Carli su Saponara: “Nel 4-2-3-1 è il migliore d’Italia. Sarri si innamorò di lui”

6



«Nel modulo 4-3-1-2 è il migliore d’Italia e a Firenze deve lasciare il segno». A parlare di Riccardo Saponara è Marcello Carli, ex direttore sportivo dell’Empoli, al Corriere dello Sport – Stadio. «Nelle ultime due uscite, contro il Benevento e a Torino, si è reso protagonista di buone prestazioni e sono segnali importanti che danno fiducia, ma uno come lui non deve accontentarsi di qualche buona gara, deve piuttosto essere decisivo, fino a diventare perfino un leader. Come trequartista moderno è il più forte del nostro campionato e ora deve fare la maturazione definitiva, dare la svolta alla sua carriera. Con la sua classe non può fare cose normali. E poi non deve essere troppo critico con se stesso, altrimenti si intristisce e tende a non esaltarsi».

«Maurizio Sarri a Empoli dopo tre-quattro allenamenti era già innamorato di lui per il modo che aveva di interpretare il gioco. Stravedeva per lui perché ci vedeva un giocatore importante e di prospettiva. Gli ha dato subito fiducia – prosegue Carli – e il giocatore lo ha contraccambiato». Ma quanto vale Riccardo? «Il mercato, soprattutto in questo periodo, è strano ma Saponara è un giocatore che se esplode, come è in grado di fare con la sua classe, può valere venti milioni di euro. È un top, se trova il clima ideale e la continuità attraverso la condizione».

6
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Roberto
Ospite
Roberto

SAPONARA è un ottimo giocatore, sta arrivando alla condizione
ma gli va dato fiducia
lasciamo tranquillità smettiamola di criticare tutto e tutti

joretti
Ospite
joretti

Saponara fra gli under è stato una grande promessa, poi ha avuto problemi fisici che l’hanno un pò fermato.. Chissà che i problemi fisici non siano finiti.

Biliapolis
Tifoso
biliapolis

Voi avete detto che il piolo aveva cambiato il modulo, invece è il solito 4 2 3 1, con cui aveva iniziato il campionato, questo non cambia quasi mai.

Ponzio
Tifoso
ponzio

Dalle stalle alle stelle e viceversa, è possbile un po’ di equilibrio e di pazienza?

Geoffrey
Ospite
Geoffrey

Ma se era innamorato, invece di portare Valdifiori a Napoli perché non ha preferito Saponara? Per il modulo? Mah, che dire? Viola semper.

Stripo
Ospite
Stripo

Se i mi nonno aveva le rote era un carretto. Il succo del discorso di Carli. Comunque speriamo.

Articolo precedenteCon il Crotone spazio a Maxi Olivera: l’uruguaiano non gioca da novembre
Articolo successivoI segreti della Primavera viola: spirito vincente tra serate insieme e karaoke
CONDIVIDI