Capoliste a confronto: Viola 2° miglior squadra per tiri subiti in Europa

0



“Se dovesse iniziare a giocar bene…” E’ un po’ questa la frase più ricorrente di addetti ai lavori ed esperti quando si parla di Inter in tema di lotta scudetto. Sono fin qui 7 le vittorie col minimo scarto dei nerazzurri in 12 giornate. 8 vittorie ottenute, e 7 col risultato di 1-0. Col Carpi fu invece 1-2 allo scadere. Solo due, invece, su 9 successi, gli 1-0 dei viola, che hanno infatti segnato il doppio dei gol dell’altra capolista subendo invece solo due gol in più. E se è vero che l’Inter ha la miglior difesa del campionato, è anche vero che ha 6° peggior attacco. La Fiorentina di Sousa ha invece il 2° miglior attacco e la 3° miglior difesa.

Numeri che però nascondono quella che spesso è il reale andamento delle gare. In particolar modo quello della squadra di Mancini. La Fiorentina, infatti, ha subito fin qui solamente 7.2 tiri a gara. Solo il Bayern Monaco, nei 5 campionati più importanti d’Europa, ha fatto meglio. Ed infatti Tatarusanu è il portiere che in Serie A ha compiuto meno parate di tutti i suoi colleghi. 18 in totale, delle quali 9 decisive. Ben diversa la situazione dei nerazzurri: sono ben 42 le parate effettuate da Handanovic, 14° dato assoluto. Solo sei portieri di altrettante squadre ne hanno effettuate di più. Ed il datodiventa ancor peggiore per l’Inter quando si analizzano le parate decisive: 22, ovvero il dato maggiore di tutta la Serie A. In casa la Fiorentina ha subito 3 reti, miglior difesa interna del campionato.

E se sono in molti a ricordare che con gli 1-0 c’è chi ci ha vinto dei campionati, ricordando come la fase difensiva sia fondamentale per arrivare ai successi, visto che chi ha vinto ha sempre avuto le migliori retroguardie del campionato, ci sono anche i dati sulla fase offensiva che nel confronto tra le due capolista spostano l’ago in favore della Fiorentina:

Per quanto riguarda i tiri totali la squadra di Sousa è quarta assoluta con 141 conclusioni. Quarto posto anche per il dato parziale dei tiri nello specchio, 65, mentre è terzo il dato sui tiri fuori, 76. L’Inter, invece, è solamente 9° per tiri totali con 117. Dato che diventa l’ottavo assoluto per quanto riguarda i tiri nello specchio, 56, e 11° per tiri fuori, 61.

L’Inter di Mancini crea decisamente meno dei viola con dati da metà classifica, segna da zona retrocessione, e subisce gioco da squadra di metà classifica. Unica nota positiva Handanovic e le sue parate. Reggerà lo sloveno? O il fattore c come lo definisce qualcuno? La Fiorentina, invece, subisce poco come nessun altro, da scudetto, segna da scudetto, e crea da zona champions. Capoliste a confronto, insomma. Perché negli anni gli 1-0 avranno anche fatto vincere scudetti e titoli, ma a volte bisogna anche vedere come essi arrivano. La 13° metterà di fronte Fiorentina-Empoli al Franchi e Inter-Frosinone a San Siro. La 14° Sassuolo-Fiorentina e Napoli-Inter. E nella corsa al tricolore ogni dettaglio può risultare determinante. E Paulo Sousa queste cose le sa.

Autore: Gianluca Bigiotti – Redazione Fiorentina.it