Clima ostile e assenze pesanti per il Toro. Chance da sfruttare per la Fiorentina. Obiettivo ripartire

18



Tante assenze per il Toro, e molto pesanti. Belotti su tutti. La Fiorentina cerca una vittoria che manca in A da oltre un mese. Occasione da sfruttare

SCORIE QUASI ALLE SPALLE La vittoria col Cittadella non sarà di quelle che verranno ricordate in eterno. Perché era un sedicesimo di Coppa Italia e perché di fronte c’era una squadra di B con diverse seconde linee in campo. Ma aver ritrovato il successo di sicuro ha permesso alla Fiorentina di buttarsi alle spalle un po’ di scorie negative. Tre ko di fila in campionato pesano, ed hanno ridimensionato i sogni di gloria di chi si era illuso che il filotto di risultati positivi prima della disfatta di Cagliari potesse far pensare a qualcosa di più dell’anno di transizione che ha in programma il club viola. Ma se col Lecce almeno la prestazione in parte c’è stata, a differenza della doppia trasferta di Verona e Cagliari dove la Fiorentina non ha praticamente giocato, contro il Torino c’è poco spazio per i calcoli.

TRE PUNTI Contro la squadra di Mazzarri in altri tempi sarebbe stata una partita in cui portar via anche solo un pareggio, in trasferta, poteva essere visto come qualcosa di positivo. In questo momento, invece, con un Toro che in casa ha ottenuto solo 8 punti in 7 gare, segnato solo 6 reti, con due ko di fila, col pubblico che anche dopo la vittoria col Genoa di Marassi ha contestato vibratamente Cairo, Mazzarri e la squadra, pensare ai tre punti non è utopia.

Anche perché al Torino manca Belotti, autore di 7 gol sui 16 siglati dai granata, e davanti giocherà Berenguer con Verdi. Lo spogliatoio è una polveriera dopo il caso Zaza, e la parte calda del pubblico resterà fuori dallo stadio. E’ vero che il Toro ha vinto a Genova nell’ultimo turno, e si era imposto 0-4 a Brescia ottenendo 6 punti nelle ultime 3 giornate, come ha sottolineato Montella parlando degli avversari. Ma se le rondinelle con Grosso non hanno mai impensierito alcun avversario, tanto da portare Cellino a richiamare Corini, anche a Marassi il Toro ha giocato malissimo, meritando ampiamente la sconfitta e riuscendo a vincere con un solo guizzo su corner. E i numeri parlano di un Torino che crea pochissimo, corre meno di tutti in A, e mira più a spezzare il gioco altrui che a proporre e giocare.

FIDUCIA CHIESA, E ALTRA CHANCE VLAHOVIC In casa viola, invece, mentre Ribery e Pezzella saranno out, c’è grandissima fiducia sul recupero di Chiesa. E tutto lascia pensare che davanti si riparta dal 25 viola, nella settimana che ha segnato un definitivo raggio di sole sul tema futuro e rinnovo, e Vlahovic, che dopo la raffica di chance sbagliate col Lecce cerca conferme, ma soprattutto risposte. Pedro resta un’alternativa. Ancora non ha convinto l’aeroplanino a dargli fiducia dal primo minuto. In mediana invece Benassi si candida con forza ad una maglia da titolare contro la sua ex squadra e con la voglia di confermare quanto di buono fatto vedere col Cittadella. Rifiaterà ancora Badelj. Tornare a vincere dopo oltre un mese, l’ultima è quella col Sassuolo in campionato, è più che un obiettivo per una Fiorentina che poi si appresterà ad affrontare Inter e Roma. Trittico di gare che dirà se il momento difficile è davvero alle spalle. E se la vittoria col Cittadella non sia stato solo un guizzo.

18
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
elcoyote
Ospite
elcoyote

L’articolo non è così banale come qualcuno afferma: il Toro è in crisi, esattamente come noi. La partita tra queste due squadre in crisi potrebbe quindi esser decisa da un episodio. Chessò!? Se per esempio dopo dieci minuti riuscissimo a trovare un rigore, magari anche dubbio e il rigore venisse trasformato, a quel punto l’entusiasmo da parte nostra e magari una loro crisi di fiducia, a magari anche una contestazione del pubblico granata alla sua squadra, potrebbe portare a un partitone e magari potremmo anche finire stravincendo con doppiette di Cristoforo e Dabo… Se viceversa le cose dovessero mettersi male… Leggi altro »

Massimo
Ospite
Massimo

Toro con o Toro senza, comunque mi pare meno peggio di noi! Anche un pareggino, temo, sia oro colato!

Andrea arretini
Ospite
Andrea arretini

Io eviterei di guardare in casa d’altri….. La Fiorentina fa fatica anche con la Cerretese….. Pensiamo a noi…. Che facciamo pena….

michele
Ospite
michele

…. le rondinelle con Grosso non hanno mai impensierito alcun avversario…a parte noi

Modena
Ospite
Modena

Purtroppo è vero.

Giovanni
Ospite
Giovanni

A parte che c’era ancora Corini

Ponzio
Tifoso
VIA Pradè!

questa speranza che le loro polemiche ci aiutino mi pare assurda. Possiamo ambire a uno squallido 0-0, che firmerei subito, per il resto pensiamo ai problemi nostri.

Albe47
Ospite
Albe47

Due allenatori che hanno girato tanto e vinto molto poco
Sarà sicuramente una brutta partita
Speriamo almeno che si riesca a correre un po’ di più rispetto alle ultime 4 gare di campionato …..sembrava che gli avessero dato concentrato di camomilla.
Ale Viola Sempre

Tifoso
Claudio da Sasso

È il confronto tra due squadre di metà classifica con allenatori in crisi. Non è una questione di assenze la vittoria, ma una questione di nervi. A chi tengono di più fa scelte azzeccate, prima e durante. Chi si fa prendere dalla paura, perde

CVD
Ospite
CVD

Condivido tutto, e conoscendo Montella, la vedo durissima…

Mario.romano
Member
mario.romano

Per vincere ci vogliono i campioni. Noi ne abbiamo solo due . Sembra che almeno Chiesa ce la faccia . Se viene aiutato e servito bene dagli altri che non saranno campioni ma nemmeno dei brocchi possiamo farcela

Tifoso
Claudio da Sasso

Per vincere ci vuole compattezza, forza mentale, mentalità vincente, capacità di saper dare tutto ciò che si ha. In una squadra vincente i campioni sono quelli che con il colpo a sorpresa ti fanno vincere la partita, i gregari sono quelli che ti fanno fare i risultati. Se non hai la miscela giusta, con un allenatore che sappia fare emergere quelle qualità, non vinci.

Flory
Ospite
Flory

si dice che nemmeno con Guardiola questa squadra vincerebbe di più ma con un allenatore di personalità aggressiva come Conte sarebbe lo stesso ?
Io penso di no

Lé sperto
Ospite
Lé sperto

Anche a Bergamo si ricorda di un Conte aggressivo che fece vincere tutto? Avete massacrato Sousa che adesso è terzo col Bordeaux e ha già fatto diventare tesori un paio di giocatori come fece con noi. Conte ha fatto spendere un patrimonio per Alonso e Zappacosta.. Lui ha fatto giocare Milic punta quando non avevamo attaccanti a disposizione , ma ci sono allenatoroni fenomenali che hanno preferito Bernardeschi s Douglas Costa

Nick
Ospite
Nick

Pensare di “vivacchiare” sulle difficoltà del Toro, non mi piace…. #tristezzaportamivia

Viterboviola
Tifoso
Viterboviola

Poi, che la vittoria sul Cittadella (anzi, Cittadellina…) sia addirittura un guizzo, oh mio Dio!!!!

Viterboviola
Tifoso
Viterboviola

Giocatori contati, clima pesante…. ma su che risorgeranno! Noi siamo quelli dello 0-0 a Brescia, del 2-5 a Cagliari, dell’ 1-2 a Genova, siamo quelli che danno nuova vita ai morti, coraggio Torino!!!

Grandi Speranze
Ospite
Grandi Speranze

Attenzione perché contro di noi le squadre avversarie in crisi ritrovano sempre compattezza

Articolo precedenteSerie A, finisce a reti inviolate il big match tra Inter e Roma
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI