Cerofolini: “Al Cosenza per giocare e dare il meglio di me”

1



Le parole del neo-portiere del Cosenza e della nazionale u-19 vice-campione d’Europa.

Ha parlato ai microfoni di Radio Bruno, il portiere di proprietà della Fiorentina, in prestito al Cosenza, Michele Cerofolini. Queste le sue dichiarazioni:

“E’ stata una bellissima estate soprattutto dal punto di vista calcistico. E’ stata un’esperienza incredibile quella dell’Europeo, perché in pochi hanno avuto la fortuna di fare quello che abbiamo fatto noi. Anche se poi è un peccato per come è andata a finire. E’ stata un’emozione  davvero indescrivibile e ringrazio lo staff e tutti i miei compagni. Dopo di che sono arrivato a Cosenza e sono stato accolto davvero benissimo, sia dal gruppo che dallo staff che mi hanno fatto sentire subito a mio agio e non potevo chiedere di meglio”.

Europeo U-19– “Tutti noi sentivamo il peso di portarci una nazione sulle spalle per onorarla. In quel momento eravamo la nazionale più importante che tutti seguivano e tutti tifavano, ed era un orgoglio in più per far bene”.

Cosenza– “Sicuramente è un gruppo sano e per questo possiamo fare bene. Siamo una neopromossa e il nostro obiettivo iniziale è la salvezza Onestamente sia io che tutta la squadra non ci poniamo degli obiettivi e viviamo il campionato partita dopo partita”.

Obiettivo– “Essendo stato un anno alla Fiorentina credo di aver imparato davvero tantissimo, sono venuto qua per giocare e dare il meglio di me”.

Lafont- “Inizialmente sono rimasto sorpreso, ma il mondo del calcio è questo e credo che nessuno abbia la strada spianata, ci sono molti ostacoli. Io quest’anno mi faccio un campionato di Serie B e forse avremmo due annate parallele e poi il prossimo anno vedremo. Essere mandato al Cosenza per vedere quanto valgo per me è uno stimolo”.

Scorsa stagione“E’ stata un’annata indimenticabile: tutti gli insegnamenti degli altri ragazzi, tutte le cose che ho imparato io dal gruppo, sono tutte cose positive e non ricordo niente di negativo anche nel dolore, è stato un dolore immenso, ma anche da lì i ragazzi mi hanno trasmesso cose positive. Mi hanno regalato tanto”.

La fascia con le iniziali di Astori- “Sono d’accordo con la scelta di Pezzella. Non vedo il motivo di indossare tutte le fasce identiche. Siccome quella fascia ha un valore molto importante perché ci sono incise le iniziali del nostro capitano, io trasgredirei come fa German”.

Mercato viola“Secondo me ha fatto un buon mercato. Ha tenuto i capisaldi della squadra comprando dei ragazzi molto giovani e forti che hanno arricchito la rosa. Io sono il loro primo tifoso, quindi spero tanto che possano fare meglio dell’anno scorso”.

Sottil-Si può ritagliare il suo spazio e fare la sua esperienza in prima squadra. Durante l’annata, qualche spezzo di partita secondo me lo può avere anche se ci sono molti esterni che ricoprono il suo stesso ruolo. Faccio un grosso in bocca al lupo”.