Bonetti (Fiorentina Women’s): “Puntiamo alle prime posizioni. Con la Juve daremo tutto per i tifosi”

3



Intervista a Platinum Calcio per Tatiana Bonetti, pilastro della Fiorentina Women’s. La bella esperienza in Champions, la partenza stentata in campionato e il rapporto con i tifosi. Ecco le sue parole.

Partenza a rilento della squadra dovuta agli impegni europei?
“Sicuramente sì, è stato un cammino difficile e arduo per noi perché in Champions abbiamo incontrato due squadre fortissime. La prima siamo riuscite a portarcela a casa, faticando, ma è stato un passo fondamentale per noi. Nella seconda poi abbiamo incontrato la squadra più forte che c’è in Europa. Abbiamo perso delle energie importanti per affrontare questo percorso. Avremmo voluto fare molti più punti in campionato ed è un dispiacere anche per noi, ma non ci siamo perse d’animo perché sapevamo che poteva succedere. Ora bisogna venire, ricompattarci e andare a prenderci quello che ci spetta”.

Dopo aver passato il turno contro le danesi del Fortuna Hjørring, vi è passato per la testa di poter fare l’impresa contro il Wolfsburg?
“Quando affronti certe squadre e calchi certi palcoscenici, ti viene da sognare e da sperare di andare più avanti possibile. Però poi bisogna anche essere consapevoli del fatto che davanti hai dei club che sono più professionistiche e quindi lavorano in modo diverso, in un contesto diverso, e non è facile. La Fiorentina Women’s, come altri club italiani, è nata da poco e sta affrontando un percorso che richiederà qualche anno per arrivare a certi livelli”.

Si è sentita in campo la differenza tra dilettanti e professionisti?
“Si è sentita più a livello fisico perché comunque loro quando le incontri sono degli uomini, sono ben strutturate. Io non so bene che tipo di lavoro ci sia dietro però credo sicuramente che si allenano molto e qualcosa in più rispetto a noi ce l’hanno. Noi dubbiamo ancora arrivare a certi livelli perché da pochi stiamo sviluppando i settori giovanili. Io ad esempio ho iniziato con i maschi, mentre le ragazze all’esterno iniziano già selezionate e poi cresciute. E quello si vede”.

Credete di poter riacciuffare il treno delle prime tre Juventus, Brescia e Tavagnacco?
“Io ci credo e penso che ci crediamo un po’ tutti. Noi ce la dobbiamo giocare negli scontri, dobbiamo ancora incontrare la Juventus. Non sappiamo che partita ci aspetta, è una squadra nuova e staremo a vedere. Io penso che ce la possiamo fare, se ritroviamo quello spirito che ci ha caratterizzato l’anno scorso e che ci ha portato a vincere lo scudetto. Per i tifosi poi quello con i bianconeri è uno scontro molto importante, quindi cercheremo di dare tutto e non deluderli”.

Qual è l’obiettivo per la Fiorentina Women’s quest’anno?
“L’obiettivo è sicuramente quello di stare nelle prime posizioni. Abbiamo vinto il campionato l’anno scorso e quest’anno cerchiamo di ripuntare a quello. Poi bisogna vedere cosa si incontra durante la strada, perché ci sono le altre squadre che sicuramente vogliono fare il loro. Non si può dire come andrà o meno, ma noi abbiamo una squadra che deve puntare in alto”.

La Coppa Italia resta comunque un obiettivo concreto e reale?
“La Champions adesso è andata quindi adesso dobbiamo concentrarci su campionato e Coppa Italia. Niente è perduto, c’è molta strada da fare e siamo cariche”.