non lo sono) il tifoso si sentisse pienamente espresso, perchè rivedeva sé stesso, per il comune parlare, per l’ appartenenza, per le ambizioni, per l’ orgoglio ironico. E’ l’ assoluto della condivisione in qualsiasi microcosmo, prendere consapevolezza di sé e rivedere sé stesso negli altri, dalla base (lo stadio, la curva) sino al vertice. Quattordici anni dicono invece che in Della Valle il tifoso non si rispecchia, vede un altro che gli è estraneo per valori, per… Leggi altro »
Ludwig
Ospite

Da un estremo all’altro, dalla sconsideratezza di Vittorio, alla maniacale attenzione ai bilanci di Cognigni.

MassimodiPortaalPrato
Utente

Vittorio bene o male ci ha portato Batistuta,Rui Costa,ci ha fatto vincere un paio di coppette, ci ha regalato giornate di gloria come il trionfo a Wembley, ci ha fatto sognare in un tempo in cui la serie A era veramente e di gran lunga il campionato più importante del mondo. Poi è miseramente crollato .ma vuoi mettere con gente che ha come obbiettivo dichiarato la medaglia di cartone ?

soffici
Ospite

Era parecchio piu’ facile portare i campioni in Italia a quel tempo. C’erano piu’ soldi in Italia e i prezzi dei giocatori non erano ancora lievitati con la velocita’ attuale. In piu’ l’inflazione del tempo anche grazie alla svalutazione della lira rendeva gli investimenti a rschio come sono i calciatori in parte compensati dal fatto che il cash non rendeva come rende ora. Non e’ un caso che gia’ da qualche anno il calcio italiano vedeva tutti i piu’ grandi campioni brasiliani e di ogni dove calcare i terreni nostrali. Come ho gia’ detto in un’altra occasione si vedeva Zico in calzamaglia zompettare con la neve di sfondo a Udine…non se se rende l’idea e qualcosa come se oggi Neymar giocasse nel Sassuolo o qualcosa del simile.

Uno che se ne intende
Ospite

Infatti, si è classificato terzo in quella classifica. E’ anche quello che ci ha fatto sprofondare due volte in B, che ha lasciato 300 ml di debito, che ha dragato decine di milioni verso le proprie società (questo si può dire, perchè accertato sino in Cassazione),che ci ha fatto scomparire dopo una sanguinosa agonia. Ha curato l’ interesse della Fiorentina finchè coincideva con il suo, posto davanti all’ alternativa non ha esitato a privilegiare sè stesso. Eppure è lì. A conferma che i risultati contano sino ad un certo punto.

Ludwig
Ospite

Per quanto riguarda questo problema la mia impressione è che Pontello vada rivalutato, perchè in definitiva ha tenuto i conti in ordine, non è fallito, ma è stato anche molto generoso nell’acquistare giocatori importanti. Naturalmente era un altro calcio.

Antognoniforever
Utente

Ragazzi, io l’ho visto, l’ho rivisto e l’ho rivisto ancora: il rigore di ieri era netto, Gobbi ha toccato il piede destro di Berna (l’hai detto persino quelli della Rai, che non sono certo favorevoli a noi), non c’è stata alcuna simulazione.

Paolotto
Ospite

Vorrei aggiungere: si lasci anche a noi il gusto ineffabile di vincere per 1-0 con un rigore dubbio nei minuti di recupero. Non ricordo che ci fosse mai capitato.
Come soddisfazione, avrei preferito lasciarmela a domenica prossima, ma va bene lo stesso.

MassimodiPortaalPrato
Utente

si diciamo così. L’ha sfiorato e quello è caduto come se l’avessero mitragliato con un kalashnikov. Se ce lo fischiavano contro chissà che urli e strepiti…

Paolotto
Ospite

Il tuo giudizio dopo aver visto e rivisto l’azione mi conforta. In tempo reale mi era parso istintivamente indiscutibile il contatto proprio per il tipo di caduta di Bernardeschi, la tipica caduta di colui al quale viene bloccato un piede mentre corre. Poi alcune riprese mi hanno fatto sospettare che il piede del difensore non avesse toccato quello del nostro. Ma non ho avuto occasione di vedere l’azione più volte.
Nell’ipotesi di una simulazione mi domando come possa aver fatto Bernardeschi, che guardava in avanti e se non sbaglio aveva il pallone a un metro dalla porta, ad accorgersi che Gobbi, dietro di lui, si accingeva a mettere il piede vicino al suo e, con perfetto tempismo, ad autobloccarsi il piede e cadere in avanti senza essere toccato.
In ogni caso, al di là del gioco deludentissimo, la nostra vittoria mi pare meritata per le maggiori occasioni avute.

Ludwig
Ospite

Mi fa piacere Anto, quel rigore, se simulato, avrebbe gettato ombre sulla correttezza del giocatore e messo sull’avviso gli arbitri che rivedono alla moviola a Coverciano tutte le azioni. Un Berna simulatore non avrebbe più ottenuto neanche il più sacrosanto dei rigori.

MassimodiPortaalPrato
Utente

simulato del tutto no, ma parecchio,parecchio accentuato,diciamo così…

la risposta
Ospite

Ludwigzaller, questo splendido spazio, creato da te, dimostra semmai che l’invidia altrui è tanta.

Ilgatto
Ospite

Dimenticavo: a me Sanchez centrale è piaciuto molto,molto.Qualcuno tra voi ha avuto impressione analoga ?

Antognoniforever
Utente

È vero. Sanchez ha grande fisico, personalità, esperienza (seppur non del ruolo) e senso della posizione, inoltre è molto forte di testa. Certo è un po’ lento e, come dice Belva, andrebbe rivisto contro attacchi più probanti (ma non farei l’esperimento contro Higuain e Dybala). Può fare il ruolo del vecchio “libero”, come facevano una volta alcuni centrocampisti a fine carriera (penso al povero Di Bartolomei, ma anche a Zaccarielli o Fusi).

Ludwig
Ospite

Si è molto impegnato, operando come difensore aggiunto e centrocampista centrale, partita positiva.

Paolotto
Ospite

E’ piaciuta anche a me la disinvoltura in un ruolo che per lui credo essere inconsueto.
Dopo un buon inizio di stagione, ha avuto per qualche partita un calo molto evidente, ma ora mi sembra tornato in palla. Lo ritengo un elemento molto utile in questa rosa, come anche Cristoforo, che si vede di meno.

Belvaromana57
Ospite

Mi sembra apprezzabile la volontà del giocatore di mettersi a disposizione delle esigenze tattiche del gruppo. È un ragazzo che ispira simpatia, sempre sorridente
Da verificare contro attaccanti di maggior valore
Si è mosso con disinvoltura in campo

Ilgatto
Ospite

Paolotto 9.56, non mi sono spiegato bene: ritengo Pecos persona valida,molto competente e molto interessata alle cose della Fiorentina,non ho lamentato alcunché,meno che mai in merito al suo modo di proporsi,ci mancherebbe altro,ognuno dice quello che vuole come vuole e non sta certo a me esprimere giudizi che peraltro non ho mai espresso,tanto per chiarire.Io non sono persona enfatica,ma non per snobistica strafottenza bensì per ormai antico modo di fare ma l’ ultimo mio pensiero,credetemi,è il bon ton.In ultimo,@ pizzulaficu,ieri io non mi sono addormentato,ho visto tutta la partita da tifoso ed ho goduto per la vittoria,però ribadisco quanto detto: abbiamo fatto schifo.A mio parere,etc etc etc….

Paolotto
Ospite

Certo, Gatto. Avevo solo colto lo spunto della discussione fra te e Corto per fare qualche considerazione sul modo col quale si contribuisce ad un dibattito, e volevo dire che anche il modo di Pecos Bill ha, secondo me, pieno diritto di cittadinanza, come sicuramente pensi anche te.

Ludwig
Ospite

Alcune di queste polemiche sono montate ad arte tanto per alzare un polverone contro il blog gatto. Se ad esempio è capitato che qualcuno avanzasse dubbi sulla regolarità del bilancio credo di essere intervenuto in modo molto netto per chiarire che quella regolarità non andava assolutamente messa in discussione.

Ilgatto
Utente

Avanzare dubbi sulla regolarità del bilancio senza le prove per dimostrarlo ad occhio e croce sembra un reato.Penale.

Uno che se ne intende
Ospite

Sostenere che i bilanci sono alterati ad arte per simulare passività è un reato. Porsi domande sull’ efficienza di una gestione blood sweat and tears è lecito.

Ludwig
Ospite

Da moderatore del blog, Uno, il mio problema è proprio quello che hai individuato. Non voglio assolutamente leggere esagerazioni o insinuazioni di reato, per carità, le leggi sulla diffamazione ci sono e sono precise, ma nello stesso tempo non vorrei soffocare la discussione ed impedire critiche sensate.

Ludwig
Ospite

Ed è quello che io per primo ho scritto una infinità di volte.

Paolotto
Ospite
Come dice Lapalisse (22.10), l’appuntamento epico di domenica sera promette ben altro pathos rispetto alla partita di ieri sera. Di questo pathos pare essere consapevole anche il Direttore Generale Rogg: “Con la Juve puntiamo ai 35.000 spettatori”. Fiorentina-Juventus sarà anche una partita come tutte le altre, ma per me, confesso, non lo è mai stata. Forse perché è stata anche il mio battesimo allo stadio, 2-1 per noi, reti di Hamrin e Pirovano, e di Del Sol per la Juve. Come dimenticare poi (primi anni settanta) quella vittoria col gol di Desolati che invitò Zoff ad uscire e lo beffò come un pivello, là sotto la Fiesole? O il famoso 4-1 che fece riportare a Torino le casse di champagne che si erano portati dietro per festeggiare – propri qui – lo scudetto? O il 3-1 dell’anno di Malesani, e poi ovviamente il più recente 4-2 montellian-rossiano. Non credo di… Leggi altro »
Ludwig
Ospite

Il discrimine è quel campionato del 1981-82 che accentuò di molto la rivalità che già c’era tra le due squadre. Ricordo anche per essere stato presente allo stadio la vittoria per 2-1 con goal di Baggio e Borgonovo.

maffe
Ospite
Io nella partita di ieri ho visto una cosa positiva. Sousa ha provato a giocare (complice la situazione infortuni) con 3 difensori (De Maio non malissimo, Tomovic e Olivera) 3 centrocampisti (Badelj, Vecino e Sanchez) 4 giocatori offensivi tra punte e mezze-punte (Bernadeschi, Chiesa, Kalinic e Zarate) .. ossia uno in più del solito. Ha fatto un rischioso esperimento, perchè aveva la disponibilità di uomini per giocare come al solito (Salcedo era disponibile in panchina). Non è stato conservativo. A me sembra che Sousa sia consapevole dei problemi in campo della sua Fiorentina e stia cercando soluzioni alternative. Ieri l’esperimento è stato fallimentare. Un attaccante in più del solito in campo non ha portato ad un aumento di pericolosità della squadra. Un altro esperimento lo fece col Napoli: Cristoforo sulla trequarti. Solo la simulazione di Bernardeschi ha portato a casa il risultato. Il tocco di Gobbi non ha causato la… Leggi altro »
Ludwig
Ospite

Se è stata simulazione non si può dire che sia stata appena accennata Maffe, una scena di grande teatro, ma non voglio pensare male. Lo schieramento era interessante ed offensivo, strano infatti, l’ho scritto anche ieri sera, che non abbia funzionato. Il potenziale in attacco c’era, forse come al solito le fasce erano un pò scoperte in quanto Bernardeschi e Zarate spesso si accentravano, mentre Chiesa è stato a lungo risucchiato indietro. Fra l’altro era grande il divario tecnico.

gianni usa
Ospite

Ludwig,scusa ,ma BERNARDESCHI DEVE GIOCARE NEL MEZZO.Sarebbe come se si fosse chiesto a Baggio o Antonio di stare sulla fascia e magari anche di rientrare.Questi sono giocatori ai quali va detto semplicemente di andare in campo e inventare cio’ che vogliono.Berna non e’ ancora al loro livello ma lo diventera’ se non si sciupa nel crescere.E un modo di sciuparlo e’ quello di utilizzarlo in una zona del campo per lui innaturale .Sono gli altri che si devono preoccupare di Bernardeschi e non viceversa.Metterlo sulla fascia e’ un crimine da ergastolo.Scusa il corsivo.

Ludwig
Ospite

Ma certo Gianni, è come tu dici, devi giocare in mezzo e si vedono i risultati, in termini di goal e di gioco di squadra. Da quando gioca in mezzo poi ha assunto il piglio del capitano, del vero numero dieci.

maffe
Ospite

Lo schieramento di ieri era quello che ha rimontato sul Napoli nel secondo tempo a fine Dicembre. Allora aveva funzionato. Era una mossa a partita in corso contro una ottima squadra ma molto aperta, quella di Sarri. E’ possibile che Sousa abbia voluto riprovarla ma contro una squadra chiusa come il Chievo non ha portato i frutti sperati.

Belvaromana57
Ospite

A mio avviso non siamo riusciti a dominare le fasce laterali. Nelle rare occasioni in cui abbiamo raggiunto il fondo campo, si sono creati pericoli
Credo che sia principalmente un problema di caratteristiche dei giocatori in rosa. Peraltro Chiesa, in ogni caso positivo, è sembrato un po’ imballato e il ragazzo per esprimere al meglio la sua esplosivita’, ha bisogno di trovarsi al top della forma
A sinistra per ora siamo messi maluccio. Servirebbe qualcuno a gennaio

Thor
Ospite

È vero, contro squadre chiuse come ieri il Chievo ci troviamo in difficoltà, anche perché Sousa si ostina a non schierare Babacar, l’unico attaccante di peso in area. D’altra parte, le squadre che giocano aperto sono spesso superiori rispetto a noi.

Ludwig
Ospite

Analisi corretta maffe, il Chievo puntava a rompere il nostro gioco.

BerardoViola
Ospite
Il calcio cambia. Nei numeri e nei fatti. Fatturati 2003-04: MU 259, Real 236, Barca 169, Bayern 166. Milan 222, Juve 215, Inter 166, Roma 109. Europa 830 milioni, Italia 712. Differenza 118 milioni. Fatturati 2013-14: MU 541, Real 548, Barca 485, Bayern 487. Milan 250, Juve 280, Inter 161. Roma 127. Europa 2.061milioni, Italia 818. Differenza 1.243 milioni. Allora le quattro squadre del “Campionato più bello del mondo” fatturavano solo il 15% in meno delle quattro squadre più forti d’Europa. Adesso il 60% in meno. Fatturati aumentati del 250% per le quattro squadre europee, del 15% per le quattro squadre italiane. C’è chi dà la colpa all’Euro. Chi agli arbitri. Chi ai falsi in bilancio. Chi al falso nueve. Chi a Gomez. Chi ai fabbricanti di scarpe. Nel 2003 Milan e Juve si sfidavano all’Old Trafford fino all’ultimo rigore per la coppa con le orecchie. Il Milan ci provava… Leggi altro »
Pizzulaficu
Utente
Quando si fa fatica a leggere certi post letterari, filosofici, comprensibilmente scritti da persone di cultura e sicuramente preparatissimi su uno scibile tanto più umanistico quanto tecnologico, provo più piacere nel leggere cose anche meno impegnative. Detto questo, sono uno che legge tutto e tutti, sempre con attenzione dalla prima all’ultima riga, cercare di capire gli stati d’animo di chi scrive è la cosa che mi prende di più e sinceramente qualche volta mi devo sforzare. Quello che guardo di più è l’educazione che emana dagli scritti. Devo dire purtroppo che l’educazione non è solo postare con bei modi e belle parole ma è anche cercare di considerare, di non essere indifferenti, a quelli che sono meno capaci nell’esprimersi e di non farli sentire degli esclusi in un blog, consentitemi di dirlo, in cui la parte forse migliore la fanno in cinque o sei che, smentitemi se così non è… Leggi altro »
Ludwig
Ospite

Giusto per precisare Pizzu, io non posso scorciare un post e nemmeno cancellarlo, ho pochi poteri anche se il blog è mio. Le partite della Fiorentina sono noiose, io mi ci addormento, pensavo che fosse dovuto ad un surplus di stress da lavoro, ma si vede che è una sensazione comune. Faccio un sforzo costante per cercare di dialogare con tutti, il concetto è appunto quello della osteria dei primi del Novecento, dove tutti si trovavano assieme e certe differenze più accentuate in altri contesti sparivano.

Ludwig
Ospite

Su Bernardeschi circolava la teoria che in quanto giovane dovesse ubbidire alle lettera agli ordini di Sousa e collocarsi in difesa. Per fortuna ha avuto tanta personalità da disubbidire rischiando il conflitto con l’allenatore.

Pizzulaficu
Utente

Questa è una cattiveria o Berna è un cattivello ?

Ludwig
Ospite

Bernardeschi è un ragazzo dotato di una forte personalità, è ambizioso e capace anche di discutere con i tecnici. Di Lippi Agnelli disse che lo preferiva ad altri allenatori perchè “più prepotente”.

Ludwig
Ospite

Bernardeschi è un ragazzo dotato di una forte personalità, è ambizioso e capace anche di discutere con i tecnici. Di Lippi Agnelli disse che lo preferiva ad altri allenatori perchè “più prepotente”.

maffe
Ospite

Mi sembra una interpretazione assai forzata.

Ne propongo una alternativa:
Sousa ha insegnato a Bernardeschi ad essere il giocatore a tutto campo che è ora.
Adesso gioca alla Ilicic, meglio di Ilicic, nel suo ruolo più congeniale, con abilità in più apprese l’anno scorso.

Una più oggettiva mi sembra:
Avevamo il buon Kuba che giocava sulla destra, si è infortunato e non avevamo giocatori alternativi in quel ruolo. Bernardeschi si è ben adattato. Al momento quel ruolo è affidato al bravo Chiesa e Berna può avanzare, favorito anche dagli infortuni vari di Borja e Ilicic.

Ludwig
Ospite

E’ l’antico problema del ruolo di Bernardeschi. Fino all’anno scorso non si capiva dove esattamente dovesse giocare, in modo da sprigionare tutte le sue qualità e segnare dei goal. Senza goal e contributo al gioco di attacco Bernardeschi non poteva esplodere. E questo al di là dei problemi della squadra, e dei compagni, perchè se hai un fuoriclasse lo devi valorizzare. Sul blog lo si diceva spesso, lo dicevano gli addetti ai lavori, alla fine lo ha detto anche Bernardeschi a Sousa. Vedremo quali conseguenze avrà tutto ciò sulla nazionale. Per adesso neppure Ventura sembrano aver tratto il meglio da Berna.

Belvaromana57
Ospite

Mi sia consentito esprimere una mia modesta opinione di tifoso che so già non essere condivisa da autorevoli utenti del Blog
Si ricordano sempre alcune infauste prestazioni della Viola gestione Montella, una fra tutte la partita col Pescara. Personalmente ritengo che il fondo si toccò a Cagliari quella volta che perdemmo su rigore. Ma insomma, si parla di un certo numero di partite molto deludenti sul piano dello spettacolo offerto e a prescindere dal risultato. E le critiche a Montella furono veementi da parte della stampa
Io da gennaio dello scorso anno ho perso il conto delle prestazioni non propriamente all’altezza ma ho l’impressione che ci sia maggiore indulgenza nei confronti dell’attuale tecnico
Che ne pensate?

Antognoniforever
Utente

No, Belva, mi sembra che di voci critiche nei confronti di Sousa (quorum ego) ce ne siano abbastanza.

Uno che se ne intende
Ospite

Perchè l’ organico a disposizione di Sousa è considerato più scarso e le aspettative su Montella erano superiori. E perchè dall’ addio di Montella la dirigenza ha infilato una serie di topiche – anche comunicative – tali da fornire alibi a ripetizione al portoghese, tanto da farne il simbolo della protesta (penso allo striscione col Carpi). Non che lui abbia fatto molto per dissociarsi, eh? L’ opinione comune, penso, è che per quanto Sousa faccia male, chi sta sul ponte di comando faccia peggio. E invece sarebbe meglio distinguere ed approfondire le responsabilità dell’ uno e degli altri.

Ludwig
Ospite

Parlando con i sostenitori della Fiorentina vedo in giro una certa rassegnazione, che non si manifesta in modo evidente ma c’è. Si sa poi che Sousa va via. Lo aiutano a contenere la contestazione anche i risultati che non sono pessimi.

Ludwig
Ospite

La sconfitta con il Pescara fu caratterizzata da una ventina di occasioni da rete sbagliate dalla Fiorentina. Penso che l’allenatore abbia il dovere di far si che i giocatori creino occasioni, se poi il centravanti sbaglia non credo che le colpe debbano ricadere sul tecnico. Diverso il discorso di Cagliari, se non erro quella volta eravamo alla terza partita in una settimana e la squadra era stanca, visto che facevamo anche le coppe. In particolare avevamo appena vinto con la Dinamo in casa degli Ucraini. Il gioco di Sousa è invece improduttivo, mancano le occasioni, dunque noioso e credo che lo si guardi con una certa rassegnazione. Se però la Fiorentina perde in finale o in semifinale l’allenatore è lapidato mentre paradossalmente se la squadra perde al primo turno tutto viene metabolizzato.

Belvaromana57
Ospite

Ecco

maffe
Ospite

Sousa affermando di schierare Kalinic fino all’ultimo giorno in cui vestirà viola conferma la sua fiducia incondizionata Babacar.

Ludwig
Ospite

Anche Montella fece lo stesso con Neto e lo capisco, Maffe. Fino hai in rosa un giocatore forte e ben inserito nei meccanismi della squadra tenerlo in panchina ha poco senso, a meno che tu non colga in lui segni forti di deconcentrazione da trattativa.

maffe
Ospite
Finalmente Corvino lavora sui portieri. Sportiello mi è sempre sembrato un gran portiere, agile e sicuro. Non so perchè non giochi all’Atalanta. L’anno scorso fece un gran campionato, mi pare condito anche da 5 rigori parati. Chissà se il suo accostamento ai viola sia una bufala o verità. Costil invece pare abbia già firmato con Corvino e arriverà a Giugno in scadenza di contratto. Non lo conosco ma leggo che dalle ultime convocazioni pare essere lui il vice di Lloris nella nazionale francese, che però non ha mai goduto di grandi portieri. Tatarusanu a me non piace per niente quest’anno. Esce costantemente ad acchiappare farfalle sui calci d’angolo e coi piedi è un disastro. Ricordo una partita a inizio stagione in cui ha rinviato 6 vole di fila fuori dal campo e i tifosi avversari hanno cominciato a prenderlo in giro in massa. Al momento gode della media voto più… Leggi altro »
Deyna
Ospite

Sportiello è molto più forte e completo di Perin, un saltimbanco con limiti precisi.

Ludwig
Ospite

Deyna però non ti slanciare però in uno dei tuoi soliti giudizi eccessivi, che poi la storia smentisce. Poiché Sportiello veste la maglia viola comunque spero anch’io che sia molto migliore di Perin e degli altri. Quello che fa spavento comunque è Donnaruma, il più forte di tutti, uno dei più forti che abbia visto. Portiere modernissimo che partecipa al gioco oltre a essere decisivo tra i pali.

Deyna
Ospite

Donnarumma mi sembra avere invece grossi limiti nel gioco coi piedi, per carità migliorabili vista l’età. E’ molto forte invece tra i pali e in uscita bassa, anche su traversoni radenti dai lati…Perin spettacolarizza molti interventi facili, ha buoni riflessi e istinto, ma difetta in uscita, e ha la papera frequente. Essendosi ormai rotto entrambi i crociati, poi, molto probabilmente perderà parecchia spinta sulle gambe…Sportiello è più completo, è meno plateale ma non difetta in nessun fondamentale, copre sempre bene la porta, anche in uscita bassa, e domina l’area sui palloni alti. In più ha il bonus di essere un grande pararigori.

Ludwig
Ospite

Il problema è sempre il solito, cambiare per migliorare radicalmente. Vale per i difensori e vale anche per il portiere. Posto che Tatarusanu ha dei limiti, Sportiello gli è decisamente superiore? Questo è quello che mi chiedo. Quelli bravi sono quelli che hai citato e non potendo arrivare a Buffon e Donaruma a me sarebbe piaciuto avere Perin.

wpDiscuz
Articolo precedenteFiorentina-Juventus: attesi 2.500 tifosi bianconeri, settore ospiti esaurito
Articolo successivoUfficiale, Sportiello è un giocatore viola. Prestito fino a giugno 2018 con diritto di riscatto
CONDIVIDI