Caso De Laurentiis, parla il tifoso aggredito: “Non vendo la mia dignità…”

    0



    de laurentiisHa destato scalpore l’aggressione di Aurelio De Laurentiis, Presidente del Napoli, ad un tifoso azzurro, arrivata al termine della sconfitta dei partenopei contro il Parma. A Il Resto del Carlino parla proprio Dario D’Agostino, il tifoso coinvolto nella vicenda: “Sono allibito e deluso dal comportamento di De Laurentiis. E ora mi riservo di querelarlo. Gli ho detto: presidente, noi non vogliamo vincere solo contro la Juventus. L’ho detto con educazione e per tutta risposta lui è sceso dalla macchina e si è avventato contro di me sotto gli occhi di chi era nei paraggi.
    Dopo poche ore dall’accaduto, sono stato contattato da un dirigente del Napoli che mi ha invitato a Castelvolturno, il centro sportivo del Napoli, per un chiarimento. Ma ho declinato l’invito senza alcun dubbio, perché la mia dignità di persona e di tifoso non la vendo a nessuno, nemmeno a chi ha solo più soldi di me. Sono sicuro di tenere di più io al Napoli, sia come squadra sia come città, che il presidente De Laurentiis. Quanto è accaduto mi sta creando stress e tensione, non sono abituato a situazioni del genere. Non sono riuscito a dormire e non sono andato nemmeno al lavoro. Io sono un operaio, e anche sul posto di lavoro mi sento a disagio di fronte ai colleghi. Ho delegato subito il mio avvocato affinché si occupi della vicenda”.

    Commenta la notizia

    avatar
      Subscribe  
    Notifica di
    Articolo precedenteC.Italia Primavera, domani la finale di ritorno Fiorentina-Lazio: prezzi dei biglietti
    Articolo successivoChampions L., impresa Chelsea: 2-0 al PSG e qualificazione. Il Real perde ma passa
    CONDIVIDI