Bonetti: “Chelsea più forte del Wolfsburg. A Londra con umiltà, cuore e grinta”

2



La calciatrice della Fiorentina Women’s parla della sfida di domani con le inglesi del Chelsea valida per gli ottavi della Champions League femminile

Tatiana Bonetti, calciatrice della Fiorentina Women’s, è intervenuta ai microfoni di Radio Bruno. Queste le sue dichiarazioni sulla imminente sfida di Champions League contro il Chelsea (in programma domani, a Londra, ore 20.35): “Non sarà affatto facile, loro sono una squadra di tutto rispetto abituata a campi internazionali. Andiamo con molta umiltà. Faranno differenza la testa, le motivazioni, la grinta. Con il poco tempo a disposizione ci stiamo preparando per mettere in campo tutti questi valori. Cercheremo di mantenere la nostra identità, ma se ci sarà da soffrire saremo pronte a farlo, come abbiamo fatto sabato per la Supercoppa. Le partite, poi, vanno un po’ a sé. Andiamo a Londra con il massimo rispetto per questa squadra ma con testa, cuore e grinta da vendere”.

“Differenze rispetto al Wolfsburg? Le inglesi sono molto aggressive e molto tecniche: hanno qualità e cattiveria. Rispetto alle tedesche, dal mio punto di vista è ancora più tosta. Ma giunti a questo punto è normale che si trovino degli squadroni”.

2
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
MoNrOo
Ospite
MoNrOo

Spero che la Bonetti quest’anno si riprenda, anche l’anno scorso non mi ha entusiasmato (a differenza dell’anno dello scudetto, dove è stata una delle migliori del campionato).
In compenso, se la Clelland entra in forma, con la Mauro formano una coppia aggressiva.

(Di nuovo Ex) Tifoso
Ospite
(Di nuovo Ex) Tifoso

C’è da dire che gioca meno punta, ne risente un po’. Ma nella seconda metà di anno scorso è stata decisiva per qualificazione champions e coppa italia ed è stata la miglior marcatrice stagionale, come l’anno prima, della squadra.

Articolo precedenteAntognoni: “Che piacere per Biraghi. Col Cagliari dobbiamo ottenere i 3 punti”
Articolo successivoMancini: “Obiettivo confermare la mentalità. Nessun problema centravanti”
CONDIVIDI