Chiesa, dalla Juve… alla Juve: la gara del riscatto dopo le prime critiche

11



L’estate passata in mezzo alle continue voci di mercato, senza mai sbilanciarsi. Ora i bianconeri saranno avversari sul campo: la gara giusta per ‘ricominciare’.

Tra pochi sorrisi, qualche smorfia in campo e una voglia matta di imporsi a grandissimi livelli. Federico Chiesa, dopo la parentesi azzurra, è pronto a rituffarsi nel mondo viola. Nella settimana che porta alla sfida contro la Juve. Lui, che Commisso vuole rendere una bandiera del nuovo corso, contro la squadra e la società che lo ha fortemente tentato per tutta l’estate. E non solo. Una partita particolare, di fronte ai campioni d’Italia e a Ronaldo. Oltre che all’amico Bernardeschi. Colui che sì, da simbolo viola si trasformò due anni fa in gioiellino bianconero. Salvo poi fare diversa panchina. Come dovrebbe avvenire anche sabato al Franchi.

LA LUNGA ESTATE. Dai Della Valle a Commisso, con un’unica promessa del neo presidente viola: “Chiesa non sarà il mio Baggio”. E così è stato, nonostante un pressing asfissiante della Juve che già andava avanti da settimane. Un mantra ripetuto decine di volte dalla proprietà, senza mai una parola da parte dei Chiesa. Federico ed Enrico. E così la questione è rimasta aperta fino alla fine. “Convincerò Federico a sposare il nostro progetto”, disse Commisso. A New York il famoso colloquio con Joe Barone, poi un’estate passata con pochi sorrisi. Sempre comportamento da professionista, ma meno gioia ed entusiasmo rispetto al passato. “Capiamo il suo malumore, ma abbiamo deciso di ricostruire intorno a Chiesa”, arrivò a dire Antognoni.

NAZIONALE. Poi la ‘punzecchiata’ del ct Mancini: “Sta pagando un’estate complicata, deve mettere la testa sul suo lavoro. Deve essere felice di dov’è perché la Fiorentina è una grande squadra”. Segno che le voci di mercato, come avviene in molti casi, non hanno lasciato indifferente il giovane (ricordiamo, 22 anni) Chiesa. Nel mezzo, due prove così e così tra Napoli e Genoa (qualche lampo dei suoi, ma anche alcune fasi di ‘buio’ e un errore pesante contro il Grifone) e la partita negativa contro l’Armenia in Nazionale. Poi il riscatto contro la Finlandia, con l’assist per Immobile e una buona gara complessiva.

CONDIZIONE. Questione di testa e non solo. Perché anche a livello fisico Chiesa deve probabilmente recuperare la miglior condizione. Del resto, lo scorso anno ha giocato sempre, anche in Nazionale, convivendo anche per diverso tempo con un fastidio di pubalgia. In estate ha fatto le qualificazioni agli Europei con Mancini, poi gli Europei Under 21 con Di Biagio. E con la tournée e i viaggi Oltreoceano non ha svolto proprio una preparazione ‘standard’.

CONTRATTO. Ora il mercato è finito, per Chiesa l’occasione di far tornare a parlare il campo. Mettendo da parte ogni altro discorso. Compreso quello del rinnovo: contratto in scadenza 2022, con le parti che dovrebbero incontrarsi a breve e una proposta viola che potrebbe avvicinare le cifre destinate a Ribery. Uno snodo importante sulla questione, perché arrivare a fine anno senza rinnovo amplierebbe la querelle. A breve o la Fiorentina o i Chiesa dovranno fare qualche mossa in questo senso, dopo un’estate senza incontri ufficiali.

JUVE. Nel frattempo a Firenze sono arrivati giocatori come Boateng e Ribery, che senz’altro hanno alzato il tasso tecnico e di personalità là davanti. Giocatori dai quali Chiesa può imparare molto. Adesso testa al campo e alla Fiorentina. Serve serenità a quello che è considerato il miglior talento del calcio italiano. Subito la Juve per scacciare qualche critica e tornare ad esultare con Firenze. Il gol manca dal 15 marzo a Cagliari, mentre al Franchi l’ultima gioia è datata 27 febbraio (Coppa Italia contro l’Atalanta). Due dei 12 centri (con 9 assist) in 41 partite della scorsa stagione. Adesso è tempo di ripartire.

11
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Speriamo
Ospite
Speriamo

Se dovessimo vincere con un goal decisivo di Chiesa sarebbe una goduria totale ma comunque mi accontento di vincere con un goal di chiunque 😉

Ummipareilvero
Ospite
Ummipareilvero

Eh, oh…è dura, lo si deve capire ma non è tutta colpa sua…i fratellini plusvalenza gli avevano già messo il fiocco bianconero in testa e lui per mesi ha sognato la sua nuova avventura da paggio a CR7…poi la vendita a Commisso e il ritorno alla realtà, ovvero che ha un contratto con la Fiorentina e che dovrebbe fare il grande sforzo di rispettarlo visto che il contratto che ha sottoscritto è una garanzia anche per lui. Io l’avrei venduto ma il messaggio di Commisso è stato forte e chiaro per tutti, non come i foulardati che erano le biatch… Leggi altro »

arterio
Ospite
arterio

Chiesa come Bernardeschi e’ un professionista, non un bischero a’i’ piovere come voi, frustrati!!

Jacopo
Ospite
Jacopo

Pensiamo a blindare Sottil e Castrovilli, superiori rispetto a questo giocatorello

Arr
Tifoso
Arr

D’ altronde ha solo 15 presenze in nazionale :::::

Mario Viola
Ospite
Mario Viola

CORREZIONE ALLA REDAZIONE: “oltre che all’amica Bernardeschi. Colei che sì, da simbolo viola si trasformò due anni fa in panchinara bianconera”
Vincere senza giocare, come barare al solitario! Meglio la serie C da protagonista senza vincere niente!!!.

Chianti
Ospite
Chianti

Ottimo post!!! Concordo

Lorenzo69
Tifoso
Lorenzo69

io invece lo terrei fuori…

calciante
Ospite
calciante

come sei limitato te…

Don.Draper
Tifoso
Don Draper

E basta, ma lasciamolo un po’ in pace e se tra un anno va via tanti saluti; finche’ rimane deve dare il massimo ma basta con queste polemiche…

Chianti
Ospite
Chianti

Bravo!!!! Che p…e con sta storia!!!! È pur vero che il mestiere del giornalista ha come principio il saper creare discussioni (possibilmente pacifiche) ma ci state questa novella infinita che però a noi TIFOSI non ce ne può fregar di meno Eravamo la barzelletta della serie A…..ora Commisso fortemente soprattutto ha chiarito che la MOSTRA SQUADRA va rispettata e su questo sfido i lamentoni ha dichiarare il contrario, anche se mi aspetto i soliti post deliranti…….per cui chiediamo lo stesso a Voi e non vorremmo più leggere articoli che minano soltanto a creare inutili polemiche, fini a se stesse e… Leggi altro »

Articolo precedentePrandelli: “A Firenze servono giocatori come Ribery. Ma l’acquisto più importante è Chiesa”
Articolo successivoItalia Under 21, 5-0 al Lussemburgo: gran gol di Sottil, panchina per Ranieri
CONDIVIDI