C’è un caso Tatarusanu, forse Lezzerini con lo Slovan Liberec

di Francesco Gensini - Corriere dello Sport Stadio

7



Tra i dubbi lasciati in eredità dal pareggio contro il Crotone c’è anche quello che riguarda la prova di Tatarusanu e il riferimento non è (solo) all’errore commesso in occasione del gol dei rossoblù calabresi, perché ci può stare specie in determinate condizioni ambientali, ma è ancora alle uscite dai pali e ai palloni giocati con i piedi: in questi due casi, il portiere rumeno va spesso in difficoltà. Un altro esempio in tal senso proprio mercoledì sera, quando Tatarusanu col terreno fradicio per la pioggia battente l’ultima cosa che avrebbe dovuto fare era di iniziare l’azione viola al limite dell’area smistando il pallone ad uno dei difensori. Invece l’ha fatto con evidente superficialità e per poco non ci scappava il guaio, tanto che Paulo Sousa arrabbiatissimo è corso a ritroso venti metri di campo urlando tutta la sua disapprovazione. L’episodio dà lo spunto ad una riflessione più ampia: è il momento di provare Lezzerini titolare? E cammin facendo, c’è lo spazio per valutare Dragowski?

Domani ovviamente non succederà niente di tutto ciò, ma giovedì contro lo Slovan Liberec potrebbe essere l’occasione buona per la prima ipotesi e se la partita contro i cechi dovesse avere un risultato positivo, sempre quel che rimane della fase a gruppi d’Europa League potrebbe essere il palcoscenico della “prima” dello scalpitante portierino polacco. Intanto, il Bologna. Paulo Sousa riproporrà Kalinic e Borja Valero dall’inizio, con lo spagnolo destinato in mediana se sarà confermato il modulo con il doppio esterno e il trequartista, mentre dentro un turnover comunque moderato, stavolta potrebbero cambiare gli interpreti sulle fasce: Tomovic per Salcedo a destra, Milic per Maxi Olivera a sinistra.

7
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Riccardo, Roma
Ospite
Riccardo, Roma

Chi non capisce che Tata è l’ultimo dei problemi (ripeto L’ULTIMO) vuol dire che ci capisce poco. Andatevi a rivedere le papere che ha fatto Handanovic negli ultimi anni. Abbiamo Berna che non sa usare il piede destro, Milic che non sa saltare l’uomo, Tello idem se non in velocità. Ma di che vogliamo parlare?

Luca73
Ospite
Luca73

Lezzerini titolare….Tata a casa….

Renato Bo
Ospite
Renato Bo

Errata corrige nel mio commento:
… e l’ha buttata in calcio d’angolo.
Errore di stampa e non l’ho riletto.
Scusate!

andrea
Ospite
andrea

completamente d’accordo con gensini; lezzerini si merita una possibilità, con il chievo ha fatto vedere cose importanti e anche dragowski va provato

Renato Bo
Ospite
Renato Bo

A mio modesto avviso, non c’è nessun caso Tatarusanu.
Anzi, è quello che sta tenendo in piedi una difesa incerta e traballante.
Un errore ci può scappare, capita anche a Buffon!
Ma l’errore non c’è stato in occasione del gol del Crotone.
In quell’occasione la palla era viscida ed era impossibile trattenerla.
La colpa è di Gonzalo che si è addormentato, come spesso gli capita, non l’ha buttata subito fuori e Falcinelli lo ha anticipato.
Anche a Cordaz è sfuggita la palla , ma il difensore era sveglio e la buttata in calcio d’angolo.
Ecco la differenza!

CALENZANO
Tifoso
Active Member

Tata non e’ un fuoriclasse, ma para per il suo valore. Buffon guadagna 5 volte di piu, e in fondo all’anno fa 5 volte meno cavolate. Lui e’ un portiere normale, nulla piu nulla meno. In fondo all’anno fa le 4 o 5 cavolate e non ti salva mai da solo la partita, senno’ anche kalinic non segna come il bati o higuain, infatti uno guadagna 1 e l’altro 5. Se vuoi alzare il livello pagando i giocatori come genoa o sassuolo alla fine arrivi col genoa e col sassuolo, non con la roma

oreste
Ospite
oreste

non fa una grinza…..

Articolo precedenteAstori, il leader al 1° gol in viola. Carisma… da capitano
Articolo successivoSousa che fatica, servono i gol: a Bologna torna Kalinic
CONDIVIDI