Borghi a FI.IT.: “Fiorentina ieri passo di maturità importante. Udinese più forte degli scorsi anni”

5



Le parole del telecronista di DAZN che ha commentato la partita di ieri al Franchi.

Ha parlato ai nostri microfoni Stefano Borghi, telecronista di DAZN che ha commentato la partita di ieri tra Fiorentina e Udinese. Queste le sue dichiarazioni:

La partita di ieri?

“E’ stata una partita difficile, perché l’Udinese è una squadra molto solida e agguerrita, che ha giocato una partita prettamente difensiva. La Fiorentina ha fatto quello che gli si chiedeva dopo la vittoria con il Chievo, ovvero un passo in avanti sul piano della maturità. Squadra che è riuscita a portare a casa la partita anche in una situazione più complicata come questa. Una partenza perfetta e adesso arriveranno test più probanti per vedere davvero qual è il livello di questa squadra. Un gruppo molto giovane e per certi versi anche nuovo, direi che non ci poteva essere avvio migliore”.

Dall’Udinese era lecito aspettarsi qualcosa in più o forse era logico aspettarsi una partita di contenimento come quella di ieri, dopo anche il 6-1 contro il Chievo?

Era logico aspettarsi l’Udinese più prudente, primo perché era una trasferta molto complicata contro una squadra partita bene e trascinata da un ambiente meraviglioso, e poi bisogna aggiungere le assenze di interpreti importanti come Mandragora, Barak e Balic, che hanno condizionato le scelte di Velazquez. Secondo me rimane un allenatore interessante, è vero che ha una mentalità più ‘cholista’ che da calcio spumeggiante spagnolo, ma credo si possa adattare molto bene al nostro campionato, con una rosa giovane, con elementi tutti da scoprire e interessanti. L’Udinese ha provato a fare risultato ma la Fiorentina si è dimostrata superiore“.

Gerson nella prima partita aveva impressionato tutti, ieri invece un po’ sottotono?

Questo è il rovescio della medaglia quando si ha a che fare con una squadra di tanti giovani. Ci sono momenti e periodi di grande spolvero e altri invece con qualche difficoltà in più. Però credo che anche da parte sua ci sia stata una risposta nel secondo tempo, dopo un primo tempo in cui faticava ad avere il passo giusto in una partita così tattica e agonistica, nel quale era stato anche ripreso da Pioli. Per quanto riguarda i giovani devi avere fiducia in loro, devi dar loro spazio e anche mettere in conto qualche incostanza perché l’esperienza non si compra“.

Due squadre molto giovani quelle scese in campo ieri, c’è un giocatore che ti incuriosisce maggiormente?

“Parlando della Fiorentina ieri mi sono piaciuti tutti, ci sono delle cose da oliare, per esempio Milenkovic terzino è una buona soluzione, ma quando devi giocare con un sistema di gioco così di spinta è chiaro che deve assimilare. Pezzella e Vitor Hugo sono stati perfetti ieri, e credo soprattutto il brasiliano mi sembra una bellissima realtà già dal finale della passata stagione. Biraghi è cresciuto tantissimo e merita di essere stato considerato da Mancini, così come Edimilson ha giocato una buona partita anche se in un ruolo non suo e Benassi con i suoi 24 anni gioca da veterano. Chiesa e Simeone sono stati ieri al limite della perfezione: Federico per l’età che ha e per la mentalità e il Cholito perché continua a progredire, non ha segnato ieri ma ha fatto una partita utilissima per la squadra. Dell’Udinese ci sono delle figure che possono far bene. A me è piaciuto Ekong che ha saputo dare solidità, Samir è un difensore di alto livello per la realtà di Udine. Fofana e Behrami hanno giocato una partita gagliarda tenendo conto dell’emergenza in quel settore. Pussetto ha avuto un debutto discreto, Machis è un giocatore con vampate focose ma che deve diventare più concreto. Teodorczyk e Felipe Vizeu possono essere armi utili durate la stagione, ma devono trovare il modo di far rendere nelle migliori condizioni il leader del reparto offensivo ovvero Lasagna, ieri un po’in ombra. Però devo dire che è una squadra con tanti giovani stranieri così come l’allenatore che ha fatto un buon inizio di campionato. Mi piace questo nuovo progetto dell’Udinese con tutti giocatori di buon valore, ieri mancava Mandragora e la maggior parte della critica prima dell’inizio del campionato la dava già per retrocessa certa. Ha in tutti i reparti buoni titolari e riserve interessanti, c’è da valutare un po’ la situazione relativa al portiere: Scuffet ha delle qualità lampanti ma deve sbocciare caratterialmente, deve essere sicuro. Musso è un buon talento giovane che al Racing ha avuto dei passaggi molto buoni ma anche qualche intoppo, deve migliorare con i piedi ma è molto bravo nel posizionamento e nelle uscite uno contro uno. Velazquez ha detto che partono alla pari, ma ripeto che vedendo l’Udinese degli ultimi anni sono certo che questa abbia un potenziale ben maggiore”.

 

 

5
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
montecatiniviola
Ospite
montecatiniviola

Come mi piace vedere questa Fiorentina. Tutti ragazzi che possono solo che migliorare. Abbiamo vinto in casa contro squadre non top, ma più che vincere non potevamo. A Napoli ci saranno spazi, sono fiducioso

Lo Scettico
Ospite
Lo Scettico

Con un arbitro più severo l’Udinese ieri avrebbe finito la partita in nove,sia Behrami che un altro paio di loro hanno picchiato liberamente fino dall’inizio della gara,e il bello è che è stato ammonito prima uno dei nostri dopodichè ha mostrato il giallo anche a loro…io ritengo quel modo di giocare basato sulla caccia all’uomo una cosa vergognosa che gli arbitri dovrebbero impedire a prescindere…quando ci sono squadre che la mettono su quel piano si dà il giallo al primo intervento falloso grave,senza stare a guardare chi lo fa o il minuto di gioco…

Mario Viola
Ospite
Mario Viola

Era la prima che vedevo su Dazn e mi aspettavo i commenti a fine partita.
Mi aspettavo delle interviste, invece NIENTE!

L’ho vista bene, solo due o tre piccoli blocchi verso il finale, ma sono rimasto molto deluso!
Altra critica per il commentatore che mi sembrava gobbo o bilanista!
Ma, ad essere sincero, non ho perso tempo per vedere se nelle impostazioni c’è il doppio commento.

UN SALUTO VIOLA E VIVA I CAMPIONATI tutti insieme alla stessa ora e poi: 90° MINUTO|!!

diaz
Ospite
diaz

anch’io l’ho vista su Dazn, il segnale non è mai saltato e, a me, il commentatore è parso neutro ma questa è la mia impressione. Piuttosto nell’intervallo tra primo e secondo tempo c’è stato davvero poco…
Sky è un’altra cosa: avanti di 10-15 anni anche se, ahimè, a volte di parte.

Mario Viola
Ospite
Mario Viola

Allora ci sta la differenza poiché Sky è più caro.
Fino all’anno scorso avevo Premium poi ho disdettato e, per quest’anno, ho preso solo Dazn ma sono deluso!

Articolo precedenteSaponara, che ‘sfiga’: debutto con assist a Marassi, ma arriva il primo infortunio
Articolo successivoBiraghi ringrazia i tifosi: “Ci avete dato una carica pazzesca. Andiamo avanti tutti insieme”
CONDIVIDI