Borja, Gonzalo e Pizarro. Montella chiede aiuto ai big per il finale di stagione

    0



    Napoli-Fiorentina 0-1, 23-03-2014 BorjaDolori muscolari per Borja e non solo per lui, perché il fondo di Marassi è molto sabbioso e la corsa produce conseguenze che la medicina sportiva riassume attraverso l’acronimo Doms (Delayed Onset Muscolar Soreness), cioè un fastidio fisico a insorgenza ritardata: premessa necessaria per ridimensionare i controlli clinici ai quali si è sottoposto ieri il giocatore viola, che ha interrotto l’allenamento per avere il responso della verifica strumentale. Nessuna lesione muscolare per Borja, nessun motivo per supporre che domenica salti la partita contro l’Udinese
    Anche altri compagni hanno avuto lo stesso problema. Esclusi invece dal club degli indolenziti Gonzalo e Pizarro, che tornano a disposizione (il primo dopo la squalifica, l’altro per infortunio). Come i voti in pagella nel loro piccolo certificano, il rendimento dei leader viola ha avuto una flessione nelle ultime settimane: solo la media di Pizarro è leggermente più alta rispetto alla prima fase della stagione, mentre per Borja e Gonzalo è evidente il passo indietro. Eppure proprio loro — in assenza di Rossi e Gomez — sono i giocatori ai quali Montella ha chiesto una mano per guidare la Fiorentina nell’ultima fase della stagione. 
    Gli obiettivi da raggiungere sono ancora fondamentali per determinare il giudizio complessivo sull’annata viola: la posizione in campionato (obbligatorio il quarto posto per evitare preliminari nella prossima Europa League) e il risultato della finale in Coppa Italia contro il Napoli avranno il potere di indirizzare le valutazioni sulla qualità del secondo anno di Montella in panchina. Gli infortuni di Gomez e Rossi hanno sciupato le ambizioni e complicato la vita di Montella — nessuno può negarlo — resta il fatto che la Fiorentina non deve mollare proprio quando si fanno i conti finali. A parte la Roma, che verrà a Firenze, tutti gli altri avversari in campionato avranno uno spessore tecnico abbordabilissimo. Gli uomini migliori in questi momenti devono far fruttare il proprio ascendente sui compagni, tenendo sempre alta la motivazione della squadra. 
    Che potrebbe presentarsi alla finale di coppa Italia contando sulla coppia Rossi-Gomez: se Mario (dalla Germania) fa sapere che sarà al massimo delle sua potenzialità proprio nel periodo del Mondiale, Rossi si sta allenando con un’intensità che suggerisce un grande ottimismo. Anche se nessuno, neanche sotto minaccia, si sbilancia sui tempi del rientro agonistico.

     

     

    big