Bonhof, vice pres. Borussia: “Antognoni è stato il miglior giocatore della sua epoca”

43



Vederlo in tuta, con giglio sul cuore, alzarsi dalla panchina dello splendido Borussia Park, per un saluto, è stato un bel momento di questa vigilia a Gladbach scrive il Corriere Dello Sport. Giancarlo Antognoni che torna in Europa con la sua Fiorentina, oltre tre lustri dopo l’ultima volta: «Un po’ di emozione c’è… visto che stadio?». Antognoni ha seguito con attenzione l’allenamento della squadra sul terreno in perfette condizioni dell’impianto che stasera ospiterà il match. Non eravamo solo noi interessati a incontrarlo. Rainer Bonhof, 64 anni, due più di Antognoni, due campionati d’Europa 1972 e 1980 e un mondiale 1974 con la Germania, mediano e colonna della sua nazionale, ora è vice presidente del Borussia. Elegantissimo, cordiale, ha prima fatto il padrone di casa della sua splendida sede e del museo, tra coppe e maglie d’epoca, lui che ha partecipato all’epoca d’oro della squadra di Gladbach, regina degli anni ‘70, con 5 titoli vinti. Poi non ha esitato a spiegare: «Giancarlo Antognoni resta il miglior giocatore italiano della sua epoca, almeno per me. Non lo dico perché lui è qui: è quello che ho sempre pensato. Lo preferivo a Rivera e Mazzola, per il suo modo elegantissimo di giocare. E’ un piacere che lui sia qui con la sua Fiorentina». I due si sono salutati più tardi, dopo la fine dell’allenamento e si ritroveranno oggi, stavolta con interessi molto divergenti…

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
sempre viola
Ospite

Grande Bonhof. ricordo benissimo che giocatore che era. Campione del mondo contro l’Olanda stellare. Grandissimo Antonio

Edoardo
Ospite

Di Bonhof mi ricordo un gol con una squadra inglese, fu misurata la velocità del tiro, più di 100 km orari. Il portiere inglese fu tacciato di codardia, di essersi spostato per paura di essere colpito dal tiro.

silvanoviola
Ospite

Ma guarda un pò, si sono accorti ora che portarsi dietro in europa il grande Antonio è per noi un onore grande, riconosciuto in tutto il mondo calcistico, come Cognini, oppure Rog, ma per favore, state a casa che fate più bella figura.
Forza viola.

Claudio58
Ospite

Andare in giro per l’Europa con Giancarlo è tutta un altra storia, ora mettiamoci pure una coppetta… e il gioco è fatto…
FORZA VIOLA SEMPRE!!

PecosBill
Ospite

Chissà se il co…ne con cui ebbi un discussione tempo fa e che ironizzava sulla coppa UEFA vinta dal M’Gadbach negli anni ’70/80, ha capito che squadra era quel Borussia?

Mastiaccio
Ospite

Chi era codesta fava!? Vogts, Heynckes, Netzer (!!!), Bonhof, Udo Lattek in panca…

PecosBill
Ospite

Era uno che il cui nick-name era JUVE MERDA al……. contrario.

MassimodiPortaalPrato
Utente

Allan Simonsen…

PecosBill
Ospite

Anche Herbert Wimmer se è per questo -:))

Mastiaccio
Ospite

Vero, verissimo, come ho fatto a non citarlo. Da bambino era uno dei miei idoli. Stella del Barcellona e pure pallone d’oro…

Guardate questa di Bonhof in finale di Coppa Campioni col Liverpool, con Ray Clemence che si scansa per non prenderla in faccia…!!!!!!

https://www.youtube.com/watch?v=b95oSNIfrzw

PecosBill
Ospite

Diciamo che forse lo avevi dimenticato in quanto non tedesco come gli altri. Quel Borussia era favoloso. E solo la sfiga più nera di incontrare il Liverpool più forte della storia ha impedito che vincesse almeno una Coppa dei Campioni. E, a memoria, mi sembra che il Liverpool lo eliminò anche in una semifinale. Ma, come dicevo, quello era il più grande Liverpool di sempre.

per la precisione
Ospite

Netzer la coppa uefa non l’ha mai vinta.

Mastiaccio
Ospite

Per forza, nel frattempo era andato al Real Madrid… Ma di scudetti e coppe di Germania, (nonché una finale UEFA persa), ne ha vinte, vai…

per la precisione
Ospite

Ma non si parlava di Coppa Uefa? Non ho detto che Netzer non ha vinto in carriera, ma che non ha vinto quella coppa. Le finali perse non danno titoli, altrimenti si dovrebbero contare anche quelle Viola.

Mastiaccio
Ospite

Veramente si parlava di Borussia Moenchengladbach, e quest’ultima era forte nel campionato tedesco e nelle coppe europee. Punto. Chi lo mette in discussione nega l’evidenza.

Mastiaccio
Ospite

Eppoi mi sono rotto, sono stato su Wikipedia e vi rifilo questo copia/incolla…………..:

Campionato tedesco: 5
1969-70, 1970-71, 1974-75, 1975-76, 1976-77
Coppa di Germania: 3
1959-60, 1972-73, 1994-95

Competizioni internazionali
Coppa UEFA: 2 (Record tedesco)
1974-75, 1978-79

Altri piazzamenti:
Campionato tedesco
secondo posto: 1973/74, 1977/78
Coppa di Germania
finalista: 1983/84, 1991/92
Coppa dei Campioni
finalista: 1976/77
Coppa UEFA
finalista: 1972/73, 1979/80Coppa Intercontinentale[61]
finalista: 1977
Kirin Cup: 1978
Trofeo Naranja: 1977
Supercoppa di Germania: 1
1977 (non ufficiale)
Coppa di Lega
finalista: 1972/73 (non ufficiale)
Campionato tedesco di seconda divisione: 1
2007/08
Squadra tedesca dell’anno: 2
1971, 1975
Squadra europea dell’anno: 1
1975
Trofeo Joan Gamper
1972

…………..Ooooooooohhhhhhhhh.

PecosBill
Ospite

Vabbé, vinto o non vinto una coppa UEFA per uno come Netzer è solo un dettaglio. Basta ed avanza il titolo di campione d’Europa e del Mondo con la sua nazionale, oltre a tutti i vari titoli nazionali (scudetti e coppe) vinti sia con il Borussia che con il Real Madrid.

PecosBill
Ospite

E perché il campionato europeo del 1972 non lo vogliamo considerare? Quella nazionale (quella con Netzer), a mio avviso è stata la più forte Germania che sia mai esistita (anche più forte di quella che vinse il mondiale due anni dopo) e, dopo l’Olanda di Sua Maestà Johann Crujff ed il Brasile di Pelé (1958-1962), la più forte nazionale di ogni tempo.

michiamanqueglialtri
Ospite

ricordo male o sbagliò il rigore che ci eliminò?

Mastaiccio
Ospite

Quale rigore? Quale eliminazione? Il sig. Bonhof ha marcato Antognoni in due occasioni, una in un amichevole in Germania prima dei mondiali del ’78, (la prima partita di Bearzot C.T. azzurro senza Bernardini), con “Golazo” di Antognoni e Bonhof che non vide mai il Putto Viola; e la seconda proprio in quei mondiali argentini con “Antonio” zoppo che fu sostituito da Zaccarelli all’intervallo per buona fortuna dello stesso Rainer. Comunque, (Antognoni a parte), Bonhof era un grandissimo mediano, che si conquistò il posto di forza ai mondiali del ’74. Me lo ricordo anche al Valencia, accanto a Kempes, vincitore della Coppa delle Coppe.

PecosBill
Ospite

Cioè fammi capire (e mi rivolgo a “PERLAPRECISIONE e nick simili – ma un nick normale no?) vuoi anche tu – come quel co…..ne (ammesso che tu non sia la stessa persona), mettere in dubbio il valore di quel Borussia degli anni ’70?
Vai su internet e guardati quello che ha vinto e tutto il resto!!! Vabbè ti risparmio questa incombenza. Dunque:
– Campione di Germania 1969-70, 1970-71, 1974-75, 1975-76, 1976-77; vice campione 1973-74 e 1978-79;
– Coppa di Germania 1972-73;
– Coppa UEFA 1974-75 e 1978-79; finalista 1972-73 e 1979-80
– Finalista Coppa Campioni 1976-77.

Ti è sufficiente? Ah no, dimenticavo, almeno 6-7 giocatori nella rosa della Germania campione d’Europa nel 1972 e campione del Mondo nel 1974.
Insomma robetta da quattro soldi. Scommetto che la Viola dei ciabattini ha fatto molto ma molto meglio, vero?

per la precisione
Ospite

E quindi? Cosa c’entra tutto ‘sto copia incolla con il mio commento? Ho risposto a un altro utente che Netzer non aveva vinto le coppe uefa, non mi pare di aver sminuito il Borussia, ne di aver dato del co…ne a nessuno, a differenza di te. Datti una calmata.

PecosBill
Ospite

Beh mi sembra che sia io che l’altro utente abbiamo avuto la stessa, identica impressione è cioè che volessi sminuire la grandezza di quel Borussia.
Se così non è ne prendiamo atto.

per la precisione
Ospite

Essere offuscati dalla supponenza porta spesso a fraintendere quello che si legge, caro il mio “nick normale” Pecos Bill.

PecosBill
Ospite

Niente supponenza, caro multinick, Solo rispetto della verità. Il discorso era iniziato sulla forza di quel Borussia anni ’70 ed il sottoscritto aveva fatto riferimento ad un co….ne che prese a confronto il Borussia di quegli anni pensando di irridere chi, come me, sosteneva che questa è ormai la coppa dei falliti. Sicuramente non conosceva quel Borussia,
Da qui, sia a me che ad un altro utente, la tua disquisizione sul Netzer che non aveva vinto la Coppa UEFA con il Borussia (che cosa ci azzeccava poi con l’insieme di quel Borussia?) sembrava proprio il voler sminuire quella squadra.

per la precisione
Ospite

Ancora? Sai quanto mi possono interessare le tue piccole faide passate? Riesci a immaginarlo? Se non ce la fai a capire una cosa semplice come il fatto che, parlando di coppa uefa del Borussia, ho puntualizzato che Netzer non l’hai mai vinta, senza sminuire il grande Borussia, non so più come spiegartelo. Ho detto frasi irridenti tu o l’altro utente? Ho usato i termini offensivi di cui tu abusi? Multinick… detto da uno che si fa chiamare come un attaccante Viola e poi sminuisce sempre la stessa squadra… Facciamo così: hai ragione tu. In ogni bar c’è quello a cui tutti danno sempre ragione, vuol dire che qui sarai tu quello.

PecosBill
Ospite
Io non voglio avere affatto ragione per il semplice motivo che io “parlo” con i numeri. Ho imparato che, soprattutto con certe persone, è del tutto inutile esprimere opinioni. E, quindi, parlo con i FATTI e con i DATI NUMERICI. Ma siccome vedo che tenti di aggrapparti sigli specchi, te lo dico esplicitamente: che cosa c’entrava il fatto che NETZER non avesse vinto la Coppa UEFA dal momento che si parlava del Borussia in generale? MASTIACCIO, in risposta alla mia osservazione su quel co…ne di cui si discuteva, ha semplicemente scritto (testuale): “Chi era codesta fava!? Vogts, Heynckes, Netzer (!!!), Bonhof, Udo Lattek in panca…” Aveva, per caso, evidenziato che Netzer aveva vinto la Coppa UEFA con il Borussia? Per niente affatto. Sei stato tu che, del tutto inopportunamente, hai scritto: “Netzer la coppa uefa non l’ha mai vinta.” Che ci “azzeccava”, nel discorso che si stava facendo su quel… Leggi altro »
per la precisione
Ospite

E allora parliamo con i DATI: la frase “Vogts, Heynckes, Netzer (!!!), Bonhof, Udo Lattek in panca…” parlando del Borussia anni70/80 e delle C.E. che ha vinto in quel periodo equivale a parlare della Fiorentina anni 70/80/90 e delle coppe Italia e dire: “Antognoni, Baggio(!!!), Batistuta, Rui Costa, Ranierii in panca…” al ché io replicherei che Baggio la C.I. con la Viola non l’ha vinta, e non mi sembrerebbe di sminuire né il valore di Baggio né quello di quel periodo della Fiorentina. Spero di essere stato chiaro, non ho intenzione di tornare sull’argomento, tu fai quello che vuoi. Non conosco le tue discussioni passate con altri utenti, ma credo che sia possibile argomentare senza dare del co…ne o della f…a a nessuno. Ma questo fa parte dell’educazione personale.

PecosBill
Ospite
Ho capito l’esempio che hai inteso fare e sei stato chiarissimo. Diciamo che, magari, quella tua precisazione su Netzer che non aveva vinto la Coppa UEFA poteva essere anticipata o seguita da un inciso del tipo “senza togliere nulla al valore di quella squadra”. Dicendo semplicemente quella frase, la sensazione che si è avuta (e, ripeto, siamo stati in due ad averla) non è stata quella di una semplice precisazione ma quasi un voler sminuire la forza di quella squadra nel contesto di cui si parlava (cioè degli anni d’oro di quel Borussia). E con questo credo che ci si sia chiariti. Per quanto attiene, invece, la mia discussione con quell’utente (prendo atto che non la conosci) era, in buona sostanza, la premessa che ho fatto con il mio primo post sull’argomento. E se ho dato del co….ne a quell’utente, forse qualche valido motivo l’avevo. Posso solo aggiungere che, quando… Leggi altro »
per la precisione
Ospite

Va bene Pecos Bill, c’è voluto un po’ ma alla fine ci siamo chiariti. Ci sono già tanti conflitti nella vita reale che non ho voglia di averli in un forum che dovrebbe essere di svago. Alla prossima e speriamo senza fraintendimenti. Buona giornata e FV.

PecosBill
Ospite

L’iportante, alla fine, è che ne siamo venuti a capo 😊.
Una buona giornata anche a te.

Vieri
Ospite

l’ho sempre detto pure io!!

Asti Viola
Ospite

Non è che fosse proprio un contemporaneo di Rivera e Mazzola, anche se si sono incrociati. Però il signore qui l’ha detta giusta.

PecosBill
Ospite

Infatti La fine calcistica di Rivera e Mazzola, coincise con l’ascesa al trono di Giancarlo.
I paragoni, però, lasciamoli stare.
Mazzola aveva caratteristiche del tutto differenti da Antognoni, mentre
Rivera era più simile a lui. Ma quando parliamo dell’ex “golden boy”, parliamo di colui che è quasi unanimemente riconosciuto il più grande calciatore italiano di tutti i tempi.

PecosBill
Ospite

Ma nemmeno per sogno. Baggio, al massimo, può rientrare tra il settimo e il decimo posto. Prima di lui ci sono a buon titolo (Rivera a parte che, come disse Agroppi che ci giocò spesso contro, stava su di un altro pianeta calcistico) i vari Sandro Mazzola, Gigi Riva, Francesco Totti e Alessandro Del Piero (e questi, avendoli visti giocare, gli sono stati decisamente superiori).
Ma molto probabilmente, pur non avendoli mai visti giocare, prima di lui – in base a ciò che descrivono quelli di quell’epoca calcistica (ma che ormai si possono forse contare sulle dita di una mano) – ci sarebbero pure Valentino Mazzola, Peppino Meazza e Silvo Piola. Ma, come dicevo, questi ultimi tre non li ho mai visti giocare. Ma che Rivera, Sandrino Mazzola, Gigi Riva, Francesco Totti ed Alessandro Del Piero, gli sono stati superiori, credo che non lo possa mettere in discussione chicchessia.

gli è tutto da rifare
Ospite

Pecos nemmeno gli juventini mettano Del Piero davanti a Baggio (ovviamente esclusi gli under 40) ….Totti un grande ma fuori Roma ? Idem tutti gli altri . Queste sono opinioni ed ognuno ha la sua, ci mancherebbe, ma Baggio è ritenuto con Rivera il miglior giocatore italiano del dopoguerra dalla stragrande maggioranza di ex calciatori (Pelè in primis).

PecosBill
Ospite
Si è vero che sono opinioni personali, ma poi parlano anche i fatti. Baggio ha giocato con le tre strisciate storiche (e scusa se è poco) e, praticamente, ha vinto il nulla o quasi. Ha vinto due scudetti (uno con la Juve ed uno con il Milan) da autentico comprimario e, forse, anche meno. Di vittoria che può essere a lui ascritta c’è solo la Coppa UEFA con i gobbi nel 1992-93 (e quella vittoria gli fece vincere il pallone d’oro). Ma finiamo qui. Finalista nei mondiali del 1994 contro un Brasile a mala pena decente o giù di lì. Ben altra cosa il secondo posto del 1970 dei vari Rivera, Mazzola e Riva (ed altri) al cospetto del Brasile di Pelé, Rivelino, Jairzinho, Gerson, Tostao e Carlos Alberto (che molti – ma non io – dicono sia stato il più forte Brasile della storia; per me rimane quello del… Leggi altro »
Macao
Ospite

Baggio escluso, ovviamente!

PecosBill
Ospite

Del resto, pur essendo di parte, l’avvocato (e anche Presidente) dei gobbi Vittorio Chiusano, parlando di Baggio disse che era il più grande calciatore italiano mai esistito dopo Rivera. Quindi anche lui, sebbene di parte, ammise la superiorità di Rivera (ma credo che questo lo sappiano anche i ciechi, i sordi e i muti).
Io, come dicevo, oltre Rivera antepongo a lui anche quei quattro che ho citato. Sugli altri che non ho visto non mi ci avventuro più di tanto.

AndreaCarrara
Ospite

Bonhof…aveva un tiro terrificante e polmoni da elefante…

Conte Ugolino
Ospite

…. e noi si va in brodo di giuggiole…

Conte Ugolino
Ospite

chi ha messo pollice verso è un gobbo infiltrato e non sa cosa vuole dire: Andare in brodo di giuggiole!

wpDiscuz
Articolo precedenteBorussia, quando il cambio in panchina cambia la vita. ‘Gladbach rinato
Articolo successivoFrey: “Sousa diventerà un grande. Bella concorrenza Tata-Sportiello”
CONDIVIDI