Cagliari, Giulini: “Vogliamo fare un campionato diverso. Salvarci, ma senza soffrire”




Parla il patron dei sardi che domenica saranno gli avversari dei viola al Franchi alle 18

Parla così il Presidente del Cagliari Giulini a Tuttosport: Momento del Cagliari? «La salvezza dell’anno scorso è stata determinante, anche se non ci aspettavamo fosse così sudata. Per questo, abbiamo costruito una squadra che possa restare in A senza patemi d’animo: questa è la missione che ho consegnato a Maran, nella speranza di avere le ultime giornate per regalarci anche qualcosa in più nella classifica». Maran? «Credo di aver corteggiato più lui di mia moglie… Erano tre anni che provavo a prenderlo: il primo anno lo voleva anche l’Atalanta ma lui ha scelto di restare al Chievo, l’anno successivo non se l’è sentita di andar via e alla fine ci ha detto sì. Maran è un allenatore solido, capace anche di far giocare bene le sue squadre e poi è uno dei pochi tecnici completi a 360°. Gli ho fatto firmare un triennale poiché credo sia l’uomo giusto per la nostra crescita. Maran, inoltre, è un uomo veramente perbene e per me è importante dialogare con una persona che stimo umanamente e non solo professionalmente. Fra lui e Carli, poi si è instaurata una bellissima chimica, il che non guasta».