Cognigni: “Vi spiego il FPF. Vogliamo campioni e gente che abbia fame di vincere qui”

    0



    corvino cognigniParla così il presidente Cognigni in conferenza stampa di presentazione di Corvino: “Sono felice di dare il benvenuto ad una persona che ha la Fiorentina nel cuore, e che oggi torna a casa. Corvino non ha bisogno di presentazioni, in base a quello che ha fatto qui a Firenze, anche dal punto di vista dei risultati sportivi. Portando soprattutto a Firenze campioni importanti, avendo una visione più di altri di giocatori che sarebbero poi diventati importanti. Come tutti i grandi cicli c’è un inizio e una fine, a volte c’è bisogno di una pausa di riflessione. Questo è successo con Pantaleo. Con questo secondo tempo noi non vogliamo guardare al passato. Passato importante, ma vogliamo proiettarci al futuro. Un futuro importante. Vogliamo riallacciare un percorso che in questi anni è stato portato avanti, tra prima squadra, settore giovanile e scouting nazionale e internazionale. Vogliamo portare a Firenze campioni, ragazzi che hanno voglia di emergere, che vogliano conferme o rilanciarsi. Soprattutto gente che ha fame, che sente questa maglia addosso e vuole vincere con la maglia della Fiorentina. E’ opportuno ringraziare il direttore Pradè, che in questi anni ci ha permesso di ottenere risultati importanti con le nostre aspettative. Non è semplice, lo ringrazio così come ringrazio chi ha lavorato con lui in questi 4 anni. Con Pantaleo speriamo di fare un ulteriore salto di qualità. Non torna come semplice direttore sportivo, ma con una qualifica che la sua maturità ci impone. Sarà direttore generale dell’area tecnica, e stiamo insieme creando una struttura di collaboratori che stiamo valutando, per uno staff altamente competente, con visione moderna e che possa diffondere la nostra immagine sul territorio. Il calcio sta cambiando, noi vogliamo cavalcare queste novità, non farci cogliere impreparati. Queste novità riguardano anche il Fair Play Finanziario. Una norma imposta dalla Uefa, recepita dalla nostra federazione. Significa ottenere i massimi risultati sportivi mantenendo un sano equilibrio economico e finanziario. Per fare questo, ridurre il gap con società che hanno maggiori risorse finanziarie, è necessario strutturarsi, allargare la fascia tecnica, con uomini che abbiano competenze, ma è tutta la struttura che dovrà adeguarsi con persone e obiettivi chiari. Vogliamo combattere una sfida che per noi è molto ambiziosa. Qualche anno fa dissi che non ci saremo fatti trovare impreparati alla nuova norma. E’ grazie all’impegno della società che ci troviamo ad occupare posizioni di vertice, abbiamo dimostrato di poter competere con questa nuova norma. C’è, ed esiste, dobbiamo conviverci. Parlare di Corvino dell’uomo delle plusvalenze, che ci può dare ancor più felicità, è parlare oltre misura, è un’interpretazione sbagliata, che crea disamore. Corvino ci aiuterà a crescere, a far crescere chi lavorerà nel comparto tecnico. Supporto per il nostro allenatore e per il settore giovanile. Ricordo che Pantaleo è il più titolato per il lavoro del settore giovanile. All’amico Pantaleo possiamo creargli i presupposti per lavorare al meglio”.