Cagliari-Fiorentina, l’ALFABETO VIOLA, Cagliari Tabù  

    0



    Alfabeto ViolaChiuso il calciomercato, testa subito e di nuovo al campionato per la Fiorentina di Montella, in campo alle 18:00 a Cagliari. Questo l’Alfabeto Viola di Cagliari-Fiorentina: 

    A come ANDERSON Il nuovo centrocampista viola è pronto a spaccare il mondo. Già oggi potrebbe addirittura partire titolare contro il Cagliari. Personalità e voglia hanno subito stregato Montella, la sua simpatia Firenze con la conferenza stampa di presentazione di giovedì che ha strappato sorrisi e applausi. “Voglio vincere più che a Manchester”..Le premesse ci sono tutte..

     

    B come BESTIA NERA PINILLA E’ un vecchio pallino della Fiorentina, Mauricio Pinilla, da tempo seguito dalla società viola, che però poi per qualche motivo non è mai arrivato a Firenze. E per qualche strano scherzo del destino, come Pinilla vede viola insacca quasi sempre. L’anno scorso segnò la doppietta che stese i viola a Cagliari, segnando su azione dopo una vita che non andava in rete se non su rigore, quest’anno il gol del pareggio nell’1-1 del Franchi.

     

    C come CAMPO OSTICO quello di Cagliari per la Fiorentina. Nella storia 3 sole vittorie esterne, 15 pareggi e 15 sconfitte rimediate in 33 incontri giocati contro i sardi fuori casa per i viola. L’anno scorso fu ko, quest’anno la tendenza deve cambiare.

     

    D come DIAKITÉ Difensore serviva, e difensore è arrivato. Modibo Diakité, prestito secco e a fine stagione se ne riparlerà. L’ex Lazio arriva dal Sunderland. Centimetri e forza fisica non gli mancano, forse c’è da lavorare un po’ sulla tecnica individuale. Non convocato per Cagliari , ma intanto la coperta, dietro, è un po’ meno corta.

     

    E di E’ SEMPRE CALCIOMERCATO Da Baselli al sogno Verratti, il mercato si è chiuso solo ieri ma in casa viola è sempre aperto. Adesso parte infatti la caccia agli svincolati, che sono in scadenza di contratto e che non intendono rinnovare col loro club, e partono i progetti per il futuro.

     

    F di FINALMENTE OLIVERA E’ ANDATO VIA 1’ giocato in stagione, un ingaggio pesante, e nessuno che lo voleva. Adesso è realtà, Ruben Olivera ha lasciato la Fiorentina per andare in B al Brescia. In pochi lo rimpiangeranno.

     

    G come GOMEZ UN GIRONE FA Il tedesco continua il suo percorso verso il travagliato rientro. Un girone fa con i sardi l’infortunio, in quella maledetta uscita di Agazzi che mise ko il ginocchio del tedesco.

     

    I come IN SETTIMANA LA COPPA ITALIA, semifinale di andata alle porte in Coppa Italia per la Fiorentina. Dopo diversi anni si torna a sentire odore di grande traguardo. Contro l’Udinese che male così non era messo da tempo, con la possibilità di volare in finale ed attendere la vincente tra Roma e Napoli. Firenze torna a sognare, con forza un trofeo..E potrebbe essere solo l’inizio…

     

    L come LULU’ OLIVEIRA.. 46 gol in 145 partite di Cagliari, 26 in 95 di Fiorentina..Il doppio ex più famoso di questa sfida..Amato, il falco, e chi se lo scorda..

     

    M di MEGLIO SECONDI CHE LADRIstagione 1981-82. Dopo un lungo testa a testa Fiorentina – Juventus per aggiudicarsi lo scudetto, si decide tutto all’ultima giornata con le due squadre appaiate in testa a pari punti. Catanzaro-Juventus da una parte e Cagliari-Fiorentina dall’altro. Viola fermati sullo 0-0 con un gol annullato a Ciccio Graziani da Mattei per fallo di Bertoni su Corti, e Juventus vincitrice a Catanzaro 0-1 con rigore di Brady e clamoroso mancato rigore non concesso al Catanzaro nel primo tempo per fallo di Brio che colpì in faccia Borghi, come si vede anche dalle immagini (per chi se lo fosse dimenticato). Nacque lo slogan: “Meglio secondi che ladri”. I sardi quel giorno ottennero la permanenza in A. 

     

    N come NON POSSONO AFFOSSARCI PER SEMPRE Tanta voglia di dimenticare ciò che è successo domenica scorsa contro il Genoa, Dino Tommasi, le parole di Braschi e Nicchi etc etc..Oggi c’è voglia solo di vincere, senza errori arbitrali..Perché, non credere a complotti, in questo periodi, a Firenze, non è per niente facile.

     

    O di ORA I RINNOVI Borja Valero, Gonzalo Rodriguez, Pizarro, Aquilani, Cuadrado su tutti. Finito il mercato ora tocca ai rinnovi di contratto di chi è in scadenza quest’anno, come il Pek, di chi merita un adeguamento del contratto come Borja Valero e Cuadrado, e di chi è in scadenza al 2015 come Gonzalo e Aquilani. Non dovrebbero esserci problemi per nessuno di questi.

     

    P come PECCATO, è andato via Iakovenko, e con lui anche la sua splendida compagna, unica cosa degna di nota per altro della sua esperienza fin qui in maglia viola. A Malaga troverà El Hamdaoui. La speranza di Pradè e Macia è che l’ucraino si metta in mostra in Spagna e che possa tornare a fine anno con qualche parvenza di giocatore da Serie A.

     

    Q di QUASI A COSTO ZERO Altro mercato di fantasia per la Fiorentina, e di grande qualità visti gli arrivi che si sono vestiti di viola in questa sessione invernale. Matri a 0, Anderson a 0, Diakitè a 0, Rosati a 0. Ingaggi pesanti, vero, per un totale di circa 6 milioni di euro lordi in più, ma il livello di questa Fiorentina cresce ancora. Ancora una volta, bravi a PRADE’ E MACIA

     

    R come REBIC RESTA Ante Rebic resta in viola. Non è partito in prestito il giovane croato a causa di un cavillo burocratico. Aveva infatti già giocato alcune gare con l’RNK Split prima di arrivare a Firenze, e quindi impossibile per lui cambiare di nuovo squadra. C’è chi sussurra che se fosse partito, con la Uefa che ha respinto la richiesta di deroga presentata dalla stessa Fiorentina, a Firenze sarebbe potuto arrivare Giovinco, chissà… Intanto Rebic resta qui, per farsi ancora le ossa

     

    S come SAU E’ da sempre un pallino della Fiorentina. Piace molto anche ai tifosi viola, oggi sarà avversario, chissà se in futuro non potrà vestirsi di viola. Intanto oggi sarà l’osservato speciale numero uno dell’attacco sardo.

     

    T come TANTI AUGURI Pepito Rossi, che oggi compie 27 anni, segno particolare, BOMBER, con un grosso credito dalla fortuna, e Batistuta, che oggi di anni ne compie 44, segno particolare, BOMBER, al quale Firenze ed il popolo viola sarà sempre grato. Auguri!!

     

    U come UN RITORNO DA EX Per Matri, sarà gara da ex oggi, per lui 6 reti segnate contro il Cagliari, con tre doppiette. Dopo la doppietta di Catania, oggi, il numero 32 viola cerca il suo terzo centro in maglia gigliata..Sulle sue spalle peserà l’attacco della Fiorentina anche oggi.

     

    V come VECINO Arrivato a Firenze a gennaio 2013, dopo un anno nessuno ha ancora capito se è carne o pesce. Dopo aver passato mezza stagione ad allenarsi e basta in attesa del passaporto e di essere tesserato, oggi giocherà con la maglia del Cagliari. Per lui prestito con diritto di riscatto per la metà fissato in circa 2,5 milioni. Riusciremo a capirne di più di questo centrocampista? Magari, a partire dalla prossima giornata eh..

     

    Z di ZERO PUNTI NELLE ULTIME TRE Per il Cagliari, ko in casa col Milan nell’ultimo turno, a Bergamo con l’Atalanta in quello precedente, e 1-4 con la Juventus in Sardegna. 0 punti rimediati dai rossoblu nelle ultime tre giornate, mini crisi?