Cagliari-Fiorentina, l’Album dei Ricordi: dal meglio secondi che ladri allo 0-4 contro Zeman

0



I precedenti storici della sfida tra Cagliari e Fiorentina, valida per la 12° giornata di campionato, nel nostro Album dei Ricordi

Sono 38 i precedenti in Serie A in Sardegna contro il Cagliari per la Fiorentina. Campo tradizionalmente ostico per i colori viola, visto che il bilancio dice 6 sole vittorie esterne, 15 pareggi e 17 sconfitte.  

L’anno scorso fu ko 2-1, con reti di Joao Pedro e Ceppitelli per i sardi e gol della speranza, vana, di Chiesa.

Le ultime tre vittorie della Fiorentina coincidevano con le ultime tre edizioni di Cagliari-Fiorentina prima della sconfitta dello scorso anno. Due anni fa fu 0-1 viola, con gol vittoria di Babacar:

L’anno prima 3-5 viola, con tripletta di Kalinic, doppietta di Bernardeschi:

La volta precedente fu 0-4 con una doppietta di Mati Fernandez, un gol di Gomez e Cuadrado contro la squadra di Zeman.

Era quello il periodo dei gol clamorosamente falliti dal tedesco, che quel pomeriggio, dopo essersi divorato due gol facili trovò la gioia della segnatura dichiarando a fine partita: “Mi sono tolto un peso enorme”, ma poi sappiamo tutti come è finita.

La vittoria precedente della Fiorentina in terra sarda risale al 2010-2011, 1-2, con doppietta di Alessio Cerci, la prima in maglia viola, che inaugurò il breve periodo magico dell’esterno romano in quel finale di stagione.

Prima ci fu quella del 2006-07, con Luca Toni mattatore e autore di una doppietta per lo 0-2 finale che permise ai viola di espugnare la Sardegna dopo oltre 40 anni. La quarta ed al contempo prima vittoria viola in Sardegna risaliva al 1965-66 con gol vittoria di Nuti. 

Ma il ricordo, purtroppo per come andò, più importante è il Cagliari-Fiorentina della stagione 1981-82. Dopo un lungo testa a testa Fiorentina – Juventus per aggiudicarsi lo scudetto, si decide tutto all’ultima giornata con le due squadre appaiate in testa a pari punti,. Catanzaro-Juventus da una parte e Cagliari-Fiorentina dall’altro. Viola fermati sullo 0-0 con un gol annullato a Ciccio Graziani da Mattei per fallo di Bertoni su Corti, e Juventus vincitrice a Catanzaro 0-1 con rigore di Brady e clamoroso mancato rigore non concesso al Catanzaro nel primo tempo per fallo di Brio che colpì in faccia Borghi, come si vede anche dalle immagini (per chi se lo fosse dimenticato). Nacque lo slogan: “Meglio secondi che ladri”. I sardi quel giorno ottennero la permanenza in A.

Altra lotta scudetto nel 1998-99: Fiorentina e Cagliari si affrontavano alla 17° ed ultima giornata  del girone d’andata. La squadra di Trapattoni vinse 4-2 con tripletta di Batistuta, e gol di Edmundo, e per i viola arrivò il titolo di campione d’inverno, che poi, però, non portò alla vittoria del campionato a fine stagione.

A Cagliari anche tanti ko. Come il 2-1 dei sardi nella gara che si giocò a porte chiuse per lo stadio non a norma dei cagliaritani, per intendersi quella del ‘campionato falsato’ di Galliani, e l’ 1-0 con rigore di Pinilla causato da uno scellerato intervento di Roncaglia in area di rigore.

Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
Notifica di
Articolo precedenteSensi di nuovo ko. Castrovilli sempre più vicino alla Nazionale
Articolo successivoFiorentina contro il razzismo. Milenkovic e Dalbert protagonisti della campagna viola
CONDIVIDI