Cincotta: “Triste per il pubblico del Franchi. Ci abbiamo provato ma gap enorme”

22



Le parole del mister della Fiorentina Women’s dopo la sconfitta in Champions League contro l’Arsenal

Queste le parole di Antonio Cincotta, mister della Fiorentina Women’s, in conferenza stampa post Arsenal: “E’ una storia che si è ripetuta. 3 anni fa con il Wolfsburg abbiamo perso 4-0. L’anno scorso abbiamo perso 1-0 col Chelsea a Londra e abbiamo provato a fare l’impresa qui a Firenze. Scoprendoci così tanto abbiamo finito 5-0 sotto. Quest’anno abbiamo provato a impostare la gara con la difesa a 5 cercando il recupero dell’ultimo passaggio possibile, tanto il palleggio se lo sarebbero preso comunque. Facendo densità e facendo contropiede. La squadra non si è comportata male, a tratti ha mostrato gioco veloce e rapido. E’ mancata forza nelle gambe e la capacità di rispondere fisicamente a una squadra che atleticamente è devastante. Dobbiamo lavorare a ridurre questo gap, non solo come Fiorentina ma come movimento di calcio femminile italiano”.

“Accoglienza del Franchi? La tristezza che sento nel cuore in questo momento è non aver portato a tutti la possibilità di tenere almeno aperta la partita per più minuti e restare attaccati al sogno. E’ un rammarico ma a un certo punto abbiamo dovuto applaudire i nostri avversari di fronte alla loro forza. Avremmo potuto provare a cambiare qualcosa pressando alte ma non sarebbe cambiato nulla, per i motivi che ho spiegato . La differenza purtroppo è netta e anche la per le altre, visto che anche nella sfida di ieri della Juventus si è vista”.

“Vicinanza di Barone e la dirigenza? La dirigenza è fantastica, sempre presente. Vergine è stato con noi prima del match, Barone è stato con noi prima durante e dopo. Per questo li applaudo perché sono stati fantastici”.

“Sistema delle testa di serie? Siamo stati molto sfortunati. Sono molto arrabbiato perché avremmo potuto pescare avversari più abbordabili. L’Arsenal è campione d’Inghilterra in carica”.

De Vanna è stata straordinaria. Avere il coraggio e la freddezza di riunire la squadra in un meeting dopo lo 0-2 caricandole una per una è un gesto molto bello che merita di essere raccontato, perché racconta l’armonia che viviamo ogni giorno. Sono comunque contento di tutte le mie ragazze e in particolare dei nuovi acquisti”.

“Perché non si giocano amichevoli durante la preparazione? Finora è stata una scelta. L’anno scorso abbiamo preparato la Champions utilizzando le squadre under 16 e under 17 della Fiorentina che sono gare estremamente allenanti per noi. L’anno scorso bastò perché ci presentammo con Fortuna giocando una grande gara. Nel futuro valuteremo la possibilità di giocare amichevoli internazionali per prepararci in modo diverso, ma è stata una nostra scelta per confermare una formula che si era rivelata vincente. Ci sono anche gli svantaggi di doversi spostare per fare queste amichevoli invece di rimanere fermi a Firenze”.

22
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
pallinoviola
Ospite
pallinoviola

non voglio passare per il cattivo di turno, ma il calcio femminile fa un po…beh, diciamo che non è proprio il massimo.
credo che il calcio sia l’unico sport dove le donne siano troppo svantaggiate, troppo…
ieri sembrava di assistere a una partita tra scapoli e ammogliati.
professioniste oppure no cambia poco,il livello rimane scarso!
ci sono tanti altri sport che preferisco vedere al femminile, addirittura che offrono molto più spettacolo che del maschile, ma il calcio lasciatelo stare, non è per voi

Ilacarbo
Ospite
Ilacarbo

Mi domando se contro squadre sicuramente più attrezzate dal punto di vista atletico e tecnico sia producente giocare al Franchi anziché al Bozzi. A parte l’effetto mediatico.

Tifoso
Ospite
Tifoso

Il Bozzi non è a norma per la Champions LIgue

Gio
Ospite
Gio

Vorrei premettere ai pallosi del sito che le ragazze del calcio ci hanno regalato in pochi anni soddisfazioni e grossi risultati più del calcio in 30 anni. Per quanto riguarda la partita troppo la differenza a livello di compagini tra le ns e quelle del resto d’Europa ( vedi anche le juventine con il Barcellona letteralmente surclassate come le ns.).. Oltre all’evidente differenza tecnica notevole anche l’aspetto fisico legato anche al diverso grado di preparazione. Mi è sembrato poi aver avuto un ruolo importante l’ampiezza del Franchi: la sensazione è stata di quando i ragazzi giocano per la prima volta… Leggi altro »

Marco
Ospite
Marco

Infatti, dovevano giocare al buozzi, davanti a 100 pensionati e senza diretta TV. Pienamente d’accordo con te.

Borda
Ospite
Borda

Cincotta e le ragazze potevano fare poco, troppo grande il divario tecnico individuale. La differenza è che in Inghilterra il calcio è professionistico, mentre in Italia no. Abbiamo provato a fare catenaccio e ripartire sperando di restare in partita perché a giocare in altro modo non ci sarebbe stata partita. Non è andata bene ma ci rifaremo in campionato e coppa italia. Tra le attenuanti anche gli acciacchi di Guagni e Mauro e la mancanza della Clelland (infortunata??) che è una delle più forti in rosa. De Vanna veramente un grande acquisto, segnerà tantissimo gol in campionato. Abbiamo un super… Leggi altro »

Claudio_Granducato
Member
Claudio_Granducato

Anche in altri sport, da quelli invernali, al volley alla scherma, al nuoto, il divario fisico e, talvolta, tecnico è molto evidente ma le nostre ragazze portano spesso più medaglie e prestigio dei rispettivi maschi. Se volete, per forza, vedere donne sfidare alla pari gli uomini vi consiglio l’equitazione. Seguendo il ragionamento di molti, ad esempio, per quale motivo uno dovrebbe seguire allievi o primavera… sono grezzi, non strutturati fisicamente… Per quale motivo dovremmo seguire le squadre italiane… C’è il Barca, il Real, Man. City, decisamente più forti e divertenti.

Fulvio
Ospite
Fulvio

Non per sessismo, per carità, ma veder giocare le donne a calcio mi sembra di vedere tanti Ridolini. Il cosiddetto calcio femminile è una moda, interessa quasi a nessuno, a parte qualche curioso.

Ilacarbo
Ospite
Ilacarbo

Appunto, e tu perché ne parli?

scettico
Ospite
scettico

Mamma mia come siete pallosi, ma prendere le cose con un po’ più di leggerezza no eh? queste ragazze giocano per passione, quando vincono sono contente, quando perdono un po’ meno ma nessuno fa drammi; ovviamente il livello è quello che è e non può essere altrimenti, non lo fanno di mestiere, e meno male, gli dedicano solo un po’ di tempo, hanno altro da fare, e quindi possono arrivare fino ad un certo livello, in altre nazioni c’è più interesse e la differenza si vede; non si può prendere atto di questa cosa ed essere contenti lo stesso?, se… Leggi altro »

Male male
Ospite
Male male

Per passione si gioca in piazza d’Azeglio

Max65(R)
Ospite
Max65(R)

Il Calcio femminile esisteva anche 20 anni fa. Oggi va di moda, ma quanto durerà?

Viterboviola
Tifoso
Viterboviola

Quando si vuole fare la Champion, dire che “preferisco fare la preparazione a Firenze senza giocare amichevoli” significa avere la mentalità di una squadretta di seconda categoria. E’ vero che manca il professionismo vero, ma le nozze con i fichi secchi non si fanno. La differenza di ritmo, di esperienza sul campo, oltre che tecnico-tattica, con l’Arsenal si è vista tutta. La prossima volta mettiamoci un po’ di impegno professionale, caro Cincotta e cara Società, se non professionistico. E quest’anno in campionato, ricordiamoci che ci sono due o tre squadre oltre alla Juve pronte a prendersi il posto nostro ai… Leggi altro »

IOHAHO, VC
Ospite
IOHAHO, VC

Donne il calcio non è per voi. E lo dico con coscienza, non per sessismo. Esiste la squadra maschile di ginnastica ritmica? Mi pare di no! T’immagini “I fenicotteri ‘…. Vaiavaiaaaaaa!!!!!

Articolo precedenteChampions femminile, Cincotta: “Big europee sono più forti, è sempre la stessa storia”
Articolo successivoMontemurro: “Qualificazione chiusa? ci sono 180′. Serve professionismo per crescita calcio italiano”
CONDIVIDI