Cile, bufera sul ritorno da ex di Pizarro: “E’ un traditore”. Si mobilitano i sindacati

1



Dopo la Fiorentina David Pizarro era tornato in Cile, in quei Santiago Wanderers in cui aveva esordito da giovanissimo. Poi gli infortuni, e una realtà diversa da come si aspettava, avevano portato il ‘Pek’ alla rescissione: a gennaio 2017, quindi, il passaggio da svincolato all’Universidad de Chile. Adesso, però, in Cile è bufera sul ritorno di Pizarro da ex a Valparaiso, per la sfida di campionato contro i Santiago Wanderers (sabato l’incrocio, una settimana più tardi anche la partita in finale di coppa di Cile).

“E’ un traditore”, ha detto senza mezzi termini Pedro Cordero, uno dei massimi dirigenti degli Wanderers. “Lo abbiamo portato sull’altare, lui ha deluso tutti. Non è il benvenuto qui, non avrà un bell’ambiente ad accoglierlo”. Frasi che sono state prese come ‘istigazione alla violenza’ da una parte politica e anche dai sindacati dei giocatori cileni. “È inaccettabile che un giocatore che ha dato così tanto al calcio cileno sia trattato in questo modo dai Santiago Wanderers. Speriamo che le autorità prendano atto”, scrive in una nota il Sifup.