Chiesa, Orsolini, Cutrone, e quell’inno di Mameli… da tapparsi le orecchie (FOTO)

39



Da Calciatori Brutti

Carica e urla per l’inno di Mameli da parte degli azzurrini. E Chiesa e compagni hanno stupito anche i bambini accompagnatori…

Stanno facendo il giro dei social le immagini degli azzurrini mentre cantano l’inno di Mameli, ieri sera prima di Italia-Polonia. Una gara andata male, per l’Under 21, con la sconfitta che complica i piani per la qualificazione alle semifinali. Prima della gara, però, grande carica fin dall’inno azzurro, cantato a squarciagola da Chiesa, Orsolini, Cutrone e compagni. Tanto che qualche bambino che accompagnava la squadra in campo si è tappato le orecchie dalle urla degli azzurrini.

39
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Deyna
Tifoso
Deyna

Che poracciata.

Japa
Tifoso
japa

orsolini mi sta proprio antipatico.

LUCA VIOLA 63
Ospite
LUCA VIOLA 63

TROPPA RICCHEZZA DA ALLA TESTA….FIGURIAMOCI DA GIOVANI….I BAMBINI NON PRENDANO ESEMPIO DA QUESTI 4 …….SOPRA LE RIGHE

Berto compagno di scuola
Ospite
Berto compagno di scuola

Personalmente non apprezzo nemmeno il fatto di abbracciarsi durante l’esecuzione dell’inno , credo la cosa derivi da una pensata di Totti.

Marco77
Ospite
Marco77

Già pensata e Totti nella stessa frase fa capire che è una pessima idea

Socrates il dottore
Ospite
Socrates il dottore

Che buffoni

Buso
Ospite
Buso

Poveri bambini,alla mercè di urlatori sonati.

Lucignolo
Ospite
Lucignolo

proprio SONATI

Coralli magreb
Ospite
Coralli magreb

Ultimamente chiesa lo vedo un po’ sopra le righe, in campo corre spesso in maniera scriteriata sprecando un mare di energie che poi puntualmente paga nel finale delle partite. Non vorrei che tutti gli elogi ricevuti e la valutazione enorme lo stiano esaltando troppo.

Eli64
Ospite
Eli64

Hai ragione, credo si senta Cristiano Ronaldo. VIA AI GOBBI

simmi
Ospite
simmi

Sono diversi mesi che è così, nella partita con l’Atalanta fece 50 metri di campo di corsa forsennata per andare a protestare per un avversario a terra per cui l’arbitro aveva fermato il gioco. Più gli riesce qualche giocata, come il gol della precedente partita, più si esalta e osa anche nel cercare il rigore, il fallo rotolandosi come un tarantolato, come ha fatto anche ieri. A me é sempre sembrato un esaltato incapace di gestirsi con quegli occhi spalancati e quella malizia nel buttarsi addosso agli avversari per fregarli. Poi qua lo hanno sempre difeso su tutto, doti tecniche… Leggi altro »

simmi
Ospite
simmi

Sperracolo penoso…l’inno si canta con rispetto! Senza spalancare le bocche e fare smorfie, non è per caricarsi come quando si dice “merda” in coro negli spogliatoi sportivi, nei camerini dei teatri, ecc.

Berto compagno di scuola
Ospite
Berto compagno di scuola

Sembrano preda dei fumi del alcool o peggio …

Andrea
Ospite
Andrea

Beh, diciamo che non è proprio un inno fantastico…

Giuseppe
Ospite
Giuseppe

Personalmente penso che a questi “giovanotti” prima che il gioco del calcio vadano insegnati i valori fondamentali di vita che aiutano a diventare uomini ancor prima che calciatori.
Purtroppo il “dio danaro” offusca le menti e confonde le idee, sopratutto a chi dovrebbe provvedere alla loro formazione, generando i risultati che stanno sotto gli occhi di tutti e che niente hanno a che fare con il calcio, con lo sport, con i veri valori di vita.

Articolo precedenteInglese, la richiesta da 30 milioni del Napoli e una stagione tribolata
Articolo successivoAg. Orsolini: “Mai pensato di lasciare Bologna. Restare soluzione migliore”
CONDIVIDI