Calcio, donne: Uefa aumenterà del 50% fondi per sviluppo

1



Dal 2020, 150mila euro l’anno ad ogni federazione per incentivare e migliorare il calcio femminile che negli ultimi hanno ha avuto una crescita esponenziale

Per sostenere la crescita del calcio femminile, “sempre più seguito e praticato“, l’Uefa ha reso noto di aver deciso di aumentare del 50% i fondi destinati al settore in tutta Europa. Nell’ambito del programma Uefa HatTrick, che distribuisce i fondi alle sue 55 federazioni per progetti approvati, il Programma di sviluppo calcio femminile UEFA (WFDP) offre attualmente 100.000 euro all’anno a ogni federazione.

Dal 2020, la cifra passerà a 150.000 euro, per un aumento del 50%. HatTrick, spiega l’Uefa, è finanziato con i profitti dell’Europeo e ha reinvestito oltre 1,8 miliardi di euro dalla sua introduzione dopo gli Europei 2004.

Il progetto ha aiutato le federazioni a costruire centri tecnici nazionali e investire sui progetti di base per far crescere il calcio a tutti i livelli. “Le potenzialità del calcio femminile sono infinite. In quest’ottica, la Uefa ha deciso di aumentare i fondi per le federazioni, in modo da potenziarlo in tutto il continente – ha dichiarato il presidente dell’Uefa, Aleksander Ceferin -. Far crescere il numero di partecipanti e il ruolo delle donne nel calcio è sempre stato uno dei miei obiettivi, sia prima che dopo la mia nomina a presidente“.