Borja Valero e un’assenza che pesa: Fiorentina mai vincente senza lo spagnolo

    0



    Borja Valero TorinoVa bene l’operato arbitrale e le decisioni controverse su rigori e fuorigioco, ma la Fiorentina di ieri ha accusato senz’altro l’assenza di un suo punto fermo, Borja Valero. Si è sentita, e non poteva essere altrimenti, la mancanza dello spagnolo in mezzo al campo, per esperienza, qualità, quantità e dinamicità. “L’anima della squadra”, era stato definito Borja direttamente da Montella qualche mese fa. L’ex Villareal, di fatto, è risultato il giocatore più presente in questo anno e mezzo di gestione dell’Aeroplanino. Adesso, però, lo spagnolo starà fuori almeno altre due partite tra campionato e coppa. Per la Fiorentina, dunque, c’è da superare il tabù dell’assenza di Borja. Senza il todocampista, infatti, la squadra viola non ha mai vinto in questo anno e mezzo. L’anno scorso Borja Valero saltò soltanto la gara di Cagliari di fine marzo, quando la Fiorentina perse 2-1 in Sardegna. Quest’anno, invece, lo spagnolo non ha giocato nella trasferta portoghese di Europa League contro il Paços (quando la Fiorentina non è andata oltre lo 0-0) e ieri contro il Genoa, quando la squadra di Montella ha impattato 3-3. Tre partite, zero vittorie: al di là dei numeri, è evidente come la Fiorentina debba abbattere il tabù dell’assenza di Borja, elemento fondamentale della compagine viola. Già sabato, a Cagliari, c’è bisogno del cambio di marcia per rilanciarsi in chiave Champions. Ancora senza Borja Valero.