Claudio Merlo: “Noi vincemmo a Napoli e a Kiev. Fiorentina ce la puoi fare”

    0



    merlo«Ora basta parlare della sconfitta con la Juve, sennò diventa una nevrosi. Guardiamo alle prossime partite, quelle sì».Tifoso viola prima di tutto. Nome? Claudio Merlo, dieci anni nella Fiorentina, e semmai uno scudetto. Da otto anni è alla guida di tanti ragazzi. Si ritroveranno Fiumalbo dal fine di giugno, l’anno scorso erano ben 120. GLI ISTRUTTORI sono sette, la guida fuori campo è l’Enic. Dice subito Merlo che prima di tutto «questi ragazzi devono comportarsi con correttezza e con rispetto per l’avversario. Sempre. Saper fermare bene la palla, saperla giocare». Qualche parola sulla Fiorentina di oggi? Risponde così: Vorrei dare alla Fiorentina il mio ottimismo, i miei ricordi felici. A Napoli stravincemmo e poi ecco lo scudetto. A Kiev altra vittoria, con il pubblico ad applaudirci». «Il periodo è duro, inutile insistere. Un fatto che incoraggia è che la Fiorentina ha molti giocatori, da alternare. Ottima rosa, ottimi giocatori. Voglio aggiungere: ottimo pubblico. Si gioca meglio con un pubblico così». Vogliamo accennare a Salah? «Volentieri, quando fa un dribbling ha sempre la palla al piede, e poi magari la manda, o la fa mandare, in rete. Più di così».