Cagliari-Fio a confronto: troppi errori sotto porta per i viola, sardi male dietro

2



Fiorentina e Cagliari si trovano di fronte alla diciottesima giornata con rispettivamente 23 e 17 punti in classifica. Per i viola 7 punti nelle ultime 5, senza ko. Per i sardi 5 punti con 1 vittoria, 2 pareggi e 2 sconfitte. Fin qui in trasferta, 9 punti ottenuti su 27 per la Fiorentina. Successi contro Hellas e Benevento, pareggi contro Spal, Lazio e Napoli, ko con Inter, Juve, Chievo e Crotone. In casa, invece, il Cagliari ha ottenuto 10 punti su 24 disponibili, con 3 vittorie, 1 pareggio, ed 4 ko. Vittorie contro Verona, Benevento e Crotone. Pareggio contro la Samp, ko con Inter, Genoa, Chievo e Sassuolo. In trasferta la Fiorentina ha sempre segnato almeno una rete tranne che a Torino con la Juve, a Napoli e a Milano contro l’Inter, mantenendo la propria porta inviolata solo con Benevento, Napoli e Verona. Il Cagliari, invece, in casa ha sempre segnato almeno un gol tranne che contro Sassuolo e Chievo, mentre ha incassato reti in tutte le partite tranne che contro il Crotone.

Con 19 reti al passivo la Fiorentina è la quinta difesa del campionato. 28, invece, ne ha subite la squadra di Lopez, quinta peggior difesa del torneo. Alla voce gol segnati, con 26 reti la Fiorentina è il settimo attacco del torneo con 1.53 gol segnati di media a partita. Il Cagliari, invece, ne ha segnati 16, ed è il quintultimo attacco della Serie A con una media di 0.94 reti segnate a gara. La Fiorentina di Pioli è al quarto posto assoluto per tiri totali: 226. Dato che diventa il settimo assoluto per tiri nello specchio con 111 e primo assoluto per tiri fuori dallo specchio con 115. Il Cagliari, invece, di tiri totali ne ha scagliati 155,  16° dato del campionato, che diventa 12° con gli 87 tiri nello specchio, e terzultimo assoluto per tiri fuori dallo specchio con 68.

Dati che evidenziano come la Fiorentina debba migliorare quanto a precisione al tiro e cinismo. Mentre dietro è ok la squadra di Pioli. E come il Cagliari, crei da zona retrocessione, subendo anche tanti gol.

Piuttosto corale la manovra offensiva viola, che con 60 assist tentati è quinta assoluta in Serie A. Tuttavia, solamente 16 sono andati a buon fine. Ottavo dato assoluto. Il Cagliari a referto ha 42 tentativi di assist, 12° dato della Serie A di cui però 8 andati a buon fine, 13° dato della Serie A. 222 i cross totali della squadra di Pioli, 9° valore assoluto del campionato, gli stessi dei sardi. Entrambe sono a 4 centri di testa. 111.7 i km percorsi di media dalla Fiorentina, che è la squadra del campionato che corre di più in assoluto. Il Cagliari ne fa 109.7 di chilometri, ed è la 9° squadra che corre di più in Serie A.

Sul fronte dei singoli, Thereau è il miglior marcatore delle due squadre. E’ a quota 6 centri, grazie anche ai due segnati con la maglia dell’Udinese. Per la viola seguono a 5 Simeone, ed a 4 Chiesa. Per il Cagliari a 5 Joao Pedro e a 4 Pavoletti.Benassi con 10 assist tentati è sempre nella top 15. Con 39 tiri totali, di cui 23 in porta e 16 fuori, Pavoletti è il 15° tiratore assoluto in A. 45 totali ne ha effettuati Simeone, con 25 fuori e 20 nello specchio. Con 77 palle recuperate, Astori è 5° assoluto. Barella con 68 è decimo assoluto. Barella si conferma vero e proprio motorino, con i suoi oltre 11 km di media a partita, come Badelj

In conclusione: il Cagliari non è più solamente squadra casalinga. Tant’è che ha perso già 4 gare in casa quest’anno. Subisce tanto, segna poco, e crea anche poco la squadra di Lopez. La Fiorentina dal canto suo è reduce da un filotto di 6 gare senza ko tra campionato e coppe. Ha ritrovato grande solidità difensiva, mentre davanti ha sprecato una valanga di occasioni da rete e su questo aspetto dovrà migliorare.

2
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
marco mugello
Ospite
marco mugello

Migliorare per precisione di tiro e cinismo? Vuol dire prendere giocatori più precisi e più cinici…anche in mediana… Pioli forse vuol fare bella figura, più che vincere… Una difesa più forte consente di accettare che gli avversari vengano più avanti senza eccessivo pericolo, ed avere spazio per i contropiedi nostri… il possesso palla e una fase difensiva alta serve con le grandi squadre, tappare le linee di passaggio…..con le medie e piccole è meglio lo spazio a disposizione, ma conviene verticalizzare più che il rimorchio lento… tante volte si vede che in contropiede uno supera un avversario ed ha una… Leggi altro »

Unus
Ospite
Unus

Le emorroidi sono noiose in effetti.

Articolo precedenteIl limite di tre mandati dei dirigenti sportivi è legge: fine degli incarichi a vita
Articolo successivoConsigli dal Sudamerica: “Fiorentina, prendi il centravanti Yuri Alberto”
CONDIVIDI