Il blog di Ludwigzaller: Ludwig

424



Ludwigzaller spiega le ragioni dietro la scelta del nome del suo blog

Luchino Visconti si preparava a girare un film tratto dalla Ricerca del tempo perduto di Proust, quando improvvisamente la sua attenzione si spostò sulla storia di Ludwig II di Baviera. I motivi del cambiamento non sono chiari, forse il timore dei costi e dell’impegno del progetto proustiano, forse un capriccio di Helmut Berger, che in Ludwig sarebbe stato il protagonista.

Non mette in conto dire che Visconti non ha fatto un film storico su Ludwig, ma, aiutato da geniali sceneggiatori, ha narrato di un destino particolare. Il Ludwig di Visconti è un personaggio fragile, profondamente idealista che, investito della corona di Baviera, si dedica a progetti affascinanti quanto lontani dalla realtà.

Fa costruire castelli in stile neo-gotico,  come il Neuschwanstein, che in seguito diventerà uno dei modelli dei castelli dei film di animazione della Disney,  finanzia senza badare a spese le opere di Richard Wagner. E naturalmente non si occupa affatto di ciò di cui si dovrebbe occupare, dei bisogni reali e della politica estera del suo stato.

Il suo grande unico amore è Sissi di Baviera, moglie dell’imperatore austriaco Francesco Giuseppe, donna pratica e concreta, ancorché bellissima, che tenta a più riprese, e senza riuscirci, di riportarlo alla realtà. Lo vuol fare sposare, ad esempio, e le propone una giovane principessa ma Ludwig non è interessato che a lei.

La conclusione della storia è tragica. Si forma in Baviera un partito contrario a Ludwig, che ritiene necessario farlo abdicare. Siamo in un’epoca in cui i sovrani non sono saldi sui loro troni, ma nel caso di Ludwig il colpo di stato è inutile, basterà utilizzare come scusa i suoi disturbi mentali. Viene internato senza troppi scrupoli, e dopo poco misteriosamente sparisce, finché non viene ritrovato il suo cadavere.

Ludwig è un film difficile, che richiede per essere compreso, io credo, certe esperienze di vita. La prima volta che lo vidi, a sedici anni, in un cinema troppo affollato, lo trovai insopportabilmente tedioso. Se lo si comprende non si può fare a meno di amarlo. E d’altronde c’è una sorta di linea di congiunzione tra il carattere del re di Baviera e quello del Noodles di C’era una volta in America.

Credo così di aver spiegato, per chi fosse curioso, il motivo per cui il blog si chiama Ludwig. Il riferimento al re di Baviera nella lettura che ne dà Visconti è quello da cui sono partito (a parte qualche somiglianza tra il suo nome e il mio). Di Ludwig ho condiviso l’idealismo, la volontà di perseguire con tutte le mie forze dei programmi che includessero la bellezza e l’utopia, qualche volta anche i fallimenti. Persino la passione per una donna straordinariamente somigliante alla Sissi di Ludwig e alla sua interprete Romy Schneider.

Se Ludwig avesse potuto scegliere una squadra per cui tenere credo che si sarebbe orientato sulla Fiorentina, che questi elementi, l’idealismo, la bellezza, il difficile equilibrio tra sogni e realtà compendia in sé. La stagione che incombe, piena di dubbi come di aspettative, ci mette di fronte, come sempre, a questi temi.

di Ludwigzaller

424
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Vedo che la discussione si è giustamente spostata sui sogni e sulla loro realizzazione. Verissimo, e rispondo al Conte e altri, che i sogni vanno ad un certo punto abbandonati. Vero anche che c’è chi vive senza mai sognare e muore lentamente.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Questa poi che Sconcerti è stanco delle contestazioni è proprio bella. Non contestano mica lui. Se il malumore verso la società lo infastidisce, si occupi d’altro. Vada a pescare, per esempio. I pesci sono molto garbati, parlano poco e non stancano mai nessuno se non per tirarli su.
A prescindere dal merito, sarebbe bella se i tifosi dovessero trattenersi dal contestare la società perché sennò Sconcerti si stanca.
E si metta a sedere, se è stanco.

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

Perchè secondo te uno con quella faccia riesce a pescare qualcosa?

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Dovrebbe mettersi in curva, dove i pesci rallentano.
Così facevo io nell’Ema, da ragazzo. Non si sa mai, una volta, tirando su, ne presi uno per la pancia.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Bellissima.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Fantastica!!

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Certo che anche il busker più talentuoso ha i suoi difetti di formazione accademica… Ad esempio, lui “accellera”…

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Se Carlo e Zeman fossero due persone diverse ne sarei sinceramente stupito, ma intendiamoci, non è impossibile. In quest’ultimo caso forse dovrebbero andare a cena insieme, perchè il loro approccio surreale è davvero qualcosa di inimitabile.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Zdenek Zeman?!

Senza.discorsi
Member
Member
senza.discorsi

Sì, Belva, la raffigurazione della signora romagnola mi assomiglia molto, in tutti i sensi. Sono figlio di figli di signore romagnole caciarone cicciotte, che hanno sempre tutto. Però tengo ancora alla mia virilità: per cui non vorrei che uno scardanelli prendesse il sasso e mi disegnasse coi bigodini sulla riva del mare. Che gli sgonfio il pallone prima ancora del contrasto fallo tattico. (naturalmente sto ridendo: occorre dirlo: in casi di posti bui di natura bianconera (bianco su nero, righe dritte, robe storte: forum, quindi).

Senza.discorsi
Member
Member
senza.discorsi

Ma il tifoso vuole davvero che Della Valle venga allo stadio? è da lì che si misura l’intelligenza del presidente? ma davvero si pensava che industriali di scarpe, che non conosco per bene, andassero allo stadio a rimettere a posto tutto? ma davvero la sua sola presenza rende il fiorentino felice? ma quando mai? quante puntate di “amici miei” avete visto? ma dai. La De Filippi l’avete vista? ant man? cosa guadavate quando Agostina Belli andava alla lavagna a scrivere il Pitagora, a renderlo così lontano da non vedere più niente? l’Agostina Belli risponde alle vostre versioni migliori del tifo?… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Non è fondamentale, è vero, benchè non vederlo nemmeno allo stadio metta una certa inquietudine rispetto a quanto fanno gli altri presidenti.

Senza.discorsi
Member
Member
senza.discorsi

Vincere con il Chievo ha portato tutta una serie di quadri da vedere molto buoni e fasulli come la malva dentro il latte. Così quando Milinkovic spara alto e non altissimo come nel normale della dialettica pericolosa del non rompere i vetri dei palazzoni da bambini, quando atterra il pallone e si schianta così all’altezza pianterreno e fa gol, allora tutta la partita è praticamente finita. La Curva lo sa, e mette in moto la contestazione. Ma non fa una grinza. La Curva ha fatto un’analisi di fatti partendo dai precedenti di Giacomino D’Este D’Anna e sa che non può… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

La polemica della curva poteva avere un senso, però attenzione, Carlo/Zeman, dal punto di vista politico bisogna anche saper scegliere il momento giusto per contestare, sennò si rischia il fallimento, e quello non era il momento giusto. Machiavelli che era molto attento a questi aspetti avrebbe credo stigmatizzato l’errore.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Milenkovic.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

I ponti così come qualsiasi altro manufatto debbono rispettare la scienza delle costruzioni, che è una disciplina ben organizzata e strutturata. Inoltre ci vuole una manutenzione, il cemento è come la pietra, è più deperibile.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Platini contro la Var. Strano!

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Renzo Piano dona alla sua città il progetto del nuovo ponte, con 43 lampioni. È qualcosa di sublime, di commovente. Ancora una volta dovremo ammettere che la virtù è grande nelle membra.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Brencich, che da anni denunciava con gran competenza il terribile rischio, pubblicamente e documentatamente, Brencich che nella seduta del primo febbraio accusa l’obsolescenza delle metodiche di verifica e però alla fine mette la firma, mi fa pensare a quei tanti bravi funzionari accerchiati, che strepitano, minacciano, portano in piazza, scrivono, si appellano lungo tutta la scala gerarchica, ma poi temono l’isolamento, la diffamazione quali visionari frustrati rompicoglioni (si sa, come disse Lippi di Zeman e come vuole da sempre retorica gobba, il marcio lo vedono solo i perdenti), e cedono alla pressione dei saggi marrani. E la merdaglia delle clausole… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Però questo Brencich è un bel tipo. Subito dopo la tragedia, si erge a Cassandra non ascoltata, sostanzialmente sputtanando Morandi quando ancora oggi gli errori progettuali sono da dimostrarsi. Poi si scopre componente della commissione che qualche mese prima aveva escluso l’ urgenza di intervenire, nonostante l’ accertato deterioramento (evidentemente ritenuto non grave). Né risulta che in quella sede avesse posto la questione che il ponte fosse stato progettato male e dei possibili rischi che comportava. Mah.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Un mio caro amico anni fa era il responsabile della costruzione di una importante struttura, che presentava qualche sfida ingegneristica. Non del tutto convinto di alcune soluzioni del progettista, chiese al suo professore dei tempi dell’Università il suo parere. Questi prontamente gli suggerì di aggiungere qualche supporto. Appena saputolo, un altro docente dello stesso ateneo volle dire la sua, dicendo che una guaina avrebbe meglio protetto dalla corrosioni quei supporti. Ormai tutti volevano dire la loro e un altro professore propose alcune modifiche minori, che avrebbero sicuramente aumentato la sicurezza della struttura a quel tempo in una zona non sismica,… Leggi altro »

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Visto che il ponte è crollato, si arguisce dunque che chi aveva in carico la manutenzione non ha mai chiesto a chi sapeva fare le robe.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Si, lo dissi subito dopo il crollo che non era così facile passare da fare maglioncini di lana a dover fare la manutenzione delle autostrade italiane. Senz’altro più difficile di riscuotere pedaggi e emettere bond.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Non sono un tecnico delle Grandi Opere però di solito le firme si appongono per assunzione di responsabilità. Anche se si verbalizzano dei distinguo

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Senz’altro, senz’altro.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

M’hanno tagliato la vignetta per i 92. Auguri Viola.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Per il centenario, altro che vignetta. Bisognerà fare le cose in grande.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

I problemi di Firenze, la testa di Cognigni e tante altre fantasie.
La richiesta della testa di Cognigni così come “via i DV” non è da ricercare nella qualità della gestione e nei risultati ma sul fatto che a certi tifosi semplicemente gli stanno sulle palle queste persone. Infatti la maggior critica è che non si siano integrati con Firenze (quella piccola parte, specifico io). Il peccato originale è quello perché se si fossero integrati (e fossero stati quindi capaci di percularli) sarebbe andato tutto bene o comunque molto meglio. Poera Fiorenza.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Distinguerei fra Cognigni e i DV. Uno è un esecutore finanziario, il tipico esattore delle imposte buono ad attirare l’odio al minuto del contribuente. Gli altri due sono i mandanti dietro una cortina di nuvole.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

L’editoriale mattutino di Carlo è come la signora mia vicina di ombrellone qui in riviera romagnola: rassicurante. Lei arriva in spiaggia di buon’ora, carica di borse. Io nel primo pomeriggio, cioè appena svegliato, e sempre con qualcosa che mi sono dimenticato e che mi manca. Ma, tanto, lo chiedo alla signora. Lei nelle borse ha tutto. Col trascorrere dei giorni della vacanza la mia vicina di ombrellone appare sempre più organizzata: forse attende/spera che mi manchi qualcosa e che io mi rivolga a lei per chiederla. Ahh…le maglie della difesa di D’Anna in effetti si sono allentate parecchio dopo il… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Pizzu, ieri col cacciucco mi hanno propinato un Vie Cave di Sorana, malbec 100%: lo conosci? A me rimasto qualche dubbio, non sul vino in sé ma sull’ abbinamento.

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

UNO, scusami ma sono sbarcato solo ora dal pedalò e ti rispondo sul vino. Ottimo vino rosso, lo chiamano inchiostro nero tanto è scuro, ben strutturato e corposo come un Cabernet, si accompagna bene con primi e secondi di terra. Forse andrebbe bene per i pesci di curva del pescatore di frodo di cui per carità cristiana taccio il nome. Io lo vendo a 11 euro più iva, ma nella nostra zona è poco conosciuto e quindi si vende raramente. Una bella bottiglia di chardonnay Bramito del Cervaro sempre dell’ Antinori , che costa un paio di euro in più,… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Col cacciucco vado con i rossi, qualche volta con un rosato di Bolgheri. Grazie dei consigli, ne terrò conto per le prossime occasioni. Buona serata anche a te.

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

Guado al Tasso e Cipresseto sono rosati di Bolgheri dell’Antinori, ricercati anche al nord per bontà e rapporto qualità-prezzo ottimi.
Di nuovo.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Gigliato (sotto, “18 ore fa” al momento), non si può vivere la dimensione del tifoso partita per partita. Il dissenso verso la società è iniziato dopo il ritiro dei remi in barca, dove tuttora restano. La Fiesole non contestava la squadra, che stava largamente vincendo quella partita facendo tutti felici, contestava invece la perdurante strategia societaria. Sarebbe ingiustificato contestare dopo un consolidato andamento positivo della squadra, perché ciò dimostrerebbe la validità di quella strategia. Invece, mi pare solo un confondere due piani distinti se volessimo giudicare ingiustificata quella contestazione, che è rivolta ad una strategia ormai assodata e confermata, alla… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Più in basso è stato scritto fa fabrizio che nemmeno vincendo lo scudetto ci sarebbe una cambio di atteggiamento suo nei confronti dei DV. Di che parliamo?

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Certo Gigliato, perché non sarà stato merito loro. Come quando presero Sousa per tamponare un biennio di rientro economico ma si ritrovarono in casa un magalomane che voleva lo scudetto. L’intenzione per me conta, eccome se conta. L’effetto potrà anche essere positivo, finanche paradisiaco (l’ipotetico scudetto, appunto); ma appunto, che l’intenzione dei DV sia far vivacchiare la Fiorentina, cercando di tirare su due spicci, è palese e comprovata. “Fate quello che ritenete sia meglio, ci fidiamo di voi, questo è quello che dovete spendere e questo quello che devo guadagnarci”. Chi può affermare che non sia così? La presenzella striminzita… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Mio sì, un atteggiamento ben diverso ci sarebbe. Ma non occorre lo scudetto, a me basterebbe una Fiorentina come quella dei primi anni di Prandelli e dei primi due di Montella. Il rapporto tifosi-proprietà era allora ben diverso, Poi qualcuno che buba c’è sempre e sotto ogni tifoseria. Se non si vuole accettare, non si entra nel calcio. Come si fa a non notare la differenza con quelle annate? Eppure non è passato un secolo (non si può dire “eh, erano altri tempi”) e i proprietari sono sempre gli stessi, così i dirigenti e, nel primo caso, anche il DS.… Leggi altro »

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

È così, non ci si può girare attorno. In quelle annate abbiamo visto grande calcio contorniato però da acquisti raccapriccianti e figuracce da barboni sul mercato, ma non c’era disamore e insofferenza. Glielo si perdonava, ai Della Valle, perché quando serviva c’erano. Stavamo retrocedendo, ma a Milano, contro il Milan di Allegri, la sera prima Diego piombó in hotel e ribadì le tre “D”; il giorno dopo, tre punti. Quando sfumó la Champion’s con Montella, Andrea subito ribadì che avrebbe rilanciato. Ed ecco Rossi e Gomez, comprati non coi soldi loro, ma sempre attraverso le cessioni (Jovetic, Nastasic, Ljaijc). C’è… Leggi altro »

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

Dopo la foto dei forati immersi nei pilastri del ponte Morandi sto rivalutando le capacità ingegneristiche di Corvino. Lui costruisce le squadre a partire dalle fondamenta e … che fondamenta! Marcantoni di calcestruzzo rinforzato alti 1,90, roba che se mancano un pallone stroncano una gamba. Possiamo lamentarci che non sanno impostare l’azione, che non sono capaci di produrre un bel gioco, ma danno una certa sicurezza difensiva, oltre a far paura l’avversario. E i fronzoli li ha sempre scelti là davanti dove, sbagliando, causano meno danni.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Mi ritrovo in gran parte con le considerazioni di Berardo di ieri pomeriggio, ma vorrei osservare che se il problema non è la Fiesole, ma è la è la filosofia ultrà – quella che da tempo sta provocando un grave problema di ordine pubblico – non ha mai prodotto grandi risultati per la soluzione di un problema molto serio affrontarne uno diverso perché meno “pericoloso”. Per le corna va preso il toro, non la capretta lì vicina, più inoffensiva. Ci vuole il coraggio necessario. Mi sbaglierò, ma non vedo nelle manifestazioni di una parte dei tifosi della Fiesole quei maledetti… Leggi altro »

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

“Due giorni vi sono bastati? Ora correte o sarete bastonati” Dell’aprile 2017 questo striscione firmato 1926, all’indomani dei due giorni di riposo dati da Paulo Sousa alla squadra dopo un 0 a 2 a Palermo che ridusse le speranze di una qualificazione per l’Europa League. Seguì un 2 a 2 a Sassuolo, dove solo un polemico goal di Bernardeschi al minuto 94 ci salvò da un’altra sconfitta. Di quella squadra è rimasto solo Chiesa. O anche Olivera e Cristoforo, se li consideriamo parte della rosa. Entrambi parte di quella quindicina di giocatori, parte della prima nidiata di Corvino al suo… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

La squadra “a prestito”è l’ultimo sviluppo della strategia del risparmio. Ci si fa prestare per una stagione un paio di esuberi super e se si azzeccano l’annata è risolta. L’anno dopo si riparte, perchè i giocatori in oggetto non sono nostri e nemmeno possiamo reclamarli. Pjaca può comportare un piccolo premio di valorizzazione, che nel caso del brasiliano romanista non c’è proprio.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

La vittoria forma il consenso, nel calcio come in altri campi. La stessa democrazia può passare in secondo piano se una dittatura offre vittorie e benessere. E’ una amara verità, ma credo che risponda al vero. Dunque chi vuole contestare aspetti la partita storta, contestare sul 4-0 dal punto di vista politico, pensando in particolare a Machiavelli, è semplicemente una follia.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Mi ha incuriosito la proposta di Vuturo di far fuori Cognigni, come se fosse Cognigni che prende le decisioni vere. Della Valle dovrebbe quindi sacrificarlo alla curva, ma che senso avrebbe?

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Ecco il capro. Immagino che Cognigni non avrebbe problemi di ricollocazione ma che bruttura una richiesta così fatta.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Non sarebbe un sacrificio agli dei. Sarebbe una decisione molto pragmatica di politica aziendale. Una cosa moderna, dei giorni nostri. Come quando in azienda c’è un dirigente molto bravo, fedele e scrupoloso, agli occhi del proprietario, ma che dopo tanti anni sia riuscito a stare sui cabasisi ad una larga fetta di clienti, che lo fanno rumorosamente notare quando pure confermano ancora i loro ambìti ordinativi. Nessuno si ostinerebbe nella ripicca di non dare ascolto alle lagnanze, col rischio di esasperarle. A chi gioverebbe? Il cliente ha sempre ragione, si diceva una volta. E noi siamo clienti. Come potrebbe, quel… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

E dopo Cognini chi altro deve cadere per compiacere la piazza belante quando dopo poco tempo riparte il refrain? Perché l’esercizio del potere e del controllo deve averlo uno sparuto gruppo esterno alla società? Capisco il tuo punto di vista e sebbene veda una lucina fioca verso la possibile uscita dall’altra vedo l’antistoricità della richiesta e la rivendicazione di diritti inesistenti. Si parlasse di uno qualsiasi della curva si griderebbe vendetta e ci sarebbero ritorsioni ma siccome si tratta del pupazzo del riccone allora si può chiedere qualunque cosa e tutti zitti.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Chi vive di affari sa di dipendere dai clienti e conosce la necessità, se non di compiacerli, di essere attento ai segnali che gli mandano. Chi sta ai vertici viene pagato anche per soggiacere a questi rischi, sa di dover essere anche un parafulmine, a prescindere dalle proprie colpe oggettive. Quello di presidente di una spa non è mai stato considerato da nessuno un posto fisso. Oltre a tener conto dei segnali dei clienti, vi è poi, come dicevo, una esigenza di rinnovamento senza soddisfare la quale non ci si sviluppa più e si continua a gestire come si è… Leggi altro »

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Una cosa senza senso, tanto per sfogarsi. Cognigni non caccia i soldi. Vuturo fa come chi se la prenda con l’impiegato delle poste allo sportello perché la sua raccomandata ha messo quindici giorni ad arrivare. Ma alla Fiesole di Cognigni gli frega assai, giustamente. Vuturo sta ancora a pensare all’esonero di Prandelli, che non ha mai digerito. Ma in Turchia, in Spagna e in Arabia mica c’era Cognigni, e chi s’infurio’ per Bettega portava foulard e faceva rima con “fuori, prego!”.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Il presidente delle Poste Italiane ogni poco cambia, pur essendoci un padrone alle sue spalle che è più responsabile di lui, mentre gli impiegati allo sportello arrivano pian piano alla pensione anche quando, come Cimabue, se fanno una cosa ne sbagliano due. Se non rubano o non gettano in un fiume la corrispondenza da consegnare, non li caccia nessuno. I capi invece si avvicendano anche quando non abbiano combinato guai particolari. Penso che il rinnovamento nei ruoli dirigenziali delle aziende sia un’esigenza imprescindibile, ed ancor di più lo sia quando – a torto o a ragione – si sia creato… Leggi altro »

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Infatti sarei per cambiare il presidente delle Poste alla Fiorentina. Ma è sempre lì. E tiene gente di sua fiducia, che fa quel che vuole lui e che a lui piace.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Questo dà la misura della serietà dell’ argomento.

Senza.discorsi
Member
Member
senza.discorsi

Me par de capì che la contestazione sia entrata di preponderanza nei vostri sogni. Man man che i giocatori di D’Anna allargavano le maglie della difesa, la contestazione perdeva alcuni sostenitori: come un buchello nel cestello del vino. Come dire: la linea a 4 che si gira a guardare il cross, e Benassi si inserisce di lato, sfruttando i suoi centimetri (che oggi è importante). La contestazione si fa coi fedelissimi: sempre meno, man mano che si passa anche a tre in difesa: che Benassi non sa più dove inserirsi a sfruttare la massa dai capelli. E anche qui ci… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

E frequenti anche l’Esselunga per caso?

Senza.discorsi
Member
Member
senza.discorsi

Gli elementi della vita. Il presidente crede di essere un imprenditore da cui vendere discendere come le scimmie un prodotto che è il tifo: invece è tutta salda nelle nostre mani la tifica dispotica che deriva da bambini: discende sempre dalla scimmia, ma se atterrata per bene con le mani, ti volti subito e vedi che gli altri sono gobbi, e sei felice dall’atterraggio e corri e speri e vivi. Questa è la spiegazione naturale degli elementi della vita. Per cui, chi contesta, ha ragioni: perché se Darwin aveva capito che il tifo non si cambia, che il tipo di… Leggi altro »

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

Fantastica spiegazione!

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

È esemplificativo di come può (deve?)essere l’editoriale mattutino di Carlo:non replicabile.
Nel senso che è come un’opera di Burri esposta su una parete bianca.
Ma anche intesa come una espressione del pensiero che non ammette replica poiché non necessaria. Si contempla e basta

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Ma tutto si potrà dire, salvo che sia senza discorsi. Sono anzi discorsi, nella loro irrelata purezza.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Sì. Qualcosa di concorrente/alternativo da parte tua, per iniziare la giornata, credo che arricchirebbe il blog. Se ne hai voglia, se lo senti nelle tue corde. L’incrocio virtuale tra voi due era scritto che prima o poi si sarebbe avverato

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

La mattina, Belvaromana, l’unico capolavoro a me possibile è svegliarmi.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Capisco. Allora siamo in due

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

comment image

Questo è un altro scatto che non si riferisce alla foto scattata da Piero Cruciatti accusata di essere una bufala. Mi dispiace Bayle, hai toppato.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Ad ogni modo non darei la colpa al progettista, che ha fatto un buon lavoro, è la vita di un ponte così, in cemento, che è relativamente breve, se non si fanno controlli e lavori di ristrutturazione anche strutturali.

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

Purtroppo Lud, mi tocca contraddirti. Certo, non posso andare nei particolari, perchè dovrei parlare di scienza delle costruzioni e non mi sembra il caso. Sarò sintetico: trattasi di una bestemmia costruttiva. Invoco l’intervento di un ingegnere. Dove sei Marco Mugello? Dopo venti anni il ponte era da rottamare. I ponti devono durare almeno 100 anni. Quanto è durato questo? Se Brencich dice che il ponte è stato progettato male, evidentemente qualcosa di sbagliato era stato fatto. Io invece parlerei di ponte costruito da cani. Ci sarebbe da dire persino qualcosa sui tondini. Questi infami hanno risparmiato su tutto: acciaio e… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

non ho parlato di vent’anni e non ho detto che era da rottamare, andava rivisto, come mi dicono gli ingegneri amici miei.

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

MORANDI CHI ? Quello di uno su mille ce la fa ? Troppe persone che vogliono fare ed essere quello che non sono. Mi sento circondato da bufali, bufale, tori e vacche a iosa di ogni genere e tipo.
Alè dai che con ramek ce la fai !!

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

C’è poco da toppare… questa è un’altra foto, in cui oltre ai foratoni dentro ai pilastri si vede anche il resto, fra cui un pezzo di città. E’ una foto più corretta giornalisticamente.

Diffido delle foto troppo strette, che hanno generato fake news fin da quando non esisteva ancora la categoria fake news, e in tempi di fake news diffido di chi prende le foto e comincia a scriverci pensieri a piacere con il font da passatempo mattutino su whatsapp.

Una colata di cemento al posto dei foratoni da casa popolare avrebbe dato qualche sicurezza in più.

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

Si, purtroppo se c’era il calcestruzzo il ponte era ancora in piedi. Comunque attendiamo ulteriori analisi, perchè credo che ne abbiano fatte tante di malefatte, come d’altronde era costume in quel periodo. Ciò spiega perchè la magistratura non ha ancora formulato un colpevole. Ci sono un sacco di responsabilità sulla caduta del ponte e a questo punto non so quanto la società Autostrade sia colpevole.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Insomma, non era una fake. E ieri ho appreso da voi che da più di vent’anni stavano senza sensori. Beh, meno male che quel ponte il governo non glielo da ricostruire, allora.

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

La foto di Cruciatti è stata dichiarata autentica da Bufale.net, bastava leggere l’articolo. Quella che ho mostrato oggi è invece una foto dell’Ansa. Ne vedremo e ne leggeremo delle belle…purtroppo!

Gianca
Ospite
Gianca

Domenica ero allo stadio con i miei due bambini; battesimo per Bianca, 6 anni, con vittoria per 6a1. In maratona i nostri vicini volevano pagarle l’abbonamento. Tutti i miei amici erano in Fiesole e mi dicevano che chiaramente la contestazione era stata preparata prima. Ma che sul 4a0 era sorto qualche dubbio. I capi hanno deciso di farla lo stesso, ma sono stati seguiti giusto dai più assidui, i circa 2000 della parte centrale, quelli che seguono la squadra anche in trasferta. Il resto della curva non era d’accordo. L’idea che mi sono fatto io è che, oltre alla delusione… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Non era il momento di contestare, ovvio!

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Il problema non è la Fiesole, è la filosofia ultrà. Quella che da tempo sta provocando “un grave problema di ordine pubblico”. Di cui paghiamo ogni giorno il costo, anche economico. E, mi permetto di dire, pure educativo. Poi c’è il comunicato dell’ATF, a cui è stato dato un certo risalto su fi.it, che diceva di non voler toccare “potenziali divergenze o sinergie con la Società” alla vigilia dell’inizio del Campionato e aveva illuso un po’ tutti. Ma è ora di tornare noi stessi. Per vincere nel calcio di oggi bisogna spendere. Nonostante a parole lo si dica, di fatto… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Per quello ci siamo noi spiriti sofisticati del blog. E comunque, gestione e portafoglio stretto dipendono in ultima analisi dai destinatari del lenzuolo.

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

Discorso perfetto.
Poi dalle contestazioni allo stadio è difficile aspettarsi prolusioni sulle strategie aziendali, in curva si protesta perchè il proprietario non spende e si mette i soldi in tasca, vende, sparisce dalla circolazione, mostra di non avere cura della squadra.
Piuttosto, le considerazioni che fai sarebbe lecito aspettarsele da giornalisti e commentatori.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Il punto è che, velatamente, il piatto è ancora troppo buono per sputarci dentro con convinzione, uscire di casa sbattendo la porta e crescere. Più facile restare viziati da mamma Fiesole

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Berardo, solo una proprietà straniera credo potrebbe offrire qualcosa di più sul piano del budget, al momento però non sembra che ci sia un cambio alle viste. Lo stadio sarà il punto decisivo per capire le intenzioni dei Della Valle, potrebbe bastare il progetto approvato.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Secondo me non contestare, pur di fronte a risultati rotondi, è un atto di profonda incoerenza. Mi ricorda tanto i funerali, quando viene a mancare una persona che magari si è cordialmente detestato per una vita, salvo poi di fronte all’eterno pensare che su, non era poi così male, poverino. Mostrando anche pentimento. Se anche vincessimo lo scudetto non muterebbe di una virgola la mia idea sui Della Valle, ossia quella che potevano, sicuramente possono e devono fare di più per la nostra (e loro) Fiorentina. Più partecipazione, più audacia nelle dichiarazioni, più combattività nelle sedi appropriate (sportive, mediatiche) per… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Esatto, gira e rigira alla fine di quei cori non si riesce a dare molto di più che un giudizio estetico, come di un colore che non legava con il resto del quadro che si andava dipingendo.

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

Allo stadio si fanno cose da stadio. In estate era uscito quel comunicato molto “accaldato” anche nei toni, e poi l’altra sera hanno fatto di conseguenza. Hai ragione a dire che sono stati coerenti. Le sedi e i modi opportuni non sono così semplici da trovare. A livello di opinione pubblica non c’è nessun commentatore che vada al di là delle frasi fatte, o dei conti dei soldi spesi, questioni di bilanci e controbilanci. Nessuno che parli di strategie aziendali e confronti con altre realtà, più virtuose, come fa Berardo, o che abbia qualcosa da dire sul settore giovanile e… Leggi altro »

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Io la soluzione non ce l’ho Bayle, sicuramente il tempo materiale e i comportamenti dei nostri proprietari vanno bel al di là delle mie capacità di pensiero e di azione. Dico solo che, come mi è sempre sembrato un assurdo logico scioperare avvisando prima il padrone, così trovo sterile “contestare” una linea sportivo-societaria non avendo in primo luogo coesione interna al totale tifo cittadino, per di più facendolo in un luogo -lo stadio- dove anche la più valida delle motivazioni sara sempre tacciata come “ragazzata”, punto primo; punto secondo, danneggiando non il padrone, ma la cosa più importante che proprio… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

La curva è un mondo a sè, per capirla bisogna piazzarsi nelle vicinanze e osservarla attentamente. A me è capitato di trovarmi nel punto adatto al Viareggio. In quel caso la curva, pur piccola e non efficace come la Fiesole schierata, è servita a sostenere i giocatori nei momenti critici. Alla fine tutti sono andati ad omaggiarla, così come dopo ogni goal. Pretendere che il linguaggio della curva muti radicalmente non è possibile e non è neanche giusto.

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

Scusate il fuori campo ma, dopo tanto cercare, oggi sono rimasto scioccato da una foto del ponte Morandi crollato. Uno dei pilastri del pilone mostrava al suo interno una grossa cavità riempita da forati. Roba da terzo mondo. Chiedo lumi. Se c’è qualche ingnegnere qua dentro batta un colpo, please! A me sembra di capire che non siano ceduti gli stralli, bensì sia venuto giù proprio il pilone. Che Brencich avesse ragione nel sostenere che il ponte era stato progettato male?

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Ma Brencich non faceva parte della commissione ministeriale che a febbraio aveva escluso l’ urgenza di chiudere il ponte?

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Fra poco arrivano gli avvisi di garanzia e si è dimesso “per motivi di opportunità” ho letto

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Coi sensori l’avrebbero rilevato. Ma li avevano in dotazione?

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

Pare che avessero una strumentazione obsoleta per fare diagnosi, ma gli articoli di giornale non entrano nello specifico. Riportano solo sommariamente i pareri degli esperti. Però dovevano avere i progetti esecutivi, indispensabili per fare qualsiasi manutenzione. Se queste scartoffie, con tanto di dettagli in scala 1:20, riportavano questa sofisticata magia ingegneristica degna di un etiope in pieno regime coloniale, allora sono stati dei pazzi a non interdire il traffico. Quei piloni si son sorretti per 60 anni grazie a Sant’Antonio.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

I sensori hanno smesso di funzionare a metà anni 90 e non li hanno mai sostituiti a quanto dicono. Conte puoi postare la foto o almeno il link a cui ti riferisci?

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

Meglio di no, si trova sul Hashtag #Nessunotocchisalvini. Ah! Ah! Ah! Non riuscireste a sopravvivere lì dentro. Si viaggia a 100 cinguettii ogni 5 minuti. Vedo se riesco a trovarla da un’altra parte.
Comunque è per questo motivo che dicono “il ponte è stato progettato per la mole di traffico negli anni ’60!” E te credo, mannaggia! I pilastri sono “cariati” al loro interno e tutto il pilone è venuto giù per il superamento del carico di rottura a compressione.

Darth
Tifoso
Darth

100 “cinguettii” ogni 5 minuti? Non mi sorprende ne mi sconvolge. Sono ben conscio che in Italia alberga una gran manica d”imbecilli analfabeti con un QI sotto la media.

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

Non lo metto in dubbio. Infatti ci vado a leggere gli insulti contro Salvini per farmi due risate. Neanche 24 ore fa Calenda ha cinguettato la sua profezia al capitano. “Alle prossime elezioni prenderò a pedate te e i tuoi elettori”. Tralascio le offese. Non è strepitoso? Ah! Ah! Ah!

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

Trovata: https://www.bufale.net/home/analisi-in-corso-ponte-morandi-mattoni-forati-in-mezzo-al-calcestruzzo-del-pilastro/

da bufale.net, che si chiede se la pagina che l’ha pubblicata, cioè sputtaniamotutti.com, sia una fonte attendibile o no. Il quale sputtaniamotutti.com l’ha ripresa da un tale che l’ha messa su gettymages.
Fate voi.
Un totale sul ponte, con un pezzo di Genova sullo sfondo, avrebbe tolto i dubbi… Messa così potrebbe essere la foto del cantiere sulla statale a 10 chilometri da casa mia.

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

Per completezza, la pagina di gettymages: https://www.gettyimages.it/license/1017541180

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
MassimodiPaP

E’ evidentemente una bufala. pure mal fatta.
Mi stupisco che uno come il conte che dice di saperla molto più lunga di Einstein la prenda per buona.

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

In effetti alle volte mi odio: mi sembra di essere un fumetto, la versione in piume e ossa di Pico de’ Paperis. Ma non è una bufala. Sopra ho pubblicato una foto dell’Ansa.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Il ponte era solido e ben progettato, necessitava di una profonda revisione perchè la vita del cemento è limitata.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Per fortuna il Contratto di Governo Lega-Cinque Stelle spiega nel dettaglio, a pagina 59 mi sembra, le cose urgenti da fare a proposito di ponti e Autostrade. Ci pensano loro, con i loro ingegneri, preparatissimi.

maffe
Ospite
maffe

Bella questa Fiorentina giovane, vogliosa, talentuosa anche se con poco cervello.
Se Pioli azzecca la stagione, questa sarà una stagione divertente.

Settimane fa dissi che secondo me, contro le squadre che si chiudono, si sarebbe provato a prenderle a pallonate. Milenkovic e compagni per fortuna sembrano quest’anno non spararla sempre in curva.

Ho apprezzato molto due assist: quello di Gerson per Benassi e quello di Eysseric per Simeone. Gran bei colpi di calcio.

C’è già stata la conferenza stampa di Corvino ?

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Questione strana quella del saluto alla curva contestatrice. Al di là dell’elemento logistico, si deve passare di lì per uscire, è chiaro che i giocatori hanno nella curva il loro interlocutore. C’è poco da fare, quando si segna non si va a ringraziare la tribuna coperta ma la curva, è dalla curva che parte l’incitamento più costante, i cori che i giocatori evidentemente gradiscono e considerano un loro propellente per far bene.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Gerson si è sbagliato e si è sommerso nel parterre.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Ha segnato sotto la Ferrovia. Ha pensato che correre sotto quella curva poteva essere inteso come un nuovo tentativo di fuga verso Roma via Stazione Campo di Marte. La lavata di capo deve essere stata efficace.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Quando si segna, di solito si segna sotto una curva. Può essere naturale correrle incontro. Quando i nostri segnano sotto la Ferrovia, non vanno ad esultare sotto la Fiesole, anche se effettivamente non accade la stessa cosa come quando si segna di là. La Fiesole è la Fiesole e nel dirlo dobbiamo considerarla idealizzata, un simbolo perenne di tutta la passione viola, senza immiserirla nella sua mutevole immanenza del momento. Credo che in tutto questo incida anche il fatto materiale di trovarsi più vicina all’ingresso e all’uscita dei giocatori, e quindi essere – per un verso – postazione prediletta del… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Esprimere dissenso credo sia sempre legittimo, fondamentale anzi in democrazia. I modi vanno ben calibrati, certo. Giustamente c’è chi ha detto che è meglio una battuta che un gesto o una parola aggressiva. Quel che è accaduto domenica è che si è creata una incredibile distonia tra la contestazione e il risultato che stava maturando in campo. Alla fine i contestatori hanno avuto la peggio. E sicuramente se la Fiorentina continuasse a vincere la contestazione pian piano sparirebbe. Per capire come andrà la stagione occorre comunque qualche controprova e Udine sembra una verifica molto interessante.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Ecco la soluzione, appunto: se la Fiorentina vince e diverte, nel senso che fa meglio delle aspettative, la contestazione sparirà perché vorrà dire che si è imboccata la strada giusta e nessun tifoso – chiunque sia il proprietario pro-tempore – avrà motivo per non essere felice. E’ quello che vogliamo tutti, e che in questi ultimi anni non abbiamo però avuto.
L’anno che partimmo da meno quindici e andammo in Europa League essendo arrivati terzi sul campo, nessuno contestava.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Quindi stai dicendo che i tifosi contestano a prescindere se la società non è allineata alla vulgata ma che di fronte al fatto compiuto (buoni risultati) accetta di non contestare restando in attesa di successivi peggioramenti per poter contestare nuovamente. Non pretendo che i tifosi siano anche tecnici ma se così stanno le cose a fronte di una nuova squadra, promettente sulla carta, non sarebbe il caso di rivolgere le proprie attenzioni non tanto al “Via i DV” ma al “DV se ci sei batti un colpo” al “compraci anche i campioni” al “pagali di più” al “per vincere bisogna… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

È quello che hanno fatto negli ultimi anni, ma di là non è stato battuto alcun colpo.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Da extra fiorentino ho una percezione diversa leggendo i commenti in rete, seguendo trasmissioni radiofoniche, tv e notizie web.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Sto dicendo per intendersi che anche Benito Mussolini ebbe consensi quando le cose in Italia andavano bene. Aveva vinto la guerra coloniale in Etiopia e contribuito alla vittoria di Franco in Spagna, si progettavano altre imprese militari e sul piano economico e sociale la situazione era positiva, anche tenendo conto delle sanzioni. Ecco perchè De Felice ha parlato di “anni del consenso”. E con questo non voglio tessere l’elogio di Mussolini, intendiamoci, ma analizzare i motivi per cui si forma il consenso.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Confesso di non aver capito bene lo scambio di opinioni fra Berardo e Uno, neppure dopo l’intervento chiarificatore di Pizzu Pallo (so che sta allo scherzo, altrimenti non mi permetterei). Se non sbaglio, domenica sera una parte della Fiesole ha contestato la proprietà, mentre una parte dei restanti spettatori ha contestato i contestatori. Alla fine, dopo il trionfale 6-1, i giocatori si sono schierati sotto la Fiesole, ringraziando. A me sembra tutto normale e pacifico. Partiamo di fondo: che i giocatori abbiano ringraziato quel settore dello stadio da parte del quale erano partite le contestazioni alla proprietà non mi pare… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Concordo con il tuo discorso. La manifestazione del dissenso è essenziale e si può fare in tanti modi. Per quello che riguarda una parte ludica come il calcio mi fermerei all’ironia, alla dissacrazione, alle richieste più insensate (tipo compraci Neymar). Male accetto e sopporto sia l’arroganza che l’insolenza che messe assieme di solito sono un offesa. Ecco quella roba li, specie se gratuita, mi sento di contestarla.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Sì, certo anche per le parole ci sono dei limiti invalicabili.
Però non dobbiamo trascurare il fatto che le due parti in causa (proprietà e tifosi contestatori) non hanno la stessa forza ne’ gli stessi mezzi.
Se devo lottare con un leone, non è equo che lo debba fare a mani nude perché nude sono le sue zampe. Altrimenti vince sempre lui.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Nella dialettica italiana a me pare che i signori del No abbiano la meglio su tutto e tutti fino a quando, alle porte con i sassi, si subisce la decisione di imperio.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

All’Olimpico c’erano tutti i leoni istituzionali. Il Presidente del Consiglio in carica e quello del Senato, quello del CONI, della Lega Serie A e della FIGC, i Presidenti di Napoli e Fiorentina, le forze dell’ordine agli ordini del Prefetto. Tutti conigli. I leoni erano altri. E pensavano che le decisioni spettassero a loro.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Quello fu un episodio scandaloso. Mi pare che i cori e i lenzuoli della Fiesole non arrivino tanto. E comunque col mio esempio leonino volevo mettere in evidenza che nel decidere le strategie della Fiorentina, fatto di ben diversa portata di una singola partita o di un singolo episodio, c’è – giustamente – chi ha un potere assoluto e chi invece, primo titolare della passione in gioco, nulla può se non contestare. Se gli si mette anche una benda sulla bocca, il divario diviene gigantesco. Paga, e zitto. Perché, ripeto, a pagare è solo il tifoso, i soldi messi nel… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Corretto,Paolotto. Il riferimento al saluto dei giocatori era solo per evidenziare molto banalmente che supporto alla squadra e supporto alla proprietà corrono su binari diversi. Personalmente non trovo appassionante, soprattutto dopo una vittoria del genere, stare a tirare le pagelle di buoni e cattivi tra chi paga il biglietto. Mi limiterei a prendere atto che per una parte della tifoseria il rapporto con i DV è definitivamente chiuso e tirerei avanti, senza ulteriori distinguo.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Infatti questa lavagna coi buoni e coi cattivi non la ricordo nei miei quasi sessantanni di tifo, se non in questi ultimi tempi. Le contestazioni ci sono sempre state, a volte giuste e a volte sbagliate, ma tutti se le sono sorbite, magari storcendo il naso ma senza indignarsi per lesa maestà.
In ogni caso bisognerebbe prendere tutti coscienza che il calcio che abbiamo nessuno ce lo regala: alla fine, in un modo o in un altro, lo paghiamo tutto noi anche quando non ce ne accorgiamo.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Il problema non é la Fiesole, é la filosofia ultrà. Non é chi paga il biglietto quanto di chi pensa di avere il diritto di decidere come e quando giocare una finale. Di chi pensa di essere Firenze nel calcio, non certo di chi dice di avere potenziali divergenze o sinergie con la Società.
Non è quello successo al novantesimo quanto sul tre a zero. Non certo un esempio di sportività da mostrare a figli e nipoti che non vogliano andare al cinema.

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Hai ragione, Berardo, ma ne avresti ancor di più se il legittimo dissenso verso le strategie della proprietà – le quali hanno una valenza più ampia di una partita che la squadra sta largamente vincendo contro il Chievo – avesse altri spazi per essere manifestato. Ma per il popolo ignorante e ciuco ci sono solo gli spalti, le cancellate dove attaccare un lenzuolo e i social. Purtroppo in queste sedi è difficile andare molto per il sottile. In un coro o su un lenzuolo c’entrano poche parole e quindi, dovendo esse sintetizzare un discorso più ampio, sono necessariamente forti e… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Francamente mi sfugge la correlazione tra un grave problema di ordine pubblico, un’ affermazione esasperata di orgoglio cittadino e l’ insofferenza verso la proprietà. Il rischio è di dare la stura ad una voglia generalizzata di museruola. I principi educativi non si insegnano tappando le orecchie, ma collocando le cose nel giusto contesto. Sono sicuro che i bambini presenti domenica sono stati più esaltati dalle prodezze di Gerson e Chiesa che traumatizzati dai cori della curva.

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

Paolotto ti ringrazio per la stima dimostratami, ma io per chiarezza non luccico, e se mi avessi dato del casinista non avresti che azzeccato. Ma ci può stare che sia tutto un casino ed io mi sia adeguato. Buona giornata a voi tutti.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Circa la contestazione. Essa è a sua volta contestabile. Come lo è, del resto, la contestazione della contestazione. Fino a entropia. Io vorrei altra proprietà non meno della Fiesole ma, in contesto gioioso e promettente come quello del glorioso esordio di domenica sera, avrei evitato cori insultanti e blasfemi. Un muto striscione bastava, magari con un minuto di protesta teatrale, tipo schiena voltata. Ricordo infine che i risultati sono tutto, nel calcio. Ho sopportato per anni, ribollendo, un povero grullo, degradante l’immagine di Firenze in Italia, perché tra l’altro mi aveva portato il più grande duo della storia viola (Edi-Bati),… Leggi altro »

Senza.discorsi
Member
Member
senza.discorsi

Ci eravamo sentiti tempo fa per parlare della Fiorentina, poi avevo ordinato delle cose che non sono arrivate e pazienza. Meno male che oggi come oggi abbiamo la maglia più bella per stacco e distacco del pianeta illuminato. Ho visto Ronaldo fare finte che nemmeno il cammello quando racconta della fidanzata le fa. Una finta è per la vita, Ronaldo: la tua finta non sbilancia l’avversario, lo tiene in ansia. Lo fa parlare. Pensare agli stipendi di una volta, degli anni ottanti in migliaia di dollari e lire. Ho visto il Sassuolo di cui faccio sempre parte come amministratore delegato,… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Oh, era l’ora!

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

CARLO, non continuare a fare il bischero, a Tirli devi esserci.

Pizzu,

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Carlo o derivati?

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Ciao Carlo, io ho sempre il dubbio che tu sia un fan di Zeman.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Io credo che Carlo sia un battitore libero

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Senza discorsi, ci vediamo a Tirli.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

O a Filippi.

Ilcontedilautreamont
Tifoso
Il Conte di Lautréamont

E no, se dici così me lo fai scappare un’altra volta!

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Le encicliche di 1926 e Viesseux dopo il Sermone di Moena erano chiarissime, quindi alzare il sopracciglio per i cori di ieri lascia il tempo che trova. Lo stesso dicasi per chi invoca l’ ennesimo discorso alla Città. Si tratta solo di accettare realtà di fatto ormai consolidate. Può non piacere che l’ azionista di riferimento non sia in grado di offrire spiegazioni plausibili sulla destinazione di un trentello a riserva, o che il massimo obiettivo di mercato sia trattenere i migliori di una stagione chiusa all’ ottavo posto. Ma possiamo raccontarci all’ infinito che i DV sono brutti sporchi… Leggi altro »

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

UNO, concordo con te di fregarsene di come la intendono quei bravi figlioli che hai nominato, li leggo come tutti gli altri, polemizzare con loro è assurdo fintanto che si parte dall’ideologia del ” Pensiero Unico ” fattasi appartenenza dei titolari. Premetto che scomodare cotanta importante ideologia sia esagerato e lascia il tempo che trova, sai sono in vacanza e tu come amico mi potresti consigliare giustamente di fare qualcosa di meglio o ….. fare riposare il cervello. TINA non è, dico forse, il diminutivo di cretina e nemmeno il nome di una fantomatica, anche se la donna nei casini… Leggi altro »

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Pizzu, oggi scrivi difficile. Stasera ho una degustazione di vini e cacciucco, provo a rileggerti dopo, vedo se va meglio.

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

Non ti sforzare proprio, tu e Paolotto vi siete già chiariti a sufficienza, ed anche altri hanno dato la loro interpretazione. Io con la curva Fiesole non ho nulla da spartire, non la conosco proprio e non avrei dovuto neanche occuparmene. Mi sembra che le considerazioni di tutti non spieghino comunque quale sia la causa del perdurare di tali atteggiamenti. Ne facevo, visti i protestatari, che sono stati classificati da qualcuno, una questione ideologica, persone che fanno sempre i calcoli con i soldi che hanno in tasca gli altri, e pretenderebbero di condizionare le scelte con i soli metodi di… Leggi altro »

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

UNO Considera al fondo così : “al solo scopo di difendere gli interessi degli ultramilionari “. Cento teste mille idee, e la mia infine è che di sera si è stanchi ed al mattino ci si improvvisi filosofi, riferito a me è perfetto. Buona giornata !

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
MassimodiPaP

Gerson è il giocatore più naturalmente talentuoso che abbiamo, anche più di Chiesa. Ha dominato la partita. Giocasse sempre così è tranquillamente giocatore da squadra di CL ambiziosa ( quindi non noi ) da Poi bisogna vedere se ha la testa per stare dietro al suo talento. E quello non si vede da una una partita. Soprattutto contro una squadra che è rimasta nello spogliatoio all’intervallo.
Ma pare forte-forte.
Oserei dire il giocatore potenzialmente più dotato che abbiamo avuto dai tempi di Salah.
E finirà alla stessa maniera, temo.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Sì ma non importa. Conta l’effetto trascinamento che il ragazzo talentuoso crea, così come fu per il nordafricano. Sfruttiamo l’onda per tornare in Europa. Poi si vede

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Tutto tutto tutto vero.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Gerson ha anche trovato una posizione ideale in campo.

Pizzulaficu
Tifoso
Pietro Pallo

E’ da pollici ingggggiù permettersi di dire che forse come preparazione siamo un pelino avanti ad alcune altre squadre ? Poi per la migliore qualità e tecnica di molti, quella la vede pure un miope, astigmatico nonché audioleso come me. Ieri sera ci s’è divertiti troppo, s’è fatto indigestione come quegli indios amazzonici che si strafogano fino a crepare, quando acchiappano quel famigerato maiale delle foreste che pesa 275 kg. Occorre moderazione, la prima è difficile ed è andata di lusso, ma la seconda e poi la terza e poi la quarta e poi la quinta……. e poi basta…. mica… Leggi altro »

maffe
Ospite
maffe

Forse siamo avanti di preparazione, in maniera positiva.
O forse è naturale che i giovani corrano di più. Contro il Chievo la formazione titolare aveva la media di 23 anni spaccati.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

+19,6 mln dai diritti. Cifra ufficiale. Ecco come ha fatto Corvino a fare mercato.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Aspettando le ultime cessioni e sulla scorta dell’utile galattico delle due precedenti sessioni di mercato.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
MassimodiPaP

e c’è rimasto qualcosa per il comparto amministrativo.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Noi ridiamo e scherziamo ma mentre ADL compra il Bari non paga il dovuto al comune che a sua volta mette in mora la società. Inizio a pensare che il Napoli sia in procinto di passare di man0 o che qualcuno stia tentando di creare le condizioni perché ciò accada. Tutto sommato a Firenze non si sta così male.

MassimodiPortaalPrato
Tifoso
MassimodiPaP

Che a Firenze si stia meglio che a Napoli è lapalissiano. Se non altro perché campiamo di media tre anni e mezzo di più E il loro reddito pro-capite è identico a quello del Gabon. Ma per quanto riguarda la squadra, loro lottano per lo scudetto e vanno in CL tutti gli anni. Noi puntiamo ai preliminari EL De Laurentis è brutto sporco e cattivo, ma qualche risultato l’ha ottenuto. I nostri sono buoni ( con il comparto amministrativo ) e puliti ( belli no, facce più brutte di DDV e Cognigni l’ho ancora da vedere in vita mia )… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Negli ultimi 8 anni il Napoli ha fatto molto bene ma con la coda dell’occhio e distrattamente vedo l’esigenza di avere una squadra del sud a rappresentare gli interessi di unità nazionale. Per il centro ci sono già Roma e Lazio .. le tre assieme come ben sai hanno qualche problemino di ordine pubblico. La più civile Firenze può stare attaccata ma in seconda battuta. La morte dello sport.
Forse in futuro si passerà ad altri criteri e accadrà che il sud non avrà più una rappresentante elitaria o che le nordiste salteranno qualche giro per lo scudetto.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Il Napoli, in verità, non ha rubato nulla in questi anni se non una finale di Coppa Italia (ma non per gombloddo, per feccia), nessuno l’ha paracadutato dov’è.

Kurt H.
Ospite
Kurt H.

ADL, che non capisce una mazza di come si gestisce una squadra di calcio al pari di ADV/DDV si e’ circondato di gente che di calcio si capisce…isultato piano piano ha cresciuto il comparto sportivo…senza pero dimenticarsi di mettersi in tasca parte dei succosi introiti del calciomercato….i nostri erranti on solo ci stanno rimettendo (e non mi venite a nominare che chi guadagnano d’immagine che e’ una grossa bufala!) ma non riescono a far piu’ crescere il comparto sportivo.e. sisono ridotti a vivacchiare…non ci sbagliamo non hanno ‘ridimenzionato’ ma ilmondo intorn al loro e cresciuto e loro non sono stati… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Si certo lo sappiamo, da queste parti non si corre il rischio di fallire, e non è poco nel calcio di oggi. Pensiamo a che effetto potrebbe avere sui conti sociali una campagna acquisti come quella dell’Inter se la squadra fallisse gli obiettivi.

Scardanelli
Ospite
Scardanelli

Un atout importantissimo di tutti i nostri avanti e di tutti i nostri centrocampisti (tolgo Norgaard e Dabo) è che sanno inserirsi e/o sfondare sia da destra sia da sinistra, permettendo costanti inversioni. Tatticamente, quando ci sia qualità, questo è mortifero per gli avversari.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Ciò accade anche perchè Simeone, l’unica vera punta, ha cambiato gioco e si muove molto di più.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Ludwig,per fare più gol Simeone dovrebbe muoversi ancora meno,a mio parere.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Il retroscena di Galli. Nel 2004 la viola aveva trattato il grande (futuro??) centrocampista Lucas Leiva. Si quello della Lazio che all’epoca era nelle giovanili del Gremio.

Pierre Bayle
Ospite
Pierre Bayle

Sì lo trattò anche Corvino qualche anno più tardi, e disse che non fu possibile acquistarlo dal Gremio perchè chiedeva uno stipendio che sarebbe stato squilibrato rispetto agli altri giocatori della squadra e avrebbe scatenato una corsa al rinnovo.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Veloce e verticale. Non è la prestazione preferita da Altamont, ma il mantra personale di Pioli ribadito anche ieri in conferenza stampa. Meglio ancora se incontri un Chievo dall’ improbabile 4-3-3 nonostante una difesa da salvezza faticosa (in serie B). I balbettii del primo tempo dovrebbero comunque ammonire che l’ unica certezza è l’ effimero, e questo vale anche per costruzione dell’ organico. Meglio alloragodersi questa giovinezza che si fuggirà tuttavia, tanto del domani non v’ è certezza. Capitolo tifosi. La Fiesole incita la squadra e contesta i DV. Altri settori contestano chi contesta. Alla fine, i giocatori salutano la… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Come da tradizione e come obbligo dato che escono di li.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Non so chi salutassero, Uno. Per tradizione si saluta lì. C’è chi ne farebbe uno studio antropologico. Un cafone marsicano come me non ha problemi a distinguere un muratore in canottiera con le spalle arrossate dal sole da quei tipi plurilaureati, abbronzati da settimane al mare e con un sacco di cose da dire ai Della Valle.
Magari hai la vista migliore della mia e forse anche quelli che giocano con ingaggi milionari si sentono più parte di un gruppo che di un altro.

Uno che se ne intende
Ospite
Uno che se ne intende

Non è questo il punto. È che si tratta di due forme di consenso non sovrapponibili e che pertanto si monta un caso sul nulla, o almeno su un tema ampiamente scontato.

BerardoViola
Tifoso
BerardoViola

Sarà. Ovviamente era il mio punto di vista. L’ho ricordato solo perché sono rimasto sorpreso che tifosi organizzati vicinissimi a quei gruppi hanno incominciato a darmi ragione. Almeno su un tema che non è così scontato.

Ludwig
Tifoso
ludwigzaller

Non tutte le partite andranno così lisce, Uno.

Articolo precedenteEysseric ‘scalza’ Pjaca e Mirallas: può partire titolare contro il Chievo
Articolo successivoChiesa sfida tutti: Fiorentina e Nazionale, nuovi obiettivi. A caccia della ‘decima’ (rete)
CONDIVIDI