Chiesa a sinistra, Simeone e Babacar sulla corda, feeling con Corvino: con sei mosse Pioli ha scosso la Fiorentina

Di Luca Calamai - Gazzetta dello Sport

16



Il Normal One può voltarsi indietro e sorridere. Dopo quasi quattro mesi di lavoro è riuscito a portare la Fiorentina dove sperava: ai margini della zona Europa. È stata una corsa a ostacoli. Che Stefano Pioli ha affrontato con il suo stile, con le sue idee, con la sua passione. Da quando, nei primi giorni di ritiro a Moena, non poteva disputare le partitelle perché non aveva 22 giocatori a disposizione; fino al 3-0 rifilato a un Toro che ha un monte stipendi più alto e obiettivi più ambiziosi. Costruendo un progetto tattico che sta prendendo corpo e anima. Una rivoluzione in sei mosse.

1: NUOVO MODULO «Ho tanti trequartisti, vorrei creare le condizioni per schierarne il più possibile». Pioli è partito da questa riflessione e da un 4-2-3-1 che aveva due aspetti che non funzionavano: un centrocampo incapace di costruire gioco e di proteggere la difesa e un Benassi proposto da esterno offensivo o da rifinitore. Il tecnico viola ha capito che così non andava ed è passato al 4-3-3. Benassi riportato nel suo territorio di caccia ha cominciato a fare la differenza e la squadra ha trovato il giusto equilibrio.

2: CHIESA A SINISTRA Federico, il bimbo d’oro viola, può giocare su entrambe le fasce. Ma Pioli ha avuto un’intuizione giusta: partendo da sinistra e rientrando sul piede destro può fare molto male. L’ultimo Chiesa garantisce gol e assist.

3: SIMEONE E BABACAR Il Cholito è il titolare. Ma il tecnico è riuscito a non perdere per strada il senegalese, formidabile nel rapporto minuti-gol. Ora la Viola ha due attaccanti che, in futuro, potrebbero anche giocare insieme.

4: FEELING CON CORVINO Pioli a luglio ha messo la sua faccia a difesa del mondo Fiorentina. Società compresa. Non solo. Lui ha un grande rapporto con Corvino. Si stimano. Si ascoltano. Così quando ad agosto il tecnico ha segnalato dei problemi il responsabile dell’area tecnica ha capito che serviva qualcosa in più. E con tre guizzi ha portato Pezzella (futuro uomo mercato), Thereau (prezioso per gol ed esperienza) e Laurini che ha coperto un ruolo vacante (terzino destro).

5: BADELJ LEADER «Se sono rimasto a Firenze il merito è di Pioli». Il croato aveva la valigia pronta ma il tecnico viola lo ha conquistato con le sue idee e il suo equilibrio. Oggi Badelj è uno dei migliori «acquisti» della Fiorentina.

6: LA FIORENTINA DI TUTTI L’ultima mossa vincente è stata la politica del sorriso. Fin dal suo primo giorno di lavoro Pioli si è messo a disposizione dei tifosi. Sempre pronto per autografi o selfie. Per creare un clima nuovo ha anche aperto le porte del centro sportivo ai giornalisti per una lezione di tattica e presto permetterà ai tifosi di seguire un allenamento al mese. Un’operazione simpatia che sta pagando, anche se il Normal One non vuole illudere nessuno. «Questo è un anno di assestamento, poi penseremo all’Europa». Parla chiaro. Quello di cui Firenze aveva bisogno.

16
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
ste
Ospite
ste

calamai ha fatto un bel cambiamento. Ora dira che solo i cretini non cambiano idea,etc,etc,etc
forza corvino
ste

Osvaldo
Tifoso
Osvaldo

Sempre la squadra incoraggiare, ma volar basso per non rischiare, alla prima noia, tra i sassi a bomba ricadere!

Decio
Ospite
Decio

Valentin Eysseric. In questo lungo momento difficile per la Firenze del calcio e il suo futuro incerto le 4 giocate del francese dell’altra sera sono la cosa che mi è piaciuta di più. E gli ohhhhh del pubblico testimonia che non ero il solo. Si va allo stadio anche per vedere queste giochesse che mancavano da tempo.

Fistione
Ospite
Fistione

Un 3 0 dato a un Torino con monte ingaggi più elevato, obiettivi più ambiziosi e con un incapace in panchina.

Davide
Ospite
Davide

L unica cosa saggia da fare e continuare ad incoraggiare la squadra il resto conviene lasc iarlo perdere tanto purtroppo ci si può fare ben poco …io tifo la Fiorentina da sempre e non sarà certo una proprietà pittuosto che un altra a farmi cambiare idea . È una fede !!!! La mia preoccupazione è più rivolta per il futuro perché al peggio non c è mai fine … nel senso pensavo di aver raggiunto il punto più basso quest anno con lo smantellamento della squadra … forse già

marco mugello
Ospite
marco mugello

Le cose stanno andando benino, e in modo che difficilmente è reversibile…. difficilmente avremo dei momenti di sbandamento come nelle precedenti partite… affronteremo la Roma vendendo cara la pelle, e tentando il colpaccio…. la Roma è il punto di fine del transitorio…. A Crotone possiamo e dobbiamo vincere…mentre l’hanno scorso avevo paura anche con le piccole. Anzi… con le piccole me la “sentivo” arrivare fra capo e collo.. Tipo brivido che non sai perchè ce l’hai sul collo… ma poi capisci che non era uno spiffero….

Tifoso viola di provincia
Ospite
Tifoso viola di provincia

Non c’era da deprimersi prima e ne di esaltarsi ora, sicché piano con questi proclami e godiamoci il momento.
Questi articoli sono troppo ballerini! Prima dichiaravano che era stato tutto sbagliato ,ora che è stato tutto risolto.. Siete come i nostri politici un salto a destra e uno salto a sinistra.

Sinapsilondon
Tifoso
Sinapsi London

Molto duro domenica, certo, portarsi a 19 per poi vederci sul divano la Svezia che fa il suo dovere nel doppio match con l’itaglia, non sarebbe male FORZA VIOLA SEMPRE

sventra papere
Ospite
sventra papere

e’ il momento di tutti sul carro, high five e blow job a manetta…. poi se ne perde 2 e tutti di nuovo a bubare….

Pippo77
Ospite
Pippo77

Commento tanto inutile quanto insulso. È ovvio che quando si vince il tifoso e ckntento e quando si perde è scontento…se a casa tua fanno il contrario cerca sulle pagine gialle: “psicanalista specializzato in schiofrenia”.
Ti può aiutare.
Davvero.

Gian Aldo Traversi
Ospite
Gian Aldo Traversi

Calamai (la critica non è per voi, amici di Fiorentina.it) ha dimenticato Biraghi e ha improvvidamente cominciato a far echeggiare il tam tam di una futura partenza di Pezzella, battezzandolo come uomo mercato. Specie il secondo errore è di quelli da cerchiare con la matita blu. Personalmente mi auguro invece che Pezzella sia il nostro nuovo Passarella. Per una decina d’anni. E da giornalista che tifa viola eviterei fino allo stremo di parlare di possibilità mercanzie per il nostro miglior difensore. Un’evocazione scellerata. Inopportuna, inutilmente anticipata, che mette in ansia i tifosi. E comunque attira-jella. E’ come mettere una mosca… Leggi altro »

Marco dv INFAMI !!!
Ospite
Marco dv INFAMI !!!

FIRENZE , I FIORENTINI , I TIFOSI VIOLA , AVREBBERO BISOGNO SOLO DI VEDERE I FRATELLINI SU UN TRENO DIRETTO ALL’ISOLA CHE NON C’E’ ….. ALTRO CHE DISCORSI !

Dalfo
Tifoso
Dalfo

Infame lo sarai te

Giugulare
Tifoso
Active Member

Non penso che tutti i fiorentini, e men che mai tutti i tifosi viola, vogliano questo. Direi alcuni, magari importanti, ma certamente non tutti.

Emiliosud
Tifoso
emiliosud

Ma piantala. L’isola c’é ed é quella Viola. Almeno in questo periodo, lasciate perdere i soliti, ridicoli, ma soprattutto inutili, discorsi.

polpo
Ospite
polpo

ma chetati

Articolo precedenteFiorentina a Crotone con la maglia bianca di Santo Spirito
Articolo successivoLa tegola Thereau: ritorno dopo la sosta e Pioli cerca soluzioni
CONDIVIDI