Ciao Biraghi, arriva Dalbert. Ma il prestito secco non convince, come non convinceva 12 mesi fa

173



Lo scambio Dalbert-Biraghi è in via di formalizzazione. Più che il valore tecnico del giocatore (tutto da dimostrare), non convince la formula, che in futuro darà indietro ben poco alla Fiorentina

A cinque giorni dalla chiusura ufficiale, il mercato della Fiorentina prosegue, con un’operazione a un passo dalla chiusura che farà discutere, soprattutto per le formule utilizzate. Stiamo ovviamente parlando dello scambio tra Inter e Fiorentina, che porterà Biraghi a vestire la maglia nerazzurra e Dalbert a indossare quella viola.

Il terzino italiano, appena saputo dell’interesse da parte dei nerazzurri, ha spinto molto per giungere alla corte di Antonio Conte. Ben diverso il comportamento di Dalbert, che ha accettato la destinazione fiorentina solo dopo che l’ipotesi Nizza è naufragata.

LA FORMULA. Se verranno confermate le indiscrezioni di ieri, entrambi i giocatori si trasferiranno in prestito, ma con una sostanziale differenza. Mentre per Biraghi è previsto un diritto di riscatto in favore dell’Inter (circa 12 milioni), Dalbert potrebbe giungere a Firenze con la formula del prestito secco.

I DUBBI. Una soluzione che lascia qualche perplessità, perché molto simile a quella che 12 mesi fa utilizzò Corvino per portare Gerson alla Fiorentina. I due brasiliani non solo sono accomunati dalla scarsa enfasi con i quali si apprestano ad approdare sulle rive dell’Arno, ma anche dalla formula con la quale arrivano a Firenze, appunto il prestito secco.

Nel caso la stagione di Dalbert dovesse andare male, la Fiorentina non subirà contraccolpi economici ma si troverà ad affrontare un campionato (o almeno la prima parte) fortemente carente nel ruolo di terzino sinistro, guardando anche alle riserve attualmente in rosa. Nel caso, come ci si augura, la stagione dell’esterno brasiliano vada per il meglio, i viola godranno del suo valore sul rettangolo verde, ma a fine stagione si troveranno ad aver valorizzato un giocatore per un’altra squadra.

Insomma, proprio come con Gerson, a Firenze arriva un talento inespresso che ha faticato in una big del campionato italiano e che cerca riscatto in un’altra squadra, salvo tra 12 mesi tornare nel proprio club di appartenenza indipendentemente dalle prestazioni offerte sul terreno di gioco. Certo, a giugno 2020, in caso di interesse da parte della Fiorentina, ci si potrebbe sedere ad un tavolo con l’Inter per ridiscutere la situazione di Dalbert, ma la strada non sarebbe certo in discesa.

L’impressione è che la volontà di Biraghi e il poco tempo a disposizione abbiano giocato un ruolo significativo nella conclusione di questa operazione. Nonostante ciò, Pradè è un grande estimatore di Dalbert; perciò ci si augura che il brasiliano riesca a fornire grandi prestazioni con la maglia viola indosso per tutto il campionato. Poi, si vedrà.

Il mercato riempie le pagine dei giornali ed è il primo argomento sulla bocca dei tifosi, che aspettando ancora un grande acquisto come potrebbe essere De Paul. Un mercato che finora ha comunque regalato grandi soddisfazioni ai fans gigliati, che hanno appena iniziato a coccolarsi il loro nuovo numero 7.

Intanto, la Fiorentina oggi si allena in vista della trasferta complicata con il Genoa. Complicata, ma già di grande importanza per colpa del calendario. Vista l’immeritata sconfitta rimediata col Napoli e guardando alle prossime terribili partite in programma dopo Marassi (in ordine, Juventus, Atalanta, Sampdoria, Milan), col Genoa occorre portare a casa i 3 punti per affrontare con più leggerezza il terribile settembre che incombe.

173
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Uros
Ospite
Uros

La formula non mi interessa. In questo momento, ci serve un terzino che può fare bene sul campo. Se Dalbert lo fa, va bene anche se resta per una sola stagione. Poi possiamo comprare un altro, e potrebbe essere più facile, se si qualifica per Europa..

maurizio
Ospite
maurizio

gerson ed ilprestito secco è stata la nostra fortuna……….pensate se esisteva l’obbligo di riscatto……da brividi!!!!!VA bene anche per questo il prestito….non èun grande acquisto a Milano non ha combinato nulla……per fortuna lo scambio e con Biraghi un mediocre………!!!!! Il vero problema è riuscire finalmente a vincere in campionato tutto ilresto è aria fritta……!!!!!! A Genova è la volta buona …….speriamo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

ma quale contratto per 5 anni…
ma icchè vu dite!!
l’inter il contratto a biraghi glielo farà quando (soprattutto SE) lo comprerà
ma vedrete che fra un anno ci s’ha di nuovo biraghi sul groppone!!!

purple
Ospite
purple

un mercato poco comprensibile…se non si spendono soldi quest’anno ,
vuol dire che non li spenderemo neanche l’anno prossimo , perchè
i prezzi sempre quelli sono…è lapalissiano…a meno che non si intenda
che i soldi verranno dalla cessione di Chiesa , ma allora sarebbe una presa
in giro e tanto valeva venderlo adesso…come ho già detto , e lo ripeto ,
l’arrivo di Ribery serve solo a mascherare un mercato altrimenti
piuttosto misero…

AntoNiche
Ospite
AntoNiche

Dalbert prestito secco è uno smacco per Pradé.

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

si zanini nel suo illuminato editoriale,ha perfettamente ragione quando afferma che il prestito secco è una formula che non entusiasma affatto,come fu per gerson all’epoca dell’ultimo corvino bis,e io non mi reputo un ipocrita,ma sono di solito abbastanza coerente con le opinioni che ho espresso in precedenza,e appunto l’anno scorso ho tanto criticato,la formula del prestito,con cui corvino ha portato diversi calciatori a firenze,prestito secco nel caso di gerson,anche se poi la roma visto alla cifra che lo ha venduto,e il campionato dove lo ha spedito,se la fiorentina si era convinta di tenere gerson la formula adatta sarebbe stata individuata,ma… Leggi altro »

Roberto
Ospite
Roberto

Luigi ha ragione!!!
REDAZIONE com’è possibile che venga ceduto con diritto e l’Inter gli fa un contratto di 5 anni?
Qualcosa non torna.

Travares
Ospite
Travares

Queste operazioni era capace di farle anche corvino. Anche io se mi avessero investito di una carica da ds alla Fiorentina. Ma anche il magazziniere. Spero di avere risposte. Ps sono il primo a. Non condivide la politica societaria dei dv degli ultimi anni.

Ummipareilvero
Ospite
Ummipareilvero

NONNO…CONNO…NONNO…CONNO…LOBONTO, LAFONTO, GEMBIONSLIGGHI, FEPPLEI FINANZIARIU, HUMUSSU, SE NONNO LO GONOSCETE E’ UNNO PRUBBLEMA VOSHTRU.

luigi
Ospite
luigi

a Biraghi l’inter fa un contratto cinque anni a 2 milioni di euro.se il prossimo anno non lo riscatta, la fiorentina dovrà pagargli questo ingaggio????

Mirco
Ospite
Mirco

Ribadisco il concetto che i tifosi fenomeni nn vogliono comprendere…questa squadra nella migliore delle ipotesi arrivera’ al 10 posto..infatti cn questi investimenti la Champions e’ impossibile e l’Europa League difficilissima…molto improbabile anche una semifinale in Coppa Italia..e dobbiamo anche ringraziare il Presidente Ammerecano…che si e’ preso questa bega….

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

ma perdonami,mi sembra che il ds daniele pradè,con molta franchezza ha detto in sala stampa,quest’anno è l’anno della ricostruzione della nuova fiorentina,quindi niente obiettivi particolari al primo anno,se non quello di giocare bene a calcio e di dare appunto un’identità precisa alla nostra squadra,pradè non ha parlato ne di europa league,ne tantomeno di champions,mi sembra se non erro,cioè più chiaro di così cosa doveva dire. poi si barone ha detto strada facendo,se si apre uno spiraglio proveremo ad inserirci nella lotta nella zona dell’europa league,ma appunto pradè è stato chiaro,è dall’anno prossimo che poi alzeremo l’asticella delle aspettative. comunque già… Leggi altro »

Mirco
Ospite
Mirco

Io nn contesto il Presidente…anzi lo ringrazio per quello che sta facendo…e sarò sempre cn lui anche quando verra’ contestato dai tifosi fenomeni….aggiungo che nn sn scontento del mercato che mi sembra equilibrato negli acquisti meno nelle cessioni ma e’ un’altra questione..tuttavia ho solo voluto precisare che cn questi investimenti nn si raggiungono obiettivi importanti…o perlomeno gli obiettivi che vorrebbero i tifosi fenomeni..nulla di piu’..

Articolo precedenteLa giornata viola: il riassunto
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI