Cagni: “Mi aspettavo di più dalla Fiorentina. Forse ha bisogno di più tempo”

9



Cagni

L’esperto allenatore ha detto la sua sul momento della squadra viola

Gigi Cagni a Radio Blu sulla Fiorentina: “Mi aspettavo di più dopo le prime partite giocate, ma forse a questa squadra serve più tempo del previsto per ingranare.

Un giocatore nel calcio di oggi deve avere certe qualità, e non solo tecniche. Non può essere sempre l’allenatore a fare tutto il lavoro“.

9
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
batistuta
Ospite
batistuta

ma se vi han spinto li a suon di rigori, altrimenti eravate nei bassifondi della classifica

QuasarScandiano
Member
QuasarScandiano

Fatti i cagni tuoi!!

Branci
Ospite
Branci

quella del tempo è una scusa che non regge, è dallo scorso anno che Pioli lavora sul grosso dei titolari, 8/11 della squadra è quello, quanto tmepo gli ci vuole ancor aper msotrare un po’ di gioco?

max
Ospite
max

Ci vuole tempo. BADELJI cosa ha fatto nei primi 6 mesi ? Abbiamo tirato in porta qusato è un fattore positivo. Si deve lavorare molto.

Patcom
Tifoso
patcom

Tutte chiacchiere da bar! Alla Fiorentina serve un allenatore decente e non come quell’incapace di Piolo, servono dei giocatori di calcio veri e non quella banda di raccattati che abbiamo e una proprietà che porti rispetto a Firenze e non pensi solo ad accumulare plusvalenze mercato dopo mercato. Ormai ci ridono tutti dietro, vergogna!

Raska.
Member
Raska.

E i pollici verso che hanno messo al tuo commento ineccepibile, fanno capire in che condizioni misere sia ormsi parte della nostra tifoseria.

Re_dei_gonzi
Tifoso
re_dei_gonzi

Tra 10 anni siamo sempre qui

Aristotele
Tifoso
Simone

solo 10 ? io spero d’esserci anche tra 100 !!

DS parlante italiano
Ospite
DS parlante italiano

Più che altro, ha bisogno di un po’ di soldi pè comprá i giocatori e no le brenne.

Articolo precedenteMorace sul campionato femminile: “Milan primo ma Juve e Fiorentina hanno qualcosa in più”
Articolo successivoLa giornata viola: il riassunto
CONDIVIDI