Braschi: “Il rigore non dato al Torino? In campo non si poteva vedere. Solo alla tv…”

    0



    rizzoliAlzata di scudi dai vertici arbitrali a favore di Nicola Rizzoli dopo il rigore non concesso al Torino durante il derby. Ad assolvere l’arbitro che rappresenterà l’Italia ai Mondiali in Brasile ci ha pensato infatti il designatore Stefano Braschi: “In campo non si poteva vedere, lo stesso Ventura se n’è accorto soltanto dalle riprese a fine gara. Si è visto che era rigore solo da un’immagine di una telecamera”.

    Rizzoli, dunque, ha sbagliato. Ma l’errore è stato in buona fede. Almeno questo è il punto di vista di Braschi, che non condanna il direttore di gara per il fallo di Pirlo ai danni di El Kaddouri. “Rizzoli era messo bene in campo, così come l’arbitro di porta Calvarese“, ha spiegato il designatore, che poi si scaglia contro le immagini televisive passate al setaccio nel post partita. “La tv può aiutare solo in occasione del gol-non gol oppure quando un fallo è commesso fuori o dentro area – precisano Nicchi e Braschi -. Poi, sul campo, in tutte le altre occasioni, decide l’arbitro. Che certe situazioni non le può vedere“. “Vogliamo che il calcio degli uomini o della tv?”, si chiedono polemicamente i vertici arbitrali, facendo tornare di attualità il tema controverso della moviola in campo. Il dibattito è aperto.