BV20 e Badelj5.. recodmen di passaggi offensivi.. e imprescindibili

0



Mentre turnover e reale valore di alcune alternative finiscono sotto esame nel post Fiorentina-Lech Poznan, è già tempo di pensare alla Roma per la squadra di Paulo Sousa. Tanti saranno gli elementi che il portoghese cambierà contro i giallorossi rispetto a coloro che sono scesi in campo giovedì in Europa League, col ritorno di Kalinic davanti a capitalizzare, ma soprattutto con il ritorno di chi la mole di gioco la deve creare.

Tante infatti le occasioni avute dalla Fiorentina contro il Lech, ma quasi tutte concentrate nel finale di gara. Quando c’era da rincorrere squadra all’arrembaggio, ma quando c’era da sbloccarla le idee sono a lungo scarseggiate. Ecco perché il rientro nell’undici titolare di Borja Valero e Badelj su tutti diventa fondamentale. Entrambi neanche convocati per la gara contro i polacchi sono pronti a partire dal 1’ contro la Roma nella gara più importante del recente passato viola. E non solo perché in palio c’è il primato in classifica, ma anche perché la Roma ha forse superato negli ultimi mesi quanto ad antipatie la Juventus. A spostare l’ago della bilancia, ovviamente il trasferimento in giallorosso di Salah.

Borja Valero e Badelj, dicevamo. Il primo tornato todocampista su livelli di rendimento eccellenti dopo qualche mese di oblio, ed il secondo solo lontano parente di quello visto nei suoi primi mesi di avventura in viola. Ed a proposito di mole di gioco:

 

 borja valero badelj

Lo spagnolo svetta per passaggi riusciti nella metà campo avversaria, è il re della Serie A per quanto riguarda questa statistica. E tra i top 5 del campionato c’è anche lo stesso Badelj. Dati che evidenziano anche la bontà del gioco di Sousa. Recuperare palla nella metà campo avversaria andando a stroncare il gioco di chi prova ad impostare da subito. Oltre che il prediligere il gioco offensivo.

Ovvio, dunque, che nel momento in cui di fronte c’è un avversario che non imposta dalle retrovie prediligendo il lancio lungo le cose si complichino un po’. Ed è il caso del Lech Poznan di ieri. Ma non solo. E’ mancato il gioco contro i polacchi. Il ché non vuol dire che siano mancate le occasioni, ma le idee nel crearle. Col rientro di Borja Valero e Badelj le cose dovrebbero, dunque, cambiare drasticamente contro la squadra di Garcia domenica. E a differenza del Lech Poznan la Roma imposterà e molto dalle retrovie, con una difesa per altro non certo di altissimo livello come dimostrano anche i 4 gol incassati a Leverkusen. Recuperare palla alti e arrivare subito alla conclusione verticalizzando sarà una chiave della gara. E per una buona riuscita di tutto ciò serviranno il pressing e le idee di BV20 e gli assist oltre che l’ordine in mezzo al campo di Badelj5. Diventati ormai imprescindibili per questa Fiorentina. Continuare a sognare è lecito.