Capezzi e il rinnovo che non c’è, il futuro in viola si complica

    0



    capezzi gyorIl futuro di Leonardo Capezzi alla Fiorentina rischia di complicarsi molto, se non addirittura concludersi anticipatamente. Capezzi è stato uno dei migliori centrocampisti dell’ultimo campionato di Serie B, conquistandosi con merito la possibilità di tornare alla Fiorentina, dove è cresciuto, e giocarsi le sue possibilità con Paulo Sousa.
    Nei mesi scorsi, subito dopo la chiusura del mercato invernale, Fiorentina e agente del giocatore avevano parlato e discusso del rinnovo del contratto del giocatore. Fino ad arrivare ad una intesa di massima. Un rinnovo che da tutte le parti veniva dato per scontato, se non già fatto.
    Giovedì scorso Pantaleo Corvino ha incontrato i dirigenti del Crotone per discutere il rinnovo del prestito o meno di Capezzi e parlare anche di un giocatore che ai viola che interessa molto come Ferrari.
    Qui, invece, l’amara scoperta: a Capezzi la Fiorentina non ha fatto nessun nuovo contratto, lasciando il giocatore con quello vecchio ad un solo anno dalla scadenza del contratto. Cioè a giugno del 2017.
    Di chi è la responsabilità? Difficile dirlo se della società, degli ex uomini mercato viola, dello stesso Capezzi e suo agente. Di sicuro Pantaleo Corvino si ritrova adesso con un problema in più da risolvere e che non avrebbe voluto affrontare, perché adesso Capezzi, avendo appunto il contratto in scadenza a giugno 2017, potrà chiedere un contratto molto, molto più vantaggioso rispetto a quanto invece avrebbe potuto prendere se in tempi non sospetti avesse rinnovato con la Fiorentina. Cifre adesso molto, molto più alte rispetto anche al reale valore di oggi, ma d’altra parte questo è anche il rischio che si corre in situazioni del genere.
    Adesso per la Fiorentina due saranno le strade da percorrere: la prima cercare di arrivare a trovare un accordo con Capezzi a cifre ritenute congrue e quindi continuare a puntare su di lui per presente e futuro (Leonardo Capezzi è uno di quei giocatori che rientrerebbe nei giocatori cresciuti nel proprio vivaio, come richiesto dal nuovo regolamento sulle rose a 25 giocatori); la seconda chiudere con 12 mesi d’anticipo il rapporto e inserire il giocatore, eventualmente, in qualche trattativa di mercato. Come per il difensore Ferrari con lo stesso Crotone.
    Vedremo cosa accadrà nei prossimi giorni, la speranza è che alla fine Fiorentina e Capezzi possono trovare un accordo perché il giocatore resti alla Fiorentina e diventi un giocatore importante per il futuro perché farebbe male pensare di perdere così un giocatore di prospettiva come Capezzi.