Il blog di Ludwigzaller: Numeri

852



Confronti tra la Fiorentina di Montella del passato e quella del presente

Nel 2012-13 la Fiorentina di Montella, dopo un avvio incerto, infila una lunghissima serie positiva, interrotta solo da una sconfitta con la Roma, in quella che appare la più bella partita del campionato, e con il Pescara, che a Firenze si copre e sfrutta la vena di Perin. Il girone di ritorno incomincia ancora con qualche passo falso. Montella sostituisce il 3-5-2 con il 4-3-3 di Cuadrado, Jovetic e Ljajic e chiude a settanta punti, a due punti soltanto dal Milan che va in Champions.

Al secondo anno, con Mario Gomez e Joaquin al posto di Toni e Ljajic, la squadra assorbe bene l’infortunio di Gomez. Gira addirittura a trentasette punti, ma il ritorno si complica perché Rossi è azzoppato. Finiamo quarti ma a sessantacinque punti. Nel 2014-15 facciamo trenta punti all’andata, e di nuovo trentaquattro punti al ritorno, nonostante un’impegnativa EL. Montella cambia più moduli, gioca con il centravanti e con il falso nove, ma la squadra si esprime con continuità. In certi momenti si raggiungono i due punti, ma in generale la Fiorentina sta tra l’1,7 e 1,8 punti a partita.

L’allenatore e gli addetti ai lavori fanno bene a non sbilanciarsi. Questo blog tuttavia è una zona franca e io lo posso dire. A mio parere non ci sono ragioni perché non accada di nuovo. Il nostro target è esattamente quello di allora, possiamo fare dai sessantacinque ai settanta punti. Con sessantacinque punti è difficile arrivare in Champions, con settanta e più si combatte per un piazzamento Champions fino alla fine. Posso comprendere che l’obiettivo Champions appaia troppo azzardato. La logica dice che un ingresso in Champions si programma in due o tre anni. Ma il calcio non è pura logica. Se l’occasione di andare in Champions si presenta già quest’anno, deve essere colta. In futuro potrebbero intervenire variabili come un calo di forma di Ribery o la cessione di Chiesa.

La Fiorentina 2012-15 aveva un centrocampo regale, quella attuale può a sua volta schierare tre centrocampisti agguerriti sul piano tecnico, e forti anche su quello fisico, nel non possesso e nel pressing. In attacco occorrono giocatori di classe, capaci di andare in goal con giocate insuperabili. E da questo punto di vista Chiesa e Ribery non sono da meno di Jovetic o Joaquin. Dalbert non è Cuadrado, è vero, ma le sue discese possono far male. Siamo meno eleganti ma solidi e temibili, teniamo meno la palla ma sappiamo aggredire in ogni zona del campo per riconquistarla.

Dopo due sconfitte la Fiorentina attuale ha preso un ottimo passo. In cinque partite ha fatto undici punti e tiene una media di 2,2 punti a partita, con una proiezione finale, financo eccessiva, di ottanta punti. In futuro sono convinto che ne perderemo poche e che potremo vincere su ogni campo. Il pareggio sarà un’eventualità, mai un obiettivo. Le vittorie saranno la conseguenza di un sistema di gioco e non ci sarà bisogno di elaborare complicate tabelle. A differenza di quanto accadeva nell’era DV, Commisso si mostrerà generoso, se ci sarà bisogno di integrare o migliorare la rosa nel mercato invernale.

E dunque, signori, andiamo a vincere con serenità, senza sensi di colpa o rimpianti. Senza temere la felicità come talvolta capita agli umani.

di Ludwigzaller

852
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Ludwig
Tifoso
Ludwig

Va forte l’Atalanta, troppo forte al momento. E va forte anche Muriel, che la Fiorentina comunque doveva comprare non essendo suo. Un piccolo rimpianto forse c’è, ma andiamo avanti!

Ludwig
Tifoso
Ludwig

In sintesi per me questa è una bella squadra anche senza gli ipotetici rinforzi che non sono arrivati e che alcuni rimpiangono. E’ davvero interessante, funziona, fa punti e non ha ancora sfruttato tutti gli effettivi. Uno come Zurko ad esempio prima o poi si farà notare, anche se non ne parliamo mai.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Non ne parliamo mai perché ancora non ce lo hanno mai fatto vedere.
Mi pare un riserbo giustificato.

ottobre viola
Ospite
ottobre viola

E no. E’ entrato contro l’Udinese e sembrava più stanco degli avversari che giocavano da ’70 minuti. Lento e con poca qualità. Da lui non mi aspetto nulla, penso che un rinforzo a centrocampo, anche per avere varianti ai 3 sempre in campo, ci vorrebbe, Per il resto è una buona rosa…

Pizzulaficu
Ospite
Pizzulaficu

Tanto per divagare, ora che una nostra ex woman esterni le sue tendenze, mi sa di esibizionismo, di esposizione mediatica voluta e cercata. Mie care bimbe fate quello che volete, giocate bene, vincete e fate sesso con chi vi pare e come diceva il mi’ bisnonno Oloferne, se non mi rompete i hoglioni sta’ a vedé c’arrivo a cent’anni. Arrivò a 98 solo perché la mi’ bisnonna glieli rompeva a raffica, ed ai cento ci arrivò lei. Capito l’antifona ?

Bomber
Ospite
Bomber

Comunque se non ci sono cali di questa positiva tensione della squadra a Brescia si vince

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Per capire i rischi che si corrono in serie A quando una società di provincia allestisce una squadra ambiziosa suggerisco di considerare il Cesena 2011-12. Alla prima partita si presenta con questa formazione: Antonioli, Ceccarelli, Benalouane, Rodriguez, Marco Rossi, Guana, Parolo, Ghezzal, Mutu, Candreva, Eder. Perde subito con l’Atalanta 4-1 e non si schioda dall’ultimo posto in classica. Allenatore l’attuale ex Milan Giampaolo!

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Cosa avrebbe dovuto fare il Cesena nel 2011-2012? Presentarsi col cappello in mano?
Il campionato di serie A è una competizione sportiva e anche i più piccoli fanno bene a cercare di farsi valere.

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Qualcosa ha sbagliato Paolo, non ha mai lasciato l’ultimo posto.

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Segnalo che a questo indirizzo nella sezione archivi sono contenuti tutti i post vecchi in ordine cronologico. Chi si vuol fare una idea di cosa si dicesse e si pensasse in passato può farlo e togliersi ogni dubbio, su Montella, Pioli, Commisso, ecc.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Ecco…se vai agli archivi troverai chi scrisse che il mercato lo ha fatto Rocco. Chiesa lo ha tenuto lui e Franck senza Rocco sarebbe venuto? La squadra si fonda sulle invenzioni di questi due

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Credo che nessuno abbia discusso il ruolo di Commisso e gli archivi lo dicono in ogni post ma in particolare in due di questi. Ciò premesso un imprenditore non fa tutto, ma si basa su collaboratori di sua fiducia che sceglie dopo colloqui personali, a quattrocchi, che gli servono per capire chi ha di fronte. Rocco ha scelto Pradè e Montella, dopo colloqui e studio del curriculum.

2z2t
Ospite
2z2t

Il Brescia, sino a qui, è ultimo di tutta la serie A per tiri nello specchio ed è seconda di tutta la serie A per fuorigioco fischiatigli contro. La variabile Balotelli, assente per le prime quattro se non erro, presumo farà riconquistare posizioni al Brescia sia nella classifica per tiri nello specchio che nella classifica ai punti (sempre ricordando che ne hanno giocate sei di partite invece che sette). D’altronde loro, come noi, non hanno avuto sin qui un calendario propriamente semplice: hanno giocato contro ben quattro delle sette squadre che abbiamo già affrontato pure noi (Milan Udinese Napoli juve).… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Il problema del Brescia necchi per quel che capisco potrebbe essere analogo a quello di altre squadre di provincia ambiziose. Ricordo il Cesena di Mutu, ottimo sulla carta, sfidava alla pari le grandi squadre e finì in serie B. Occorre trovare un buon equilibrio, altrimenti rischi di non essere competitivo rispetto a certe squadre costruite per non retrocedere che giocano però in modo umile. La Fiorentina potrebbe sfruttare gli spazi che si aprono (vedi la statistica sui fuorigioco) per le sue midiciali ripartenze.

2z2t
Ospite
2z2t

Rispondevi a me o a necchi? Comunque la statistica sui fuorigioco è da leggersi all’incontrario di come la leggi: ho scritto che il Brescia è secondo per fuorigioco fischiatigli contro, significa che sono gli attaccanti bresciani che finiscono troppo in fuorigioco, non che il Brescia sta alto per far cadere in trappola l’avversario ergo non è vero che il Brescia sta alto.

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Si dice che il Brescia, come il Cesena che ho citato, debba giocare in un modo un pò più prudente.

i'necchi
Ospite
i'necchi

Sulla questione mercato, anch’io sono perfettamente in sintonia con Bayle. Qualcuno dice che Rocco vorrebbe subito una squadra forte, fast fast fast, e che quindi bisognava spendere quei famosi 30 milioni ad agosto, ma lo stesso Rocco, subito dopo aver acquistato la Società, disse che non bisognava fare come il Milan del cinese, ovvero spendere 200 e passa milioni per arrivare settimi o giù di lì (e arrivare settimi anzichè ottavi con 200 milioni significa aver buttato nel cesso 200 milioni di euro). E quindi che doveva fare Prade’? Sapendo che i vari Cellino Pozzo e avvoltoi simili lo avrebbero… Leggi altro »

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Nessuno pretendeva 200 milioni di spesa. Solo che se vogliamo essere obiettivi, la rosa ha undici titolari e basta. Dodici se Boa torna a giocare calcio seriamente. I piazzamenti Champions che qualcuno qui arditamente ipotizza, richiedono la rotazione di 15/16 titolari. Se viceversa si chiede solo una stagione “tranquilla” e si pensa che mancando Castrovilli è sufficiente Benassi oppure che senza Franck basta Sottil, io ho qualche dubbio perché con rose squilibrate passare dalla tranquillità alle strisce negative è questione di un attimo, come abbiamo visto l’anno scorso. Io penso che a gennaio la rosa vada rinforzata non basta liberare… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Personalmente non ho questi dubbi perché Sottil e lo stesso Benassi sono buone riserve. E la storia dell’anno scorso è diversa, l’anno scorso non c’era un problema di riserve, c’era un problema di titolari e di gioco. Belva, sai anche tu che Sottil è già stato messo in lista da Mancini e che Benassi in nazionale ha giocato. Sono due giocatori che sarebbero titolari in parecchie squadre di A.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Lud sono due giocatori adatti per un altro modulo di gioco. Per inserire Benassi Pioli passò dal 4231 al 433

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Belva Benassi può fare la mezzala nel centrocampo a tre di Montella, non è Castrovilli, ma offre qualche soluzione in zona goal. Sottil poi è adattissimo a fare l’esterno alto, forse anche l’attaccante nel modulo acefalo.

i'necchi
Ospite
i'necchi

Sono d’accordo con te, Belva, la squadra è lontana anni luce dal poter arrivare quarta (sperando con tutto il cuore di sbagliare, s’intende). Ma la campagna acquisti che ti permette di fare il salto di qualità si pensa e si programma prima, ma si fa in estate, non a gennaio, o almeno è così nella stragrande maggioranza dei casi.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Non ci piove Necchi. Prade gode delle attenuanti del caso. Solo che quando hai un Campione come Franck che non ci sta nemmeno a pareggiare e una Ferrari come Rocco tu DS non puoi tirare il freno a mano. Devi alimentare l’entusiasmo perché la componente emotiva è quella che amalgama tutto l’ambiente. Allora invece di esternare i problemini per i quali sei pagato tipo come piazzare gli esuberi, manda un messaggio positivo e dicci che se a gennaio la classifica premia l’impegno dei ragazzi, la società STAVOLTA non si farà trovare impreparata!!

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Non è lontana anni luce dal quarto posto, necchi, attualmente il quarto posto dista due punti, Napoli 13, Fiorentina 11.

Fabrizio
Ospite
Fabrizio

Chapeau

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Il rimpianto per i giocatori non arrivati e i soldi non spesi non lo comprendo necchi, stiamo andando benissimo con un nuovo progetto, un nuovo allenatore e tanti giocatori nuovi. Il tutto ha preso il via a metà giugno, sembra un secolo ma parliamo di quattro mesi fa. Dunque un lavoro eccezionale per quantità e qualità da tutti i punti di vista.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Sarà importante mantenere la stessa capacità di raziocinio quando per assenza contestuale di due tra Castrovilli Pulgar o Badelj a centrocampo il povero Montella sceglierà tra Cristoforo, Dabo ed Eysseric ,l’ordine è alfabetico , e gli avversari ci prenderanno a pallate .

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Un caso estremo gatto, nel quale magari avrebbe giocato Diakhate, ma a gennaio un quarto centrocampista credo che arriverà.

si ruzza
Ospite
si ruzza

O non s’era da champions?

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

No !

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Contorto il comunicato di Toscana aeroporti: il sindaco di Campi Bisenzio, che incomincia a essere un mio idolo non ha detto che voleva impedire la costruzione della nuova pista. Ha detto invece che secondo lui la nuova pista e il nuovo stadio a Campi possono coesistere. Sono questioni tecniche da esperti su cui non è facile dare comunque risposte valide. Occorrono consulenti competenti in materia urbanistica e di legislazione aeronautica.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Non so se di aeronautica se ne intenda più il sindaco di Campi Bisenzio o Toscana Aeroporti. Sarei per la seconda. Il Signor Fossi ieri si è messo a discettare di centimetri di altitudine sul livello del mare, e questo la dice tutta. Ma è stato subito corretto dalla società che gestisce l’aeroporto. C’è poi da considerare che da anni i comuni di Campi e di Sesto fanno di tutto per evitare l’ampliamento dell’aeroporto di Peretola, ampliamento che – gradito o sgradito che sia alle legittime opinioni di ciascuno – è ormai una scelta strategica approvata a livello locale e… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Ludwig

La Società aeroporti magari se ne intende, ma è parte in causa, ci vogliono consulenti neutrali.

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Riepilogo le mie tesi. La squadra è forte. Fa un calcio diverso da quello del 2012 ma altrettanto produttivo e spettacolare. Non deve vincere ogni partita, deve fare un percorso tranquillo che ci conduca a fare tra 65 e 70 punti. Non si ottengono necessariamente i punti vincendo con le deboli e perdendo con le forti. State attenti, può accadere anche di pareggiare a Brescia e battere l’Inter. Inter e Lazio ben difficilmente usciranno bene dal Franchi. Certi campi di provincia come Brescia potrebbero crearci paradossalmente più problemi. Fermo restando che l’obiettivo è sempre la vittoria, occorre soprattutto fare risultati… Leggi altro »

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Non ho il minimo dubbio che i conti debbano essere fatti in fondo, e che, se li facciamo adesso, non possiamo che essere soddisfatti di fronte a undici punti in sette partite. . Però il sito principale ha voluto lanciare il sondaggio su quanti punti può fare la Fiorentina nel prossimo cicli di cinque partite, e subito dopo sei intervenuto tu stesso dicendo che saresti soddisfatto se ne facessimo nove. Poi sei salito a undici. Ovviamente, delle cose di cui si parla è normale che si discuta, e che ci si ricami anche un po’ sopratutto nelle soste del campionato.… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Credo di averlo già spiegato più volte: il mio riferimento ai nove punti nasce semplicemente dal timore che un risultato inferiore alla vittoria rimetta Montella sotto esame. Non ha alcun senso ragionare così considerando la prossima partita decisiva per capire che identità abbia la squadra. La squadra è forte può perdere qualche battuta e rifarsi in seguito, oppure vincerle tutte e non lo escludo. Prego tutti di non attaccarmi se si vince a Brescia, come se io volessi o prevedessi il pareggio.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Se nelle prossime cinque partite si dovessero fare nove punti, Montella non sarà sa rimettere in discussione.
Ma Montella non è il sole attorno al quale gira il mondo.
Vorrei poter parlare di Fiorentina a prescindere dalle convenienze di Montella.

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Paolo sai come funziona il mondo del calcio e non da oggi, l’allenatore per tanti motivi diventa protagonista, se non altro perchè è l’unico licenziabile in ogni momento.

Paolotto
Tifoso
Famed Member
Paolotto

Se Montella fornisce risultati soddisfacenti, evviva Montella.
Se si fanno meno di nove punti nelle prossime cinque, sarà inevitabile che venga rimesso in discussione, dato il livello degli avversari.
La legge delle guarentigie non si applica più, ognuno risponde di quello che fa.
Io faccio il tifo per la Fiorentina. Montella viene di conseguenza.

Bomber
Ospite
Bomber

Adesso voliamo molto sull entusiasmo e sulla voglia di far bene; gli spogliatoi soffrono su punti cardini; ad esempio l anno scorso tra i vari punti fragili c era il problema di Simeone e la squadra calava di carica agonistica ogni volta che sbagliava un gol o uno stop. Quast anno siamo partiti con il problema di Montella che dopo il 352 è divenuto guru “ della squadra; e al momento punto di forza dello spogliatoio, altro punto cruciale sono le sostituzioni; si è creata una situazione tale che i cambi degli “ 11 del 352 “ non sono accolti… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Bomber c’è stato in effetti un cambiamento di opinione su Montella in seguito ai risultati. Come sai questo cambiamento non mi riguarda e non l’ho appoggiato. Io ho mantenuto una posizione di stima verso l’allenatore anche nei momenti peggiori. Ovviamente non potevo lodare la squadra vista a Genova e mi aveva lasciato perplesso anche il gioco della partita col Napoli, perché avevamo incassato troppi goal. Con gli aggiustamenti dalla terza partita in poi ho visto un progresso nel gioco che doveva tradursi in risultati e così è stato. Sono convinto che non faremo passi indietro, il che non significa che… Leggi altro »

Articolo precedenteGiovanili, i risultati di Under 15 e Under 17: una vittoria e una sconfitta
Articolo successivoGuagni: “No al Real Madrid scelta facile. Firenze è casa mia”
CONDIVIDI