Il blog di Ludwigzaller: Tucker

798



Nel 1948 un imprenditore americano, Preston Tucker, annunciò di voler immettere sul mercato una vettura rivoluzionaria. La macchina aveva un motore leggerissimo e potente, freni a disco, alimentazione a iniezione, dotazioni di sicurezza che rappresentavano un nuovo standard per l’epoca. Ed era bellissima. Tucker fece in tempo a presentare qualche decina di esemplari a Chicago prima che una commissione governativa, ispirata dalle grandi case automobilistiche, non bloccasse il progetto con accuse di frode. Tucker uscì pulito dal processo, ma la ditta fallì.

Ci sarà sempre qualcuno pronto a combattere le novità per partito preso, in nome di una difesa della tradizione dietro la quale si nascondono interessi consolidati, paura del cambiamento e una certa inevitabile consapevolezza della propria mediocrità. Quest’ombra nella storia affiora spesso e nella letteratura e nel cinema si è tentato di descriverla. La incarnano il farmacista Homais, falsamente progressista, che alla fine si rende responsabile della morte della signora Bovary, il Salieri immaginario che divorato dall’invidia perseguita Mozart, l’uomo di affari John Sculley, già presidente della Pepsi-Cola, che prende possesso della Apple e licenzia Steve Jobs.

La parabola di Montella come allenatore ha rispettato perfettamente questo copione già a Firenze. Montella aveva studiato a Coverciano il calcio spagnolo di Guardiola e ne voleva introdurre i principi in Italia. La facilità con cui questo progetto prese vita a Firenze ebbe del miracoloso. Montella lo perseguiva con un ammirevole perfezionismo, una visione senza sospetti di compromesso ed una ingenuità donchisciottesca. Ricercava il bello ed era convinto che per vincere si dovesse esprimere sul campo una certa idea estetica del calcio.

Montella giocava con un centravanti arretrato e senza trequartisti, con una sola punta. Si pensò, con sottile ragionamento, che per far rendere di più la squadra ci volevano un centravanti vero, due punte ed un trequartista. Giocatori fondamentali nello schema tattico originario vennero licenziati. Inevitabilmente tutto ciò finì per corrodere il progetto dall’interno. La bella squadra del primo anno non si rivide più.

Montella passò poi Sampdoria e quindi al Milan, dove quest’anno gli era stato messo a disposizione un budget davvero importante. Ma quel che si pretendeva era che il Milan sin dalla prima partita lottasse per lo scudetto, contro altre squadre più rodate ed esperte. A mano a mano che i risultati non arrivavano la vecchia diffidenza verso il suo gioco, tornava a farsi sentire. A lamentarsi erano esagitati giornalisti televisivi, vetusti campioni, attori e cantanti tifosi del Milan, che si dicevano tormentati ed insonni per come il Milan stava giocando.

Berlusconi a suo tempo, in circostanze simili, aveva difeso Sacchi, e De Laurentiis fece lo stesso con Sarri, dopo un esordio disastroso. Montella non aveva difensori perché il proprietario del Milan abita in Cina e non è certo che sia solvibile, i dirigenti temevano per la loro sorte e non sapevano che pesci prendere. Alla fine Vincenzo è stato licenziato ed è arrivato un allenatore che per carattere e visione del calcio è l’esatto opposto, il ringhiante Gattuso. Come se a dirigere l’accademia dei Lincei al posto di Federico Cesi fosse stato chiamato il gesuita Bellarmino. Una autentica restaurazione, una controriforma che dimostra quanto sia difficile la vita per gli innovatori: ed in particolare in Italia.

798
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Ludwig
Tifoso
Ludwig

Occasione importante per la Fiorentina, incontra il Napoli dopo due sconfitte consecutive, con le energie ridotte al minimo ed il morale a terra. Condizioni irripetibili che possono dare origine a due situazioni sul campo opposte: o il Napoli reagisce e chiude la serie negativa, o come si spera soccombe per la terza volta.

Pizzulaficu
Member
pizzulaficu

Io vado a far parte degli sfiniti.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Però,Paolotto,tu manifesti una insoddisfazione di fondo difficile da capire,e mi spiego.La Proprietà pone come ( più che dignitosi ) obiettivi di stagione una salvezza assolutamente tranquilla e l’accesso alle semifinali,semifinali dico, mica quarti di finale,di Tim Cup o Coppa Italia che dir si voglia e tu lamenti essere obiettivi da Chievo o Sassuolo e mai da Fiorentina.La Proprietà allora,come sempre sensibile ed attenta ai desideri dei tifosi, rilancia:”obiettivi infiniti” e tu invece di apprezzare versatilità e disponibilità dei vertici aziendali scivoli in una melanconia Leopardiana , e così non hanno salvezza i nostri eroi,i tifosi non ci accontentiamo mai !!

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Caro gatto, quel che scrivi è la ragione del mio dissenso a tanto dissenso. Secondo me non è vero che il tifoso non può essere equilibrato. Verso la sua squadra può esserlo eccome mentre invece ha il diritto di non esserlo quando si confronta con altre squadre. La mancanza di chiarezza della società è solo un refrain che a forza di dirlo sembra essere diventato vero mentre invece la società negli anni ha sempre esposto la situazione, le potenzialità, gli obbiettivi ed anche le difficoltà. Il fatto è che quando la società si esprime di solito dice cose non gradite… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Gigliato,il mio post era totalmente ironico perché a Firenze non si può seriamente venire a dire che obiettivo è la semifinale di Tim Cup,anche io penso che non siamo il Chievo.Dire che gli obiettivi sono infiniti e schierare Biraghi,Olivera,Cristoforo et similia è,mi concederai,una contraddizione in termini.Aggiungo: il tifo è sentimento ed i sentimenti vivono di sogni i quali,a loro volta, devono essere proposti in modo credibile e sostenuti con convinzione e non con numeri che inseguono altri numeri che inseguono altri numeri ancora.Senza voler essere minimamente offensivo se amo parlare du numeri ascolto una conferenza di Boeri.

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Se vuoi ascoltare Boeri che dà i numeri affrettati: durerà ancora per poco ah ah ah…

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Dici?Tanto,se sarà come dici,ne verrà un altro a lui sovrapponibile!!

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Come ha confermato qui sotto l’interessato, avevo inteso come ironico il post di Gatto. Anche il mio ovviamente lo era. Lasciata da parte l’ironia, l’uscita ufficiale sugli “obbiettivi infiniti” potrebbe essere malevolmente intesa come una ironia in direzione opposta, ma mi pare incredibile che si sia riusciti a giungere a tanto. Credo quindi alla più assoluta ed innocente involontarietà, anche se – tornando un po’ a scherzare, ove consentito – sarei curioso di sapere se quelle parole sono state pronunciate prima che iniziasse il cenone, oppure dopo la sua conclusione. Se poi dobbiamo restare su un piano di grigia serietà,… Leggi altro »

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Ma soprattutto tra milioni che vanno e vengono velocissimi uno stipendio da dare ad uno specialista in Scienza della comunicazione,che neanche conosca le regole del calcio, ma invece sappia come parlare verso l’esterno esponendo le cose in modo valido e non sempre e comunque a cavalcioni tra il ridicolo ed il menefreghista è proprio pretesa assurda?

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Finalmente stamani, dal resoconto di una cena di Natale, apprendiamo quali sono gli obbiettivi della Fiorentina. Era l’ora.
Essi sono “infiniti”.
E poi c’è chi si lamenta, perché li vorrebe invece “finiti”, visibili, raggiungibili nel tempo e nello spazio.
No, sono “infiniti”, e – nella non arbitraria accezione che richiama gli ermi colli marchigiani e recanatesi – tale sarà quindi la loro attesa, nella quale il naufrago ama perdersi confortato dall’assenza di una meta che giustifica la sua inanità.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Posto che lo stimolo era per la squadra in primis e il richiamo a non porsi limiti era finalizzato al remare tutti dalla stessa parte. Tu non ti poni il limite e la storia dirà dove avremo messo il chiodo. Questo è il senso … se poi vogliamo cianciare tanto per far confusione facciamo pure ma è altro sport.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Ma quando un dirigente ti dice che se arrivi quarto e vai in Champion’s la cosa è rovinosa e non conviene si rema dalla stessa parte in che senso,scusa?

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Evidentemente, in quel momento, loro sapevano cose che noi non sapevamo … magari oggi è diverso. Non cascarmi sull’immutabilità nel tempo 😀

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Credimi,non mi parrebbe vero di concordare con te non appena riscontrato un mutamento di rotta!!

Belvaromana57
Ospite
Belvaromana57

Forse non si è notato ma Cognigni in pratica ha detto che scegliere Sousa e Montella è stato un errore. Può essere un modo per spostare il tiro su certe responsabilità ma è pur sempre una ammissione di colpa da parte del massimo dirigente. Io lo leggo come un passo avanti

Paolotto
Tifoso
Paolotto

Bravo, l’avevo notato anch’io quando ha detto che Pioli poteva essere già qui da parecchio tempo. Ricordo infatti che per il dopo Prandelli (prima di Mihajlovic) si era parlato a lungo di Pioli, che all’epoca se non sbaglio era al Sassuolo, e andò al Chievo.

Carlo
Tifoso
carlo

Cercai quell’opuscolo sugli alieni che avevo conservato e vi trovai dei nomi, numeri e delle immagini come dei raccoglitori di informazioni su alcuni almanacchi di guerre tra di loro di lanciamenti di parole come parolone e parolacce e amici fraterni uccisi sulla soglia di casa che si sbatte come le porte e nessuno che cresca più di una spanna sui figli che non mangiano la carne che potrei innamorarmi delle società costrizioni immobili se fosse una donna, ma non è una femmina e scoprire che sul comò c’era già la stessa persona che faceva parte della setta particolare che era… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Gli alieni erano angeli o viceversa, almeno secondo un autore che ha rallegrato la mia infanzia, il fantasioso Peter Kolosimo che ti consiglio Carlo. E quando nei quadri del Rinascimento si vedono oggetti volanti si tratta di navicelle marziane. Ovviamente non c’è nulla di vero in quello che racconta ma è molto divertente.

Carlo
Tifoso
carlo

Sono arrivati gli alieni. Anche sul blog. E ora posso anche sospirare in una difesa 2 per tre. E per le parole dell’arbitro sbiascicate che ha il var in tasca: – “cosa?”, – “sì, ho il var in tasca che mi sta chiamando”. E poi le linee verticali e trasversali al posto delle vecchie orizzontali, cioè quelle dei moduli 433 4231 442 444. Questa un’innovazione lieta. Adani non si riprese mai, disse che “Ci abbiamo messo 50 anni col bigliardino, che adesso come vogliono fare con le linee nuove?”. Sono arrivati sul Blog con molte h. Mi piacciono le novità.… Leggi altro »

Ludwig
Tifoso
Ludwig

E pensare che Cannavaro possiede una collezione di Mondrian di valore mondiale.

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Che sono ?

Pizzulaficu
Ospite

Per intanto benvenuta a Ingrid Spord, ché un sorriso dei suoi vale più della ventina di reti ed oltre beccate da Sportiello !

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Cugina di zecchini

Ludwig
Tifoso
Ludwig

Spero che nessuno ci resti male, ma sono contrario a che si faccia copia e incolla di commenti apparsi altrove. Mi sembra assurdo, e non aggiungo altro.

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Visto che il potatore di coscienze si è ben guardato dal pubblicare un mio post contenente un link dove veniva proposta una riflessione circa gli esisti della famosa approvazione della VIA mi limiterò a scrivere qui un breve commento. È stata approvata richiamando un precedente parere che conteneva 142 prescrizioni. IN sostanza non è cambiato nulla e sarà da capire se e come risolveranno le prescrizioni.
Una in particolare è quella relativa al rischio di collisione o caduta di aerei e conseguenti effetti domino su persone, beni immobili e ambiente. Nuovo stadio, nuova Mercafir e nuovo aeroporto non stanno assieme.

ridicoli si nasce
Ospite
ridicoli si nasce

Ahhhhhh ahhhhhh, Ludwigzaller, ma ti ricordi di quel tizio che cambiava nick ogni due ore e che ha scritto parecchio anche qui apostrofando chi parlava male dei DV ? ahhhhhhh ahhhh, adesso scrive altrove e sostiene che i DV sono il primo dei mali ahhhhh ahhhhh, capisci ? da santi che erano son passati ad essere il male ahhhh ahhhhhh, ma allora adesso chi sono i veri tifosi ? chi dice contro o chi ne parla bene ? ahhhhhh ahhhh, ridere, ridere, ridere del fronte gobbo interno ahhhh ahhhh, proprio vero che l’ aria di Piacenza gioca brutti scherzi ahhhh… Leggi altro »

Gigliato
Tifoso
Gigliato

Evidentemente al variare delle condizioni variano anche le opinioni.

Ilcontedilautreamont
Tifoso
ilcontedilautreamont

Ma si può sapere dove è possibile leggere queste meraviglie? Vanno assolutamente copia-incollate!

ridicoli si nasce
Ospite
ridicoli si nasce

” In quattro mesi Veretout fa già grossa plusvalenza, a giugno avrà triplicato, fra due anni via a 30 se i DV restano: ” Qui risponde a Jordan che ha mantenuto da sempre una unica opinione e MAI si è permesso di insultare altri ” ma siccome essa contraddiceva la tua granitica fiducia preferisci adesso mettere la testa sotterra come gli struzzi e prendertela con chiunque (ma proprio chiunque), in società, tranne che coi responsabili al vertice: ti si vede dibatterti disperato, dall’uno all’altro falso colpevole, per non toccare i soli che sono alla fonte dei mali. La Fiorentina è… Leggi altro »

Articolo precedenteIl carattere viola e la svolta nata all’Olimpico, le parole di Pioli per motivare il gruppo
Articolo successivoPerinetti: “Rossi è stato sfortunato, speriamo di accompagnarlo nella rinascita”
CONDIVIDI