Champions League, la Roma vince a Mosca: qualificazione vicina

10



I giallorossi trionfano sul campo del Cska Mosca e si avvicinano alla qualificazione agli ottavi di Champions League

La quarta giornata di Champions League prosegue con un’italiana protagonista, la Roma di Di Francesco. I giallorossi vincono in casa del Cska Mosca grazie alle reti di Manolas e Pellegrini, salendo così a quota nove punti nel proprio girone, a cinque lunghezze di distanza dalla terza posizione e con due partite ancora da disputare.

Nell’altra sfida delle 19, che interessava il girone della Juventus, il Valencia ha superato il Young Boys con il punteggio di 3-1.

10
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Fabriziofrancia
Tifoso
fabriziofrancia

peccato

Biliapolis
Tifoso
biliapolis

Invece la Giuve stellare ha perso 2-1 in casa col M:United- grazie ad allegri.

Onestà
Ospite
Onestà

Qualcuno mi spiega correttaente perchè non ci sarebbe il rigore su Simeone? E’ opinione comune che rigore non fosse, mentre a me sembrava abbastanza netto:SImeoene non fa nulla per impedire il contatto, ma il contatto c’è, il portiere tocca volontariamento o no (che importa?) il piede dell’attaccante, che cade. . Perchè non sarebbe rigore??? Davvero sarei curioso di capire, provo a metterci tutta la mia onestà intellettuale, ma non riesco a capire..

ClaudiodaSasso
Tifoso
claudiodasasso

Infatti il rigore c’era. Il regolamento non parla più di volontarietà. Solo sul fallo di mano si vanno a vedere alcune cose. Le principali; aumento del volume del corpo (braccia larghe), vicinanza dal punto ove viene calciato il pallone, infine se la palla colpisce un’altra parte del corpo prima di colpire il braccio. Sugli altri falli si parla solo di impedimento all’azione da parte del difensore cone varie modalità. La testa non è esclusa

Arbitro di serie D
Ospite
Arbitro di serie D

Il piede di Simeone va in faccia al portiere. Il portiere esce a vuoto senza prendere nessuno… se poi gli vai a dosso è fallo dell’attaccante.
Altrimenti quando un portiere esce gli vai a dosso è pre di rigore.

Marione
Ospite
Marione

Correttissimo, ogni attaccante si butta addosso al portiere, arrivando una frazione di secondo prima di lui e sarebbe sempre rigore. Penso solo quanto mi sarei incazzato se me lo davano contro, quel rigore

Anselmo
Ospite
Anselmo

Secondo me ti sbagli, ma lo dico per amore di discussione. Si può trovare il fermo immagine nel quale Olsen tocca chiaramente il piede di Simeone.Poi Simeone continua la corsa sbilanciato e per inerzia il piede sollevato colpisce anche il viso di Olsen . Questo è quello che potrebbe vedere un arbitro, già convinto di aver visto giusto, rivedendo il contatto al VAR, poi uno può dire più o meno quello che vuole, per me questo è un rigore che nessuna moviola può chiarire al 100%, e in quel caso l’impressione dell’arbitro è quella che conta.

Marione
Ospite
Marione

Ma se te lo fischiano contro come reagisci? Sii onesto, dai !!!!

Anselmo
Ospite
Anselmo

Come reagisco? Normale, come sempre..ce ne hanno dati contro di molto, molto, molto peggio, io sono abituato a l peggio in 35 anni di tifo viola non so te, e ricevere contro un rigore che a me, onestamente, sembrava ci potesse stare, non mi farebbe davvero molta impressione. Semplicemente non mi sembra scandaloso.

Marione
Ospite
Marione

Sono più anziano e tifo da circa 50 anni (lo scudetto del 69 lo ho vissuto, avevo 15 anni e sono andato al Bentegodi a vedere Verona Fiorentina da solo , a quei tempi era possibile) e ne ho viste anche più di te. Resta il fatto che :
a) non c’era il VAR a quei tempi era più facile barare
b) rigori come quello datoci quest’anno contro l’Inter o a favore contro l’Atalanta mi fanno incazzare a bestia.
c) questa squadra segna solo su rigore e mi fa incazzare di più.
Ciao

Articolo precedenteMazzantini (all. Under 15): “C’è del talento, gruppo che può dare soddisfazioni alla società”
Articolo successivoQui Frosinone, nell’allenamento si ferma Ciano. Ardaiz a parte
CONDIVIDI