Cecchi Gori: “Io vittima dei poteri forti, altri club hanno rateizzato in 30 anni…”

42



L’ex presidente della Fiorentina torna a parlare del fallimento. E l’avvocato: “La Viola unica società a dover saldare in unica rata”.

Torna a parlare Vittorio Cecchi Gori, alla Nazione. Dal 2002 i problemi e la lontananza da Firenze: «Ho sempre voluto bene a Firenze e Firenze ha voluto bene a me. Sono rimasto a distanza perché la vita mi ha riservato altri ostacoli e sono rimasto vittima di grandi ingiustizie. Ma nessun problema con Firenze: l’altro giorno ho percorso le vie del centro e tutti si sono fermati per salutarmi, chiedere come stavo, perfino abbracciarmi».

BATISTUTA. Batistuta ha detto che Cecchi Gori sbaglio diverse scelte, e che si poteva vincere di più. «Bati mi vuole bene e in un certo senso ha ragione… Ma non fu solo colpa delle mie scelte, in quel periodo fui vittima dei poteri forti anche per la vicenda di Telemontecarlo, si vede che rappresentavo un pericolo e il Terzo Polo era un nemico da eliminare. La Fiorentina rimase coinvolta in quel massacro, io ero un obiettivo da affondare. In quel periodo mancò una figura rappresentativa in grado di dialogare con la Federazione e far valere il peso delle mie attività imprenditoriali, anche per gli sforzi che stavo facendo aumentare i diritti televisivi da destinare al calcio. Mi sarebbe servito un uomo di esperienza e spessore, provai a rimediare con Sconcerti ma ormai era troppo tardi».

FALLIMENTO. La teoria del complotto non è nuova… «Chiamatela come volete, io so che ingiustamente ho perso una società per pendenze inferiori a quelle che altri club hanno potuto rateizzare in 30 anni… Ma non ho finito di combattere, non lo farò mai. E non solo per i soldi, davvero, se dovessi vincere ne prenderei solo una piccola parte. Il resto andrebbe alla Fiorentina, la mia Fiorentina, quella che è stata defraudata e azzerata. Non mi interessano i soldi, lo ripeto, sono le ombre sul mio conto che voglio combattere».

TRIBUNALI. L’avvocato Gianfranco Passalacqua sta per notificare un atto di citazione nei confronti della Curatela fallimentare: «Abbiamo elementi per sostenere che sia rimasta inspiegabilmente inerte, fin da quando nel novembre 2002 il curatore non si è attivato per fare ricorso al Tar contro la decisione della Figc, che aveva escluso la Fiorentina dal campionato. Sarebbe stata una procedura normale, che nel 99 per cento dei casi ha successo anche nell’interesse dei creditori… Fra l’altro quando finalmente la Figc ci ha permesso l’accesso agli atti, abbiamo scoperto che la Fiorentina era stata l’unica a dover saldare in un’unica rata l’esposizione nei confronti dell’erario, azzerando in pratica ogni credito che la società viola aveva nei confronti della Lega; ad altri club con una situazione finanziaria ben peggiore è stata concessa una dilazione trentennale… In quel contesto così sbilanciato e ingiusto il curatore non si attivò e ancora oggi ci sembra incredibile».

42
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Tolomeo Cherici
Ospite
Tolomeo Cherici

Meglio un giorno da Leoni che 100.000 da Pecore, cari i miei concittadini comunisti e froci.

Poi quello che parla dello zafferano mi sembra proprio uno che in vita sua ha annusato solo peli di fava, povero il mio piccolo sacerdote.

Ma vaia vaia

Berto compagno di scuola
Ospite
Berto compagno di scuola

Quella del giorno da leoni devo averla già sentita ed in entrambi i casi (calcio e dittatura)finì tutto a catafascio.

tomcat
Ospite
tomcat

ha ragione Vittorio. Ma la redazione non ha una foto migliore da mettere? Ma che lo fate apposta?

Paolo da Cagliari
Ospite
Paolo da Cagliari

ha ragione da vendere. Lasciamo stare i vizi personali, la Lazio con un debito decisamente superiore ha dilazionato in 30 anni.
concessione avuta ” per motivi di ordine pubblico”. questo perche i tifosi (squadristi di estrema destra) hanno dato fuoco ad alcune caserme dei CC.
la Viola in C2 e pure defraudata del nome e la FIGC é rimasta a guardare. che gente!!
solo in Italia poteva accadere

Tolomeo Cherici
Ospite
Tolomeo Cherici

No, ma qui c’é i figlioli di Madre Teresa che mai in vita loro hanno fatto niente, pronti a dire Zafferano, ma che cazzo c’entra lo zafferano con una pagliacciata fatta a ns. sfavore?

Io mi domando, ma boh?

Veneto54
Member
Veneto54

…e lo “zafferano” chi te lo passava? …i poteri forti?

Berto compagno di scuola
Ospite
Berto compagno di scuola

Quello serviva per curare il diabete…

Attanasio
Ospite
Attanasio

Vallo a raccontare ai nostalgici…sei stato solo la vittima di te stesso e dei tuoi vizi!

Sempre viola
Ospite
Sempre viola

Che commento insignificante e limitato

scettico
Ospite
scettico

Ma vi rendete conto che sono quasi 40 anni che non abbiamo una società gestita a modo, prima i Pontello che entrarono pensando di spaccare il mondo e dopo qualche anno, senza più soldi, lasciarono morire tutto, poi i cecchi gori, vogliosi e generosi ma totalmente incompetenti nella gestione, poi i fratelli plusvalenza, simili come parabola ai pontello ma più antipatici e ancora meno interessati di loro……. ci sarà più verso di avere una gestione ‘normale’????? forse è davvero anche un po’ colpa della città e dei tifosi…….

Batigol,pc
Ospite
Batigol,pc

Piazza troppo piccola ed esigente per poter far gola a qualcuno.

scettico
Ospite
scettico

A questo punto forse è proprio vero; probabilmente il problema non è tanto la dimensione, ci sono molte altre piazze più piccole che trovano acquirenti validi, quanto la difficoltà a gestire l’ambiente; un imprenditore quando vede e sente tutte tutte le esigenze del tifo fiorentino e paragona le difficoltà che incontrerà con i possibili ricavi si tira indietro; solo un fiorentino vero con i soldi potrebbe buttarsi nell’avventura, il problema è che non ce ne sono…..

Sempre viola
Ospite
Sempre viola

Ma chi lo dice? Secondo te se uno e’ interessato lo dice ai quattro venti? Ma per favore. Basta con il fatto che non c’e’ nessuno interessato.

Sugosa Plusvalenza
Ospite
Sugosa Plusvalenza

Certo, la colpa è dell’humusso…vaia!

Sempre viola
Ospite
Sempre viola

Per i primi cinque anni Pontello provo’ a vincere davvero. Anche con loro quanti campioni. Nei cinque successivi ridimensiono’ il tutto ma non come questi. In a squadra avevamo i Baggio, Borgonovo, Di Chiara etc etc tant’e’ vero che nell’ultimo anno della loro gestione si andò in finale di Copa Uefa. Cecchi Gori ci ha provato per nove anni. Inutile elencare i campioni e le ambizioni che avevamo allora. Purtroppo vince una squadra sola e quasi sempre non si esce f dalle tre strisciate. Entrambi pero’ ci sono andati vicini. L’attuale proprieta’ non si e’ mai minimamente avvicinata a vincere… Leggi altro »

Massimo 50
Ospite
Massimo 50

Basterebbe studiare a chi dava fastidio Vittorio(per es. la NBA era sua)per capire chi possa aver agito dietro le quinte oppure vedere chi si è appropriato dei suoi beni cinematografici.Non mi risulta alcuna indagine giornalistica sulle vicende delle rateizzazioni che per la Lazio hanno costituito questione di ordine pubblici e spalmate su un quarto di secolo.I giornalisti fiorentini dormono?

Bill Gates del Galluzzo
Ospite
Bill Gates del Galluzzo

bravo

angelo scandicci
Ospite
angelo scandicci

Il punto vero è quello che sottolinea Passalacqua (che però è noto da tempo) La Curatela saldò completamente l’erario e lasciò scoperti i creditori privilegiati quali i dipendenti. per questo gomes mancini e rossi misero in mora la società che conseguentemente fallì. Qualche soldo in cassa c’era perché juve e milan ti comprarono un giovanissimo moretti ed un altro semisconosciuto della primavera per oltre 20 30 miliardi (insomma ti finanziarono per non farti fallire) La Lazio fece l’esatto contrario: saldò i “privati” poi andò dallo Stato e gli disse “fammi fallire, così ripigli ovo” . e di lì fu “spalmadebiti”;… Leggi altro »

Sempre viola
Ospite
Sempre viola

Vorrei somtanto far presente che il giudice che decreto’ il fallimento della Fiorentina ha preso 6 anni per bancarotta fraudolenta che riguardava l’hotel Sheraton è altre attivita’ tra cui proprio la Fiorentina.

Fulvio
Ospite
Fulvio

Purtroppo Vittorione ha pagato errori che hanno coinvolto anche la Viola ma nessuno potrà mai dire che non è stato coinvolto dall’amore per Firenze e per la squadra. Io l’avrei voluto presidente anche in C2

Sven Goran Ericksson
Ospite
Sven Goran Ericksson

Parliamo delle fideiussioni false e della Lazio di cragnotti.
Solo gli stolti non vedono come sono andate le cose.
L’unico errore di quest’uomo fu cacciare Radice. Ci costò caro ma l’anno dopo Batistuta giocò in b e arrivammo primi… Altro che sesti…. Per il resto ci ha fatto godere.
Vittorio Unico presidente

Articolo precedentePezzella alza il tiro: doppia stoccata del capitano
Articolo successivoPAGELLE A CONFRONTO: Non si salva nessuno, disastro Gerson… e Pioli
CONDIVIDI