Buona la prima per Caceres che ‘torna a vestire il viola’ contro la sua Juventus

12



Prestazione positiva dell’uruguaiano nel terzetto difensivo davanti a Dragowski, che è coincisa con la prima partita stagionale con la porta inviolata

Nella partita di ieri contro la Juventus terminata 0-0 le prestazioni di Ribery e Castrovilli sono quelle che sicuramente rimangono scolpite negli occhi. La fotografia del match dell’ex Bayern è sicuramente quel recupero nel secondo tempo su Ronaldo lanciato in contropiede proprio da un suo errore, mentre l’ex Cremonese ha confezionato l’ennesima prova di qualità, quantità, personalità e fantasia, stavolta anche sotto gli occhi del ct Mancini.

Esordio positivo con la maglia della Fiorentina anche per Martin Caceres. Il difensore uruguaiano arrivato svincolato negli ultimi giorni di mercato, nonostante solo un paio di allenamenti con la squadra, è risultato uno dei migliori. Reduce da due partite da terzino destro con la Celeste del Maestro Tabarez, si è calato perfettamente nel ruolo di centrale di sinistra in quella che era a tutti gli effetti la sua partita, dopo le tre esperienze con la maglia bianconera. El Pelado, soprannome assegnatogli dopo che un giorno sua madre lo rasò a zero, si è dimostrato attento e ha interpretato la gara con il giusto temperamento, ma anche con intelligenza visto il cartellino giallo ricevuto nel primo tempo.

Il classe 1987 come spiegato da Montella in conferenza è un jolly prezioso e proprio l’Aeroplanino nel post gara si è soffermato sulla prova dell’uruguaiano: “Ha fatto una grande partita dopo non essersi allenato per tutta l’estate. Sono molto contento della sua prestazione”. Dal mercato infatti non è arrivato un centrale in grado di impostare, ma un elemento polivalente ed esperto che può permettere al tecnico di dare solidità al reparto, di schierare una linea difensiva a tre in grado di dare la giusta copertura a Dalbert (un altro che sta giocando bene nonostante la parentesi negativa all’Inter), in attesa della crescita di Ranieri.

Non tanto una sorpresa quindi, ma una piacevole conferma per uno che vanta esperienze  con le maglie di Barcellona, Juventus e Siviglia, senza dimenticare le 95 presenze con la nazionale uruguaiana e una Copa América conquistata nel 2011. Tutto ciò al netto dei vari infortuni e incidenti che ne hanno interrotto la crescita in alcune fasi della carriera.  Nonostante i cinque anni in maglia bianconera, il colore viola è quello che lo ha accompagnato sin dagli inizi della carriera, dato che  ha debuttato con la maglia viola del Defensor Sporting, club di Montevideo che vanta il maggior numero di giocatori convocati nelle nazionali giovanili e del quale Caceres è un grande tifoso.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Lo lindo del fútbol, disfrutar que tus colores sean protagonista del futbol uruguayo! DEFENSOR SPORTING 💜 #porunfutbolsinviolencia

Un post condiviso da Martín Cáceres (@martincaceres_7) in data:

12
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
claude
Ospite
claude

gran bell acquisto. ci voleva uno che picchiasse e non togliesse mai la gambe.

Siffert
Ospite
Siffert

Con i terzini scarsi o non pervenuti doveva cominciare già Pioli a giocare a 3 dietro e questo resta il giusto assetto per i giocatori che abbiamo, poi se metti uno così la musica cambia parecchio, il migliore insieme a Castrovilli e quel ragazzino con il 7…

analizzatore
Ospite
analizzatore

Caceres e’ bravo. Ma resto perplesso dallA vostra euforia generale x una terzultimo posto che fa impressione….. domenica c’e’ l l Atalanta, Montella sa che senza centravanti non si vince?

Marco
Ospite
Marco

il terz’ultimo posto è un dato oggettivo che non si discute. Se ti fermi a questo hai più che ragione, ma nella globalità mi sento di essere più che contento, sabato si sono visti valori che per alcuni non sarebbero mai venuti fuori, Frank per primo. Erano mesi che non vedevamo una squadra così, vero, ci manca il gol, abbiamo Vlaovich e Pedro che possono risolvere questo problema, sta a Montella trovare l’assetto e il giusto equilibrio tra i ruoli. L’anno scorso, tu dicevi…. levi questo, ma chi metti ? quest’anno anche in panchina hai valide alternative. Il grosso problema… Leggi altro »

Bombo
Ospite
Bombo

Da uno che si chiama “analizzatore” ci si aspetterebbe un’analisi. Invece tu prendi la posizione in classifica e ti fermi lì. Ti consiglio un cambio di nick (magari “essenzialista”)…

Marco
Ospite
Marco

E anche questo doveva essere bollito eh ?
fate festa!!!!

claudio
Ospite
claudio

MA biraghi quante partite ha giocato da titolare???

Frunky69
Tifoso
frunky69

è arrivato che non era pronto….

Leso
Ospite
Leso

Alla facciaccia di chi definiva una campagna acquisti geriatrica. Pls andare a tifare x altre squadre strisciate se anche loro nn vo vogliono surrogatevi con l ascoli (vicino a casette). Vedovalle inconsolabili.

roberto
Ospite
roberto

Bravo Caceres

Livio
Ospite
Livio

Giocatori così che ci sono mancati negli ultimi, gente tosta e di esperienza, ottima soluzione

Maria Celia Bresciani
Ospite
Maria Celia Bresciani

E’ questa la famosa ed immancabile “garra charrùa”, non importa si era appena sbarcato dall’altra parte dell’Oceano e d’aver giocato con la propria Nazionale…. Arriva e da l’anima. Bravo!!!

Articolo precedenteCommisso: “Ieri data lezione di gioco. Ribery, ma quale marketing!” (VIDEO FI.IT)
Articolo successivoPrimavera, Fiorentina-Bologna 6-3: rileggi la cronaca di FI.IT
CONDIVIDI